2016-05-28

Senso di Colpa - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sul senso di colpa e sul sentirsi in colpa. Il senso di colpa (detto anche sentimento di colpa o complesso di colpa) è la consapevolezza della propria responsabilità che insorge in un individuo per aver commesso (o anche soltanto perché pensa di aver commesso) qualcosa di male, e che a volte si manifesta con un patologico bisogno di punizione. Secondo lo psicoanalista Donald Winnicott, la capacità di esperire il senso di colpa è un attributo necessario per una persona sana. Anche se spiacevole, come il dolore fisico e l'angoscia, esso è biologicamente indispensabile e fa parte del prezzo che paghiamo per il privilegio di essere degli esseri umani. È importante notare che alla base dei sensi di colpa di tipo nevrotico non ci sono necessariamente fatti reali, ma soltanto "realtà psichiche", cioè convinzioni e pensieri di origine inconscia che non hanno riscontri oggettivi sul piano della realtà. Per approfondimenti su questo aspetto del senso di colpa, vedi le citazioni di Sigmund Freud riportate in questa pagina.
Su Aforismario trovi anche una raccolta di citazioni correlata a questa sulla colpa considerata in generale.
Il senso di colpa, è come un sacco pieno di mattoni. Non devi fare altro che scaricarlo.
(John Milton / Al Pacino, L'avvocato del diavolo © Warner Bros Pictures, 1997)
1. Senso di Colpa
© Aforismario

L'unica spia della moralità nel singolo è il senso di colpa, quel malessere che uno prova di fronte a un'azione compiuta quando è diversa da quella che invece avrebbe dovuto e voluto fare.
Vittorino Andreoli, L'uomo di vetro, 2008

Il senso di colpa non è presente nella farfalla, non negli insetti, nemmeno nei vertebrati e, almeno nella dimensione che l'uomo sperimenta, è un sentimento che gli appartiene e che lo caratterizza. Una dotazione umana, dell'animale uomo.
Vittorino Andreoli, Le nostre paure, 2010 [1]

Ci sono soggetti che avvertono questo malessere [del senso di colpa] di fronte a comportamenti minimi e ad azioni che paiono risibili, prive di significato. E si giunge alla colpa per avere detto una parola che andava taciuta, per un pensiero che si è avuto e che non è stato impedito, e si finisce per avvertirla in maniera continua fino a parlare di possessione di pensieri cattivi che generano una colpa che appare insopportabile.
Vittorino Andreoli, Le nostre paure, 2010

La colpa lascia un senso di frustrazione enorme come segno di fallimento, soprattutto quando il proposito di un dover essere non si realizza mai, e si constata la impossibilità di raggiungerlo e di rimanere così per sempre nel male.
Vittorino Andreoli, Le nostre paure, 2010 [1]

Provocare i sensi di colpa in un'altra persona ha l'effetto di controllare meglio il suo comportamento ma al contempo crea indicibili ripercussioni nella relazione.
Lucia Attolico, Non farmi camminare con i tacchi alti, 2003

I sensi di colpa provocano forti angosce, e sui bambini producono un effetto paralizzante. 
Lucia Attolico, Non farmi camminare con i tacchi alti, 2003

Nel senso di colpa, come nella vergogna, dirigiamo l'attenzione su noi stessi e ci valutiamo. Tuttavia, il senso di colpa ha un elemento di speranza che la vergogna non possiede. Il senso di colpa individua con grande precisione, appunto, la «colpa», quello che abbiamo fatto di sbagliato secondo il nostro sistema interno di valori. Noi avvertiamo senso di colpa quando la valutazione di noi stessi non coinvolge tutto il sé globalmente (come nella vergogna), ma quando la valutazione negativa di noi stessi riguarda qualche cosa di specifico, un fatto, un'azione, una parola, un sentimento. In questo caso, abbiamo sempre la speranza di poter porre rimedio, di poter riparare al danno fatto.
Giovanna Axia, La timidezza, 1999

La vergogna si basa su di un'attribuzione negativa totale, che riguarda noi stessi in toto, il senso di colpa si basa su di un'attribuzione negativa specifica. In questo secondo caso, non ci piacciamo molto, ma sappiamo che possiamo migliorare. Nel primo caso, ci detestiamo senza speranza.
Giovanna Axia, La timidezza, 1999

Il senso di colpa svolge una funzione. È lì per farvi sapere che avete fatto qualcosa che sentite essere sbagliato, in modo che possiate decidere di fare cose migliori in futuro. Ciò che vi serve è il segnale, non che l'emozione prenda il controllo della vostra vita. Una volta che accetterete questo, potrete andare avanti e continuare a fare cose buone e ad essere soddisfatti della vostra vita.
Richard Bandler e Owen Fitzpatrick, PNL è Libertà, 2005

La tristezza spesso non è dentro di noi, ce la procurano le persone con le quali viviamo e lavoriamo. Influenzati dai loro atteggiamenti negativi e dalla poca fiducia, ci rinchiudiamo in un mondo ristretto pieno di complessi e sensi di colpa, dal quale è difficile uscire.
Romano Battaglia, Silenzio, 2005

Io credo che il senso di colpa dia più sapore al peccato. 
Mario Benedetti, Grazie per il fuoco, 1965

Le mogli dei politici fanno tutte beneficenza. Per forza! Hanno il senso di colpa per quello che rubano i mariti.
Roberto Benigni [4]

La cosa spaventosa nei sentimenti di colpa: che neanche essi sono giusti.
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

Sembra che alcuni possano amare soltanto con un forte senso di colpa. La loro passione si accende per ciò di cui si vergognano; diventa per loro un rifugio, come per i credenti il loro Dio, dopo avere peccato. Il loro amore non è altro che il loro continuo purificarsi, ma in essi tutto rifugge da uno stato duraturo di purezza.
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

Ogni notizia di una vita ben orchestrata, regolata, registrata ti riempie di un senso di colpa, e hai l'impressione di avere sciupato tutta la tua vita a guardare l'orologio.
Elias Canetti, La rapidità dello spirito, 1994

Per quanto concerne l'amore e la sessualità, i sensi di colpa possono accompagnarci anche per tutta la vita, e ciò accade perché i rimproveri e i divieti verso la nostra sessualità nascente ci sono stati impartiti durante i periodi più delicati dell'esistenza; e non è facile cancellarli, perché sono entrati a far parte di noi, della nostra intelaiatura psichica.
Aldo Carotenuto, Il gioco delle passioni, 2002

Vivere perseguitati dal senso di colpa è una delle situazioni più difficili in cui ci si possa trovare invischiati, un'esperienza che, a prescindere da come andrà a finire, ci precipiterà comunque in un caos disastroso.
Aldo Carotenuto, Il gioco delle passioni, 2002

Il senso di colpa è come una puttana. Va con tutti e non ti fa godere.
Jonathan Carroll, Tu e un quarto, 1995

Il senso di colpa è un malessere tremendo, che fa percepire il peccato di non avere fatto ciò che si sarebbe dovuto fare
Paolo Crepet, Perché siamo infelici, 2010

Nella vita, le due emozioni più futili sono il senso di colpa per ciò che è accaduto, e l'inquietudine per ciò che potrebbe accadere. Eccoli qui, i grandi sprechi! Inquietudine e Colpa − Colpa e Inquietudine.
Wayne Dyer, Le vostre zone erronee, 1976 [3]

Colpa e inquietudine sono forse le forme più comuni di angoscia, nella nostra cultura. Quando sei preso da senso di colpa, metti a fuoco un evento passato, ti senti abbattuto o irritato per qualcosa che hai detto o fatto e, assorbito dallo stato d'animo suscitato da quel tuo comportamento, vai consumando il presente. Quando sei preoccupato e inquieto, passi il tuo tempo, che è prezioso, a lasciarti ossessionare da un evento futuro. Che tu guardi indietro o avanti, il risultato è il medesimo: butti via il presente.
Wayne Dyer, Le vostre zone erronee, 1976

Il senso di colpa è la più inutile di tutte le "zone" comportamentali. Di tutti gli sprechi di energia emozionale, è di gran lunga il maggiore. Perché? Ma perché, per definizione, ti senti paralizzato nel presente per una cosa che ha già avuto luogo: ciò che è stato, è stato, e nessun senso di colpa può
mutarlo.
Wayne Dyer, Le vostre zone erronee, 1976 [3]

Fintanto che rimani attaccato al potenziale tornaconto di assolverti col tuo senso di colpa, resti incatenato a quella macina da mulino che non trita nulla se non infelicità.
Wayne Dyer, ibidem

Imparare dai propri errori è un aspetto salutare e necessario della crescita. Il senso di colpa è invece
malsano perché inutilmente consumiamo energia nel presente a sentirci offesi, irritati, depressi per una cosa già successa. Malsano e, oltretutto, futile: non c'è senso di colpa che possa "disfare" il fatto.
Wayne Dyer, Le vostre zone erronee, 1976 [3]

Immobilizzarti sul passato col senso di colpa è più facile che imboccare nel presente la via rischiosa della crescita.
Wayne Dyer, ibidem

Al pari di tanti altri comportamenti autodistruttivi, il senso di colpa è, in termini assai semplici, un sistema per evitare di correggerti. Di ciò che sei o non sei adesso sarebbe pertanto responsabile ciò che eri o non eri in passato. Spostando indietro nel tempo la responsabilità, non solo ti risparmi la fatica di cambiare, ma eviti altresì tutti i rischi che presenta un cambiamento.
Wayne Dyer, Le vostre zone erronee, 1976 [3]

Il senso di colpa può essere un mezzo per recuperare la sicurezza e la protezione di cui si godeva nell'infanzia, allorché altri decidevano per te e si prendevano cura di te. Anziché prenderti in pugno nel presente, ti affidi a valori altrui che appartengono al passato. E, ancora una volta, il vantaggio consiste nel sottrarti al dovere di rispondere di te stesso.
Wayne Dyer, Le vostre zone erronee, 1976

Il senso di colpa è un utile sistema per trasferire da te stesso ad altri la responsabilità del tuo comportamento. È facile per te infuriarti per la manipolazione che subisci, e situare la radice del tuo senso di colpa fuori di te, in quei dannatissimi "altri" che sono tanto potenti da saperti costringere a provare di tutto, compreso il senso di colpa.
Wayne Dyer, Le vostre zone erronee, 1976 [3]

È necessario imparare ad assumerci la responsabilità delle circostanze della nostra vita, senza il sovraccarico del complesso di colpa. Le circostanze che si sono verificate non dipendono da un qualche debito del nostro karma o da una qualche necessita di punirci. Dipendono tutte (compresa la salute) solo da noi.
Wayne Dyer, Il potere dell'intenzione, 2004

Il senso di colpa legato all'inganno può variare d'intensità. Può essere lievissimo o così forte da far fallire l'inganno, producendo indizi che mettono in sospetto la vittima o che lasciano addirittura trapelare la verità. Nei casi estremi, diventa un'esperienza tormentosa, che mina i più fondamentali sentimenti di autostima: il bisogno di sollievo da un senso di colpa così intenso può indurre alla confessione, malgrado la prospettiva di essere punito per i misfatti rivelati. Anzi, la punizione può esser precisamente quello che ci vuole per placare il proprio tormento.
Paul Ekman, I volti della menzogna, 1985 [2]

La vergogna è affine al senso di colpa, ma c'è una differenza cruciale. Per sentirsi in colpa non c'è bisogno di avere un pubblico, non importa che qualcun altro sia al corrente, perché il colpevole è il giudice di se stesso. Non così per la vergogna: l'umiliazione in questo caso richiede la disapprovazione o lo scherno degli altri.
Paul Ekman, I volti della menzogna, 1985

La distinzione fra vergogna e senso di colpa è molto importante, in quanto queste due emozioni possono produrre due impulsi contraddittori: il desiderio di calmare il senso di colpa può indurre alla confessione, il desiderio di evitare la vergogna può impedirla.
Paul Ekman, I volti della menzogna, 1985 [2]

Chiesa (cattolica). Non sarà mai ringraziata abbastanza, perché ci ha dato il più delizioso di tutti i sensi: il senso di colpa. È arcinoto che non c'è nulla che ecciti quanto il proibito.
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

L’analisi delle azioni ossessive ci ha già reso possibile una sorta di comprensione delle loro cause e della concatenazione di motivi che le determinano. Si può dire che colui che soffre di coazioni e proibizioni si comporta come se soggiacesse a una coscienza di colpa di cui tuttavia non sa nulla, a una coscienza di colpa, dunque, che dobbiamo definire inconscia, nonostante l’apparente contraddizione di termini. Essa ha la sua fonte in determinati processi psichici remoti, ma viene costantemente rianimata nella tentazione rinnovantesi a ogni occasione attuale, e d’altra parte fa sorgere una angoscia d’attesa sempre in agguato, un’attesa di sciagura, connessa, mediante l’idea di punizione, alla percezione interiore della tentazione.
Sigmund Freud, Azioni ossessive e pratiche religiose, 1907

Alla coscienza di colpa del nevrotico ossessivo corrisponde la confessione, da parte dei fedeli, di saper d’essere nel fondo del loro cuore malvagi peccatori.
Sigmund Freud, Azioni ossessive e pratiche religiose, 1907

Il senso di colpa conseguente alla continua tentazione, l’angoscia d’attesa come paura della punizione divina, ci sono noti nel campo religioso ben prima che in quello della nevrosi.
Sigmund Freud, Azioni ossessive e pratiche religiose, 1907

Nel senso di colpa qualcosa è ignoto e inconscio, e precisamente la motivazione della riprovazione. Il carattere angoscioso del senso di colpa corrisponde a questo elemento ignoto.
Sigmund Freud, Totem e tabù, 1913

Alla base del senso di colpa dei nevrotici ci sono soltanto realtà psichiche, non realtà di fatto.
ibidem

Anche se l'uomo ha rimosso nell'inconscio i suoi impulsi malvagi e vorrebbe dirsi che non è responsabile di essi, qualcosa lo costringe ad avvertire questa responsabilità come un senso di colpa il cui motivo gli è sconosciuto.
Sigmund Freud, Introduzione alla psicoanalisi, 1915/32

So magnificamente oziare senza annoiarmi: l'ideale dei saggi; e tuttavia al fondo giace un senso di mancanza, di colpa. Se non ci fosse questo, sarebbero momenti paradisiaci.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

Il senso di colpa non va mai a spasso da solo: si fa accompagnare dai suoi amici, il dubbio e l'insicurezza. 
Meredith Grey (Ellen Pompeo), in Grey's Anatomy, 2005/13

Cibo, amore, carriera e madri: le quattro principali fonti di sensi di colpa.
[Food, love, career and mothers, the four major guilt groups.].
Cathy Guisewite (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La nostra propensione ai sensi di colpa è tale che troviamo sempre il modo di accusare noi stessi.
[The human capacity for guilt is such that people can always find ways to blame themselves].
Stephen Hawking e Leonard Mlodinow, Il grande disegno, 2010

Le donne sono le peggiori nemiche di sé stesse. E i sensi di colpa sono il principale strumento della tortura che si autoinfliggono.
Erica Jong, Paura di volare, 1973

Nessuna quantità di sensi di colpa può cambiare il passato, e nessuna quantità di preoccupazioni può cambiare il futuro.
Umar ibn al-Khattab, VII se. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il senso di colpa è rabbia rivolta verso noi stessi − per ciò che abbiamo fatto o non fatto.
[Guilt is anger directed at ourselves − at what we did or did not do].
Peter McWilliams, Life 101, 1990

Il senso di colpa, è come un sacco pieno di mattoni. Non devi fare altro che scaricarlo.
John Milton (Al Pacino), in L'avvocato del diavolo, 1997

Avvertire un senso di colpa per il mancato manifestarsi dei sentimenti che si dovrebbero provare in presenza di determinati eventi.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Certo: il senso di colpa è dietro l'angolo, ma a quanto risulta nessuno è mai finito al pronto soccorso per un "senso di colpa acuto" [...].
Raffaele Morelli, Come essere single e felici, 2003

Liberarsi dai sensi di colpa innescati sistematicamente da un genitore è una grande prova, che, non superata da piccoli, ci rovinerà la vita da grandi.
Raffaele Morelli, Cosa dire o non dire ai nostri figli, 2003

Bisogna imparare a dire di no, a diventare più egoisti, senza sensi di colpa.
Raffaele Morelli, Dimagrire senza dieta, 2011

Il senso di colpa è un fenomeno assurdo: non sono mai i colpevoli a soffrirne. Spesso sono le vittime a farsene carico, solo perché occorre che qualcuno se ne faccia carico. 
Amélie Nothomb, Intervista a Il Segnalibro, 2004 

Liberatosi dalla vergogna e dal senso di colpa, l'uomo divenne finalmente quel miserabile che aveva
sempre creduto di essere.
Mauro Parrini, A mani alzate, 2009

È strano il modo in cui una persona che voglia colpevolizzarti possa cominciare a farti credere al tuo senso di colpa, anche quando sai che sei innocente.
S. J. Parris (pseudonimo di Stephanie Merritt), Heresy, 2010

Il nevrotico è intrappolato dal senso di colpa: deve continuamente mediare tra istinto e morale. È, anzi, il senso di colpa sproporzionato rispetto agli eventi con cui egli deve fare i conti, a portare alla nevrosi. E cioè alle ambivalenze, alle inibizioni, ai sabotaggi sessuali che rendono il nevrotico un personaggio complicato.
Willy Pasini, Volersi bene, volersi male, 1993

Le inibizioni e debilitazioni sessuali, che costituiscono le più importanti basi dell'esistenza della famiglia autoritaria e che sono le basi essenziali della formazione della struttura del piccolo borghese, vengono ottenute con l'aiuto della paura religiosa, che in questo modo si riempie di senso di colpa sessuale, ancorandosi emotivamente in profondità.
Wilhelm Reich, Psicologia di massa del fascismo, 1933

Il senso di colpa sessuale spezza il naturale decorso orgastico della fusione sessuale e crea ingorghi sessuali che si sfogano in diversi modi. Compaiono ora le nevrosi, le aberrazioni sessuali e la sessualità dissociata come fenomeni sociali permanenti .
Wilhelm Reich, Psicologia di massa del fascismo, 1933

Si ha spesso l'impressione che l'affermazione della libertà personale e sociale sia accompagnata da paura e da senso di colpa. Come se essere liberi fosse un peccato proibito o almeno una cosa non del tutto corretta.
Wilhelm Reich, Psicologia di massa del fascismo, 1933

Il senso di colpa arriva sempre molto lontano.
Trevor Reznik (Christian Bale), in L'uomo senza sonno, 2004

Spesso l’uomo preferisce essere diretto, comandato, obbligato da un’autorità superiore, perché questo lo solleva dal peso della responsabilità e dall'angoscia dei sensi di colpa, cioè dal dover fare i conti con la propria coscienza.
Vasco Rossi, La versione di Vasco, 2011

– Dio è morto!
– Già, schiacciato da un insostenibile senso di colpa.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Trovare delle giustificazioni, per quanto plausibili, significa cadere, piú o meno consapevolmente, in quella che è la piú grande trappola del compromesso: concedere delle buone scuse per farsi accettare senza suscitare eccessivi sensi di colpa.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Fratelli, non accontentatevi di sensi di colpa qualsiasi, esigete sensi di colpa cattolici, gli unici sensi di colpa di origine controllata!
Mirco Stefanon (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Sarai civilizzato il giorno in cui potrai trascorrere un lungo periodo a non fare nulla, a non imparare nulla e a non migliorare nulla senza provare il minimo senso di colpa.
Nassim Nicholas Taleb, Il cigno nero, 2007

Quel che mi è sempre piaciuto del buddhismo è la sua tolleranza, l'assenza del peccato, la mancanza di quel peso sordo che noi occidentali, invece, ci portiamo sempre dietro e che in fondo è la colla della nostra civiltà: il senso di colpa. 
Tiziano Terzani, Un indovino mi disse, 1995

Non c'è problema tanto tremendo da non poterci aggiungere un po' di senso di colpa e farlo diventare ancora peggiore!
Bill Watterson, Calvin and Hobbes, 1985/95

Il senso di colpa si combatte solo con la pratica della virtù.
Simone Weil, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Forse è il senso di colpa che mi fa chiamare amore il sesso.
Jeanette Winterson, Scritto sul corpo, 1992

La pigrizia non esiste, caso mai esistono i sensi di colpa.
Anonimo

Le donne sono le peggiori nemiche di sé stesse. E i sensi di colpa
sono il principale strumento della tortura che si autoinfliggono. (Erica Jong)
2. Sentirsi in Colpa
© Aforismario

− Il mio rabbino diceva che siamo sempre in colpa agli occhi di Dio.
− Perché, tu credi in Dio?
− No, però mi ci sento in colpa.
Woody Allen e Mia Farrow, in Broadway Danny Rose, 1984

Non sentirti in colpa per quello che hai pensato di tua moglie; lei ha pensato molto peggio di te.
Arthur Bloch, Regola di Rostand, La legge di Murphy sull'Amore, 1993

Mia moglie sarebbe capace di uccidermi, riuscendo a farmi sentire in colpa.
Diego Cugia, L'incosciente, 2000

Sentirsi in colpa non significa soltanto crucciarsi per il passato; significa anche essere immobilizzati nel presente.
Wayne Dyer, Le vostre zone erronee, 1976

L'incapacità assoluta di provare vergogna o sentirsi in colpa per i propri misfatti è considerato segno caratteristico dello psicopatico, se si estende a quasi tutti gli aspetti della vita.
Paul Ekman, I volti della menzogna, 1985

Smettila di sentirti in colpa! Sentirsi in colpa è come vivere all'inferno. Non sentirti colpevole, e avrai la freschezza delle gocce di rugiada al primo sole del mattino, avrai la bellezza dei petali del fiore di loto nel lago, avrai lo splendore delle stelle nella notte. Quando il senso di colpa svanisce, avrai una vita completamente diversa, radiosa e colma di luce. I piedi inizieranno a danzare e il cuore canterà mille canzoni.
Osho, Discorsi, 1953/90

La principale e la più grave punizione per chi ha commesso una colpa sta nel sentirsi colpevole.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Note
  1. Vittorino Andreoli, Le nostre paure © Rizzoli, 2010
  2. Paul Ekman, I volti della menzogna © Giunti, 1989
  3. Wayne Dyer, Le vostre zone erronee © Rizzoli, 1980
  4. Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995
  5. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Colpa - Coscienza morale

Nessun commento: