2016-06-11

Malati - Citazioni e proverbi sugli Ammalati

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sugli ammalati. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sui malati immaginari e sulla malattia.
Fa bene qualche volta essere malato. (Henry David Thoreau)
Malati
© Aforismario

Quando un uomo si mette a letto, quasi tutti i suoi amici hanno un desiderio segreto di vederlo morire; gli uni per constatare che aveva una salute inferiore alla loro; gli altri, nella speranza disinteressata di studiare un’agonia.
Charles Baudelaire, Razzi, 1855/62 (postumo 1887-1908)

Il malato è un veggente, nessuno possiede un'immagine del mondo più chiara della sua. 
Thomas Bernhard, Il respiro, 1978

Non c'è ipocrisia più diffusa di quella del sano nei confronti del malato. I sani, in fondo, non vogliono avere più niente a che fare con i malati e non sono affatto contenti che i malati, sto parlando dei veri malati, e cioè dei malati gravi, esigano tutt'a un tratto di ritornare in buona salute, o almeno di normalizzarsi o almeno di migliorare le loro condizioni di salute. Il sano, se è una persona sincera, ammetterà che non vuole avere più niente a che fare con il malato, non vuole che nessuno gli rammenti la malattia e, attraverso la malattia, logicamente e forzatamente la morte.
Thomas Bernhard, Il nipote di Wittgenstein, 1982

Solo i malati si sentono esistere.
Maine de Biran, Journal, 1792/1824

Se non siete stati ammalati, se non avete trascorso almeno un giorno a letto, allora avete perso qualcosa.
Louis E. Bisch [3]

Essere molto malati ed essere morti sono condizioni molto simili agli occhi della società.
Charles Bukowski, The Night Torn Mad with Footsteps, 1970/90 (postumo 2001)

Il malato insegue il nulla della salute, l'ignoranza di essere: lo esaspera sapere a ogni istante che ha tutto l'universo di fronte, senza alcuna possibilità di farne parte, di perdervisi.
Emil Cioran, La caduta nel tempo, 1964

Il desiderio segreto del malato è che tutti siano malati, e quello dell'agonizzante che tutti siano in agonia. Ciò che ci auguriamo nelle nostre sventure è che gli altri siano infelici come noi: non di più, soltanto come noi.
Emil Cioran, La caduta nel tempo, 1964

Siccome rammentiamo con precisione solo i nostri travagli, i perseguitati, gli ammalati, le vittime di ogni sorta avranno vissuto, in fin dei conti, con il massimo profitto. Gli altri, i fortunati, hanno sì una vita, ma non il ricordo di una vita.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Qualunque malato pensa più di un pensatore. La malattia è divisione, dunque riflessione. Essa ci separa sempre da qualche cosa e talvolta da tutto. Perfino un idiota che prova una sensazione violenta di dolore supera con ciò l'idiozia; egli è cosciente della propria sensazione e si pone al difuori di essa, e forse al di fuori di se stesso, dal momento che sente che è lui che soffre. Similmente, devono esserci, nelle bestie, dei gradi di coscienza, secondo l'intensità dell'affezione di cui soffrono.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Chi non sente il suo male è tanto più malato.
Pierre Corneille, Rodogune, 1644

La pazienza è la migliore medicina che ci sia per un uomo ammalato.
John Florio [3]

Un volto sereno è quasi tanto efficace per un ammalato quanto la bella stagione.
Benjamin Franklin [3]

Amore è stare svegli tutta la notte con un bambino ammalato. O con un adulto molto in salute.
David Frost [2]

Due cose l'uomo non vorrebbe mai sapere: d'esser inguaribilmente malato e insospettabilmente cornuto.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Quando vado a trovar un malato, trovo anche una scusa per andarmene al più presto.
ibidem

Quando l'uomo riflette sul suo stato fisico o morale, si trova di solito malato.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

I malati sono sempre degli ottimisti. Forse l'ottimismo è anch'esso una malattia.
Rémy de Gourmont, Passeggiate filosofiche, 1905/09

La prova migliore del fatto che si è stati veramente ammalati è quella di morire: ciò soddisfa tutte le esigenze scientifiche e amministrative.
Antonio Gramsci, Lettere dal carcere, 1926/37 (postumo, 1947/65)

Durante. la crisi e subito dopo la crisi non si sconvolga il malato né SI tentino nuovi esperimenti, con purganti o con altri stimoli, ma lo sì lasci tranquillo.
Ippocrate di Cos, Aforismi, V-IV sec. a.e.c. (attribuito) [1]

Non fuggire i malati di malattie ripugnanti perché anche tu sei rivestito di carne.
Isacco di Ninive, Discorsi ascetici, I sec.

Quegli stessi che credono grave, o maggiore che non è, ogni leggera malattia che loro sopravviene, caduti in qualche malattia grave o mortale, la credono leggera, o minore che non è. E la cagione d'ambedue le cose è la codardia che gli sforza a temere dove non è timore, e a sperare dove non è speranza.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Non ci sono malattie, ci sono soltanto malati.
Salvador de Madariaga y Rojo, XX sec. [3]

Massima consolazione per un malato è un malato analogo.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

L’uomo è sempre egocentrico, sempre concentrato nel proprio io, ma non lo è mai tanto come quando è ammalato.
Guido Morselli, Diario, 1938/73 (postumo 1988)

L’uomo che giace a letto ammalato giunge talora a scoprire che è per solito malato del suo ufficio, dei suoi affari o della sua società, e che, a causa di queste cose, ha perso ogni capacità di riflettere su se stesso: egli ricava questa saggezza dall'ozio a cui la malattia lo costringe.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Chi dà i suoi consigli a un ammalato, si procura un senso di superiorità su di lui, sia che essi vengano accolti, sia che essi vengano respinti. Perciò gli ammalati eccitabili e orgogliosi odiano quelli che dànno consigli ancor più della loro malattia.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Chi è spesso ammalato, non solo trae un molto maggior godimento dallo star bene, a causa delle frequenti guarigioni, ma ha anche un senso altamente affinato di ciò che è sano e di ciò che è malato nelle opere e nelle azioni, proprie ed altrui.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Ci si guardi dall'essere malati troppo a lungo: giacché tosto gli spettatori si impazientiscono a causa dell'obbligo abituale di mostrar compassione, dato che il mantenere a lungo in se stessi questo stato costa loro troppa fatica - e allora passano immediatamente a rendere sospetto il vostro carattere, con la conclusione: «voi meritate di essere malati, e non è più necessario che noi ci affatichiamo con la compassione».
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

La compassione delle donne, che è chiacchierona, porta il letto del malato sul mercato pubblico.
Friedrich Nietzsche, Umano, troppo umano II, 1879/80

Un po' di salute ogni tanto è il miglior rimedio per l'ammalato. 
Friedrich Nietzsche, Umano, troppo umano II, 1879/80

Tranquillizzare l'immaginazione del malato, che almeno non abbia a soffrire, come è accaduto fino ad oggi, più dei suoi pensieri sulla malattia che della malattia stessa, - penso che sia già qualche cosa.
Friedrich Nietzsche, Aurora, 1881

Un essere tipicamente morboso non può guarire, né tanto meno guarirsi; invece per un essere tipicamente sano la malattia può diventare uno stimolante energico per vivere, per vivere di più.
Friedrich Nietzsche, Ecce homo, 1888

L'uomo malato è spesso più sano nell'anima che non l'uomo sano.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Molte anime nobili amano il prossimo loro soltanto quando è miserabile, ammalato, agonizzante; quando insomma sono sicure della propria superiorità.
Ugo Ojetti, Sessanta, 1937

Un triste o un malato lo dimentichiamo - respingiamo - in ragione della sua inservibilità psichica o fisica. Nessuno mai si abbandonerà in te, se non ci vedrà il suo tornaconto.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

Non v'è dubbio che ogni condizione umana ha i suoi doveri. Quelli d'un infermo sono la pazienza, il coraggio e tutti gli sforzi per non essere inamabile a coloro che gli sono vicini.
Silvio Pellico, Le mie prigioni, 1832

Il primo dovere di chi dà consigli a un uomo infermo che segue una dieta nociva alla salute è quello di cambiar sistema di vita; le altre indicazioni verranno solo se egli accetta con convinzione queste disposizioni.
Platone, Repubblica, 390/360 a.e.c.

Quell'agente patogeno, mille volte più virulento di tutti i microbi, l'idea di essere malati.
Marcel Proust, Alla ricerca del tempo perduto, 1913/27

A forza di credersi malato, lo si diventa.
Marcel Proust, Alla ricerca del tempo perduto, 1913/27

Si va a trovare un malato per raccontargli tutte le malattie che si sono avute o che si sono viste negli altri.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

Bisogna essere malati per un anno intero per capire quanto è lungo un anno!
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

Un evento morboso, specie se grave, è un'esperienza che comunque arricchisce la personalità del malato: le lunghe ore passate a riflettere, il ridimensionamento di tante questioni che prima sembravano di importanza vitale, la diversa disposizione di spirito nei confronti del mondo, la sperimentazione della sofferenza contribuiscono a modificare la persona rendendola più matura e consapevole. 
Angelo Guido Sabatini, Medicina e morale, 1983

Non ha alcuna importanza se poni a giacere un malato su un letto di legno o d’oro; dovunque lo porrai, porterà con sé il suo male. Così non importa se un animo malato sia posto fra le ricchezze o nella povertà: lo seguirà sempre il suo male.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Meglio un povero di aspetto sano e forte che un ricco malato nel suo corpo.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.  

Non evitare coloro che piangono e con gli afflitti mòstrati afflitto. Non indugiare a visitare un malato, perché per questo sarai amato.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.  

Non c'è bisogno soltanto di amore e di buona volontà nella stanza di un ammalato; c'è bisogno anche di conoscenze e di esperienza.
Harriet Beecher Stowe [3]

La salute non analizza se stessa e neppure si guarda nello specchio. Solo noi malati sappiamo qualche cosa di noi stessi.
Italo Svevo, La coscienza di Zeno, 1923

Le persone poco sagge parlano come se non esistessero malati; ma io credo che la differenza esistente tra gli uomini, riguardo al loro stato di salute, non meriti affatto molta attenzione. Alcuni sono creduti malati, altri no. E spesso succede che l'uomo malato faccia da infermiere a quello sano.
Henry David Thoreau, Una settimana sui fiumi Concord e Merrimack, 1849

Fa bene qualche volta essere malato.
Henry David Thoreau, Diario, 1837/61

La cosa più stupida da dire a un malato è che lo si trova molto bene, che è una fissazione, che tutti stanno un po' giù ecc. La cosa più triste, invece, è quando non te lo dicono più, anzi non sanno bene che dire.
Cesarina Vighy, L'ultima estate, 2009

Un po' di salute ogni tanto è il miglior rimedio per l'ammalato. (Friedrich Nietzsche)
Proverbi sull'ammalato
  • Cause e malattie distruggono la cenere del focolare.
  • Da gran malattia, gran salute.
  • I malati mangiano poco, le malattie mangiano tutto.
  • Chi è sempre malatino sotterra anche il becchino.
  • Credere d'essere malato è l'inizio della guarigione. 
  • Gl’infermi raccontano più tribolazioni di quelle che hanno e i sani ne ascoltano meno di quelle che raccontano.
  • Guai a quell’ammalato che si crede sano. 
  • I sani fanno di tutto per ammalarsi e i malati fan di tutto per guarire.
  • Il malato che perde la speranza perde la vita.
  • Il malato finché vive spera.
  • Il sano non crede al malato.
  • L’ammalato chiede a Dio una cosa e il sano molte.
  • " " non mangia nulla e si mangia tutto.
  • " " chiede a Dio una cosa e il sano molte.
  • L’ammalato porta il sano. 
  • L’infermo mentre spira spera.
  • L’infermo può dire tutto quello che vuole. 
  • Male per l’ammalato che si crede sano, peggio per il sano che si crede malato.
  • Meglio infermo che cantato.
  • Quando il malato è a letto a nessuno porta rispetto.
  • Sempre malato campa cent’anni.
  • Senza malati non ci son dottori e senza poveri non ci son signori.
Il malato ringrazia Dio solo se ha visto un morto; l'orbo ringrazia Dio solo se ha visto un cieco.
Proverbio africano

Un povero sano vale la metà di un ricco ammalato.
Proverbio cinese

Note
  1. Gli aforismi di Ippocrate sono tratti da Opere di Ippocrate, a cura di Mario Vegetti, UTET, 1965
  2. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995
  3. Citazione tratta da: Massimo Baldini: Medicina: la borsa e la vita. Aforismi su medici, pazienti e il loro eterno conflitto © Mondadori, 1993
  4. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Malattia - Medici e PazientiIpocondria e Malati immaginari

Nessun commento: