2016-05-23

Paradosso - Frasi e citazioni sulla Paradossalità

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più argute sul paradosso. Il termine "paradosso" deriva dal greco "paràdoxon", composto da parà (contro) e dòxa (opinione); si può dunque definire paradossale un'affermazione, una tesi, un'idea e tutto ciò che va contro l’opinione o contro il modo di pensare comune, e che appare strano, inaspettato, contraddittorio e, dunque, sorprendente o incredibile. Su Aforismario trovi anche una raccolta di citazioni correlata a questa sull'assurdo.
I paradossi sono solletico per il cervello. (Giovanni Soriano)
Paradosso
© Aforismario

Il paradosso: una banalità caduta in disuso.
Amedeo Ansaldi, Manuale di scetticismo, 2014

Perché talvolta il pensiero profondo sa di paradosso, credono certuni che basti esser paradossali per essere profondi.
Ugo Bernasconi, Parole alla buona gente, ca. 1933 (postumo 1987)

Nasciamo senza sapere nulla e moriamo sapendone ancora di meno. Infilati in un paradosso, spendiamo la nostra esistenza per allargare e rendere più profonda la nostra ignoranza.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

L’essere umano è tale perché paradossale.
Guido Ceronetti, L'occhio del barbagianni, 2014

Il paradosso è stato definito come "la verità che sta ritta in piedi sulla propria testa per attirare l'attenzione", ed è stato difeso sulla base del fatto che esiste un gran numero di credenze che sta ben saldo sui propri piedi, visto che la testa non la possiede. 
Gilbert Keith Chesterton, I paradossi di Mr Pond, 1937 (postumo)

Il paradosso è diventato ormai ortodossia; gli uomini sguazzano placidamente nel paradosso come nel luogo comune. Non è il fatto che l'uomo pratico stia a testa in giù, il che alle volte può essere una stimolante per quanto sconcertante ginnastica; è che a testa in giù ci sta a meraviglia: ci dorme, perfino.
Gilbert Keith Chesterton, San Tommaso d'Aquino, 1933

Quando il paradosso è messo al bando, non si evita il martirio se non con il silenzio o la banalità.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Il più delle volte non è da un paradosso ma da un'ovvietà che scaturisce una rivelazione.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Il paradosso non si addice ai funerali, e neppure ai matrimoni o alle nascite. Gli eventi sinistri - o grotteschi - esigono il luogo comune, giacche il terribile, come il doloroso, consente solo lo stereotipo.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Tutti sono condannati, eppure tutti vanno avanti. In questo paradosso sta tutta la bellezza, tutta la giustificazione del mondo.
Emil Cioran, Quaderni, 1957/72 (postumo 1997)

Amante del paradosso è colui il quale ricerca e scopre la verità esponendola in modo da irritare l'opinione comune, costringendola a riflettere e a vergognarsi di se stessa e della supina inconsapevole accettazione di errori volgari.
Luigi Einaudi, Lo scrittoio del presidente, 1956 

Il paradosso è la cattiveria degli uomini che hanno troppo spirito.
Émile Faguet, Politici e moralisti del XIX secolo, 1891

Il paradosso non è che la verità portata all'esagerazione. 
Carlo Maria Franzero, Il fanciullo meraviglioso, 1920

Il paradosso è una scorciatoia della verità.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Il paradosso è una spavalderia della verità.
ibidem

Il paradosso è una verità eccentrica.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Il paradosso è una verità controcorrente.
Roberto Gervaso, Aforismi, 1994

Non diventar paradossale per fuggir la volgarità L'una e l'altra cosa sono i due estremi del discredito. Ogni impresa che va contro la serietà ha un che di stoltezza. Il paradosso è una sorta di ragionamento ingannevole, che può riscuotere applauso da principio perché stupisce per la novità e l'acume; ma poi, quando subentra la delusione per la cattiva riuscita, chi l'ha usato rimane scornato. È una specie di specchietto per le allodole, ma quando lo si usa in politica, è una vera rovina per lo Stato. Coloro che non possono o non osano giungere all'eroicità per la via della virtù, prendono quella del paradosso, facendo stupire gli sciocchi e dando ragione a molti saggi. È però un artificio che presuppone intemperanza nei giudizi, e. che perciò è del tutto opposto alla prudenza. E se anche talvolta non si fonda sulla falsità, per lo meno si basa sul dubbio, mettendo così a repentaglio il valore di chi se ne serve.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647
Il paradosso è il lusso delle persone di spirito,
la verità è il luogo comune dei mediocri. (Leo Longanesi)
Togli il paradosso da un pensatore e avrai un professore.
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

La verità è paradossale.
Lao Tzu, Tao Te Ching, ca. V sec. a.e.c.

Il paradosso è il lusso delle persone di spirito, la verità è il luogo comune dei mediocri. 
Leo Longanesi, su L'italiano, 1927

I cosiddetti paradossi dell'autore, di cui un lettore si scandalizza, spesso non stanno affatto nel libro dell'autore, bensì nella testa del lettore.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Alle persone spiritose, per guadagnarle a una tesi, bisogna talvolta presentare quest'ultima solo nella forma di un mostruoso paradosso.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

L'espressione paradoxon significa «oltre l'opinione comune». E poiché gli individui possono anche essere intelligenti e colti, ma le masse sono sicuramente beote e ignoranti, l'opinione comune è quasi sempre sbagliata. Dunque, i paradossi sono quasi sempre pure e semplici verità, ed il tempo si diverte a sollevare lembi del grande velo che le nasconde.
Piergiorgio Odifreddi, C'era una volta un paradosso, 2001

I paradossi sono dappertutto.
ibidem

I paradossi [...], lungi dal distruggere l’universo, come pensava il protagonista di Ritorno al futuro II, si limitano ad imbarazzare il pensiero con la loro caratteristica essenziale: di essere argomenti sorprendenti, perché poco probabili ma molto credibili, o molto probabili ma poco credibili.
Piergiorgio Odifreddi, C'era una volta un paradosso, 2001

A seconda dell'atteggiamento con cui si guardi ad essi, i paradossi risultano appunto brandelli di nulla in cui si può trovare tutto, o visioni del tutto in cui si può non trovare nulla.
Piergiorgio Odifreddi (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La speranza nel futuro appartiene al passato: questo è il paradosso del tempo presente.
Mauro Parrini, A mani alzate, 2009

Un autentico paradosso non rovescia la verità, la solleva.
ibidem

Esiste un delitto paradossale? Sì, l'omicidio politico, nel quale l'assassino si ritiene innocente perché
la vittima è il colpevole.
Mauro Parrini, A mani alzate, 2009

La mania dell’assurdo e del paradosso è l’allegria animale dei tristi. Allo stesso modo in cui l’uomo comune dice stupidaggini per vitalità, e per istinto dà un colpetto con la mano sulle spalle degli altri, gli incapaci di entusiasmo e di allegria fanno capriole sull'intelligenza e, a loro modo, compiono i gesti della vita.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Non c’è miglior mezzo di sconcertare chi voglia sbalordirvi con paradossi sbardellati o con le più strane e bislacche proposte, che fingere d’accettar quei paradossi come fossero le verità più ovvie e quelle proposte come naturalissime e del caso.
Luigi Pirandello, Quaderni di Serafino Gubbio operatore, 1916/25

Il paradosso è un'elegantissima cravatta, che, a stringer troppo, diventa un nodo scorsoio.
Pitigrilli (Dino Segre), Dizionario antiballistico, 1953

Per capire i paradossi bisogna essere intelligenti, per seguirli imbecilli.
Pitigrilli (Dino Segre)

Il paradosso sta al ragionamento come il jiujitsu sta alla lotta greco-romana.
Pitigrilli (Dino Segre) (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il paradosso è un esempio dell'ineffabile mistero che si cela dietro il velo delle apparenze.
Mario Praz, su Il Tempo, 1978

Lettori volgari, perdonate i miei paradossi. Bisogna farne, quando si riflette. E io preferisco essere un uomo di paradossi, che un uomo di pregiudizi.
Jean-Jacques Rousseau, Émile o dell'educazione, 1762

I primi filosofi, tutti quanti, predicarono la virtù e bene gliene incolse, perché avrebbero rischiato la lapidazione se si fossero espressi diversamente. Ma quando i popoli cominciarono a essere illuminati e anche a credersi filosofi, insensibilmente si assuefecero alle proposizioni più bizzarre, e non ci fu paradosso tanto sconcertante che non fosse sostenuto da quella voglia di distinguersi.
Jean-Jacques Rousseau, Frammenti politici, XVIII sec.

Davanti a una verità vissuta, per quanto minima, mi inchino con rispetto; a un paradosso, per quanto brillante, rido in faccia.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Nel cuore di ogni aforisma, per quanto nuovo o addirittura paradossale voglia apparire, pulsa un'antichissima verità.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Quando una verità fondamentale nuova e perciò paradossale fa la sua apparizione in questo inondo, essa incontrerà sempre un'opposizione generale che sarà tenace e durerà il più a lungo possibile; anzi, si cercherà di negare quella verità perfino quando l'opposizione avrà cominciato a vacillare e sarà già quasi sconfitta. Intanto essa continua la sua azione di nascosto e come un acido corrode tutto intorno a sé, finché tutto non sia minato: allora si sentirà di tanto in tanto un'esplosione che spazza via tutti gli errori, finché, d'un tratto, si ergerà dinnanzi a noi, simile a un monumento disvelato, la nuova costruzione del pensiero, ora riconosciuta e ammirata da tutti.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Sarebbe un bel mondo quello in cui la verità potesse non essere paradossale, la virtù non dovesse soffrire e ogni cosa bella potesse esser certa del plauso.
Arthur Schopenhauer, Scritti postumi, 1804/60 (postumo 1966/75)

I paradossi sono solletico per il cervello.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Paradosso della stupidità: una persona intelligente può essere anche stupida; uno stupido non sarà mai una persona intelligente.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Basta rovesciare una verità insulsa, per farne un paradosso.
Madame de Staël, XVIII-XIX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Mi ci vogliono dieci paradossi / per ricomporre in me una verità.
Dylan Thomas, Poesie, XX sec.

C'è qualcosa nella natura del paradosso che ha per tutti noi un'importanza immediatamente pragmatica e anche esistenziale; il paradosso non solo pervade l'interazione e influenza il nostro comportamento e la nostra salute mentale, ma sfida anche la nostra fede nella coerenza, e quindi nella fermezza ultima, del nostro universo.
Paul Watzlawick, Janet Helmick Beavin e Don D. Jackson, Pragmatica della comunicazione umana, 1967

La via del paradosso è la via della Verità. Per mettere alla prova la Realtà bisogna farla camminare sul filo teso. Possiamo giudicare la Realtà solo quando fanno acrobazie.
Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray, 1891

Libro consigliato da Aforismario
C'era una volta un paradosso
Storie di illusioni e verità rovesciate
Autore: Piergiorgio Odifreddi
Editore: Einaudi, 2006

I paradossi sono dappertutto. Dunque, nemmeno un’enciclopedia può contenerli tutti, e qualsiasi libro può solo sperare di mostrarne qualcuno. Questo, in particolare, non tratterà degli ubiqui paradossi della vita quotidiana, che investono le nostre abitudini più inveterate e le nostre credenze più viscerali. Ci interesseremo di paradossi più istituzionali, che coinvolgono ogni aspetto della nostra vita: le illusioni dei sensi, le ambiguità dell'arte, i dilemmi del comportamento, i tranelli del pensiero, le difficoltà della matematica. E che si nascondono dietro a nozioni comuni, eppure insidiose, quali la realtà, la verità, l'infinito, la democrazia, la libertà. Ogni paradosso è un labirinto dello spirito e ogni storia vi si aggira fino a quando ne trova la soluzione.

Note
Vedi anche aforismi e citazioni su: Assurdo - Frasi paradossali e ossimoriche

Nessun commento: