2016-05-21

Peli e Depilazione - Frasi e battute divertenti

Raccolta di aforismi, frasi e battute divertenti sui peli (di uomini e donne!) e sulle depilazione, procedimento per asportare i peli da alcune parti del corpo, per lo più a scopo estetico. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa dedicate alla barba e ai capelli.
Chi se ne frega dei capelli in testa, sono i peli sul petto che contano. (Humphrey Bogart)
1. Peli
© Aforismario

Chi se ne frega dei capelli in testa, sono i peli sul petto che sono importanti.
Humphrey Bogart [1]

La crescita dei peli è proporzionale al numero e alle dimensioni degli ormoni maschili: più ormoni maschili più peli. Se vedete qualcuno con dei peli grossi come asparagi vuol dire che quello tiene degli ormoni dalle dimensioni di un fagiano. Dagli ormoni maschili dipende anche la qualità e la diffusione dei peli, compresi quelli sulla lingua. Ad esempio, se una donna ha molti ormoni maschili e un'amica, può capitare che abbia anche dei peli sulla lingua.
Giobbe Covatta, Sesso? Fai da te!, 1996

Nella specie umana ci sono alcune razze più pelose e alcune meno: le giapponesi per esempio sono lisce come capitoni, le tedesche invece sono più ruvide; considerando poi che in Germania non si fa nessun uso della depilazione di pelo biondo, in linea di massima le donne ariane assomigliano a dei setter irlandesi.
Giobbe Covatta, Sesso? Fai da te!, 1996

La natura è stata arbitraria nella suddivisione della bellezza. Anzi, bastarda: perché ad alcune donne ha risparmiato imbarazzi dando loro una pelle liscia e glabra, su altre ha riversato metri quadrati di pelliccia stile Monciccì.
Geppi Cucciari, Meglio donna che male accompagnata, 2006

Un pelo del pube può essere più forte del cavo atlantico.
Gene Fowler (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Un gatto perde i peli soltanto in presenza di gente allergica.
Garfield, in Jim Davis, Garfield, 1978/...

Il lupo cambia il pelo, non il vizio. L'uomo, neanche il pelo.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Può essere segno di sagacia cercare in ogni cosa il pelo nell'uovo, ma chi si ostina in tale operazione non potrà sottrarsi alla nomea di sciocco.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Se c'è una cosa che schifo sono gli uomini: quelle bestie pelose, piene di mani...
Jack Lemmon, in A qualcuno piace caldo, 1959

La pelle degli uomini è un terreno dove crescono i peli: mi meraviglia che non si sia trovato ancora il mezzo di seminarla a lana per poi tosare la gente.
Georg Lichtenberg, Aforismi, 1766/99 (postumo 1902/08)

C'è chi dice addirittura che il pelo sia una cosa molto naturale e femminile. Come l'imene. Grazie. Però il pelo invece di sparire cresce.
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

Pare persino che i peli siano lunatici. Che crescano seguendo le lune. Quindi bisognerebbe stare attente. Fare un paio di conti. Allora pensavo: ma se vanno a lune, ci avranno pure qualcosa a che fare coi segni zodiacali. Donna leone? Ci ha il crinierone: Donna pesci? Fortunata. Ci ha le squame. E donna toro? Ci ha le corna. Beh. Purtroppo quelle se le tiene. Non c'è ceretta che tenga.
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

Facciamocene una ragione. Gli uomini son più fortunati. Possono tenersi i peli, farsi crescere i baffi, stare spettinati come lo Yeti, guardarsi in faccia e continuare a parlare mentre fanno pipì negli orinatoi delle stazioni.
Luciana Littizzetto, La principessa sul pisello, 2002

Gli uomini in casa sono come i peli in bocca: danno noia.
Luciana Littizzetto, Col cavolo, 2004

Date i peli superflui ai poveri.
Marcello Marchesi, Il malloppo, 1971

Il vero amore non ha peli.
Alda Merini, La vita facile, 1992

Sul pelo puoi bluffare. Sulla pelle no. Se a ottant'anni ti tingi tutto il pelame di un bel rosso mogano, la pelle denuncia la mistificazione.
Andrea G. Pinketts, Depilando Pilar, 2011

− Hai molti più peli nel naso del mio papà.
− Sei carino a farmelo notare.
− Sono un bambino, è il mio lavoro.
Miles Russell (Macaulay Culkin) e Buck Russell (John Candy), in Io e zio Buck, 1989

Pelliccia. Pelo che ha cambiato bestia.
Miguel Zamacoïs (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

È una donna senza peli sulla lingua; e se li ha, non sono i suoi.
Anonimo

Proverbi sui Peli
  • A cavallo disprezzato luccica il pelo.
  • Di pelo rosso non fidarti nemmeno del gatto.
  • Di pelo rosso non fu buono che Cristo e la vitella.
  • Donna col pelo: inferno o cielo.
  • Donna pelosa tutta amorosa.
  • Donna " " tutta gustosa.
  • Donna " " spesso rabbiosa.
  • Donna " " , spesso gelosa.
  • Donna " " , donna virtuosa.
  • Donna pelosa, o matta o virtuosa.
  • Guai e peli crescono anche di notte.
  • Il lupo perde il pelo ma non il vizio.
  • Ogni pelo ha la sua ombra.
  • Peli e guai non mancan mai.
  • Pelo rosso cattiva lana.
  • Pelo rosso, chi non lo prova non lo conosce.
  • Pelo rosso fuggi lontano.
  • Pelo rosso mai ce ne fosse.
  • Pelo rosso razza grama.
  • Rosso di pelo non dice vero.
  • Rosso mal pelo schizza veleno.
  • Rosso peloso maligno e dispettoso.
  • Tira più un pelo di donna che un carro di buoi.
Vulpem pilum mutare, non mores.
(La volpe cambia il pelo, non le abitudini).
Detto latino

Quelli che sostengono che la ceretta non faccia male.
Certo. Bruciarsi i peli col kerosene fa molto più male. (Luciana Littizzetto)
2. Depilazione
© Aforismario

La primavera è la stagione della grande depilazione: finito l'inverno ci si leva le calze, e il vello è pronto per essere tosato. Con una sola gamba si riescono a fare due o tre materassi e qualche cuscino.
Giobbe Covatta, Sesso? Fai da te!, 1996

Vediamo adesso quali sono le tecniche per raggiungere una perfetta depilazione. Esse variano in genere a seconda della zona da depilare. Prendiamo ad esempio l'"inguine". La sua depilazione è una specie di gioco di società: avviene in spiaggia e ogni concorrente ha a disposizione una pinzetta; al via le concorrenti cominciano a parlare tra di loro e a strapparsi i peli che fuoriescono dal costume; l'operazione può essere anche reciproca. Il gioco riesce quando ogni pelo viene sostituito da un foruncolo, che dal punto di vista estetico è infinitamente peggio del pelo. Vince chi si riduce peggio, infatti nel giro di mezza giornata l'inguine diventa assai malconcio e pesto, da cui il termine «linguine al pesto».
Giobbe Covatta, Sesso? Fai da te!, 1996

Alcune donne proseguono il lavoro iniziato sull'inguine e rasano a zero l'intera "pipilla", che può essere carina per qualche giorno, ma quando il livello ricomincia a crescere si compie la tragedia greca: l'intera zona si trasforma in un campo di granoturco appena mietuto e la pipilla viene così a essere protetta dal filo spinato come una trincea della guerra del '15-'18: inespugnabile. È come fare
l'amore su uno scoglio con un riccio: sei costretto ad usare le scarpette di gomma celesti con le stelline marine in bassorilievo. Il problema è che se ti pungi devi levarti le spine con l'ago.
Giobbe Covatta, Sesso? Fai da te!, 1996

Per quanto riguarda la depilazione delle "gambe", essa può avvenire con molti sistemi: ceretta, epilady, falciatrice, catrame, elettricità, eccetera.
ibidem

Con la depilazione elettrica o elettrocoagulazione, i peli non sempre cascano, ma si addirizzano per cui è più facile vederli e intervenire eventualmente con la falce. Si può usare anche la fiamma ossidrica, ottenendo così una buona depilazione, anche se può essere fastidioso il caratteristico odore di pollastro: ma è questione di ore, poi passa.
Giobbe Covatta, Sesso? Fai da te!, 1996

Una delle tecniche [di depilazione] più utilizzate è la ceretta, che si usa fin dal 1380 e fu inventata dalla Santa Inquisizione. Alcune donne si depilano solo i polpacci interrompendo l'operazione appena sopra il ginocchio, così che dopo la depilazione sembrano indossare dei bermuda di cachemire.
Giobbe Covatta, Sesso? Fai da te!, 1996

Lei, che vuole volteggiare sull'abisso del suo essere femmina e donna a tutti i costi, in autunno può
smettere finalmente di strapparsi i peli o deve continuare a frequentare il meraviglioso mondo di Epiland? Son problemi.
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

Dobbiamo continuare la tortura? E dico tortura a dispetto di quelli che sostengono che la ceretta non faccia male. Certo. Bruciarsi i peli col kerosene fa molto più male.
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

Puoi provare con la depilazione definitiva. Però ci vuole un sacco di tempo. Una mia amica l'ha fatta. Ci ha messo tre anni. Adesso non ci ha più un pelo sulle cosce... ma ci ha una barba!
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

Non ne possiamo più di vedere uomini che si depilano, tutti Ponzi Depilati. I maschi di oggi son tutti senza peli come pesche noci. Ormai se trovi un pelo addosso a tuo marito è perché è di un‟altra donna.
Luciana Littizzetto, I dolori del giovane Walter, 2010

I fidanzati sono come i peli. Se non li diserbi in maniera definitiva, se li gratti via dolcemente col Mac tre, ritornano. Rispuntano. Prima piano piano, poi si fan più tosti e nel giro di un quindici giorni sei da capo. Invece no. Strappo. STRAC... CHEMALE. Un colpo solo. Dolorosissimo. Intenso ma più breve.
Luciana Littizzetto, Col cavolo, 2004

Non scarabocchiate riccioli neri sul pube delle Veneri nude. Se l’artista rappresenta la dea senza peli, è perché Venere si radeva la passera.
Pierre Louÿs, Piccolo galateo erotico per fanciulle, 1926

Il corpo e le membra della femmina sono meno pelosi di quelli del maschio, così che la donna tenta non solo di ammorbidire la sua pelle con oli, lozioni e massaggi, ma anche di depilarla in diversi modi, per accentuare la differenza sessuale. La depilazione è stata usata in molte società e per migliaia di anni. Essa fu praticata non solo da certe tribù "primitiva", ma anche dagli antichi Greci le cui donne arrivarono fino a rimuovere gran parte dei peli del pube, semplicemente strappandoli - "mazzetti di mirto divelti con la mano", si legge in un autore classico - oppure bruciandoli con un legnetto acceso o con cenere calda.
Desmond Morris, Il comportamento intimo, 1971

Per depilarsi, le donne si mettono delle cose sulle cosce, si strappano i peli e non sentono niente. Niente! Roba che noi uomini per un pelo nella cerniera andiamo in coma!
Carlo Pistarino [1]

Uno dei grandi misteri riguardo alle donne rimane il fatto che riescano a versarsi della cera bollente sulle gambe, strapparsi i peli alla radice e che poi abbiano ancora paura di un ragno.
Jerry Seinfeld (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Note
  1. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Barba - Capelli - Calvizie e Pelati

Nessun commento: