2016-06-09

Giornalismo e Giornalisti - Frasi giornalistiche

Raccolta di aforismi, frasi celebri e battute divertenti sul giornalismo (o stampa) e i giornalisti. Su Aforismario trovi anche una raccolta di citazioni correlata a questa, sui giornali, l'informazione e la libertà di stampa.
È la stampa, bellezza. La stampa! E tu non puoi farci niente. Niente!
(Humphrey Bogart, in L'ultima minaccia, 1952)
1. Giornalismo / Stampa
© Aforismario

Il giornalismo è un inferno, un abisso d'iniquità, di menzogne, di tradimenti, che non si può traversare e dal quale non si può uscire puri a meno di essere protetti, come Dante, dal divino alloro di Virgilio.
Honoré de Balzac, Illusioni perdute, 1843

Il giornalismo è un mestiere nel quale si passa la metà del tempo a parlare di ciò che non si conosce e l’altra metà a tacere ciò che si sa.
Henri Béraud (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Giornalismo. Esiste solo nella misura in cui significa "antipotere".
Hubert Beuve-Méry (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Stampa. Potentissima lente d'ingrandimento. Con l'aiuto di un "noi" e di un poco d'inchiostro trasforma lo squittio di un topolino nel ruggito di un leone editoriale, le cui dichiarazioni si presume la nazione segua con reverenza e fiato sospeso.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

La stampa non è l'opinione pubblica.
Otto von Bismark (attribuito)

Più lontano accade una catastrofe o un incidente, più alto deve essere il numero di morti e feriti perché faccia notizia.
Arthur Bloch, Legge di Fuller sul giornalismo, La legge di Murphy II, 1980

Giornalismo. Un tempo toglieva uomini alle lettere; oggi − il che è più grave − ne dà.
Achille Campanile, In campagna è un'altra cosa, 1931

Peste della patria è il giornalismo che accetta le notizie senza vagliarle, quando pur non le inventa.
Cesare Cantù, Attenzione!, 1871

Grande è il giornalismo. Un abile direttore di giornale non è il governatore del mondo, essendo uno di coloro che lo persuadono?
Thomas Carlyle, Storia della rivoluzione francese, 1837

La letteratura consiste nell'arte di scrivere qualcosa che sarà letto due volte, il giornalismo in quella di scrivere ciò che deve essere compreso immediatamente.
Cyril Connolly, I nemici dei giovani talenti, 1938

Se i giornali sono utili ad abbattere i tiranni ciò è solo dovuto all'intenzione di instaurare un proprio regime tirannico. La stampa tiranneggia gli uomini politici, le lettere, le arti, il palcoscenico e persino la vita privata. Col pretesto di proteggere la morale pubblica la sta corrompendo profondamente, e mentre simula di sostenere la libertà, sta gradualmente instaurando un dispositivo altrettanto spietato, avido e volgare di quello di qualsiasi cristiano noto. Alle altisonanti dichiarazioni di libertà d'opinione, non si accompagna nessuna tolleranza; all'esibizione di patriottismo alcun sacrificio d'interessi; e malgrado gli stucchevoli panegirici sulla rispettabilità manca troppo spesso ogni decenza.
James Fenimore Cooper, Il democratico americano, 1838

Esistono due mestieri che si possono fare con poca esperienza. Uno è la prostituzione, l’altro il giornalismo sportivo. Troppo spesso diventano la stessa cosa.
Howard Cosell [1]

Giornalismo è scrivere esclusivamente per gli altri.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

La stampa deve diventare sempre più storiografia dell'istante.
Umberto Eco, Sette anni di desiderio, 1983

La stampa è una grande forza, ma, come un torrente d'acqua che non sia tenuto a freno sommerge intere regioni e devasta i raccolti, così anche una penna incontrollata non serve che a distruggere. Se
il controllo viene dall'esterno, si rivela piú pericoloso della mancanza di controllo. Può essere utile solo se esercitato dall'interno. Se il filo di questo ragionamento è esatto, quanti giornali nel mondo supererebbero la prova? Ma chi farebbe cessare quelli che sono inutili? E chi dovrebbe giudicare? Quelli utili e quelli inutili devono, come in genere il bene e, il male, continuare insieme, e l'uomo deve fare la sua scelta.
Mohandas Gandhi, Antiche come le montagne, 1958 (postumo)

Il grande giornalismo, più che l'arte di dire la verità, è l'arte di far passare per tale la menzogna.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Certo giornalismo nostrano è una lavanderia dove i panni entrano puliti ed escono sporchi.
ibidem

Certo nostro giornalismo, più sputa sul "Palazzo", più ne è al servizio.
ibidem

"Crociate" è il nome che la stampa radical-chic dà alle sue persecuzioni.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Più che denunciarli, certo nostro giornalismo gli scandali li assapora.
ibidem

Si può fare del buon giornalismo anche conoscendo la sintassi.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Il nostro giornalismo è fatto di buoni principî e di cattivi esempi, di buone lezioni e di cattivi maestri.
Roberto Gervaso, Aforismi, 1994

Il giornalismo che fa troppa morale è il giornalismo più immorale.
ibidem

V'è forse qualche cosa di più alto e magnanimo della stampa quotidiana, quando essa, gelosa della sua origine, e fedele alla sua missione, sa d'esser custode della libertà messaggera del progresso, vulgarizzatrice della scienza, sorvegliatrice del potere, Nemesi vivente ed assidua dei costumi, delle leggi, della vita di un popolo? V'è qualche cosa di più abbietto e di più sordido della stampa periodica, quando essa corteggia il potere, sbraveggia la moralità, alimenta le passioni, adula la corrente, diffonde pensatamente la menzogna e fabbrica tenebrosamente la calunnia?
Giuseppe Guerzoni, su Arte e politica, 1865

È la stampa, bellezza. La stampa! E tu non ci puoi fare niente. Niente!
[That's the press, baby. The press! And there's nothing you can do about it. Nothing!].
Ed Hutchinson (Humphrey Bogart), L'ultima minaccia, 1952

Dato che le fondamenta dei nostri governi sono l’opinione del popolo, il primo obiettivo dovrebbe essere di tenere questa opinione nel giusto; e se dipendesse da me decidere se dovessimo avere un governo senza stampa o stampa senza un governo, non esiterei un momento a preferire quest’ultimo.
Thomas Jefferson, Lettera a Edward Carrington, 1787

Ohimè! quando un governo si trova nella necessità di doversi giustificare con la stampa, la cosa non promette bene
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

La stampa è la sciagura degli Stati.
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

Ciò che la lue ha risparmiato viene devastato dalla stampa. In futuro non sarà più possibile stabilire con certezza la causa dei rammollimenti cerebrali.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

La prostituzione del corpo ha in comune col giornalismo la capacità di non dover sentire, ma, rispetto a esso, ha in suo vantaggio la capacità di poter sentire.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Dall'indagine svolta da uno dei più seri istituti di ricerche demografiche, lo svizzero Scope, risulta che la professione più ammirata e rispettata, nel mondo, è quella dei medici. I giornalisti sono al penultimo posto. Ce ne sentiremmo profondamente avviliti se all'ultimo non vedessimo catalogati gli editori.
Indro Montanelli, su Il Giornale, 1978

Chi di voi vorrà fare il giornalista, si ricordi di scegliere il proprio padrone: il lettore.
Indro Montanelli, Lezione di giornalismo all'Università di Torino, 1997

Da quando ho cominciato a pensare, ho pensato che sarei stato un giornalista. Non è stata una scelta. Non ho deciso nulla. Il giornalismo ha deciso per me.
Indro Montanelli, Soltanto un giornalista (Testimonianza resa a Tiziana Abate), 2002

La cultura, per un giornalista, è come una puttana: la puoi frequentare ma non devi ostentarla. La cultura si tiene nel cassetto. Il lettore non va trattato dall'alto in basso, ma preso per mano come un amico e portato dove vuoi.
Indro Montanelli, cit. in Roberto Gervaso, Ve li racconto io, 2006

Se si considera come ancora oggi tutti i grandi eventi politici si insinuino in scena segretamente
e velati, come vengano· nascosti da avvenimenti insignificanti e appaiano piccoli in loro vicinanza, come solo molto tempo dopo il loro prodursi mostrino i loro profondi influssi e facciano tremare il suolo : quale importanza si può allora annettere alla stampa, qual essa è oggi, col suo giornaliero dispendio di polmoni, per gridare, per assordare, per eccitare e per spaventare - è essa più del cieco chiasso permanente, che svia le orecchie e i sensi in una falsa direzione?
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

La stampa è il rumore permanente per nulla.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Ah, il giornalismo obiettivo! Quante fregature abbiamo dato al lettore sventolando questa bandiera fantasma.
Giampaolo Pansa, Carte false, 1986

Un'opinione pubblica bene informata è la nostra corte suprema. Perché ad essa ci si può sempre appellare contro le pubbliche ingiustizie, la corruzione, l'indifferenza popolare o gli errori del governo; una stampa onesta è lo strumento efficace di un simile appello.
Joseph Pulitzer (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Una stampa cinica e mercenaria, prima o poi, creerà un pubblico ignobile.
ibidem

Nel Giornalismo, come in amore, gli scritti volano e le parole restano.
Franco Rossi (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il giornalismo non è un mestiere che consenta un tempo libero autonomo rispetto alla professione. Richiede una vocazione. Se quella vocazione non c'è, è inutile provarci.
Eugenio Scalfari, L'uomo che non credeva in Dio, 2008

Il giornalismo è anche un contropotere e come tale detiene un intenso potere di controllo. Questa è la ragione che rende la libertà di stampa necessaria alla democrazia e tutelata dalle costituzioni democratiche, una patente di nobiltà che però non ne modifica l'essenza: invadere la vita altrui.
Eugenio Scalfari, L'uomo che non credeva in Dio, 2008

Se in America il giornalismo è il cane da guardia del potere, in Italia è il cane da compagnia. O da riporto.
Marco Travaglio, La scomparsa dei fatti, 2006

Giornalismo è diffondere ciò che qualcuno non vuole si sappia; il resto è propaganda. Il suo compito è additare ciò che è nascosto, dare testimonianza e, pertanto, essere molesto.
Horacio Verbitsky, Un mondo senza giornalisti, 1997

"Che differenza c'è fra la letteratura e il giornalismo?". "Oh, il giornalismo è illeggibile, e la letteratura non viene letta. Tutto qui".
Oscar Wilde, Il critico come artista, 1889

C’è molto da dire a favore del giornalismo moderno. Offrendoci le opinioni degli incolti ci tiene in contatto con l’ignoranza della comunità. Facendo la cronaca meticolosa degli avvenimenti correnti della vita contemporanea, ci dimostra quanto poca importanza abbiano in realtà tali avvenimenti.
Oscar Wilde, Il critico come artista, 1889

Nel passato gli uomini subivano la tortura della ruota, adesso subiscono quello della stampa. Questo si chiama progresso.
Oscar Wilde, L'anima dell'uomo sotto il socialismo, 1891

Il giornalismo è un mestiere duro, non tanto per i rischi che può comportare, ma perché si dipende sempre da qualcuno. Bisogna stare ad aspettare come un questuante, con il taccuino di appunti o il registratore, che le parole escano dalla bocca dell'intervistato. Si è sempre in una posizione di inferiorità e bisogna adattarsi alle esigenze degli altri.
Tom Wolfe, Il nuovo giornalismo, 1975

Il giornalista è il solo scrittore che, quando prende la penna, non spera nell'immortalità.
Basta questo per amarlo. (Ugo Ojetti - foto: Indro Montanelli)
2. Giornalisti
© Aforismario

Finalmente sono giornalista anch'io adesso e i fatti non mi interessano più.
Pat Buchanan [1]

Crederò alla libertà di stampa quando un giornalista potrà scrivere ciò che pensa veramente del suo giornale. Nel suo giornale.
Guy Bedos, Journal d'un mégalo, 1999

I giornalisti sono impermeabili a tutto. Arrivano sul cadavere caldo, sulla partita, a teatro, sul villaggio terremotato e hanno già il pezzo incorporato. Il mondo frana sotto i loro piedi, s'inabissa davanti ai loro taccuini e tutto quanto per loro è intercambiabile letame da tradurre in un preconfezionato compulsare di cazzate sulla tastiera. Cinici? No frigidi.
Carmelo Bene, Vita di Carmelo Bene, 1998

I giornalisti dicono una cosa che sanno che non è vera, nella speranza che se continueranno a dirla abbastanza a lungo sarà vera.
Arnold Bennett (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Direttore di giornale. Persona che assomma in sé le funzioni giudiziarie di Minosse, Radamanto ed Eaco; uno che si può placare con un modesto obolo; censore virtuoso e severissimo ma così caritatevole che riesce sempre a tollerare le virtù degli altri e i suoi vizi personali; egli scaglia intorno a sé tuoni, fulmini e ammonizioni finché somiglia più che altro a un rotolo di petardi legato alla coda di un cane; e poco dopo magari intona una ballata dolce e melodiosa, come il lamento di un asinello che rivolge la sua preghiera alla stella vespertina. Signore dei Misteri e della Legge, issato sull'alto trono del Pensiero e soffuso nel volto dagli splendori della Trasfigurazione, gambe incrociate e un sorriso sotto i baffi, il Direttore riversa la sua volontà sul giornale e poi lo taglia a strisce e a pezzetti della lunghezza desiderata. Di tanto in tanto, dalle profondità dell'altare, giunge la voce del Capo che richiede dodici centimetri di umorismo e sei righe di meditazione religiosa, o comanda di eliminare la saggezza e di cucinare un po' di pathos.
Ambrose Bierce, Il dizionario del diavolo, 1911

Per i giornalisti, la lettura dei giornali è un’attività indispensabile e la rassegna stampa uno strumento di lavoro: per sapere cosa dire occorre sapere cosa hanno detto gli altri. E’ questo uno dei meccanismi attraverso i quali si genera l’omogeneità dei prodotti proposti.
Pierre Bourdieu, Sulla televisione, 1997

Giornalisti. Rigorosamente in livrea, ciascuno dalle colonne della sua pagina-fortilizio, si rinfacciano a vicenda d’essere servi.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

Ci sono due specie di giornalisti: quelli che si interessano a ci che interessa il pubblico; e quelli che interessano il pubblico a ciò che gli interessa − e questi sono i grandi.
Gilbert Cesbron, Diario senza date, 1963

Il giornalista sceglie i suoi temi - i suoi temi scelgono lo scrittore.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Fare il giornalista free lance, nella maggior parte dei casi, vuol dire scegliere di non avere padroni. È un tentativo continuo di stare lontano dalle lobby di redazione e dai protettori politici che condizionano le carriere. È il bisogno, in fondo, di esprimere una libertà fondamentale: ribellarsi ai soprusi (magari sbattendo la porta in faccia quando la pressione si fa insostenibile) e dire no ai compromessi con il potente di turno.
Enzo Di Frenna, L'accordo, 1992

Ti dirò in breve che cosa penso dei giornalisti: la mano di Dio, se affondasse nella melma, non riuscirebbe a innalzarne uno solo agli abissi della degradazione.
Enoch Downer (Charles Winninger), in Nulla di serio, 1937

Editorialista: il dovere di un editorialista è quello di dire la verità. Il suo mestiere è di far credere che la conosce.
Georges Elgozy, Lo spirito delle parole o l'Antidizionario, 1981

– Possibile che non esistano giornalisti incorruttibili?
– Sì, ma quelli costano di più.
Ellekappa (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

In Italia le penne sono sempre state sporche. In alcuni casi luride. Motivo? Semplice. Tanto per cominciare, la tradizione. La nostra stampa (quotidiana e periodica) non è nata per informare, bensì per polemizzare. Chi aveva soldi e interessi da difendere, finanziava un giornale, magari con l'intento di farsi eleggere in Parlamento. E farsi eleggere in Parlamento significava, allora come oggi, abbassare gli avversari per innalzare se stessi. Per fare ciò era necessario assoldare giornalisti disponibili. Disponibili a che? A insultare tutti, tranne il padrone che pagava. Così nacquero la penne sporche, che hanno avuto molti figli e molti nipoti. Che a loro volta si riproducono perché, in fondo, il sistema non è cambiato.
Vittorio Feltri, prefazione a Tito Giliberto, Penne sporche, 1993

Ma andate all'inferno; laggiù cari colleghi ci incontreremo tutti, più tardi possibile.
Vittorio Feltri, su Il Giornale, 2009

Giornalisti. Chi si salverà da questi cuochi della realtà?
Ennio Flaiano (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Servire dovrebbe essere l'unico scopo del giornalista.
Mohandas Gandhi, Antiche come le montagne, 1958 (postumo)

Buon giornalista è quello che fa venire la voglia di leggere a chi non lo leggerebbe mai.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Un buon giornalista non legge che un giornale, il suo, e in questo giornale, non legge che un articolo, il suo.
Emile de Girardin (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

I giornalisti sono scrittori, come gl'imbianchini sono pittori.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

I giornalisti sono gli ostetrici e i becchini del tempo.
Karl Gutzkow (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il lavoro del giornalista consiste soprattutto nel separare il grano dalla pula. E, naturalmente, nel provvedere che la pula sia stampata.
Elbert Hubbard (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ogni volta che vedo un nuovo giornale «per far ridere», sempre penso con malinconia: «Mio Dio, ecco ora un altro che è tentato di buttarsi a fiume, ma che prima ha voluto arrischiare la sua ultima carta, provandosi a fare il giornalista spiritoso e satirico»!
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

È impossibile essere giornalisti senza servire in qualche modo, ogni giorno, la falsità e la menzogna.
ibidem

È certamente possibile trovare della brava gente fra i macellai, ma una certa brutalità è inseparabile dal loro stesso mestiere e ne fa parte. Peggio ancora coi giornalisti: un certo grado di disonestà è inseparabile anche dal giornalista più onesto.
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

Se Cristo ritornasse sulla terra, Egli − come è vero che io vivo − prenderebbe per bersaglio non i sommi Sacerdoti, ma i giornalisti.
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

Il parrucchiere racconta le novità, mentre dovrebbe solo pettinare. Il giornalista è pieno di spirito, mentre dovrebbe solo raccontare le novità. Sono due tipi che mirano in alto.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Il giornalista è stimolato dalla scadenza. Scrive peggio se ha tempo.
Karl Kraus, Pro domo et mundo, 1912

Non avere un pensiero e saperlo esprimere − è questo che fa di qualcuno un giornalista.
ibidem

I giornalisti scrivono perché non hanno niente da dire, e hanno qualcosa da dire perché scrivono.
Karl Kraus, Pro domo et mundo, 1912

Il giornalista è sempre uno che dopo sapeva tutto prima.
Karl Kraus, Di notte, 1918

Il sostantivo è la testa, il verbo il piede, l'aggettivo sono le mani. I giornalisti scrivono con le mani.
Karl Kraus, Di notte, 1918

Il potere del giornalista non si fonda sul diritto di fare domande ma sul diritto di pretendere una risposta.
Milan Kundera, L'immortalità, 1990

I giornalisti ti battono continuamente la mano sulla spalla: sempre alla ricerca del punto dove conficcare il pugnale più facilmente.
Robert Lembke, (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Un vero giornalista: spiega benissimo quello che non sa.
Leo Longanesi, La sua signora, 1957

In Italia il giornalista non si sente espressione dell'opinione pubblica ma portavoce della sua fazione. Attacca in nome della confraternita di cui fa parte ma non dirà mai una parola contro la sua confraternita
Indro Montanelli, Soltanto un giornalista, 2002

Il giornalista è il solo scrittore che, quando prende la penna, non spera nell'immortalità. Basta questo per amarlo.
Ugo Ojetti, Sessanta, 1937

Non tutti i giornalisti italiani mentono. Ma una parte di noi, in epoche diverse, ha sempre mentito. Abbiamo mentito per conto del padrone del giornale, soprattutto quando l'interesse numero uno del padrone non era quello di vender notizie. Abbiamo mentito per riguardo al potere politico dominante. Abbiamo mentito per favorire l'opposizione.
Giampaolo Pansa, Carte false, 1986

Se un giorno dovessi fare un trapianto di cervello vorrei quello di un giornalista sportivo. Perché so che non è mai stato usato.
Joe Paterno [1]

Se un giornalista dovesse scrivere solamente le cose alle quali crede, i giornali uscirebbero in bianco.
Pitigrilli, Queste coteste e quelle, 1968

I giornalisti non sfidano l'ordine costituito. Descrivono soltanto ciò di cui sono testimoni. È il loro dovere, così come è dovere del medico curare un ammalato e dovere dell'ufficiale difendere la patria. È molto semplice: la deontologia professionale ci vieta di abbellire la realtà.
Anna Politkovskaja, cit. in Andrea Riscassi, Il dovere della testimonianza, 2010

L'unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede.
Anna Politkovskaja, cit. in Francesca Pansa, Donne che odiano gli uomini, 2011

Il vero giornalista è quello che scrive una cosa anche quando non ha niente da dire e al tempo stesso ha qualcosa da dire solo perchè la scrive.
Franco Rossi (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

I giornalisti sono ignoranti, anzi devono esserlo, per non farsi sommergere dagli eventi e per conservare un po' di sana meraviglia verso la vita. In compenso, imparano in fretta ciò che non sanno.
Paolo Rumiz (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'arma del giornalista è la penna o la macchina da scrivere. L'arma del giornalista sotto vetro smerigliato è la bacchetta o la carta geografica.
Sergio Saviane, Dietro il video, 1972

Non c’è nulla di più spregevole dei giornalisti che amano il loro mestiere.
Arno Schmidt (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Tutti i giornalisti sono, per via del loro mestiere, degli allarmisti; è il loro modo di rendersi interessanti.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Una grande quantità di cattivi scrittori vive unicamente della stoltezza del pubblico, che non vuol leggere se non ciò che è stato stampato il giorno stesso: − sono i giornalisti.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Un erudito è una persona che sfoggia meno sapere di quello che ha; un giornalista, o un consulente, è l'opposto.
Nassim Nicholas Taleb, Il letto di Procuste, 2010

Il giornalista non è tanto uno che vien pagato per ciò che scrive, quanto uno che vien pagato per ciò che non scrive.
Italo Tavolato, Giubbe rosse, 1914

Quando il presidente del Consiglio dona a un giornalista un orologio Cartier e il giornalista lo accetta, il giornalista medesimo tende poi spontaneamente alla bontà.
Marco Travaglio, lettera al Corsera Magazine, 2005

Proverbi sui Giornalisti
  • Con l'inchiostro, una mano può innalzare un furfante e abbassare un galantuomo.
  • Gazzettiero o non dice vero o non lo dice tutto intero.
  • I giornalisti lodano chi li paga, e mordono chi li disprezza.
  • I " " sono come le donne: dicono il vero, ma non lo dicono tutto intero.
  • I " " sono i bagatellieri della stampa.
  • L'inchiostro è nero, e tinge le dita e la reputazione.
Note
  1. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Giornale - Libertà di Stampa - NotizieInformazione e Disinformazione - Telegiornale

Nessun commento: