2016-05-15

Brevità, Concisione e Laconicità - Frasi lapidarie

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sulla brevità, la concisione e la laconicità, tutti tratti, questi, che caratterizzano le persone che si limitano molto nel parlare o nello scrivere. Il termine "conciso" deriva dal latino concisus, participio passato di concīdĕre, "spezzare", composto da con- e caedĕre "tagliare". Si dice "conciso" lo stile o il modo di esprimersi breve e stringato. La concisione, che è una delle caratteristiche fondamentali dell'aforisma, è molto apprezzata non soltanto dagli aforisti, ma, come si può verificare dalle citazioni sottostanti, anche da filosofi e scrittori che, a dire il vero, non sempre sono riusciti a evitare di essere prolissi. Il termine "laconico" deriva dal nome di un'antica regione della Grecia, e in particolare di Sparta, denominata Laconia, in quanto si attribuiva agli Spartani l’abitudine di esprimersi con poche parole. Si dice dunque "laconico" che parla o scrive in modo breve e conciso. Il termine "lapidario" deriva dal latino lapidarius, "pietra", con riferimento alle iscrizioni fatte sulle lapidi. In senso figurato, quindi, si dice "lapidario" chi si esprime in modo conciso e sentenzioso, proprio come si conviene alle iscrizioni su lapide.
Su Aforismario trovi anche una raccolta di citazioni correlata a questa dedicata alle caratteristiche opposte alla brevità, e cioè: prolissità,  loquacità e logorrea.
La brevità è l'anima stessa della saggezza. (William Shakespeare)
Foto: Joseph Fiennes - Shakespeare in Love © John Madden, 1998
1. Brevità
© Aforismario

Ciò che si "tace saggiamente" è più artistico di ciò che si "esprime loquacemente". No? Sì, io amo il "metodo abbreviato" lo "stile telegrafico dell'anima"! Vorrei descrivere un uomo in una frase, un'esperienza dell'anima in una pagina, un paesaggio in una parola! 
Peter Altenberg, Ciò che mi porta il giorno, 1901

A scrivere breve hanno imparato filosofi e poeti, saggisti e addirittura accademici. E in questa operazione (che corrisponde al sensato tentativo di raggiungere un pubblico alfabetizzato ma non specialista né disposto al martirio) hanno incrociato e recuperato a ritroso intere tradizioni: la novellistica, l'aforistica, persino la bozzettistica, sfrondando i testi di orpelli, note, puntualizzazioni, impalcature. 
Stefano Bartezzaghi, su La Repubblica, 2012

Il parlare breve suole fare più desiderio, e il parlare lungo suole fare rincrescimento.
Bartolomeo da San Concordio, Ammaestramenti degli antichi, ca. 1305

Sii breve, che un discorso lungo non può mai dar piacere. 
Miguel de Cervantes, Don Chisciotte della Mancia, 1605/15

Scrivere breve, per concludere prima di annoiare.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

La brevità epigrammatica è il più sottile travestimento della stupidità.
ibidem

Ciò che desideriamo scrivere sia concluso prima che la consapevolezza della sua mediocrità ci impedisca di continuarlo.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Come il valore e il contenuto della vita non si determina in base al numero degli anni, così neppure il valore e il contenuto di uno scritto si determina in base alla quantità dei fogli. Una vita racchiusa in un breve aforisma può in sé contenere più Spirito e valore, addirittura più esperienze, di una vita che si è andata lungamente svolgendo nello stile noioso della cattedra o del pulpito. Nella storia, i periodi più belli e più ricchi di contenuto sono stati i più brevi.
Ludwig Feuerbach, Abelardo ed Eloisa, 1834

Quel che è buono davvero, diventa buono il doppio, se è contenuto in poco spazio; e perfino il male, se è poco, pare minore. 
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

La brevità è gradita e giova di più: s'acquista in cortesia quel che si perde in lunghezza.
ibidem

Poco e buono, dice il proverbio; è impossibile che chi dice o scrive molte cose non vi metta di molta borra, ma le poche possono essere tutte bene digeste e stringate; però sarebbe forse stato meglio scerre di questi ricordi uno fiore che accumulare tanta materia.
Francesco Guicciardini, Ricordi, 1512/30

I libri piccoli sono più duraturi di quelli grossi e vanno più lontano. I librai stimano quelli grossi, ma i lettori preferiscono i piccoli. Ciò che è raffinato è migliore di ciò che è prolisso.
Joseph Joubert, Pensieri, 1838 (postumo)

Siamo brevi, il mondo è sovraffollato di parole.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Il moralista rifiuta tanto la pletora verbale del pedante quanto la laconicità ellittica che rischi di compromettere l’intelligibilità del discorso. Amante della grazia e dell’eleganza antica, nel rifiuto dei marchingegni logico-retorici dell’eloquenza religiosa, pratica la forma breve, luogo di congiunzione osmotica d’intelligenza e probità, di variegato e discontinuo, capace di risvegliare le coscienze dal loro sonno e metterle al riparo dalla noia.
Adriano Marchetti (a cura di), Moralisti francesi, 2008

I pensieri importanti sono per natura fulminei, e corti come i fulmini. In un paese veramente civile bisognerebbe poter "andare in cattedra" con da tre a sette pagine. Eliminare le lungaggini e le prolissità, nei casi migliori ridurre il testo a poche righe.
Luigi Meneghello, Le carte. Volume I: Anni Sessanta, 1999

Contro i biasimatori della brevità. Una cosa detta con brevità può essere il frutto e il raccolto di molte cose pensate a lungo: ma il lettore che in questo campo è novizio e non ha ancora affatto riflettuto al riguardo, vede in tutto ciò che è detto con brevità qualcosa di embrionale, non senza un cenno di biasimo per l'autore, che gli ha messo in tavola per pranzo, col resto, simili cose non finite di crescere, non maturate.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

Tre righe valgono tre pagine; tre pagine valgono tre volumi. Lo spazio è una cretina illusione; e perciò s'impone la svalutazione del grande, del mastodontico; che è inevitabilmente imbottito di stoppa discorsiva, logica, letteraria, – impoetica.
Arturo Onofri, La Voce, 1915

Non sempre la lunghezza è prova dell'importanza d'un pensiero e quello che si può dire in tre righe non si deve gonfiare e annacquare in tre pagine: A volte dice più una battuta di poche parole − se messe bene − che il capitolone del librone dell'autorone.
Giovanni Papini, Il sacco dell'orco, 1933

Le lunghe dimostrazioni razionali non convincono quasi mai quelli che non sono convinti prima – per quelli che son d'accordo bastano accenni, tesi, assiomi.
Papini, Soffici, Tavolato, Palazzeschi, Lacerba, 1913

È ancora un merito quando si scrive o si parla inutilmente di farlo brevemente.
Charles Régismanset, Nuove contraddizioni, 1939

Sapersi limitare all'essenziale; centocinquanta pagine sono bastate a rendere immortali vari moralisti. Le stesse idee giuste espresse in centocinquanta romanzi brutti o mediocri non li avrebbe fatti uscire dal nulla. è il talento di saper prendere le proprie misure e di attenervisi.
Pierre Reverdy, Il guanto di crine, 1927

Mi sarebbe piaciuto essere di quelli che, con piccole frasi, fanno venire a noia i lunghi svolgimenti.
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1954

Il parlar troppo è un difetto così grave che, negli affari come nella conversazione, se il parlare è buono quanto conciso, risulta doppiamente buono, e con la brevità guadagniamo quel che spesso perdiamo con l’eccesso di parole.
Madeleine de Souvré de Sablé, Massime, 1678 (postumo)

La brevità è l'anima stessa della saggezza.
[Brevity is the soul of wit].
William Shakespeare, Amleto, 1602

Scrivere aforismi è un’arte, la più breve.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Chiunque abbrevia una strada è un benefattore del pubblico e di ogni singola persona che ha modo di viaggiare da quelle parti.
Jonathan Swift, Lettera di monito a un giovane poeta, 1720

La brevità indica chiarezza d'idee, epperò vigore d'ingegno.
Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

Coloro che sono nativamente eloquenti parlano talvolta con tanta chiarezza e brevità delle cose grandi, che la maggior parte della gente non s'immagina affatto che ne parlino con profondità.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

La concisione è l'arte di dire molto con poco;
la prolissità, di dire niente con troppo. (Roberto Gervaso)
2. Concisione
© Aforismario

La stringatezza è impudente poiché confida nell'intelligenza dell’ascoltatore.
Amedeo Ansaldi, Manuale di scetticismo, 2014

Una frase sola è netta e bella. Già la successiva le toglie qualcosa.
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1943

Il silenzio è insostenibile: di quale forza avremmo bisogno per installarci nella concisione dell'Indicibile! E' più facile rinunciare al pane che al verbo.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Pur avendo giurato di non peccare mai contro la santa concisione, rimango tuttavia complice delle parole, e quantunque sedotto dal silenzio, non oso entrarvi, mi aggiro soltanto alla sua periferia…
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Mi fa orrore sviluppare, spiegare, commentare, sottolineare, mi fa orrore tutto quello che ricorda il filosofo, e quindi il professore. La filosofia è un pensiero che si spande (come si dice dello sterco di vacca quando si allarga). Non amo che il pensiero conciso, fulminato in una formula.
Emil Cioran, Quaderni 1957-1972

La concisione è l'arte di dire molto con poco; la prolissità, di dire niente con troppo.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Come è difficile mettere in una frase soltanto la verità necessaria e nella misura che occorre!
Joseph Joubert, Pensieri, 1838 (postumo)

Lo stile conciso è proprio della riflessione. Quando si è pensato fortemente l'espressione diventa frutto di una interna macerazione; quando invece non si pensa affatto o si riflette poco su ciò che si dice, la parola fluisce abbondante ma informe, e seppure ha grazie sorgive, non ha precisione.
Joseph Joubert, Pensieri, 1838 (postumo)

La vera eloquenza consiste nel dire il necessario e soltanto il necessario.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

Siamo concisi nel parlare, in modo da finire la frase nella stessa epoca.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Dai Dieci Comandamenti ne ho tratto un undicesimo: la concisione.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

Hanno scritto biblioteche intere sulla necessità di concisione.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

La rapidità e la concisione dello stile, piace perchè presenta all'anima una folla d’idee simultanee, o così rapidamente succedentisi, che paiono simultanee, e fanno ondeggiar l’anima in una tale abbondanza di pensieri, o d’immagini e sensazioni spirituali, ch'ella o non è capace di abbracciarle tutte, e pienamente ciascuna, o non ha tempo di restare in ozio, e priva di sensazioni. La forza dello stile poetico, che in gran parte è tutt'uno colla rapidità, non è piacevole per altro che per questi effetti, e non consiste in altro.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Vigorosa concisione, calma e maturità quando trovi in un autore queste qualità, fermati e festeggia una lunga festa in mezzo al deserto : per molto tempo non ti capiterà più una simile fortuna.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

Esprimi il tuo pensiero in modo conciso perché sia letto, in modo chiaro perché sia capito, in modo pittoresco perché sia ricordato e, soprattutto, in modo esatto perché i lettori siano guidati dalla sua luce.
Joseph Pulitzer (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Che si pensi in modo pregnante e conciso: è proprio ciò che non a chiunque è dato di fare.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Non bisogna mai sacrificare la chiarezza, e tanto meno la grammatica, alla concisione.
ibidem

La genuina concisione dell'espressione consiste nel saper dire in ogni caso soltanto ciò che è degno di essere detto, evitando per contro tutte le discussioni prolisse intorno a ciò che ognuno può pensare e distinguendo rettamente fra il necessario e il superfluo.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

La concisione è lodata da tutti, ma pochi la mettono in pratica.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Nei libri come nei piatti amo soltanto il magro.
Paul Valéry, Quaderni, 1926

Alle solenni impalcature dei sistemi filosofici io preferisco la frase breve e concisa. Quel poco che riusciamo a scorgere nella nebbia che avvolge la nostra esistenza può essere contenuto in un aforisma. Il resto è littérature.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

Un pensiero che non può esser detto in poche parole non merita d'esser detto. (Lacerba)
3. Laconicità e Lapidarietà
© Aforismario

Nel paese dei saggi, si parla poco e si scrive ancor meno.
Bonaventure d'Argonne, L'educazione. Massime e riflessioni di Moncade, 1691

Potessimo tornare ai tempi in cui nessun vocabolo intralciava gli esseri, alla laconicità dell'interiezione, al paradiso dell'ebetudine, allo stupore gioioso che deve aver preceduto gli idiomi!
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

L'ossessione del laconismo paralizza il moto dello spirito, il quale esige parole "in massa", senza di che, avvolto su se stesso, rimugina la sua impotenza.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

C'è un segno migliore di «civiltà» del laconismo? Insistere, spiegarsi, dimostrare – altrettante forme di volgarità. Chi aspira a un certo contegno, lungi dal temere la sterilità, deve invece dedicarvisi, sabotare le parole in nome della Parola, scendere a patti col silenzio, non allontanarsene se non a tratti e per meglio ricadervi. La massima, che appartiene a un genere discutibile, costituisce pur sempre un esercizio di pudore, perché permette di sottrarsi alla sconvenienza della pletora verbale.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Laconismo. Lingua che non si parla più.
Gustave Flaubert, Dizionario dei luoghi comuni, 1850/80 (postumo 1913)

Ci sono tanti modi di governare. Il migliore e il più duraturo è con laconicità. Si parli il meno possibile e si faccia – se necessario – l'impossibile; ci si rimbocchi le maniche e si tiri diritto, infischiandosi di chi cerca di mettere i bastoni, e non i bastoni soltanto, fra le ruote.
Roberto Gervaso, Peste e corna, 1996

Le persone naturali s'intendono del laconismo meglio delle persone veramente colte.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Bisogna parlare come si parla quando si fa testamento: meno parole, meno contestazioni. 
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Le cose ben dette si dicono in fretta.
ibidem

Quando non esisteranno più biblioteche e pochi libri saranno per così dire risparmiati, si occulteranno forse i più piccoli, quelli cioè che conterranno, in minor numero di parole, maggiore sapienza: come in un incendio, in un saccheggio o in una fuga, si mettono prima in salvo i diamanti.
Joseph Joubert, Pensieri, 1838 (postumo)

Come Montaigne io sono inadatto al discorso continuo.
ibidem

È proprio delle menti eccelse far capire molte cose con poche parole: le menti anguste hanno il dono di parlar molto e non dire nulla.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

Di materie che potrebbero riempire un pezzo in un settimanale non fatene un libro, né di due parole un periodo. Ciò che un grande imbecille dice in un libro sarebbe sopportabile, se lo dicesse in tre parole.
Georg Lichtenberg, Aforismi, 1766/99 (postumo 1902/08) 

Il disgusto è laconico.
Pierre de Marivaux, Il principe travestito, 1724

I grandi ingegni in poche voci dicono molte cose; e gl'ingegni mezzani parlano molto, e dicon poco.
Ettore Mazzuchelli, Manuale di massime, sentenze e pensieri sopra diverse materie, 1769

Quando si lesinano le parole l'avarizia diventa virtù.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Un pensiero che non può esser detto in poche parole non merita d'esser detto.
Papini, Soffici, Tavolato, Palazzeschi, Lacerba, 1913

Vorrei essere uno di quegli uomini che avevano poche cose da dire e che le hanno dette in poche parole.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925-27)

Ogni stile di scrittura deve rivelare una certa affinità con lo stile lapidario, che è infatti l'antenato di tutti gli stili.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Dire molte parole e comunicare pochi pensieri è dovunque segno infallibile di mediocrità; invece segno di testa eccellente è il saper rinchiudere molti pensieri in poche parole.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Compendia il tuo discorso, molte cose in poche parole; comportati come uno che sa ma che tace.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

Esser di poche parole è secondo natura, perché un turbine di vento non dura tutta una mattina, un acquazzone non dura un giorno intero.
Lao Tzu, Tao Te Ching, ca. V sec. a.e.c.

Chi scrive, ma anche chi parla, dovrebbe contare le parole come si fa con i telegrammi. Lo Stato, per educare i cittadini alla sintesi, dovrebbe tassare tutti i discorsi, scritti e parlati. Se ne avvantaggerebbero l’erario da un lato e la cultura dall'altro.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

Bisogna usare le parole come il danaro.
Proverbio

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Prolissità, Loquacità e Logorrea

Nessun commento: