2016-05-01

Scheletro - Frasi e citazioni sulle Ossa

Raccolta di aforismi e citazioni sullo scheletro e le ossa. Forse non tutti sanno che alla nascita lo scheletro umano è formato da circa 270 ossa, che da adulti si riducono a 206, in quanto, durante lo sviluppo, alcune ossa si uniscono tra di loro formando un unico osso. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa dedicate al corpo umano e alle varie parti del corpo.
Grazie alla morte scherziamo, già ride il nostro scheletro. (Jude Stéfan)
1. Scheletro
© Aforismario

Presto sarai solo cenere o scheletro, un puro nome o forse nemmeno, visto che il nome non è che voce che risuona. Le cose più preziose della vita sono vane, marce, piccole; cagnolini che si azzannano l’un l’altro, bambini litigiosi che ora ridono e un attimo dopo piangono. La fede, il pudore, la giustizia e la verità dalla vasta terra sull’Olimpo sono volate. Che cosa dunque ancora ti trattiene quaggiù, visto che le cose sensibili sono mutevoli e instabili, i sensi incerti, preda dell’inganno e dell’illusione, l’anima stessa un soffio che svapora nel sangue, vana la fama presso gente simile? Aspetta dunque di morir sereno e trasmigrare altrove. Ma sino a quel momento cos’è che basta fare? Nient’altro che onorare e benedire gli dèi, fare del bene agli uomini, sopportarli e tenertene lontano.
Marco Aurelio, Pensieri, ca. 166-179

Allo studio medico suonano alla porta: il medico va ad aprire e si vede di fronte uno scheletro. Lo guarda e poi: "Veh, ragazzi! Ma aspettate sempre l'ultimo momento!"
Gino Bramieri, Io Bramieri vi racconto 400 barzellette, 1976

Ho quotidianamente conversazioni intime con il mio scheletro - e questo la mia carne non me lo perdonerà mai.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Lo scheletro ci sprona alla serenità; il cadavere alla rinuncia. Nella lezione d'inanità dispensataci sia dall'uno sia dall'altro, la felicità si confonde con la distruzione dei nostri legami.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Assai più dello scheletro è la carne, cioè la carogna, ciò che ci turba e ci allarma
ibidem

Non c'è ascesa senza la duplice ruminazione intorno alla carne e intorno allo scheletro, sulla spaventosa caducità dell'una, e l'inane durevolezza dell'altro. A titolo di esercizio, sarà bene separarci ogni tanto dal nostro viso, dalla nostra pelle, lasciare in disparte questo rivestimento ingannevole e, non fosse che per un attimo, deporre il cumulo di grasso che ci impedisce di scernere in noi il fondamentale.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Una libreria di medicina. In vetrina, proprio in primo piano, uno scheletro. Ho sputato di disgusto. Poi mi sono detto che avrei dovuto dar prova di un po' di gratitudine, visto che tante volte ho celebrato queste ossa sardoniche, la cui idea, se non l'immagine, mi ha così caritatevolmente sostenuto in molte circostanze.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Sembra così saggio, il corpo, che mai potrò abituarmi ad abitare dentro uno scheletro così sapiente di fatica.
Erri De Luca, Sulla traccia di Nives, 2005

Tutti abbiamo uno scheletro nell'armadio, ma non si sa mai quando spunterà fuori a morderti il culo.
Frequency, 2000

Fa' che il tuo corpo non sia la prima fossa del tuo scheletro.
Jean Giraudoux, Lo sport, 1924

È un fatto singolarissimo che, dell'essere umano, rimangano gli elementi opposti: carcassa e scheletro, in cui e di cui si appagò quaggiù lo spirito, e poi però gli effetti ideali, che nelle parole e negli atti scaturirono da lui.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Come due scheletri. Ti amo ma quando ti stringo al mio petto non posso non pensare che sotto i bei tuoi neri capelli biancheggia opaco e tetro il tuo fragile teschio... / Ti amo ma quando guardo nei tuoi profondi occhi verdi li vedo navigare in orbite vuote che presto vuote torneranno come la casa del paguro. / Ti amo ma quando mi congiungo con te ed urliamo sotto le lenzuola la nostra felicità, vedo quel corpo che stringo come un castello di carte, di vertebre e costole che un giorno il vento sparpaglierà nel mondo. / Ti amo ma quando stringo le mani vedo i bianchi rami secchi, le fragili falangi che gratteranno la bara. / Ti amo ma quando mi sorridi vedo una mandibola appesa alla tua faccia come una stampella, in attesa che i denti ad uno ad uno la lascino come petali di una rosa. / Ti amo ma quando penso a noi due non vedo che due orrendi scheletri che si consumano in polvere, due mucchi d'ossa sgretolarsi nel nulla... a noi ci ha rovinato la finanziaria...
Corrado Guzzanti, Il libro de Kipli, 1992

Non è una bella cosa far avvicinare un bambino a un contenitore con un teschio e due ossa sopra, perché potrebbe contenere un costume da scheletro e il bambino, indossandolo, potrebbe farti prendere un bello spavento.
Jack Handey [1]

Questa nuova enciclopedia per bambini del corpo umano con in allegato Willy, uno scheletro da montare pezzo a pezzo, la trovo un pelo inquietante. Ehi, bambino, fatti uno scheletrino per amico. Col primo numero un teschio in omaggio. E col secondo numero (prenotalo subito), emisfero sinistro più calotta del cranio. Siamo proprio sicuri che i bambini non vedano l'ora di piazzarsi uno scheletro di un metro e dieci centimetri ai piedi del letto? Siamo veramente certi che svegliandosi di colpo in piena notte non gli prenda uno spaghetto da lasciarli secchi?
Luciana Littizzetto, Rivergination, 2006

La vecchiaia. Un vestito di pelle appeso a uno scheletro che non regge.
Fausto Melotti, Linee, 1975/78

La donna è musica. Anzi, uno strumento musicale. Quando parla, tutto il suo scheletro entra in risonanza. Dalle vibrazioni armoniche si può dedurre se ha fianchi snelli e culo largo. Un orecchio maschile esercitato riesce persino a capire se ha caviglie e polsi sottili.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

La verità, scheletro delle apparenze, vuole che ogni uomo, chiunque sia, pervenga un certo giorno e una certa ora, a toccare le proprie ossa eterne in fondo a qualche piaga passeggera. Ciò si chiama conoscere il mondo, e l'esperienza è un tale prezzo.
Alfred de Musset,  Le confessioni di un figlio del secolo, 1836

Checché abbia inventato l'umana ipocrisia, nulla v'e di vero che lo scheletro umano.
Alfred de Musset, Notte d'agosto, Nuove poesie, 1857

Era talmente magro che perfino uno scheletro avrebbe detto: "Magro quello lì, eh?".
Terry Pratchett, Tartarughe Divine, 1992

Grazie alla morte scherziamo, già ride il nostro scheletro.
Jude Stéfan, Gnomiche, 1985

Solo i dottori trovano le parole per ingannarti, è questo che imparano all'università, e tu esci dallo studio sollevato ma appena arrivi all'ascensore ti rendi conto che sono balle a pagamento e fai la faccia di Bob Hope quando scopre uno scheletro nell'armadio: lo richiude subito come se niente fosse ma dopo due minuti urla per lo spavento.
Cesarina Vighy, L'ultima estate, 2009

Noi eravamo come voi, voi sarete come noi
[Epitaffio per tutti i defunti e ammonimento per tutti i vivi].
2. Ossa
© Aforismario

Sì! tale sarete, o regina delle grazie, / dopo gli ultimi sacramenti, / quando andrete sotto l'erba e i rigogliosi fiori, / a marcire tra le ossa.
Charles Baudelaire, Una carogna, I fiori del male, 1857/61

"La femmina è femmina in virtù di una certa assenza di qualità", diceva Aristotele. "Dobbiamo considerare il carattere delle donne come naturalmente difettoso e manchevole"; e San Tommaso ugualmente decreta che la donna è "un uomo mancato", “un essere "occasionale". Proprio questo vuol simboleggiare la storia della Genesi in cui Eva appare ricavata da un osso "in soprannumero di Adamo".
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

La bellezza è soltanto epidermica, la bruttezza arriva fino all'osso.
Arthur Bloch, Legge di Parker, La legge di Murphy sull'Amore, 1993

A tutto si rimedia fuorché all'osso del collo scavezzato, e la morte non la si scappa quando l'ora è arrivata.
Miguel de Cervantes, Don Chisciotte della Mancia, 1605/15

Promossi al rango di incurabili, siamo materia dolente, carne urlante, ossa rose da grida, e i nostri stessi silenzi non sono che lamenti strozzati.
Emil Cioran, La caduta nel tempo, 1964

Le parole possono ferire o spezzare il cuore, e anche l’anima. Non lasciano lividi, non rompono le ossa; perciò, per chi fa male con le parole non c’è la prigione.
Marlene Dietrich, Dizionario di buone maniere, 1962

Amare significa stare con. Significa emergere da un mondo di fantasia in un mondo in cui è possibile un amore sostenibile a faccia a faccia, ossa contro ossa, un amore fatto di devozione. Amore significa restare quando ogni cellula dice: scappa!
Clarissa Pinkola Estés, Donne che corrono coi lupi, 1992

Il Signore Dio fece scendere un torpore sull'uomo, che si addormentò; gli tolse una delle costole e rinchiuse la carne al suo posto. Il Signore Dio plasmò con la costola, che aveva tolta all'uomo, una donna e la condusse all'uomo. Allora l'uomo disse: "Questa volta essa è carne dalla mia carne e osso dalle mie ossa. La si chiamerà donna perché dall'uomo è stata tolta". Per questo l'uomo abbandonerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una sola carne.
Genesi, Antico Testamento, VI-V sec a.e.c.

Le ossa si rompono, gli organi cedono, la pelle si lacera. Possiamo ricucire la pelle e riparare il danno, alleviare il dolore. Ma quando la vita va in pezzi, quando noi andiamo in pezzi, non c'è una scienza, non ci sono regole scritte, possiamo solo camminare a tentoni.
Meredith Grey (Ellen Pompeo), in Grey's Anatomy, 2005/13

La donna perfetta è la corona del marito, ma quella che lo disonora è come carie nelle sue ossa.
Libro dei Proverbi, Antico Testamento, V secolo a.e.c.

Uno sguardo luminoso allieta il cuore; una notizia lieta rianima le ossa.
Libro dei Proverbi, Antico Testamento, V secolo a.e.c.

I santi di legno scolpito hanno certo fatto più per il mondo che quelli in carne e ossa.
Georg Lichtenberg, Aforismi, 1766/99 (postumo 1902/08)

Un osso dato al cane non è carità: carità è l'osso spartito col cane quando avete fame come lui.
Jack London, La strada, 1907

Qui non c’è niente di sacro tranne l’osso dove si prendono i calci.
Marcello Marchesi, Essere o benessere, 1962

Voi non vi rendete conto delle esperienze che fate. Correte attraverso la vita come ubriachi e, ogni tanto, cadete da una scala. Tuttavia, grazie alla vostra ebbrezza, non vi rompete le ossa: i vostri muscoli sono troppo bolsi e la vostra testa troppo ottenebrata perché possiate, come noi altri, trovare troppo dure le pietre di cui la scala è fatta. Per noi, la vita costituisce un pericolo maggiore: noi siamo fatti di vetro; quando cadiamo, guai a noi! Quando cadiamo, tutto, per noi, è perduto.
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

Prendi molto calcio. Sii gentile con le tue ginocchia, quando saranno partite ti mancheranno.
Mary Schmich, Usa la crema solare, 1997

Il male che gli uomini compiono si prolunga oltre la loro vita, mentre il bene viene spesso sepolto insieme alle loro ossa.
William Shakespeare, Giulio Cesare, ca. 1599

Caro amico per amor di Gesù, rinuncia a scavare la polvere che qui è racchiusa. Benedetto colui che risparmia questa pietre, e maledetto chi muoverà le mie ossa.
William Shakespeare (vedi "Epitaffi" su Aforismario)

Nei giorni di miseria, anche il brodo d'un osso può nutrire.
Ignazio Silone, Una manciata di more, 1952

Un agricoltore mi dice: "Non puoi vivere solo di alimenti vegetali, perché non forniscono nulla con cui farci le ossa"; e così lui dedica religiosamente una parte della giornata a rifornire il suo sistema con la materia prima delle ossa; camminando e parlando dietro i suoi buoi, che, con ossa piene di vegetali, spingono lui e il suo ingombrante aratro, quale che sia l'ostacolo.
Henry David Thoreau, Walden, 1854

I genitori sono le ossa su cui i figli affilano i loro denti.
Peter Ustinov

La lingua non ha ossa e tuttavia è molto potente.
Proverbio africano

Note
  1. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Corpo umano - Muscoli - Pelle

Nessun commento: