2016-05-13

Ubriachezza e Ubriachi - Frasi, battute e proverbi

Raccolta di frasi, aforismi e battute divertenti sull'ubriachezza e sugli ubriachi. L'ubriachezza (detta a volte anche "sbornia" o "ebrezza" o, in termini tecnici, "etilismo acuto") è la condizione temporanea di alterazione psicofisica dovuta all'abuso di bevande alcoliche. Quando si beve un po' più del solito, ma senza arrivare a ubriacarsi, si dice di essere un po' "brilli". Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa dedicate al bere e all'alcolismo.
A volte un uomo assennato è costretto a ubriacarsi
per potersi intrattenere con gli stupidi. (Ernest Hemingway)
1. Ubriachezza
© Aforismario

L'effetto dell'ubriachezza è di abolire gli scrupoli del sentimento.
Alain, Le avventure del cuore, 1945

Per non essere gli straziati martiri del Tempo, ubriacatevi, ubriacatevi senza posa! Di vino, di poesia o di virtù: come vi pare.
[Pour n'être pas les esclaves martyrisés du Temps, enivrez-vous; enivrez-vous sans cesse! De vin, de poésie ou de vertu, à votre guise.].
Charles Baudelaire, Lo spleen di Parigi, 1855/64 (postumo 1869)

Bacco. Divinità di comodo, inventata dagli antichi come scusa per ubriacarsi.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Eppure mi piacerebbe, prima di morire, bere una sera quel tanto in più che occorre per parlare da brillo.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

In effetti, mi basta un solo bicchierino per ubriacarmi. Il problema è che non mi ricordo se è il trentesimo o il quarantesimo.
George Burns [1]

L'uomo, giacché è ragionevole, si deve ubriacare: il meglio della vita è l'ebbrezza.
George Gordon Byron, Don Giovanni, 1819/24 (incompiuto)

Tutti gli abbandoni nella braccia di una donna che nascevano dalla stanchezza sono scomparsi. Per abbandonarsi bisogna ubriacarsi.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

L'ubriachezza è una vera sepoltura dello spirito dell'uomo, e del suo discernimento.
Geoffrey Chaucer, I racconti di Canterbury, 1386/1400 (postumo e incompiuto 1478)

Il vino ha fatto più della teologia per avvicinare gli uomini a Dio. Da molto tempo gli ubriachi tristi -
ma ve ne sono altri? -hanno surclassato gli eremiti.
Emil Cioran, Lacrime e santi, 1937/86

Non punire i servi sotto l’effetto del vino: altrimenti, sembrerai comportarti in modo sconveniente a causa dell’ubriachezza.
Cleobulo, Frammenti, VI sec. a.e.c.

Ho visto un ragazzo con la testa rapata che somigliava a un naziskin uscire da una discoteca, ubriaco, alle quattro di mattina. L’ho visto salire su una macchina, sgommare e schiantarsi a 180 all'ora contro un albero. E ho pianto... Ho pianto perché era un albero bellissimo. Un tiglio.
Gino e Michele [1]

A volte un uomo assennato è costretto a ubriacarsi per potersi intrattenere con gli stupidi.
[An intelligent man is sometimes forced to be drunk to spend time with his fools].
Ernest Hemingway, Per chi suona la campana, 1940

L'ubbriachezza è madre dell'allegrezza.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Ubriacarsi è perdersi dentro una folla che non esiste.
Marco Oliverio (Aforismi inediti su Aforismario)

L'ubriachezza è un suicidio temporaneo; la felicità che arreca è puramente negativa, una sosta momentanea dell'infelicità.
Bertrand Russell, La conquista della felicità, 1930

Gli uomini bevono per dimenticare. Se nelle loro vite non vi fossero spettri, l'ubriachezza non sarebbe per loro più piacevole della sobrietà.
Bertrand Russell, La conquista della felicità, 1930

L'ubriachezza non origina i vizi, ma li mette in luce: è allora che l'uomo libidinoso non aspetta nemmeno di entrare in camera da letto, ma soddisfa subito le sue voglie; che l'impudico rivela apertamente i suoi istinti morbosi; che l'insolente non tiene più a freno la lingua e le mani. Cresce la superbia dell'arrogante, la crudeltà del violento, la malevolenza dell'invidioso; ogni vizio viene fuori ingigantito.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

L'ubriachezza non è altro che una pazzia volontaria.
ibidem

Sono troppo impaziente per amare il vino: se devo ubriacarmi non voglio metterci tutta la sera.
Max Skinner (Russell Crowe), in Ridley Scott, Un'ottima annata, 2006

Una taverna è un posto dove la pazzia viene venduta a bottiglie.
Jonathan Swift (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

C’è gente che tiene il vino benissimo: non si ubriaca nemmeno se l’imbottigli.
Beppe Viola [1]

Il male non esiste; esiste Dio, che qualche volta si ubriaca.
Tom Waits (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Per non essere gli straziati martiri del Tempo, ubriacatevi, ubriacatevi senza posa!
Di vino, di poesia o di virtù: come vi pare. (Charles Baudelaire)
2. Ubriachi
© Aforismario

Se vuoi sapere dov'è Dio, chiedilo a un ubriaco.
Charles Bukowski, Taccuino di un vecchio sporcaccione, 1969

Non riesco a capire perché mai coloro i quali affermano che l'“erba” è causa di delitti non sono conseguenti e non chiedono che anche l'alcool sia dichiarato illegale. Ogni giorno delitti vengono commessi da ubriachi che non li commetterebbero se non si trovassero in stato di ubriachezza.
William Burroughs, La scimmia sulla schiena, 1953

Si riesce a fingere bene di essere ubriachi soltanto se si è bevuto molto vino.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Il vanitoso è un ubriacone a secco.
Malcolm de Chazal, Senso plastico, 1948

Ero così ubriaco che l’altra notte sono caduto dal letto e ho mancato il pavimento.
Harry Crane [1]

Mia madre era sempre così ubriaca che quando ci siamo decisi di farle fare un controllo medico hanno trovato il 2% di sangue nel suo alcol!
Robert De Niro [1]

Quando vedete un uomo ubriaco, dovreste dire in cuor vostro: «Forse cercava di fuggire da qualcosa di ancor più orrendo».
Kahlil Gibran, Sabbia e spuma, 1926

Ogni ubriacone è la temperanza stessa, quando beve acqua.
Christian Friedrich Hebbel, Diario, 1835/63

Non c'è niente di più schifoso di un ubriacone. Il ladro quando non ruba è come gli altri uomini. Il brigante non esercita il brigantaggio a casa sua. L'assassino quando è in casa sua può lavarsi le mani. Ma l'ubriaco puzza e vomita nel proprio letto e l'alcol gli distrugge gli organi.
Ernest Hemingway, Per chi suona la campana, 1940

Bere è niente. Essere ubriaco è importante.
ibidem

Un uomo che si rende ridicolo quando è ubriaco non possiede l'arte dell'ubriacarsi.
Samuel Johnson, in James Boswell, Vita di Samuel Johnson, 1791 (postumo)

Io torno a casa leggermente alticcio mentre tu non hai bevuto e sei un po’ stanca, quindi io ti sembro ubriaco... E va bene…lo sono. Tu non ci sei abituata e io sento la tua disapprovazione, la sento! Ma se tu vuoi rimanere alzata e preferisci aspettarmi non c’è nessuna legge che ti proibisca di
bere mentre mi aspetti, dico bene? È così forse, ci sarà un po’ d’allegria in questa casa. Ho ragione?
Jack Lemmon, in Blake Edwards, I giorni del vino e delle rose, 1962

Il mio medico dice che se continuo a bere così non arriverò alla vecchiaia. Ma io al mio caro dottore non credo. Perché ogni notte vedo più vecchi ubriaconi che vecchi dottori.
Joe E. Lewis [1]

L’eccesso nel bere è ancora più colpevole che l’abuso del mangiare, e l’uomo ubriaco fa orrore a tutti; egli, perdendo la coscienza, rinuncia alla sacra fiaccola della ragione, e cessa di esser uomo.
Paolo Mantegazza, Il bene e il male, 1861

È sempre difficile discorrere con un ubriaco; inutile negarlo, chi non ha bevuto si trova in uno stato d'inferiorità.
William Somerset Maugham, Il filo del rasoio, 1944

È meglio dormire con un cannibale sobrio che con un cristiano ubriaco.
Herman Melville, Moby Dick, 1851

Non sono un’ubriacona: posso smettere quando voglio. Solo che non voglio, specialmente quando sono giù.
Marilyn Monroe, in Billy Wilder, A qualcuno piace caldo, 1959

Quello che sta nel cuore del sobrio è sulla lingua dell'ubriaco.
Plutarco, I-II sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ciò che rende gli uomini socievoli è la loro stessa incapacità a sopportare la solitudine, e con questa sé stessi. Il vuoto e il fastidio interiori rappresentano la molla che li spinge tanto verso la compagnia, quanto verso i viaggi e i paesi lontani. Al loro spirito manca la forza propulsiva per conquistare un movimento autonomo: essi cercano quindi un potenziamento attraverso il vino, e molti diventano per questa via degli ubriaconi.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Come le malattie croniche rendono i pazienti brontoloni e intrattabili e provocano la loro rabbia alla minima contrarietà, così uno stato ininterrotto di ebbrezza imbestialisce gli animi. Infatti, poiché gli ubriaconi sono spesso fuori di sé, la condizione di follia perdura e i vizi acquisiti sotto l’azione del vino conservano il loro vigore anche senza vino.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Ingiuria un assente chi litiga con un ubriaco.
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

Un ubriaco è molto più felice d'un astemio, ed è per questo che molti infelici si danno al bere.
George Bernard Shaw, Guida della donna intelligente, 1928

Non è vero che un uomo cambia quando è ubriaco. È da sobrio che è diverso.
Anonimo

Non sono un alcolista. Gli alcolisti vanno agli incontri di gruppo. Sono un ubriaco. Gli ubriachi vanno alle feste.
Anonimo

Proverbi sull'Ubriachezza
  • A trincare senza misura, molto tempo non si dura.
  • Addio, intelletto, chi sa quando ci rivedremo! disse il beone entrando all'osteria.
  • Bocca ubriaca scopre il fondo del cuore.
  • Chi pecca ubriaco, fa penitenza digiuno.
  • Chi va a letto ubriaco, si alza invecchiato.
  • Ci sono più vecchi ubriaconi che vecchi medici.
  • Di quel che fai ubriaco, te ne pentirai sobrio.
  • Di sbornia si patisce un giorno, di scarpe strette un anno, di moglie tutta la vita.
  • Dove entra il bere, se ne esce il sapere.
  • Finalmente ho trovato il mio letto, disse l'ubriaco, e si coricò nel truogolo del porco.
  • Gente ubriaca, vede doppio.
  • Il sobrio tace e l’ubriaco parla.
  • La sera beoni, al mattino babbioni.
  • La vista di un ubriaco è la miglior lezione di sobrietà.
  • L'eccesso della gioia divien tristezza, e l'eccesso del vino ubriachezza.
  • L'ubriacatura rivela ciò che è nascosto.
  • L'ubriachezza non è colpa del vino, ma di chi lo beve.
  • L'uomo ubriaco dice al vino: io ti perdono il male che mi fai per il bene che mi dai.
  • Male è quando il vino diventa padrone dell'uomo.
  • Non lottare con gli ubriachi.
  • Prodigo e bevitor di vino, non fa né forno né mulino.
  • Quando Bacco ti piglia la testa, anche i piedi non sono più tuoi.
  • Quando Bacco trionfa, il pensiero fugge.
  • Quando l'ubriacatura è passata, sopraggiunge il pentimento.
  • Quando l'ubriaco dorme, non bisogna svegliarlo.
  • Quello che il sobrio tiene nel cuore l’ubriaco ce l’ha sulla lingua.
  • Un pastore ubriaco fa il gregge sbandato.
  • Una buona ubriacatura, nove giorni dura.
  • Una notte ubriaca fa un mattino nuvoloso.
Proverbi cinesi
  • La colpa dell'ubriachezza non sta nel vino, ma in chi lo beve.
  • Le parole degli ubriachi si perdono nel vento.
  • Per chi è assetato, una sola goccia d'acqua è rinfrescante come la rugiada del mattino, ma per chi è già ubriaco un'intera bottiglia di vino è meno di niente.
  • Se vuoi smettere di bere osserva attentamente, da sobrio, il comportamento di un ubriaco.
Note
  1. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Bere - Alcol e Alcolismo

Nessun commento: