2016-05-05

Nulla - Frasi e citazioni filosofiche

Raccolta di aforismi e pensieri sul nulla (cioè la mancanza o la totale assenza di qualcosa), e sul confronto tra il nulla e il tutto.
Il concetto di "nulla" è stato oggetto di riflessione di filosofi e teologi sin dall'antichità, ed è stato usato per designare l'opposto dell'essere, cioè il non-essere. Parmenide per primo introdusse tale concetto. affermando che il non-essere non è: non lo si può né conoscere, né esprimere, poiché è privo di qualsiasi realtà. Democrito diede al nulla un significato fisico, intendendolo come lo spazio vuoto, privo di materia, entro cui si muovono gli atomi. Platone introdusse la distinzione tra il non essere assoluto, che non può avere alcuna realtà, e il non essere relativo, che consiste nell'alterità, ossia nel fatto che un essere non è qualsiasi altro essere determinato. Il concetto di nulla come assoluta negatività fu ripreso dai pensatori cristiani, che definirono la creazione come un «fare dal nulla».
Nella filosofia contemporanea si riscontrano diverse posizioni nei confronti del nulla: per Henri Bergson è un'illusione, un concetto privo di ogni significato sul piano teoretico. Scrive, infatti, in L'evoluzione creatrice (1907): "L’idea del nulla assoluto, inteso nel senso di una abolizione di tutto, è un’idea che distrugge se stessa, una pseudo-idea, una semplice parola. Se sopprimere una cosa significa sostituirla con un’altra, se pensare l’assenza di una cosa è possibile soltanto attraverso la rappresentazione più o meno esplicita della presenza di qualche altra cosa, insomma se l’abolizione significa innanzitutto sostituzione, l’idea di una «abolizione di tutto» è assurda tanto quanto quella di un cerchio quadrato". Secondo Martin Heidegger il nulla appartiene alla totalità dell'essere in quanto è la condizione dell'apparire di questa totalità.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul nichilismo, sul vuoto e sul tutto e il niente nel significato che usualmente viene dato a questi due termini nel linguaggio comune.
Il nulla è l'ombra di Dio. (Nicolás Gómez Dávila)
1. Nulla
© Aforismario

Le cose brutte non sono le cose peggiori che possono capitarci. Il nulla è la cosa peggiore che possa capitarci!
Richard Bach, Uno, 1988

Niente è più reale del niente.
Samuel Beckett, Malone muore, 1951

I filosofi non si sono molto occupati dell’idea del nulla. E tuttavia essa è spesso la molla nascosta, il motore invisibile del pensiero filosofico. Fin dal primo risveglio della riflessione, è essa a spingere avanti, dritto sotto lo sguardo della coscienza, i problemi angoscianti, le domande su cui non ci possiamo fermare senza essere colti da vertigine.
Henri Bergson, L'evoluzione creatrice, 1907

L'uggia del "non accade nulla" viene sempre sconfitta dal disgusto di ciò che finalmente accade.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Se una lezione ho imparato riguardo a questa cosa strana che è la vita, è che conviene viverla come se... Come se fossero reali tutte le larve che ci siamo inventate (amore, amicizia, famiglia, gloria, Dio...), di cui si maschera il niente.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

Per definire il nulla occorrono molte parole
Valeriu Butulescu, Aforismi, 2002

Dell’aldilà è rimasto il nulla, la sua più pericolosa eredità.
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

Chi non ha fatto niente non sa niente.
Thomas Carlyle, Corn-Law Rhymes, 1832

Il guaio non è che nulla si crea, il guaio è che nulla si distrugge.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

La vita? Meglio di niente.
ibidem

Non credo a niente, sperando di essere smentito.
ibidem

Se dopo la vita non c'è nulla, mi domando se mi ci abituerò.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

"Date a Cesare quel che è di Cesare". "Date a Dio quel che è di Dio"... Non ci resterebbe niente. Proviamo a non dare niente a nessuno dei due.
Guido Ceronetti, Insetti senza frontiere, 2009

Quando non hai niente da dire, non dire niente. 
Charles Caleb Colton, Lacon, 1820/22

Ogni aspetto del pensiero ha il suo momento, la sua frivolezza: così, oggi, l’idea del Nulla... Quanto paiono remoti la Materia, l’Energia, lo Spirito! Per fortuna il lessico è ricco: ogni generazione può attingervi e trarne un vocabolo, importante quanto gli altri – inutilmente defunti.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Per viltà sostituiamo al sentimento del nostro nulla il sentimento del nulla.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Perché temere il nulla che ci aspetta quando non differisce da quello che ci precede: questa argomentazione degli antichi contro la paura della morte è inaccettabile in quanto consolazione. Prima, si aveva la fortuna di non esistere; ora esistiamo, e proprio questa particella di esistenza, quindi di sventura, teme di scomparire. Particella non è la parola esatta, giacche ognuno si ritiene superiore o, almeno, uguale all'universo.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Il nulla è l'ombra di Dio.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Per evitare un virile confronto con il nulla, l'uomo innalza altari al progresso.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Sparita la loro profondità religiosa, le cose si riducono a una sottile superficie da cui traspare il nulla.
ibidem

Nulla basta a colui per il quale ciò che basta è poco.
Epicuro, Sentenze e frammenti, IV-III sec. a.e.c.

La felicità non consiste nell'acquistare e godere ma nel non desiderare nulla, perché consiste nell'essere liberi.
Epitteto, in Arriano di Nicomedia, Manuale, II sec.

Ma il niente è da preferirsi al soffrire? Io perfino nelle pause in cui piango sui miei fallimenti, le mie delusioni, i miei strazi, concludo che soffrire sia da preferirsi al niente. 
Oriana Fallaci, Lettera a un bambino mai nato, 1975

Se uno muore vuol dire che è nato, che è uscito dal niente, e niente è peggiore del niente: il brutto è dover dire di non esserci stato.  
Oriana Fallaci, Lettera a un bambino mai nato, 1975 

Di veramente bello c'è soltanto quel che non può servire a niente.
Théophile Gautier, La signorina di Maupin, 1835

Chi non dubita mai di niente non ha capito niente.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Nessuno fa niente per niente, ma qualcuno riesce a darne l'illusione.
ibidem

Possiamo anche non creder in niente, ma bisogna vivere come se credessimo in qualcosa.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Il nostro nemico è la paura, inevitabile in ciascuno di noi. Perché? Perché ognuno di noi viene dal nulla. La paura è il fiato del nulla da cui veniamo, che si traduce nell’esaltazione delle piccolezze, delle meschinità.
Luigi Giussani (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)
Nulla è; se anche fosse, non sarebbe conoscibile;
anche se fosse conoscibile, non sarebbe comunicabile. (Gorgia)
Nulla è; se anche fosse, non sarebbe conoscibile; e anche se fosse conoscibile, non sarebbe comunicabile.
Gorgia, Sul non essere o sulla natura, V sec. a.e.c.

Si dice che il mondo sia fatto dal niente. Molto probabilmente è fatto dalla merda.
Friedrich Hebbel, Diario, 1835/63

Qualcuno sostiene che la domanda Perché c’è qualcosa anziché il nulla? sia così profonda che soltanto un metafisico può concepirla e, allo stesso tempo, così semplice che può porsela soltanto un bambino.
Jim Holt, Perché il mondo esiste?, 2012

Veloce dimostrazione del perché esiste qualcosa piuttosto che il nulla, per gente moderna e parecchio impegnata. Supponiamo che non ci sia nulla. Se non ci fosse nulla non esisterebbero le leggi: le leggi, in fin dei conti, sono qualcosa. Se non ci fossero leggi, tutto sarebbe lecito. Se tutto fosse lecito, nulla sarebbe proibito. Quindi, se non ci fosse nulla, nulla sarebbe proibito.
E dunque, se “nulla” è proibito, dev’esserci qualcosa. CVD.
Jim Holt, Perché il mondo esiste?, 2012

Non c'è il nulla. Zero non esiste. Ogni cosa è qualche cosa. Niente non è niente.
Victor Hugo, I  miserabili, 1862

Al nulla manca per giunta uno che l'osservi. 
Friedrich Georg Jünger, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Perché vi è qualcosa piuttosto che nulla?
Gottfried Wilhelm Leibniz, Princìpi della natura e della grazia fondati sulla ragione, 1714

Il principio delle cose, e di Dio stesso, è il nulla.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Il Nulla ama assumere le apparenze più svariate ma il suo travestimento preferito è l'uomo.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Probabilmente il concetto inafferrabile in assoluto dalla mente umana è il Nulla.
ibidem

L'uomo preferisce ancora volere il nulla, piuttosto che non volere.
Friedrich Nietzsche, Genealogia della morale, 1887

Gli sviluppi recenti della fisica hanno reso completamente obsoleto tanto l’horror vacui, secondo cui la natura aborriva il vuoto e il nulla, quanto l'ex nihilo nihil fit, secondo cui dal nulla non si può creare nulla. In realtà, a livello sia microscopico che macroscopico, il vuoto e il nulla possono oggi essere considerati come la naturale culla dell'esistenza e l'essenza ultima della realtà, in pieno accordo con il nichilismo mistico.
Piergiorgio Odifreddi, Il Vangelo secondo la Scienza, 1999

Dal niente non può nascere niente e niente può finire in niente. 
Aulo Persio Flacco, Satire, I sec.

Il nulla o il come nulla? Il nulla. Perché il nulla mi dà solitudine e il come nulla non mi dà nulla. Neppure la solitudine.
Antonio Porchia, Voci, 1943

Solo alcuni arrivano a nulla, perché il percorso è lungo. 
ibidem

Nulla non è solo nulla. È anche il nostro carcere. 
ibidem

Quando non sarò più nulla, non sarò più nulla? Come vorrei non essere più nulla quando non sarò più nulla!
Antonio Porchia, Voci, 1943

Mettere la consolazione al posto del dolore è opera più grande della creazione che ha messo l'essere al posto del nulla. 
Sergio Quinzio, Dalla gola del leone, 1980 

Il nichilismo l'abbiamo già alle spalle, di fronte abbiamo il nulla. 
Sergio Quinzio, La croce e il nulla, 1984

La parola più vera, più esatta, più colma di senso è la parola "niente".
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925-27)

Niente è troppo poco; Dio sarebbe troppo.
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1954 

Quel che rimane dopo la soppressione completa della volontà è invero, per tutti coloro che della volontà ancora son pieni, il nulla. Ma viceversa per gli altri, in cui la volontà si è rivolta da se stessa e rinnegata, questo nostro universo tanto reale, con tutti i suoi soli e le sue vie lattee, è — il nulla.
Arthur Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione, 1819

Nascere vuole dire [...] uscire dal niente; morire vuol dire tornare nel niente: il vivente è ciò che esce dal niente e torna nel niente.
Emanuele Severino, in AA.VV., Che cosa fanno oggi i filosofi?, 1982

La vita è un lampo tra l’oscurità del nulla e quella della bara.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Ogni essere vivente è un esiliato dal nulla – sua unica vera patria – dove presto o tardi farà rientro per tornare a essere ciò che non era.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Il nulla è l'universo senza di me.
André Suarès, Remarques, 1917

Il nostro corpo riceve la vita dal profondo del nulla. Esistere dove non vi è nulla è il significato della frase: “La forma è il vuoto”. Il fatto che tutte la cose traggano sostentamento dal nulla è il senso del motto: “Il vuoto è la forma”. Sarebbe errato pensare che si tratti di due concetti distinti.
Yamamoto Tsunetomo, Hagakure, 1709-1716 (postumo 1906)

Dio ha tratto ogni cosa dal nulla, ma il nulla traspare.
Paul Valéry, Cattivi pensieri, 1942 

Veniamo da un inconcepibile nulla. Stiamo per un po' in qualcosa che ci sembra parimenti inconcepibile, solo per svanire ancora in un inconcepibile nulla.
Peter Wessel Zapffe, in To be a Human Being, 1989/90

Nessuna cosa sulla terra esercita una tale pressione sull'anima umana, come il nulla.
Stefan Zweig, Novella degli scacchi, 1943 (postumo)

Anche i pensieri, per quanto sembrino privi di sostanza, hanno bisogno di un punto d’appoggio, altrimenti cominciano a ruotare e a girare insensatamente su sé stessi; anch’essi non sopportano il nulla.
Stefan Zweig, Novella degli scacchi, 1943 (postumo).

Tutto è nulla, anche la coscienza del nulla. (Emil Cioran)
2. Tutto e Nulla
© Aforismario

Senza Dio tutto è nulla. E Dio? Nulla supremo.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Tutto è; niente è. L'una e l'altra formula arrecano uguale serenità. L'ansioso, per sua disgrazia, rimane a mezza strada, tremebondo e perplesso, sempre alla mercé di una sfumatura, incapace di insediarsi nella sicurezza dell'essere o dell'assenza di essere. 
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Tutto è nulla, anche la coscienza del nulla.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Tutto ha l'aria di esistere, e non c'è niente che esista. 
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Immaginare il nulla è altrettanto difficile che concepire il tutto.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983 

E se il nulla fosse il tutto?
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Vanità della vanità e tutto è vanità.
Ecclesiaste, VI-III sec. a.e.c.

All'idea del tutto preferisco il nulla in cui tutto comincia.
Roger Judrin, Parole abitate, 1985

Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma.
Antoine-Laurent de Lavoisier, XVIII sec. (attribuito)

I fanciulli trovano il tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Tutto è nulla, solido nulla.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Pare un assurdo, eppure è esattamente vero, che, tutto il reale essendo un nulla, non v'è altro di reale né altro di sostanza al mondo che le illusioni.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Tutto è noi, e noi siamo tutto; ma questo a cosa serve, se tutto è niente?
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Tutto: il grande dei piccoli. Nulla: il grande dei grandi.
Antonio Porchia, Voci, 1943

Nulla, si dice di questo, di quello, si dice perfino di tutto. Non si dice soltanto di nulla.
Antonio Porchia, Voci, 1943

Tutto si cancella e si distrugge. Puro e semplice precipitare in un vuoto. 
Giuseppe Rensi, Cicute, 1931

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Nichilismo - Tutto e Niente - Vuoto

Nessun commento: