2016-05-14

Cocaina, Eroina, Marijuana, ecc. - Aforismi stupefacenti sulle Droghe

Raccolta degli aforismi più interessanti e delle frasi più significative su alcune delle più diffuse sostanze stupefacenti: cocaina, eroina, hashish, marijuana, LSD, morfina e oppio. La cocaina è uno stupefacente che agisce sul sistema nervoso. Si ottiene dalle foglie della coca (Erythroxylum coca), pianta originaria del Sud America. L'eroina è un derivato della morfina, componente dell'oppio. Per le sue proprietà sedative e antinfiammatorie è stata molto usata in medicina, prima di essere proibita a causa della sua dannosità. L'hashish (in Italia chiamata anche "fumo") è una sostanza stupefacente psicotropa ricavata dalla pianta di Cannabis (o canapa). La marijuana è una sostanza psicoattiva che si ottiene dalle infiorescenze essiccate delle piante femminili di Cannabis. LSD (dietilammide-25 dell'acido lisergico): una delle più potenti sostanze psichedeliche conosciute. La sigla è un'abbreviazione del termine in tedesco: Lysergsäurediethylamid. La morfina è il principale alcaloide contenuto nell'oppio. È utilizzata in medicina come analgesico per il trattamento del dolore acuto e cronico. L'oppio è uno stupefacente ricavato dalla pianta di papavero Papaver somniferum. Usato come sedativo, rallenta i riflessi e la vitalità del corpo aumentando contemporaneamente l'euforia e la resistenza al dolore fisico.
Su Aforismario trovi anche una raccolta di citazioni correlata a questa sulla droga e la tossicodipendenza.
La cocaina è il diavolo in una boccetta. (Michail Bulgakov)
Foto: Al Pacino - Scarface - Oliver Stone e Brian De Palma © Universal Pictures 1983)
1. Cocaina
© Aforismario

La cocaina è il diavolo in una boccetta.
[Cocaine is the Devil in a bottle].
Michail Bulgakov, Morfina, 1926

Vi siete mai iniettati cocaina in una vena? Colpisce il cervello, attivando le connessioni nervose del piacere puro. Il piacere della morfina sta nei visceri. Dopo un'iniezione ci si ascolta dentro. Ma la cocaina è elettricità attraverso il cervello, e lo "yen" per la cocaina appartiene unicamente al cervello, un bisogno privo di corpo e di sensazioni.
William Burroughs, Pasto nudo, 1959

Il cervello carico di cocaina è una macchinetta impazzita, che lampeggia luci azzurre e rosa in un orgasmo elettrico. Il piacere della cocaina potrebbe essere esperimentato anche da una macchina pensante, i primi movimenti di una orribile vita d'insetto.
William Burroughs, Pasto nudo, 1959

La vita è più complicata, quella delle forme umane specialmente. Un'avventura paurosa. Non c'è niente di più disperato. A confronto di questo vizio delle forme perfette, la cocaina non è che un passatempo per capistazione.
Louis-Ferdinand Céline, Viaggio al termine della notte, 1932

La cocaina è una truffa: lascia le persone come sono e le illude di essere diverse.
Giorgio Faletti, Appunti di un venditore di donne, 2010

Il sogno è la cocaina peggiore, perché è la più naturale di tutte.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

La coca si è emancipata dalla categoria di sballo, diviene sostanza usata durante ogni fase del quotidiano, dopo le ore di straordinario, viene presa per rilassarsi, per avere ancora la forza di fare qualcosa che somigli a un gesto umano e vivo e non solo un surrogato di fatica.
Roberto Saviano, Gomorra, 2006

La cocaina è questo: all you can see, you can have it. Senza cocaina non sei nessuno. Con la cocaina puoi essere come vuoi.
Roberto Saviano, Zero Zero Zero, Feltrinelli, 2013

La coca è la droga performativa. Con la coca puoi fare qualsiasi cosa. Prima che ti faccia esplodere il cuore, prima che il cervello ti vada in pappa, prima che il cazzo ti si ammosci per sempre, prima che lo stomaco diventi una piaga suppurosa, prima di tutto questo lavorerai di più, ti divertirai di più, scoperai di più.
Roberto Saviano, Zero Zero Zero, Feltrinelli, 2013

La coca è la risposta esaustiva al bisogno più impellente dell’epoca attuale: l’assenza di limiti.
ibidem

La cocaina è la benzina dei corpi. È la vita che viene elevata al cubo. Prima di consumarti, di distruggerti. La vita in più che sembra averti regalato, la pagherai con interessi da strozzino. Forse, dopo. Ma dopo non conta nulla. Tutto è qui e ora.
Roberto Saviano, Zero Zero Zero, Feltrinelli, 2013

La cocaina è un bene rifugio. La cocaina è un bene anticiclico. La cocaina è il vero bene che non teme né la scarsità di risorse né l’inflazione dei mercati.
ibidem

Per conservarsi nello spirito dei tempi, l’Occidente euforico chiede sempre più cocaina. La coca è una macchia bianca sull'ottimismo.
Roberto Saviano, Zero Zero Zero, Feltrinelli, 2013

Se tiri cocaina ti fotti con le tue mani.
ibidem

Non esiste mercato al mondo che renda più di quello della cocaina. Non esiste investimento finanziario al mondo che frutti come investire in cocaina. Nemmeno i rialzi azionari da record sono paragonabili agli “interessi” che dà la coca.
Roberto Saviano, Zero Zero Zero, Feltrinelli, 2013

Bella schifezza la cocaina, [...]. Merda da ricchi e yuppie.
Irvine Welsh, Trainspotting, 1993

La cocaina è il modo che ha Dio di dirti che stai facendo troppi soldi.
Robin Williams, Live at the Met, 1986

Eroina: l’elisir che ti dà la vita, e te la toglie. (Irvine Welsh)
Foto: Ewan McGregor - Trainspotting © Danny Boyle 1996
2. Eroina
© Aforismario

L'organismo del tossicomane funziona grazie all'eroina; senza la droga è impotente come un pesce fuor d'acqua.
William Burroughs, La scimmia sulla schiena, 1953

Uno schizofrenico può ignorare la fame e morire di fame se non lo si nutre. Nessuno può ignorare l'astinenza dall'eroina.
William Burroughs, Pasto nudo, 1959

A differenza del piacere sessuale che è intenso, attivo e produttivo, il piacere dell'eroina è anestetico. Chi lo cerca non vuol sentire di più, ma sentir di meno, non vuole partecipare più intensamente alla vita, ma prendervi parte il meno possibile.
Umberto Galimberti, L'ospite inquietante, 2007

Come i martiri, come gli eremiti che dicono no al mondo perché nel mondo non scorgono alcun senso e alcuna traccia di salvezza, così gli eroinomani si sottraggono alla vita quotidiana perché la successione dei giorni propaga solo quella noia senza speranza che ispessisce l'aria che si respira fino al soffocamento. Di qui la ricerca spasmodica di tutto ciò che può anestetizzare.
Umberto Galimberti, L'ospite inquietante, 2007

Scegliete la vita; scegliete un lavoro; scegliete una carriera; scegliete la famiglia; scegliete un maxitelevisore del cazzo; scegliete lavatrici, macchine, lettori CD e apriscatole elettrici. Scegliete la buona salute, il colesterolo basso e la polizza vita; scegliete un mutuo a interessi fissi; scegliete una prima casa; scegliete gli amici; scegliete una moda casual e le valigie in tinta; scegliete un salotto di tre pezzi a rate e ricopritelo con una stoffa del cazzo; scegliete il fai da te e chiedetevi chi cacchio siete la domenica mattina; scegliete di sedervi sul divano a spappolarvi il cervello e lo spirito con i quiz mentre vi ingozzate di schifezze da mangiare. Alla fine scegliete di marcire, di tirare le cuoia in uno squallido ospizio ridotti a motivo di imbarazzo per gli stronzetti viziati ed egoisti che avete figliato per rimpiazzarvi; scegliete un futuro; scegliete la vita. Ma perché dovrei fare una cosa così? Io ho scelto di non scegliere la vita: ho scelto qualcos'altro. Le ragioni? Non ci sono ragioni. Chi ha bisogno di ragioni quando ha l'eroina?
Mark Renton (Ewan McGregor), in Trainspotting, 1996

L'eroina. La droga dei miserabili.
Roberto Saviano, Gomorra, 2006

Iniettarsi eroina si dice, in italiano, bucarsi... Il corpo si fa abisso − che significa, etimologicamente, "senza fondo".
Giulia Sissa, Il piacere e il male. Sesso, droga e filosofia, Feltrinelli, 1999

L’eroina è una droga onesta, perché toglie di mezzo tutte le illusioni.
Irvine Welsh, Trainspotting, 1993

[Eroina]: l’elisir che ti dà la vita, e te la toglie.
ibidem

Con l’ero, se stai bene ti senti immortale. Se stai male ti senti ancora più di merda, ma è merda che c’era già da prima.
Irvine Welsh, Trainspotting, 1993

L’eroina [...] è l’unica droga veramente onesta. Non perdi mai la conoscenza. Ti dà una botta e basta, ti fa star bene. Poi dopo vedi quanto fa schifo il mondo così com'è e non ci puoi fare più un cazzo, non ti funziona più l’anestesia.
Irvine Welsh, Trainspotting, 1993

Scegli la vita. Ti giochi la pelle con l’eroina.
ibidem

La società s'inventa una logica assurda e complicata, per liquidare quelli che si comportano in un modo diverso dagli altri. Ma se, supponiamo, [...] decido di usarla lo stesso, l'eroina? Non me lo lasciano fare. Non mi lasciano perché lo vedono come un segno del loro fallimento, il fatto che tu scelga semplicemente di rifiutare quello che loro hanno da offrirti.
Irvine Welsh, Trainspotting, 1993

Non solo penso che la marijuana dovrebbe essere legalizzata,
penso che dovrebbe essere obbligatoria. (Bill Hicks)
3. Marijuana e Hashish
© Aforismario

L'hashish appartiene alla classe delle gioie solitarie; è fatto per i miserabili oziosi.
Charles Baudelaire, I paradisi artificiali, 1860

Le autorità preposte ai narcotici asseriscono che la droga dà assuefazione, che è deleteria alla mente e al corpo e induce coloro i quali se ne servono a commettere delitti. Ecco invece qual è la verità: la marijuana non dà assolutamente assuefazione. Puoi fumare “erba” per anni e non proverai alcun disagio se improvvisamente non ti sarà più possibile procurarti la droga.
William Burroughs, La scimmia sulla schiena, 1953

Ci si abitua meno alla marijuana che al tabacco. L'erba non nuoce alla salute in genere.
ibidem

I fumatori di marijuana non sono come gli altri intossicati. Il tossicomane ti mette in mano i quattrini, prende la droga e fila. Ma i fumatori di marijuana non si comportano così. Pretendono che lo spacciatore li metta a loro agio e tenga loro compagnia parlando per una mezz'ora prima di vendere due dollari di “erba”.
William Burroughs, La scimmia sulla schiena, 1953

La marijuana non induce proprio nessuno a commettere delitti. Non ho mai visto nessuno a incattivirsi sotto l'influenza dell'“erba”. I fumatori di marijuana son gente socievole.
ibidem

Non riesco a capire perché mai coloro i quali affermano che l'“erba” è causa di delitti non sono conseguenti e non chiedono che anche l'alcool sia dichiarato illegale. Ogni giorno delitti vengono commessi da ubriachi che non li commetterebbero se non si trovassero in stato di ubriachezza.
William Burroughs, La scimmia sulla schiena, 1953

Gli effetti negativi della marijuana sono stati grossolanamente esagerati. La nostra droga nazionale è l'alcool. Ed abbiamo la tendenza a considerare con particolare orrore l'uso di qualsiasi altra droga voluttuaria.
William Burroughs, Pasto nudo, 1959

La Canapa indiana è un sensibilizzante. Se uno si sente già male lo fa stare ancora peggio.
ibidem

Il famoso beneficio del dubbio esiste: coltivo il dubbio ed è più rilassante della marijuana.
Caparezza, su Corriere della Sera, 2012

Nel corso degli ultimi cento anni i governi di differenti nazioni hanno incaricato delle commissioni per stabilire i danni del consumo di marijuana sui consumatori e sulla società. Le conclusioni delle commissioni, a cominciare da quella indiana sulla cannabis del 1894 al più recente Cannabis 2002 dei Ministeri della Sanità di Belgio, Francia, Svizzera, Germania e Olanda, sono state che l'uso della marijuana non è un problema tanto grave da sottoporre a procedimenti penali le persone che ne facciano uso o la possiedano a tale scopo.
Gian Luigi Gessa, Quaderni della SIF, 2006

Mentono sulla marijuana. Vi dicono che fumare l'erba vi rende demotivati. Falso! Quando sei drogato puoi fare tutto quello che fai normalmente allo stesso modo, solo che capisci che non ne vale la fottuta pena.
Bill Hicks, Revelations, 1993

Non solo penso che la marijuana dovrebbe essere legalizzata, penso che dovrebbe essere obbligatoria.
[Not only do I think marijuana should be legalized, I think it should be mandatory].
Bill Hicks, One Night Stand, 1990

Prima di accendere una sigaretta alla marijuana chiedete ai presenti se gli dà piacere il fumo.
Marcello Marchesi, Il malloppo, 1971

L'alcol ti rende un uomo ubriaco. Non ti fa meditare, ti rende semplicemente ubriaco. L'erba è maggiore consapevolezza.
Bob Marley

L'erba è la guarigione di una nazione, l'alcol ne è la distruzione.
Bob Marley

4. LSD
© Aforismario

Vi son fondati motivi per mettere fuori legge LSD e affini (questi stupefacenti possono far uscire di senno) ma altrettanto dicasi del raccogliere barbabietole, dell'avvitare bulloni in una fabbrica d'auto, o lavar piatti o insegnare lettere all'università. Se mettessimo fuorilegge tutto ciò che fa diventar matta la gente, l'intera struttura sociale crollerebbe.
Charles Bukowski, Storie di ordinaria follia, 1972

L'erba rende semplicemente più sopportabile l'attuale società: l'LSD è invece una nuova società a sé stante.
Charles Bukowski, Storie di ordinaria follia, 1972

5. Morfina
© Aforismario

Il morfinomane ha una felicità che nessuno gli può togliere: la capacità di trascorrere la vita in completa solitudine. E la solitudine significa pensieri importanti e profondi, significa contemplazione, serenità, saggezza.
Michail Bulgakov, Morfina, 1926

Ogni tipo di dipendenza è cattiva, non importa se il narcotico è l'alcol o la morfina o l'idealismo.
Carl Gustav Jung (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

È la peggior sensazione del mondo farsi la morfina da ubriachi, perché sulla fronte si aggroviglia come un macigno e provoca un gran male nella lotta per il dominio in quell'unico terreno ma non vince nessuno perché si sono annullati l'un l'altro, l'alcool e l'alcaloide.
Jack Kerouac, Tristessa, 1956

Morfina lo avevano chiamato, questo rozzo sostituto chimico dello stoicismo antico, della rassegnazione cristiana.
Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Il gattopardo, 1958 (postumo)

6. Oppio
© Aforismario

Oppiaceo. Una porta aperta nella prigione dell'Identità. Conduce al cortile della prigione.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Il risultato finale dell'uso dell'oppio e suoi derivati – specialmente nell'abitudine all'eroina in cui il tossicomane ha la possibilità di procurarsi forti dosi – è una perenne depressione del cervello posteriore ed una condizione assai simile a quella riscontrata nello stadio finale della schizofrenia: completa mancanza di affetti, autismo, virtuale assenza di manifestazioni cerebrali.
William Burroughs, Pasto nudo, 1959

È difficile vivere senza oppio dopo averlo conosciuto perché è difficile, dopo aver sperimentato l'oppio, prendere sul serio la terra. E se uno non è un santo, è difficile vivere senza prendere sul serio la terra.
Jean Cocteau, Oppio, 1930

L'oppio è ormai la religione dei popoli.
Ennio Flaiano, D'ont forget, 1967/72 (postumo, 1976)

Il libro è l'oppio dell'Occidente.
Anatole France, La vita letteraria, 1888/92

È un bisogno della natura che l'uomo talvolta, anche senza dormire, si stordisca. Di qui l'uso del tabacco, dell'alcool e degli oppiacei.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Il pettegolezzo è l'oppio degli oppressi.
Erica Jong, Paura di volare, 1973

L'ottimismo è l'oppio del genere umano.
Milan Kundera, Lo scherzo, 1967

Il comunismo è l'oppio degli intellettuali; privo di cura allo stesso modo in cui una ghigliottina può essere detta una cura per la forfora.
Clare Boothe Luce, su Newsweek, 1955

L'oppio insegna una cosa sola: che all'infuori della sofferenza fisica, non c'è nessuna realtà.
André Malraux, La condizione umana, 1933

La religione è il sospiro di una creatura oppressa, il sentimento di un mondo senza cuore, lo spirito di una condizione priva di spirito. Essa è l’oppio dei popoli.
Karl Marx, Critica della filosofia hegeliana del diritto pubblico, 1844

Alcuni di noi cercano la Via nell'oppio e altri in Dio, alcuni nel whisky e altri nell'amore. È sempre la stessa Via e non porta da nessuna parte.
William Somerset Maugham, Il velo dipinto, 1925

Il sesso non prospera nella monotonia. Senza sentimento, invenzioni, stati d'animo non ci sono sorprese a letto. Il sesso deve essere innaffiato di lacrime, di risate, di parole, di promesse, di scenate, di gelosia, di tutte le spezie della paura, di viaggi all'estero, di facce nuove, di romanzi, di racconti, di sogni, di fantasia, di musica, di danza, di oppio, di vino.
Anaïs Nin, Il Delta di Venere, 1978 (prefazione)

Il progetto non è forse il tè, il caffè, l'oppio, l'haschisch della vita? Non è forse il sostituto, il surrogato, la caparra della realtà?
Giovanni Papini, Il tragico quotidiano, 1903

Mentre il vino disordina le facoltà mentali, l'oppio, al contrario, se preso a dovere, le ordina nel modo più squisito, le disciplina, le mette in armonia. Il vino priva l'uomo del suo dominio di sé: l'oppio lo aumenta grandemente. Il vino fa vacillare ed ottenebra il giudizio, e dà una vivacità non naturale, una sorta di esaltazione, agli odii e agli amori, al disprezzo e all'ammirazione del bevitore: l'oppio al contrario comunica serenità ed equilibrio a tutte le facoltà, attive o passive; e per quel che riguarda il carattere e i sentimenti morali in generale, dà semplicemente quella specie di calore vitale che è approvato dal giudizio; e che probabilmente accompagnerebbe sempre un fisico dotato di salute primordiale e antidiluviana.
Thomas de Quincey, Confessioni di un mangiatore d'oppio, 1821

O giusto, misterioso e potente oppio che ai cuori dei poveri e dei ricchi, senza differenza, per le ferite insanabili e per le pene «che tentano lo spirito alla rivolta», porti un balsamo di pace!
Thomas de Quincey, Confessioni di un mangiatore d'oppio, 1821

Oppio! Paurosa fonte di piaceri e di pene che non si possono immaginare!
ibidem

Tu hai le chiavi del Paradiso, o giusto, misterioso e potente oppio!
Thomas de Quincey, Confessioni di un mangiatore d'oppio, 1821

Marx ha detto che la religione è l'oppio dei popoli. Negli Stati Uniti, oggi, gli oppiacei sono la religione del popolo.
Thomas Szasz, Il secondo peccato, 1973

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Droga e Tossicodipendenza

Nessun commento: