2016-06-05

Furia e Furore - Frasi e citazioni furiose

Raccolta di aforismi, frasi e proverbi sulla furia e il furore, sull'essere furiosi o furibondi, cioè il trovarsi in uno stato di grande agitazione e turbamento, provocato da ira o da altra passione violenta. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla rabbia, sulla collera e sull'ira.
Il cielo non conosce ira pari all'amore che si trasforma in odio,
né l'inferno una furia pari a una donna disprezzata. (William Congreve)
1. Furia
© Aforismario

Se l'anima tua è un'onda tempestosa, non disperare che si franga nel buio per sempre. Prima di rotolare agli scogli drizza la cresta possente, e più è furiosa, più è illuminata dai lampi dell'uragano.
Ambrogio Bazzero, Lacrime e sorrisi, 1873

Quelli che cedono alle proprie emozioni o ai propri capricci, quelli che si infuriano dall'alba al tramonto sono al riparo da turbe gravi. (La psicoanalisi gode di considerazione solo presso anglosassoni e scandinavi, i quali hanno la sfortuna di sapersi controllare, mentre desta scarsissima curiosità presso i popoli latini). Per essere normali, per conservarsi in buona salute, non dovremmo prendere a modello il saggio bensì il bambino, rotolarci per terra e piangere tutte le volte che ne abbiamo voglia. Che cos'è più deplorevole del volerlo e non osare farlo?
Emil Cioran, La caduta nel tempo, 1964

Il cielo non conosce ira pari all'amore che si trasforma in odio, né l'inferno una furia pari a una donna disprezzata.
[Heaven has no rage like love to hatred turned, nor hell a fury like a woman scorned].
William Congreve, La sposa in lutto, 1697

Far infuriare l'uomo tipicamente moderno è indizio sicuro di aver visto giusto.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Guardati dalla furia di un uomo paziente.
John Dryden, Absalom and Achitophel, 1681 

Non si può essere sempre scortesi. Talvolta bisogna essere furiosi.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

Da uno che si infuria contro di noi, dobbiamo guardarci come da uno che abbia una volta attentato alla nostra vita : perché, che noi siamo ancora vivi, ciò dipende dall'assenza del potere di uccidere; se bastassero gli sguardi, per noi sarebbe finita già da un pezzo.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Vi sono persone incapaci di sopportare pazientemente persino quei piccoli contrattempi che riempiono, se permettiamo loro di assumere tanta importanza, buona parte della vita. Vanno sulle furie se perdono il treno, se il pranzo non è cucinato bene, se il camino fuma, e giurano vendetta contro tutta l'organizzazione industriale se i loro indumenti non tornano puntualmente dalla lavanderia. L'energia che persone siffatte sprecano per dei contrattempi di minima importanza basterebbe, se fosse saggiamente indirizzata, a fare e disfare degli imperi. L'uomo saggio non fa caso alla polvere che la cameriera non ha tolto dai mobili, alle patate che la cuoca non ha cotto e al sudiciume che la scopa non ha spazzato. Non voglio dire che egli non faccia nulla per rimediare a queste cose, purché ne abbia il tempo; voglio dire soltanto che se ne occupa senza spreco di emotività.
Bertrand Russell, La conquista della felicità, 1930

L'inferno non conosce furia simile a una donna respinta. 
Josef Sommer, in X-Men - Conflitto finale, 2006 

La pazienza, troppo spesso messa alla prova, diventa furore. (Publilio Siro)
Foto: 300 Zack Snyder © Warner Bros 2007
2. Furore
© Aforismario

Nelle crisi di furore è salutare ricorrere al vuoto: al suo contatto i nostri peggiori impulsi si smussano.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Quel furore in piena notte, quel bisogno di un'ultima spiegazione con se stessi, con gli elementi. Il sangue, di colpo, si anima. Si trema, ci si alza, si va fuori, ci si ripete che non c'è più ragione di tergiversare, differire: questa sarà la volta buona. Non appena usciti, un impercettibile acquietamento. Si cammina, pervasi del gelo che si è in procinto di compiere, della missione che ci si è arrogata. Un accenno di esultanza si sostituisce al furore, nel dirci che si è giunti al termine, finalmente, che l'avvenire si riduce a qualche minuto, tutt'al più un'ora, e che si è decretato, per autorità propria, di sospendere l'insieme degli istanti. Viene poi l'impressione rassicurante che l'assenza del prossimo vi ispira. Dormono tutti. Come abbandonare un mondo, dov'è ancora possibili essere soli? E da quella notte, che sarebbe dovuta essere l'ultima, non ci riesce più di separarci, non si concepisce come possa svanire. Si vorrebbe difenderla, contro il giorno che l'insidia e rapidamente la sommerge.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Ogni volta che sono preso da un accesso di furore, al principio me ne affliggo e mi disprezzo, poi mi dico: che fortuna, che cuccagna! Sono ancora in vita, faccio sempre parte di quei fantasmi in carne e ossa…
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Rammentare, nel furore quanto nella desolazione, che la natura, come dice Bossuet, non consentirà a lasciarci a lungo "quel poco di materia che ci presta". Quel "poco di materia" - a forza di pensarci si raggiunge la calma, una calma, è vero, che sarebbe meglio non aver mai conosciuto.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Questi accessi di furore, questo bisogno di esplodere, di spaccare il muso a tutti, di fustigare universi - come vincerli? Ci vorrebbe immediatamente un piccolo giro in un cimitero o, molto meglio, un giro definitivo...
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Il furore è il summum dell'ira, e dee ritenersi la più impetuosa ed eccentrica di tutte le reazioni dell'anima che hanno per oggetto di incalzarci contro il male per respingerlo. La violenza può calcolare il pericolo e la resistenza da superare; il furore, interamente cieco, non sa che precipitarsi sul nemico, qualunque sia la sua superiorità, o ritorcersi contro sé stesso allorché non gli è dato raggiungerlo: la pazzia condusse Aiace al suicidio, il furore lo avea tratto alla pazzia.
Jean Baptiste Félix Descuret, Medicina delle passioni, 1841

Non c'è furore che eguagli quello di un pauroso al potere.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

La maggior parte degli uomini sono in preda al torpore mentre si riposano, al furore mentre agiscono.
Epicuro, Sentenze vaticane, IV-III sec. a.e.c.

Gl'impeti delle passioni son quelli che più facilmente fanno scivolare il saggio; e lì si corre il rischio di perdersi. In un solo istante di furore o di gioia ci si lascia andare assai più che in molte ore di indifferenza; a volte in un breve volger di tempo si corre tanto da doversene poi vergognare per tutta la vita.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Sono il furore di Dio, la terra che io calpesto mi vede e trema.
Klaus Kinski, Aguirre furore di Dio, 1972

La gelosia si nutre di dubbi, e diviene furore, o cessa non appena si passa dal dubbio alla certezza.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

La vita [...] è una favola narrata da un idiota, piena di strepiti e furore, significante niente.
William Shakespeare, Macbeth, ca. 1606

Furor fit laesa saepius patientia.
[La pazienza, troppo spesso messa alla prova, diventa furore].
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

Proverbi su Furia e Furore
  • Anche la formica a volte è furibonda.
  • Guardati dalla prima furia.
  • Dio mi guardi da furia di popolo, da cattiva giustizia e da mano di traditore.
  • Il troppo vino o troppo generoso, fa dell'uomo uno stupido, o un furioso.
  • La furia arde anche nell'acqua.
  • Sdegno di mite diventa furore.
  • Temi i fiumi calmi quando ingrossano.
Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Rabbia - Ira

Nessun commento: