2016-05-07

Condizione umana - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sulla condizione umana. Con questa espressione s'intende fare riferimento, in genere, alla particolarità e all'estrema fragilità dell'essere umano che, unico al mondo, ha consapevolezza di sé stesso e della propria esistenza, verso la quale si pone in modo problematico, alla ricerca di un senso, in balia della sofferenza, sempre alle porte, e schiacciato dalla certezza dello "scacco" finale, dato dalla morte.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa dedicate all'esistenza e all'umanità.
Colui che dispera degli avvenimenti è un vile,
ma colui che spera nella condizione umana è un pazzo. (Albert Camus)
Condizione umana
© Aforismario

Non dirò all'umanità: progredisci! Le dirò piuttosto: muori! Nessun progresso, infatti, potrà mai strapparti dalle miserie della condizione terrena.
Louise-Victorine Ackermann Choquet, Pensieri di una solitaria, 1882

L'immaginazione è la qualità più tipicamente umana, quella che consente di creare, inventare, capire. È la qualità che consente all'uomo di trovare un margine di libertà, di sfuggire, in parte, alla sua condizione di marionetta mossa dai fili genetici e ambientali.
Piero Angela, Da zero a tre anni, 1975

La religione è una strategia di fuga per esorcizzare i terrori della natura, e Dio si spiega con la sofferenza della condizione umana.
Paolo Flores d'Arcais, Etica senza fede, 1992

Tutta l'umanità vuole vivere, ma non vuole pagarne il prezzo, e il prezzo è quello della morte.
Antonin Artaud, Lettere da Rodez, 1946

Colui che dispera degli avvenimenti è un vile, ma colui che spera nella condizione umana è un pazzo.
Albert Camus, Taccuini, 1935/59 (postumo 1962/89)

Quel che proviamo quando siamo innamorati è forse la nostra condizione normale. L'amore mostra all'uomo quale dovrebbe essere.
Anton Čechov, Quaderni, 1891/1904

«Avevo in me l'istinto di un esito fatale» - questa frase pronunciata a Sant'Elena chiunque ha il diritto di formularla: essa si adatta anche all'avventura umana in generale, di cui spiega il carattere torbido, le ambiguità, lo sfumato e il tragico, l'avanzata ansante, l'avvio verso la tappa finale, verso il regno di larve e di fantocci.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

La massima puerilità politica sta nell'attribuire a determinate strutture sociali i vizi inerenti alla condizione umana.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Quelli che riconoscono che i problemi fanno parte della condizione umana, e che non misurano la felicità dall'assenza di problemi, sono gli esseri più intelligenti che si conoscano, e sono anche i più rari.
Wayne Dyer, Le vostre zone erronee, 1976

L’uomo - dì qualsiasi età e civiltà - è messo di fronte alla soluzione di un eterno problema: il problema di come superare la solitudine e raggiungere l'unione. È lo stesso problema dell'uomo primitivo che viveva nelle caverne, del nomade che si occupa del proprio gregge, del contadino egiziano, del navigatore fenicio, del soldato romano, del monaco medievale, del samurai giapponese, dell'impiegato moderno. È un problema che nasce da un unico terreno: la situazione umana, le condizioni dell'esistenza umana.
Erich Fromm, L'arte di amare, 1956

Chi pretende di guarire dal dolore pretende di guarire dalla condizione umana.
Umberto Galimberti, I miti del nostro tempo, 2009
Ormai solo un Dio ci può salvare. (Martin Heidegger)
Ormai solo un Dio ci può salvare.
[Nur noch ein Gott kann uns retten].
Martin Heidegger, su Der Spiegel, 1976

Nella condizione umana c'è una verità: che tutti gli uomini mentono. La sola variabile è su cosa mentono.
Gregory House (Hugh Laurie), in Dr. House - Medical Division, 2004/12

Paradossale è la condizione umana. Esistere significa "poter scegliere"; anzi, essere possibilità. Ma ciò non costituisce la ricchezza, bensí la miseria dell'uomo.
Søren Kierkegaard, Aut-Aut, 1843

Per l'uomo ci sono soltanto tre avvenimenti: nascere, vivere, morire. Non si accorge di nascere, soffre a morire e dimentica di vivere.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Perseguire un obiettivo che cambia continuamente e che non è mai raggiunto è forse l'unico rimedio all'abitudine, all'indifferenza, alla sazietà. È tipico della condizione umana ed è elogio della fuga, non per indietreggiare ma per avanzare.
Henri Laborit, Elogio della fuga, 1976

Limitato nella sua natura, infinito nei suoi desideri, l’uomo è un dio caduto che ricorda il cielo.
Alphonse de Lamartine, Meditazioni poetiche, 1820

La condizione dell'uomo non è capace di alcun godimento notabile, che non consista sopra tutto nella speranza, la cui forza è tale, che moltissime occupazioni prive per sé di ogni piacere, ed eziandio stucchevoli o faticose, aggiuntavi la speranza di qualche frutto, riescono gratissime e giocondissime.
Giacomo Leopardi, Il Parini ovvero della Gloria, in Operette morali, 1827/34

Nell’universale miseria della condizione umana, e nell'infinita vanità di ogni suo diletto e vantaggio, la gloria è giudicata dalla miglior parte degli uomini il maggior bene che sia concesso ai mortali, e il più degno oggetto che questi possano proporre alle cure e alle azioni loro.
Giacomo Leopardi, Dialogo della Natura e di un'Anima, in Operette morali, 1827/34

Non gli uomini solamente, ma il genere umano fu e sarà sempre infelice di necessità. Non il genere umano solamente ma tutti gli animali. Non gli animali soltanto ma tutti gli altri esseri al loro modo. Non gl'individui, ma le specie, i generi, i regni, i globi, i sistemi, i mondi.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Tutti scoprono, più o meno presto nella loro vita, che la felicità perfetta non è realizzabile, ma pochi si soffermano invece sulla considerazione opposta: che tale è anche una infelicità perfetta. I momenti che si oppongono alla realizzazione di entrambi i due stati-limite sono della stessa natura: conseguono dalla nostra condizione umana, che è nemica di ogni infinito.
Primo Levi, Se questo è un uomo, 1947

Per fare un uomo non ci vogliono nove mesi, ci vogliono cinquant'anni, cinquant'anni di sacrifici, di volontà, di... tante cose. E quando quest'uomo è fatto, quando in lui non c'è nulla né dell'infanzia né dell'adolescenza, quando è proprio un uomo, non è buono che per morire.
André Malraux, La condizione umana, 1933

È raro che un uomo possa adattarsi − come dire? − alla sua condizione di uomo...
André Malraux, La condizione umana, 1933

L'uomo ha tendenza a considerare la sua condizione del momento, sia essa serena o intricata, tranquilla o appassionata, come quella vera, caratteristica e duratura della sua esistenza, e soprattutto a elevare immediatamente, nella sua fantasia, ogni felice ex tempore a bella regola e inviolabile consuetudine, mentre in realtà è condannato a improvvisare e a vivere, dal punto di vista morale, alla giornata.
Thomas Mann, Cane e padrone, 1918.

Gli uomini (dice un’antica sentenza greca) sono tormentati dalle opinioni che hanno delle cose, non dalle cose stesse. Sarebbe un bel guadagno per il sollievo della nostra miserevole condizione umana, se si potesse rendere vera in tutto e per tutto tale proposizione.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

Ogni uomo porta l'intera impronta della condizione umana.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

Qualcuno ha definito la malattia dell'uomo d'oggi come una progressiva perdita del centro. Un tempo l'uomo fu creduto misura di tutte le cose, più tardi si continuò a crederlo misura di tutte le cose, oggi non lo si crede più misura di nulla.
Eugenio Montale, Auto da fé, 1966

Quello che pesa, in questa nostra condizione umana, sono le poche gioie di cui godiamo, o meglio sono le nostre speranze, poiché esse c'incatenano alla vita.
Guido Morselli, Diario, 1938/73 (postumo, 1988)

Navighiamo nella vastità, sempre incerti e fluttuanti, spinti da un estremo all'altro. Qualunque appiglio a cui pensiamo di attaccarci per essere sicuri, viene meno e ci abbandona, e se lo seguiamo si sottrae alla nostra presa, scivola e fugge in una fuga eterna. Niente per noi è solido. È la nostra condizione naturale eppure la più contraria alle nostre inclinazioni. Ci brucia un desiderio di trovare un fondamento sicuro, e come una base ferma per costruirvi una torre che si alzi verso l'infinito, ma ogni fondamento si spezza e la terra si apre fino agli abissi.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Condizione dell'uomo. Incostanza, noia, inquietudine.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Ciò che fa grande la grandezza umana è che si riconosce miserabile; un albero non si riconosce miserabile. Riconoscersi miserabili significa dunque essere miserabili, ma riconoscersi miserabili significa essere grandi.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Se la nostra condizione fosse veramente felice, non ci sarebbe bisogno di fare di tutto per non pensarci.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Con suo disappunto, non poter scegliere il proprio percorso è la triste condizione dell'uomo. Gli è solo dato di scegliere come atteggiarsi quando il destino chiamerà sperando che non gli manchi il coraggio di rispondere.
Peter Petrelli (Milo Ventimiglia), in Heroes, 2006/10

La condizione naturale è una serie di ostacoli insormontabili sulla via dell'imminente disastro.
Geoffrey Rush, in Shakespeare in love, 1998

Dei mali della vita ci si consola pensando alla morte e della morte pensando ai mali della vita. Una piacevole condizione.
Arthur Schopenhauer, Scritti postumi, 1804/60 (postumo 1966/75)

La condizione dell'uomo poggia su buone basi: nessuno è infelice se non per sua colpa. Ti piace vivere? Vivi; se no, puoi tornare da dove sei venuto.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Miseria, fame, schiavitù, malattia, disabilità, segregazione, guerra, violenza, oppressione… Fatta eccezione per una piccola percentuale di privilegiati, la maggior parte dell’umanità, vista dall’alto, somiglia a una sterminata massa di condannati la cui pena è la vita stessa, e la cui unica speranza di vederla estinta si trova nella morte. Eppure, a uno sguardo un po’ piú ravvicinato, ci si accorge con stupore che i detenuti di quest’immensa colonia penale non sentono la loro condizione cosí gravemente come si potrebbe immaginare, e ciò, forse, per due motivi molto semplici: la grande capacità di adattamento umano alle condizioni di vita piú impensabili, e la provvidenziale difficoltà, per chi nasce in una prigione, di riuscire a rendersi bene conto dell’orrore di trovarcisi.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

In che consiste la vera condizione dell'uomo sulla terra e in che consiste quell'inganno che rende l'uomo infelice? L'inganno consiste nel fatto che gli uomini si dimenticano della morte, dimenticano che essi in questo mondo non vivono, ma passano.
Lev Tolstoj, Il bastoncino verde, 1905

Il futuro è come il resto: non è più quello che era. Intendo dire con questo che non siamo più in grado di immaginarlo con una qualche fiducia nelle nostre induzioni. Abbiamo perduto gli strumenti tradizionali per pensarci e per prevederlo: è il lato patetico della nostra condizione.
Paul Valéry, Sguardi sul mondo attuale, 1931

L’uomo è l’unico animale che sappia di dover morire. Consapevolezza triste, ma necessaria, dal momento ch’egli possiede delle idee. Ci sono dunque delle sfortune necessariamente legate alla condizione umana.
Voltaire, Quaderni, XVIII sec. (postumo, 1952)

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Umanità - Esistenza - Miseria Umana

Nessun commento: