2016-06-05

Collera - Frasi e citazioni colleriche

Raccolta di aforismi, frasi e proverbi sulla collera, cioè l'improvviso sentimento d'ira che insorge per reazione a un torto subìto o a una grave mancanza altrui. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla rabbia e sull'ira.
Non con la collera, col riso si uccide. (Friedrich Nietzsche)
Foto: Jack Nicholson, Shining © Stanley Kubrick, 1980
Collera
© Aforismario

La collera talvolta è un pungolo proficuo.
Henri-Frédéric Amiel, Diario intimo, 1839/81 (postumo, 1976/94)

Se ti afferra la collera pensa che non è questa a far di te un uomo, che la dolcezza e la tolleranza sono doti molto più umane e più virili, e chi le pratica mostra di possedere la vera forza, nervi saldi e carattere fermo e deciso
Marco Aurelio, Pensieri, 166/79

Le conseguenze della collera sono molto più gravi delle sue cause.
ibidem

Porta a termine il tuo proposito, ma senza agitarti e senza rispondere alla collera con la collera.
Marco Aurelio, Pensieri, 166/79

La mia collera è l'effervescenza della mia pietà.
Léon Bloy, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Con la mancanza di collera si vinca la collera; con la bontà si vinca la cattiveria. Con la generosità si vinca l'avarizia, con la verità si vinca il menzognero.
Siddhārtha Gautama Buddha, Dhammapada (Versi della Legge), V sec. a.e.c.

Nessuno comprende il lavorio sotterraneo che prepara la collera.
Elias Canetti, Il cuore segreto dell'orologio, 1987

Dal falso usciamo solo attraverso la collera, ma appena torniamo in noi, rientriamo nel falso e, non potendo accostarci al vero senza piombare nella disperazione e nella furia, parliamo di autenticità, per non dover ammettere che stiamo mentendo ancora.
Albert Caraco, Breviario del Caos, 1982 (postumo)

La collera, nel civilizzato, rientra quasi sempre. Non viene espulsa, lo attossica (anche nella saliva, secondo Bichat). Siamo tutti botteghe chiuse di collere rientrate (rientrate, non dominate realmente ringoiate sprecando tanta preziosa energia nervosa per soffocarle); le botteghe chiuse sono uno spettacolo triste.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

Il dominio di sé in presenza degli esseri viventi è tra le cerimonie dette molto buone e utili nel nono Editto sulla roccia di Asoka. Ma le nostre città piene di folle enormi, le nostre case sfigurate dalla densità umana conoscono di rado, mai forse, questa cerimonia così utile e buona: sono il luogo della Collera Rientrata, una specie di rifiuto psichico che non viene evacuato, che per molti non può, non potrà mai essere evacuato. Spingono, si fanno rossi e tesi, gemono: la collera s'indurisce, non esce. Gli altri esseri viventi non hanno più il piacere di vedere un uomo veramente disteso.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

Non c'è libro edificante, e neppure cinico, in cui non si insista sui misfatti della collera: questo cimento, questa gloria della rabbia.
Emil Cioran, La caduta nel tempo, 1964

Quando il sangue affluisce al cervello e cominciamo a tremare, in un attimo si annulla l'effetto di giorni e giorni di meditazioni.
Emil Cioran, La caduta nel tempo, 1964

Penosa quanto necessaria, la collera ci impedisce di cadere in preda a ossessioni e ci risparmia il rischio di complicazioni serie: proprio una crisi di demenza ci preserva dalla demenza.
Emil Cioran, La caduta nel tempo, 1964

Nella collera, ci si sente vivere; siccome purtroppo non dura a lungo, bisogna rassegnarsi ai suoi sottoprodotti, che vanno dalla maldicenza alla calunnia
ibidem

Finché possiamo contare sulla collera, sulla sua comparsa regolare, il nostro equilibrio è assicurato, così come la nostra vergogna.
Emil Cioran, La caduta nel tempo, 1964

Quelle collere che vi strappano la pelle, le carni, e vi riducono come uno scheletro che trema!
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Il buddhismo definisce la collera "lerciume dello spirito"; il manicheismo "radice dell'albero della morte". Lo so. Ma a che mi serve saperlo?
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Nell'antica Cina le donne, quando erano in preda alla collera o all'afflizione, montavano su una panchetta predisposta per loro in strada, e lì davano libero sfogo al loro furore o ai loro lamenti. Questo genere di confessionale dovrebbe essere ripristinato e adottato un po' ovunque, non foss'altro per rimpiazzare quello, desueto, della Chiesa, o quello, inefficace, di tale o talaltra terapia.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Il cielo non ha collere paragonabili all'amore trasformato in odio, né l'inferno ha furie paragonabili a una donna disprezzata.
William Congreve, La sposa in lutto, 1697

La collera è uno tra i principali ostacoli alla tranquillità dell'animo e alla salute del corpo.
Denis Diderot, XVIII sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'odio è cieco, la collera sorda, e colui che vi mesce la vendetta, corre pericolo di bere una bevanda amara.
Alexandre Dumas (padre), Il conte di Montecristo, 1844/46

Tre cose non si conoscono se non in certi momenti: l'eroe nella guerra, il saggio nella collera, l'amico nel bisogno.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Il male è che meno di tutti si sa frenare chi più avrebbe convenienza di farlo. Il saggio si risparmia travagli e collere, e mostra fino a che punto sia padrone di sé.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Se è possibile, la prudente riflessione prevenga gli impeti volgari; non sarà cosa difficile per chi è saggio. Il primo passo della passione, è accorgersi di essa: bisogna affrontare con padronanza di sé ogni impeto dell'animo, cedendo alla collera fino a un certo punto, e non oltre.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Ricordati che la peggior nemica, e la più dannosa, che tu possa avere, è la collera.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Sai tu perché suol essere terribile la collera dei pacifici? Perché subitanea esplosione di molte collere represse. 
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Cedendo alla collera non facciamo necessariamente un torto al nostro nemico, ma in compenso danneggiamo senz'altro noi stessi.
Tenzin Gyatso (Dalai Lama), I consigli del cuore, 2001

Non si fa alcuna distinzione tra le forme di collera, sebbene ve ne sia una lieve e quasi innocente, che deriva dall'ardore dell'indole, e un'altra delittuosa, che invero è il furore dell'orgoglio.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

La collera è un odio di pochi momenti, e l'odio è sempre una colpa.
Paolo Mantegazza, Il bene e il male, 1861

La collera è sempre una colpa, è sempre un odio passeggero, anche quando è ispirata da nobili sentimenti
Paolo Mantegazza, Il bene e il male, 1861

La collera aspira a punire: e, come osservò acutamente, a questo stesso proposito, un uomo d'ingegno, le piace più d'attribuire i mali a una perversità umana, contro cui possa far le sue vendette, che di riconoscerli da una causa, con la quale non ci sia altro da fare che rassegnarsi. 
Alessandro Manzoni, I promessi sposi, 1840/42

«Dammi un consiglio», chiese qualcuno e Muhammad disse: «Non andare in collera».
Maometto, in Abdullah Al-Mamun Suhrawardy, I detti del Profeta, 1905

Mentre la collera è in sé stessa un'emozione sana, che scompare dopo la sua espressione, il risentimento e l'ostilità si insediano in pianta stabile come atteggiamento di difesa.
Jean Monbourquette, L'arte di perdonare, 1994

La collera e l’odio sono al di là del dovere della giustizia, e sono passioni che servono soltanto a coloro che non si attengono abbastanza al loro dovere in virtù della semplice ragione.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/88

Non c’è passione che sconvolga tanto l’equità dei giudizi quanto la collera.
ibidem

Nessuno esiterebbe a punire con la morte il giudice che, per la collera, avesse condannato il criminale: perché allora è permesso ai padri e ai precettori di fustigare i ragazzi e punirli essendo in collera? Questa non è più correzione, è vendetta.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/88

Ci sono uomini i quali, quando vanno in collera e offendono gli altri, pretendono per di più, innanzitutto, che uno non si abbia a male di niente, e secondariamente, che si abbia compassione di loro, perché sono soggetti a così violenti parossismi. A tal punto giunge l’arroganza dell’uomo.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

La collera svuota l’anima, portandone alla luce ogni sedimento. Perciò, quando non ci si sa procurare chiarezza in altro modo, bisogna saper fare andare in collera quelli che ci attorniano, i nostri sostenitori e avversari, per venire a sapere tutto ciò che nel loro fondo accade e viene pensato contro di noi.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

Non con la collera, col riso si uccide.
[Nicht durch Zorn, sondern durch Lachen tötet man].
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1885

Oh, la forza morale della collera del tutto sincera, del tutto disinteressata e giusta!
Patrick O'Brian, Doppia missione, 1995

Non credere a sé stessi nella collera, ha detto un saggio. Ma la collera preesiste nello stato di calma.
Non credere mai a sé stessi.
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1939

Molta gente si innervosisce o si incollerisce per il minimo contrattempo, e a questo modo spreca una quantità d'energia che potrebbe essere usata più utilmente.
Bertrand Russell, La conquista della felicità, 1930

Le tensioni dell'irritabilità, come pure gli affetti impetuosi, gioia, ira e così via, accelerano, insieme alla circolazione del sangue, anche la respirazione; perciò la collera non è affatto dannosa in tutti i casi e anzi, se può opportunamente scaricarsi, ha un effetto benefico su certe nature.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Per apprendere a sopportare gli altri, si eserciti la propria pazienza rispetto a oggetti inanimati, che si oppongono ostinatamente alle nostre azioni per una necessità meccanica, o altrimenti fisica; a questo scopo si offrono quotidianamente delle occasioni. Si impara poi a riferire agli uomini la pazienza in tal modo acquistata, abituandoci a pensare che anch'essi, ogni volta che ci siano di ostacolo, debbono comportarsi a questo modo in virtù di una necessità altrettanto rigida e sorgente dalla loro natura, quanto lo è quella con cui agiscono le cose inanimate; l'indignarsi per le loro azioni è quindi altrettanto stolto quanto lo sarebbe l'andare in collera per una pietra che ci ostacoli il passaggio.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Consilio melius vincas quam iracundia.
[È più facile che tu vinca con la prudenza che non con la collera].
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

Gravissima est probi hominis iracundia.
[La collera più grande è quella di un uomo giusto].
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

In amore semper mendax iracundia est.
[Quando si ama, la collera è sempre deleteria].
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

Legem solet oblivisci iracundia.
[La collera è solita dimenticare la legge].
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

Un Sovrano non può mobilitare un esercito soltanto per uno scatto d’ira, né un generale può combattere soltanto perché mosso dalla collera. Infatti, mentre un uomo in collere può recuperare la
calma, e un uomo risentito può rasserenarsi, uno Strato finito in pezzi non può essere ripristinato, né i morti possono essere restituiti alla vita.
Sun Tzu, L'arte della guerra, ca. V sec. a.e.c.

La calma sconcerta la collera.
Maxence Van der Meersch, Perché non sanno quello che fanno, 1933

Il signore sa farsi rispettarsi senza palesare collera.
Zisi, Il giusto mezzo, V sec. a.e.c. (attribuito)

La collera del giovane è come un fuoco di paglia; ma l'ira del vecchio è come acciaio rovente.
[The young man's wrath is like light Straw on fire; but like red-hot steel is the old man's ire].
Anonimo, antica ballata, cit. in Arthur Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione, 1819

Un soldato che si chiamava Nobushige andò da Hakuin e gli domandò: "C'è davvero un paradiso e un inferno?". "Chi sei?" volle sapere Hakuin. "Sono un samurai" rispose il guerriero. "Tu un soldato!" rispose Hakuin. "Quale governante ti vorrebbe come sua guardia? Hai una faccia da accattone!". Nobushige montò così in collera che fece per sguainare la spada, ma Hakuin continuò: "Sicché hai una spada! Come niente la tua arma è troppo smussata per tagliarmi la testa". Mentre Nobushige sguainava la spada, Hakuin osservò: "Qui si aprono le porte dell'inferno! ". A queste parole il samurai, comprendendo l'insegnamento del maestro, rimise la spada nel fodero e fece un inchino. "Ora si aprono le porte dei paradiso" disse Hakuin.
Koan Zen

Bibbia
Libro dei Proverbi, Antico Testamento, V sec. a.e.c.
  • Una risposta gentile calma la collera, una parola pungente eccita l'ira.
  • L'uomo collerico suscita litigi, il lento all'ira seda le contese.
  • Se ti sei esaltato per stoltezza e se poi hai riflettuto, mettiti una mano sulla bocca, poiché, sbattendo il latte ne esce la panna, premendo il naso ne esce il sangue, spremendo la collera ne esce la lite.
  • Un regalo fatto in segreto calma la collera, un dono di sotto mano placa il furore violento.
  • Lo stolto manifesta subito la sua collera, l'accorto dissimula l'offesa.
Proverbi sulla Collera
  • A uomo in collera, acqua in bocca.
  • Chi è collerico è amoroso.
  • Chi va in collera per poco si pente per molto.
  • Chi va in collera perde la scommessa.
  • Donna in collera, mare in burrasca.
  • Fa che la tua collera tramonti col sole e non sorga con esso.
  • I più grossi temporali si sfogano prima.
  • L’uomo si conosce quando la collera l’assale, quando il danaro gli manca e quando la donna lo tenta.
  • La collera della sera bisogna tenerla in serbo per la mattina.
  • La " " fa l’uomo cieco.
  • La " " non ha ragione.
  • La forza non sta nell'atterrare un nemico, ma nel domare la propria collera.
  • Le collere furiose guastano molte cose.
  • Metti in uno scatolino la collera della sera per il mattino.
  • Non bisogna mai andare a dormire in collera.
Proverbi africani
  • La collera di una madre non dura più di una notte.
  • La collera fa grandi danni
  • Non c'è acqua in grado di spegnere il fuoco della collera.
  • Un uomo intelligente non conserva la collera nel proprio cuore.
La collera dell'uomo eccellente dura un momento, quella del mediocre dura due ore, quella dell'uomo volgare un giorno e una notte, quella del malvagio non cessa mai.
Proverbio singalese

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Rabbia - Ira - Furia

Nessun commento: