2016-05-31

Consapevolezza - Frasi sulla Coscienza di sé e del mondo esterno

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sulla consapevolezza e sull'autoconsapevolezza, cioè sulla conoscenza del mondo esterno e di sé stessi. Un paragrafo di questa raccolta è dedicato alla "coscienza" intesa come sinonimo di consapevolezza. Alla "coscienza morale" è stata dedicata un'altra pagina.
Non essere consapevoli significa non esistere. (Marshall McLuhan)
1. Consapevolezza
© Aforismario

La consapevolezza è solo l’altra faccia del sogno.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Vivere nel mondo senza avere consapevolezza del suo significato è come vagabondare in una immensa biblioteca senza neppure toccare un libro.
Dan Brown, Il simbolo perduto, 2009

La consapevolezza è il cammino per il senza morte, la mancanza di consapevolezza è il cammino per la morte. Coloro che sono consapevoli non muoiono, coloro che non lo sono è come se fossero già morti.
Siddhārtha Gautama Buddha, Dhammapada (Versi della Legge), V sec. a.e.c.

Coloro che hanno sviluppato pienamente la consapevolezza, gioiscono nella consapevolezza, gioiscono come se fossero già arrivati alla meta. Questi uomini saggi, meditativi, affidabili, in possesso dei più forti poteri, raggiungono il Nirvana, la massima felicità.
Siddhārtha Gautama Buddha, Dhammapada (Versi della Legge), V sec. a.e.c.

Risvegliandosi, coltivando la consapevolezza, la moderazione e il controllo, il saggio può fare di s stesso un'isola che nessun'onda può superare.
Siddhārtha Gautama Buddha, Dhammapada (Versi della Legge), V sec. a.e.c.

Consapevole tra i distratti, sveglio tra gli addormentati, il saggio avanza come un corridore che lascia indietro la massa.
ibidem

Quando l'uomo istruito si libera della vanità per mezzo della consapevolezza, egli, saggio, scalando le vette più alte della saggezza, guarda giù gli stolti, sereno guarda la gente che si accapiglia, come uno che dall'alto di una montagna guarda coloro che stanno sulla pianura.
Siddhārtha Gautama Buddha, Dhammapada (Versi della Legge), V sec. a.e.c.

Tutti abbiamo varie forme di pazzia e di bruttezza, delle quali non siamo coscienti, ma di cui gli altri sono consapevoli. se ci pensi su fitto, non campi più.
Charles Bukowski, Storie di ordinaria follia, 1972

La natura difende gli imbecilli dalla consapevolezza di esserlo.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

La consapevolezza della morte ci incoraggia a vivere. 
Paulo Coelho, Veronika decide di morire, 1998

La sofferenza, questa è l'unica causa della consapevolezza. 
Fëdor Dostoevskij, Memorie dal sottosuolo, 1864 

La paura è la consapevolezza della nostra impotenza.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

La maturità è la consapevolezza dei nostri limiti e delle capacità altrui.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Aderisci con attenzione a tutto quello che fai: è una sottile forma di estasi permanente. Anche bere un bicchiere d'acqua è un'esperienza limpida.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

La specifica, peculiare natura della consapevolezza è pura e chiara, e le illusioni che turbano la mente non possono penetrare nella sua essenza.
Tenzin Gyatso (Dalai Lama), Felicità e meditazione, 1991

Nutrire la consapevolezza interiore, l’introspezione e il ragionamento è più efficace che meditare e pregare.
Tenzin Gyatso (Dalai Lama), La via della tranquillità, 1998

La tua esperienza ti permetterà di capire che cosa implichi e che cosa sia la ‘“consapevolezza’“. Essa è un fenomeno non ostruttivo, immateriale e ha la qualità della luminosità, riflette, cioè, ogni oggetto manifestandosi nell'aspetto dell’oggetto stesso. La consapevolezza è come una pietra di cristallo; finché un cristallo è posato su una superficie colorata, non puoi vedere la sua reale chiarezza trasparente, ma una volta tolto dalla superficie, puoi percepire la sua vera luminosità.
Tenzin Gyatso (Dalai Lama), La via della tranquillità, 1998

Non dobbiamo leggere per dimenticare noi stessi e la nostra vita quotidiana, ma al contrario, per impossessarci nuovamente, con mano ferma, con maggiore consapevolezza e maturità, della nostra vita.
Hermann Hesse, Scritti letterari I, 1972 (postumo)

Nella consapevolezza non c’è divenire, non c’è nulla da guadagnare. C’è un’osservazione silenziosa senza scelta, senza condanna, da cui scaturisce la comprensione.
Jiddu Krishnamurti, Il libro della Vita, 1997

La consapevolezza implica una straordinaria sensibilità, nella quale il pensiero smette di fare affermazioni e scopre i suoi limiti.
Jiddu Krishnamurti, Il libro della Vita, 1997

La consapevolezza si esplica su tre livelli: consapevolezza dell'ego, consapevolezza del mondo e consapevolezza di ciò che si trova tra l'uno e l'altro.
Bruce Lee, Pensieri che colpiscono, 2000 (postumo)

I matti sono solo matti a metà, perché non hanno il coraggio totale e la compiuta consapevolezza della loro follia, come i geni.
Davide Lopez, Il mondo della persona, 1991

Non essere consapevoli vuol dire non esistere.
Marshall McLuhan, La galassia Gutenberg, 1962

Ogni tecnologia ha il potere di ottundere la consapevolezza umana.
Marshall McLuhan, La galassia Gutenberg, 1962

La grandezza dell'uomo non consiste nell'essere felice, ma nell'essere consapevole.
Georges Minois, Storia del mal di vivere, 2003

Quando sei nel presente e non pensi, per la prima volta sei spirituale. Si apre una nuova dimensione; quella dimensione è consapevolezza.
Osho, Discorsi, 1953/90

La saggezza consiste in una sola cosa, non nel conoscere molte cose, ma nel conoscerne solo una: la tua consapevolezza.
Osho, Discorsi, 1953/90

La mia è la Via della meditazione, non della testa né del cuore, ma della crescita della consapevolezza, che è superiore sia alla mente sia al cuore.
Osho, Discorsi, 1953/90

Quando usi la tua energia come consapevolezza, arrivi nel punto più vicino al centro stesso dell'esistenza. Il pensiero se ne allontana un po' e l'espressione ti porta ancora più lontano. Con il percorso a ritroso dall'espressione al pensiero e dal pensiero al non pensiero - alla pura consapevolezza - giungi il più vicino possibile al tuo centro e al centro dell'esistenza.
Osho, Discorsi, 1953/90

Una volta conosciuta la consapevolezza, nulla può essere più prezioso: hai conosciuto la più grande estasi della vita.
Osho, Discorsi, 1953/90

Quando la tua consapevolezza sarà una fiamma ardente, brucerà tutta la schiavitù creata dalla mente. E non esiste beatitudine più preziosa della libertà, dell'essere padroni del proprio destino.
Osho, Discorsi, 1953/90

L'incostanza è causata dalla consapevolezza della falsità dei piaceri presenti, e dall'ignoranza di quelli assenti.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

In questo mondo a che serve vivere molti anni di confusa insipienza? Meglio un istante cosciente grazie al quale raggiungere la consapevolezza suprema. 
Bhāgavata Purāna, IX-X sec.

Il dubbio, la memoria, la consapevolezza conseguente all'errore e perfino il riposo sono funzioni di vario genere, ma tutte tipiche dell'intelligenza. 
Bhāgavata Purāna, IX-X sec.

Attenzione implica esclusivamente una cosa. La consapevolezza è molto diversa, non è esclusiva. Non è fare attenzione: è essere attenti, è semplicemente essere coscienti. Sei cosciente quando sei inclusivamente cosciente.
Osho Rajneesh, Il libro dei segreti, 1974

Raramente l'uomo è consapevole di essere "felice". Ma ama ricordare che lo è stato e immaginare che lo diventerà.
Charles Régismanset, Nuove contraddizioni, 1939

Attraversare il mondo in consapevole leggerezza.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Ciò che non ci ammazza non ci rende più forti ma, nel migliore dei casi, più consapevoli della nostra forza.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Il raggiungimento della serenità presuppone un’assoluta consapevolezza circa l’impossibilità di raggiungerla.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

La consapevolezza delle nostre forze le accresce.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

L'unica cosa che ci sostiene attraverso la vita è la consapevolezza dell'immensa inferiorità di tutti gli altri, e io ho coltivato sempre questo sentimento.
Oscar Wilde, Il principe felice e altri racconti, 1888
La sofferenza, questa è l'unica causa della consapevolezza. (Fëdor Dostoevskij)
2. Coscienza (intellettiva)
© Aforismario

Nel caos del mondo, la coscienza è una debole luce, preziosa ma fragile.
Louis-Ferdinand Céline, Il Dottor Semmelweis, 1924

Essere coscienti significa essere divisi da sé
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Senza il dolore – come ha ben visto l'autore dei Ricordi dal sottosuolo – non ci sarebbe coscienza. E il dolore, da cui sono colpiti tutti i vivi, è l'unico indizio che permetta di supporre che la coscienza non sia una prerogativa dell'uomo. Infliggete una qualche tortura a un animale, contemplate l'espressione del suo sguardo, vi coglierete un lampo che lo proietta per un istante al di sopra della sua condizione. L'animale, quale che sia, nel momento in cui soffre fa un passo verso di noi, si sforza di raggiungerci. Ed è impossibile, finché dura il suo male, rifiutargli un grado, sia pur minimo, di coscienza.
Emil Cioran, La caduta nel tempo, 1964

Vi è qualcosa di sacro in ogni essere che non sa di esistere, in ogni forma di vita indenne da coscienza. 
Emil Cioran, La caduta nel tempo, 1964

La paura rende coscienti - la paura morbosa e non la paura naturale. Altrimenti gli animali avrebbero raggiunto un grado di coscienza superiore al nostro.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

L'incoscienza è una patria; la coscienza, un esilio.
ibidem

L'incoscienza è il segreto, il "principio di vita" della vita. è l'unico rifugio contro l'io, contro il male dell'individuazione, contro l'effetto debilitante dello stato di coscienza, stato così temibile, così difficile da affrontare, che dovrebbe essere riservato soltanto agli atleti.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Un pidocchio cosciente dovrebbe affrontare esattamente le stesse difficoltà, gli stessi insolubili problemi che ha l'uomo.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Anche se [...] la coscienza, secondo me, è la più grande infelicità per l'uomo, io so che l'uomo la ama e non la baratterebbe con nessuna soddisfazione.
Fëdor Dostoevskij, Memorie dal sottosuolo, 1864

Non solo l'eccesso di coscienza, ma addirittura qualsiasi coscienza è una malattia.
Fëdor Dostoevskij, Memorie dal sottosuolo, 1864

Un uomo cosciente può forse, in qualche modo, rispettarsi?
Fëdor Dostoevskij, Memorie dal sottosuolo, 1864

La noia proviene o da debolissima coscienza dell'esistenza nostra, per cui non ci sentiamo capaci di agire, o da coscienza eccessiva, per cui vediamo di non poter agire quanto vorremmo.
Ugo Foscolo, Epistolario, 1794/1824

In ciascun momento la coscienza comprende solo un contenuto assai limitato, talché la massima parte di quello che chiamiamo sapere cosciente deve comunque trovarsi per lunghissimi periodi di tempo in uno stato di latenza, e cioè di inconsapevolezza psichica.
Sigmund Freud, Metapsicologia, 1915

Chi agisce non ha mai coscienza; nessuno ha coscienza se non chi contempla.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Ha cultura chi ha coscienza di sé e del tutto, chi sente la relazione con tutti gli altri esseri.
Antonio Gramsci, Quaderni del Carcere, 1929-1935 (postumo, 1948//51)

La coscienza: una rete elastica, che se s'allenta un poco, addio! scappa fuori la pazzia che cova dentro ciascuno di noi.
Luigi Pirandello, Ciascuno a suo modo, 1924

La coscienza umana ha dato una cattiva coscienza all'universo. Esso non riacquisterà la pace e l'innocenza originarie che il giorno in cui avrà cancellato il triste successo per raggiungere il quale effimeri aggregati si sono messi a pensare.
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1939

La maggior saggezza dell'uomo consiste nell'aver coscienza delle sue follie.
Madeleine de Souvré de Sablé, Massime, 1678 (postumo)

La coscienza è il teatro, e precisamente l'unico teatro su cui si rappresenta tutto quanto avviene nell'Universo, il recipiente che contiene tutto, assolutamente tutto, e al di fuori del quale non esiste nulla.
Erwin Schrödinger, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La coscienza ci rende tutti codardi.
William Shakespeare, Amleto, 1602

L'"ego" incosciente è il vero genio. Il vostro respiro funziona male appena il vostro ego cosciente se ne immischia.
George Bernard Shaw, Uomo e superuomo, 1903

La coscienza è, insieme, privilegio e condanna degli umani.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Ogni cosa è sacra. Ogni cosa vive. Ogni cosa ha una coscienza. Ogni cosa ha uno spirito.
Saupaquant Wampanoag (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Non ci sono belle arti senza consapevolezza, e consapevolezza e spirito critico sono una cosa sola.
Oscar Wilde, Il critico come artista, 1889

Attraversare il mondo in consapevole leggerezza. (G. Soriano)
3. Autoconsapevolezza
© Aforismario

Nella consapevolezza di sé non c’è bisogno di confessioni, perché questa consapevolezza è lo specchio nel quale tutto si riflette senza la minima distorsione.
Jiddu Krishnamurti, Il libro della Vita, 1997

I teatri di marionette e i camposanti sono gli unici luoghi dove l'uomo possa prendere acuta coscienza di sé. Nei primi vede cos'è prima della morte − nei secondi quel che sarà dopo la vita.
Giovanni Papini, Il sacco dell'orco, 1933

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza.
Carl Sagan, a Cosmos, 1980

L'uomo, per il semplice fatto di essere uomo, di aver coscienza di sé, è, in confronto all'asino o al granchio, un animale malato. La coscienza è malattia.
Miguel de Unamuno, Del sentimento tragico della vita, 1913

La consapevolezza delle nostre forze le accresce.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Il vero luogo natio è quello dove per la prima volta si è posato uno sguardo consapevole su sé stessi: la mia prima patria sono stati i libri. 
Marguerite Yourcenar, Memorie di Adriano, 1951

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Conoscenza di sé e degli altri

Nessun commento: