2016-05-04

Affanno, Afflizione e Pena - Frasi e citazioni sul Patire

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più dolorose sull'affanno, l'afflizione, la pena e il patimento. Il termine "affanno" è qui inteso non come difficoltà di respiro, ma come sinonimo di pena o di grande preoccupazione. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa dedicate all'ansia e alla sofferenza. 
Non affannatevi per il domani, perché il domani avrà già le sue inquietudini.
A ciascun giorno basta la sua pena. (Gesù di Nazaret)
1. Affanno
© Aforismario

Alle spalle le noie e i grandi affanni / che caricano del loro peso l'esistenza brumosa, / beato chi può con ala vigorosa / slanciarsi verso i campi sereni e luminosi.
Charles Baudelaire, Elevazione, in I fiori del male, 1857-1861

L'uomo superiore è contento e sereno, l'uomo da poco è sempre inquieto e pieno d'affanno.
Confucio, Dialoghi, ca. 479/221 a.e.c. (postumo)

Molta sapienza, molto affanno; chi accresce il sapere, aumenta il dolore.
Ecclesiaste, Antico Testamento, IV o III secolo a.e.c.

L'essere beato e incorruttibile non ha affanni, né ad altri ne arreca; è quindi immune da ira e da benevolenza, perché simili cose sono proprie di un essere debole.
Epicuro, Massime capitali, IV-III sec. a.e.c.

Le bestie vivono in pace con sé stesse e con le cose intorno a loro, ma la natura spirituale dell'uomo produce il dualismo e la lacerazione nella cui contraddizione egli s'affanna.
Georg Wilhelm Friedrich Hegel, Estetica, 1823/26

Gli affanni sono minori, allorché vi è pan da mangiare.
Ettore Mazzuchelli, Manuale di massime, sentenze e pensieri sopra diverse materie, 1769

Se a ciascun l'interno affanno / si leggesse in fronte scritto / quanti mai, che invidia fanno / ci farebbero pietà!
Pietro Metastasio, Giuseppe Riconosciuto, 1733

Quanto più s'impara a non vivere più in istanti, bensì in anni, tanto più nobili si diventa. L'irrequietezza affannosa, il meschino affaccendarsi dello spirito diventano attività grande, tranquilla, semplice e vasta, e subentra la magnifica pazienza.
Novalis, Frammenti, 1795/1800

Chi muore esce d'affanni, ma tutti si vuol viver cent'anni.
Proverbio

Basta poco per consolarci perché poco basta per affliggerci. (Blaise Pascal)
2. Afflizione
© Aforismario

Pensa all'abisso infinito del passato e del futuro, dove ogni cosa svanisce. Non è insensato, allora, inorgoglirsi, affannarsi, lamentarsi come se il tormento che ci affligge fosse destinato a durare a lungo?
Marco Aurelio, Pensieri, ca. 166-179

I segni esteriori di una grande afflizione, sono per i vivi ciò che i mausolei sono per i morti: essi sono spesso testimonianza più dell'orgoglio che del dolore o della virtù.
Edme-Pierre Chauvot de Beauchêne, Massime, riflessioni e pensieri diversi, 1817

La religione è un'arte di consolare. Quando il prete dice, a voi afflitti, che Dio si interessa al vostro sconforto, offre una consolazione che, in fatto di efficacia, non potrà mai trovare equivalenti in dottrine secolari.
Emil Cioran, Quaderni 1957-1972, 1997 (postumo)

Mutando ci si riposa, e fatica è essere afflitti e governati sempre dalle stesse cose.
Eraclito, Frammenti, VI-V sec. a.e.c.

Per chi ha paura, o si sente incompreso e infelice, il miglior rimedio è andar fuori all'aperto, in un luogo dove egli sia completamente solo, solo col cielo, la natura e Dio. Soltanto allora, infatti, soltanto allora si sente che tutto è come deve essere, e che Dio vuol vedere gli uomini felici nella semplice bellezza della natura. Finché ciò esiste, ed esisterà sempre, io so che in qualunque circostanza c'è un conforto per ogni dolore. E credo fermamente che ogni afflizione può essere molto lenita dalla natura.
Anna Frank, Diario, 1942/44 (postumo 1947)

Beati gli afflitti, perché saranno consolati.
Gesù di Nazareth, in Vangelo secondo Matteo, I sec.

Per la perdita di certe persone si prova più rimpianto che afflizione, mentre altre ci lasciano afflitti, ma senza rimpianti.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

Per quanti pretesti cerchiamo nelle nostre afflizioni, spesso la loro causa è soltanto l'interesse e la vanità.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

Tutti i giorni son brutti per l'afflitto, per un cuore felice è sempre festa.
Libro dei Proverbi, Antico Testamento, V sec. a.e.c.

Basta poco per consolarci perché poco basta per affliggerci.
[Peu de chose nous console parce que peu de chose nous afflige].
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Quando saremo afflitti, la scienza della realtà fuori di noi non ci consolerà dell'ignoranza morale, ma la scienza morale mi consolerà sempre dell'ignoranza delle scienze oggettive.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Il pensiero più fastidioso e più affliggente che si possa avere, vivendo: quello della morte.
Luigi Pirandello, Il fu Mattia Pascal, 1904

Afflizione. Per quattro cagioni s'afflige l'uomo: per acquistar onore, per fuggir la povertà, per opprimer il disonore, e per arricchire i figlioli.
Orazio Rinaldi, Dottrina delle virtù e fuga de' vizi, 1585

L'afflizione è il vero raffinamento dell'amicizia, e i veri amici si riconoscono nelle avversità.
François des Rues, Le margherite francesi, 1598

Tutte le nostre preoccupazioni, afflizioni, rodimenti, dispiaceri, paure, fatiche, eccetera, riguardano forse nella maggior parte dei casi soltanto l'opinione altrui.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Come se già non bastassero i numerosi mali che ci affliggono, passiamo da un vizio all'altro, e questo è il guaio peggiore: restassimo almeno attaccati a un vizio solo, quello che ci è più familiare e che abbiamo ormai sperimentato! Così a questo inconveniente si aggiunge pure il tormento che ci rode nel constatare come le nostre scelte, oltre che cattive, siano anche incostanti.
Lucio Anneo Seneca, L'ozio, ca. 62

L'afflizione potrebbe anche sorridere un giorno; fino allora, mio dolore, stattene in un cantuccio zitto e buono.
William Shakespeare, Pene d'amore perdute, 1598

Quando i rimedi non servono più, se si riesce a discernere il peggio hanno termine pure le afflizioni che la speranza teneva in sospeso. Piangere sopra un male ormai passato non giova ad altro che a tirarsi addosso nuove afflizioni.
William Shakespeare, Otello, ca. 1604

Finché vivi, splendi, non affliggerti per nulla. La vita è breve e il Tempo esige il suo tributo.
Sicilo, Epitaffio per la moglie Euterpe, II sec. a.e.c. - I sec. e.c.

Proverbi sull'Afflizione
  • Chi dorme dal lato manco ha cuore franco; chi dorme dal lato dritto ha cuore afflitto.
  • Chi nasce afflitto muore sconsolato.
  • L'afflizione è il campo verace della virtù.
  • L'impazienza nelle afflizioni è il colmo delle afflizioni.
  • Occhio dritto cuore afflitto; occhio manco cuore stanco.
È forse questo che si cerca nella vita, nient'altro che questo, la più gran pena possibile
per diventare sé stessi, prima di morire. (Louis-Ferdinand Céline)
3. Pena
© Aforismario

Nelle persone sensibili, l'inatteso rende le gioie più vive e le pene più amare.
Augusta Amiel-Lapeyre, Pensieri selvaggi, 1909

Più lega gli amanti il vincolo delle pene comuni che non quello dei piaceri.
Ugo Bernasconi, Parole alla buona gente, ca. 1933

Certe persone sentono a tal punto la pena degli altri che non sentono nient’altro. Così tirano avanti, evitando per quanto possono le loro proprie pene, e sono persino convinte di essere buone. Che siano queste le persone più scaltre? Forse la loro sensibilità per la pena gli serve solo ad allontanarla tempestivamente da sé, grazie al loro miglior fiuto.
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

È forse questo che si cerca nella vita, nient'altro che questo, la più gran pena possibile per diventare se stessi, prima di morire.
Louis-Ferdinand Céline, Viaggio al termine della notte, 1932

Per il medico ci sono infinite opportunità di abbreviare o troncare una pena senza speranza, e c'è anche il trapanante dovere di non trascurarle.
Guido Ceronetti, La carta è stanca, 1976

I corpi li unisce il piacere, le anime la pena.
Guido Ceronetti, Pensieri del tè, 1987

C'è spesso più angoscia nell'aspettare un piacere che nel subire una pena.
Colette, Belle stagioni, 1945

Non affannatevi per il domani, perché il domani avrà già le sue inquietudini. A ciascun giorno basta la sua pena.
Gesù di Nazaret, in Vangelo secondo Matteo, I sec.

C'è nella sventura un termine oltre il quale la stessa amicizia aumenta le nostre pene, non le può guarire. Quando le ferite son mortali, ogni soccorso è inumano.
Pierre Choderlos de Laclos, Le relazioni pericolose, 1782

Nessun bene senza pena
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

La pena di vivere è infinitamente più forte dell'interesse per la vita. Ecco perché la religione prevarrà sempre sulla filosofia.
Vasìlij Ròzanov, Foglie cadute, 1912/13

La pena, causata dal desiderio non appagato, è insignificante in confronto con quella del rimorso: la prima si trova davanti l'avvenire sempre aperto e imprevedibile; la seconda, il passato, irrevocabilmente chiuso.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Come sa bene chi ne ha fatto esperienza, le pene piú dure da sopportare sono quelle che si provano all’altezza del cuore – proprio lí dove si tiene il portafoglio.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

La brevità della vita non può distoglierci dai suoi piaceri, né consolarci delle sue pene.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Non c'è pane senza pena.
Proverbio 

Delle pene d'amore si tribola e non si muore.
Proverbio

4. Patimento
© Aforismario

Dov'è una donna, il povero non patisce.
Cesare Cantù, Il galantuomo, 1837

Non patisce mancanza chi non sente desiderio.
Marco Tullio Cicerone, Sulla vecchiaia, 44 a.e.c.

Cos'è una crocifissione unica rispetto a quella, quotidiana, che patisce l'insonne?
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

La vita di quest'universo è un perpetuo circuito di produzione e distruzione, collegate ambedue tra sé di maniera, che ciascheduna serve continuamente all'altra, ed alla conservazione del mondo; il quale sempre che cessasse o l'una o l'altra di loro, verrebbe parimente in dissoluzione. Per tanto risulterebbe in suo danno se fosse in lui cosa alcuna libera da patimento.
Giacomo Leopardi, Dialogo della Natura e di un Islandese, Operette morali, 1827/34

Entrate in un giardino di piante, d'erbe, di fiori. Sia pur quanto volete ridente. Sia nella più mite stagione dell'anno. Voi non potete volger lo sguardo in nessuna parte che voi non vi troviate del patimento. Tutta quella famiglia di vegetali è in istato di souffrance, qual individuo più, qual meno.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Spessissimo noi, come un malato, un convalescente, che si cura, un povero che si procaccia il vitto con gran fatica, usando una infinita pazienza per solo conservarci la vita, non facciamo altro che patire infinitamente per conservarci, per non perdere, la facoltà di patire, ed esercitar la pazienza per preservarci il potere di esercitarla, per continuarla ad esercitare.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Spirito è la vita che taglia nella propria carne: nel suo patire essa accresce il suo sapere.
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Ai nostri tempi il suicidio è un modo di sparire, viene commesso timidamente, silenziosamente, schiacciatamente. Non è più un agire, è un patire.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

La medicina dovrebbe studiare piuttosto il modo di far cessare il dolore, che la malattia; più di far meno patire, che di far molto vivere.
Giuseppe Prezzolini, Il Centivio, 1906

Anche se creduta solo a metà, la promessa religiosa serve a molti come lenitivo del patimento anticipato della nostra perdizione morale. In vista del beneficio anestetico che fornisce, i credenti ignorano la sua inverosimiglianza, e negoziano come possono la propria condotta quotidiana con le proibizioni e le regole promulgate dai sacerdoti, proclamatisi amministratori del rimedio teologico.
Fernando Savater, La vita eterna, 2007

Che milioni di animali d’allevamento – e non soltanto d’allevamento – debbano patire ogni giorno le conseguenze della follia umana, è un’ingiustizia la cui gravità è tale da non poter essere scontata neppure dal fatto che a farne le spese sia, spesso, anche la stessa umanità.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Nessuno può sapere, se non dopo una notte di patimenti, quanto dolce e prezioso al cuore e agli occhi possa essere il mattino.
Bram Stoker, Dracula, 1897

Di sbornia si patisce un giorno, di scarpe strette un anno, di moglie tutta la vita.
Proverbio

In una casa dove si patisce la fame il cane non entra.
Proverbio africano

Se vuoi il bene per i tuoi figli fagli patire un po' di freddo e fame.
Proverbio cinese

5. Strazio
© Aforismario

Per non essere gli straziati martiri del Tempo, ubriacatevi senza posa! Di vino, di poesia o di virtù: come vi pare.
Charles Baudelaire, Lo spleen di Parigi, 1855/64 (postumo 1869)

Ho visto, e vedo, atrocità insopportabili in pace e in guerra. Ho visto, e vedo, esseri, uomini o animali sottoporsi al supplizio di vite strazianti, dolorose, invivibili. In tutto questo Dio non può permettersi il lusso di esistere.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Ciò che non è straziante è superfluo, almeno in musica.
Emil Cioran, Confessioni e anatemi, 1987

L'appassire delle donne è ancora più straziante dell'appassire dei fiori.
Natalie Clifford Barney, Pensieri di una Amazzone, 1920

I dolori strazianti del travaglio nascondono un'aliquota di piacere che l'uomo ignora.
Georg Groddeck (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Come ci sono i pensieri talmente ossessivi che se restano nella tua testa ti possono fare impazzire, così ci sono dei sentimenti talmente strazianti che se li tieni dentro ti si apre la pancia. Allora, se sei flessibile, la tua pancia diventa una specie di magazzino, dal quale entrano ed escono continuamente dei sentimenti.
Paolo Nori, Bassotuba non c'è, 1999

Il profondo dolore per la morte di ogni essere amato ha origine dal sentimento che in ogni individuo sia qualcosa di inesprimibile, di esclusivamente peculiare e quindi assolutamente irripetibile. "Omne individuum ineffabile". Ciò vale anche per le bestie, e viene sentito nel modo più vivo da colui il quale abbia per caso ferito mortalmente una bestia amata, e ora ne colga lo sguardo d'addio, che gli cagiona un dolore straziante.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Dolore e Sofferenza - Dispiacere

Nessun commento: