2016-06-19

Miraggio - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta degli aforismi più significativi e delle frasi più belle sul miraggio, inteso per lo più in senso figurato come speranza ingannevole. Un piccolo paragrafo è dedicato alla cosiddetta "fata Morgana", un particolare tipo di miraggio noto in Italia per essere visibile in certi momenti lungo lo stretto di Messina, e consiste, per chi guarda dalle coste calabre verso quelle sicule, nell'apparizione al di sopra del mare di varie forme, fantasiosamente interpretate come dimora della leggendaria fata Morgana. Un altro piccolo paragrafo, infine, è dedicato al cosiddetto "velo di Maya", che riprende un concetto della cultura induista, per cui tutto ciò che esiste ed è visibile agli umani in realtà è solo apparenza e qualcosa di simile al sogno.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'illusione e sul sognare a occhi aperti.
La vita, come un deserto, è popolata di aridità,
e quel deserto ha il proprio miraggio: la felicità. (Joseph Delaroa)
1. Miraggio
© Aforismario

Se un uomo guarda al mondo nel modo in cui guarda una bolla o un miraggio, il Re della Morte non lo troverà.
Siddhārtha Gautama Buddha, Dhammapada (Versi della Legge), V sec. a.e.c.

Colui che sa che questo corpo è come brina, e ha imparato essere senza sostanza come un miraggio, romperà la freccia abbagliante di Mara, e non incontrerà mai il signore della morte.
Siddhārtha Gautama Buddha, Dhammapada (Versi della Legge), V sec. a.e.c.

Dicono che ognuno corre dietro a certe illusioni e nessuno può farne a meno, perché tutto fa parte d'uno stesso incantesimo. Dicono che alcuni miraggi sono mortali o procurano guai, altri danno l'impressione di soddisfare la fame o la sete, le voglie carnali o i sogni di gloria. E i miraggi del deserto sono particolari solo per questo: perché mostrano che inseguendo le illusioni ci si sbaglia sempre, e non c'è modo di non sbagliarsi, e la vita non è che un perdersi in mezzo ad allucinazioni varie.
Giani Celati, Fata morgana, 2005

Essere ingannati o perire: non c'è altra scelta. Alla stregua di coloro che hanno scoperto la vita attraverso l'espediente della morte, mi precipiterò sul primo miraggio, su tutto ciò che mi può rammentare il reale perduto.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Della libertà, è reale solo il miraggio; senza questo, la vita non sarebbe praticabile, e neppure concepibile.
Emil Cioran, La caduta nel tempo, 1964

Le persone si perdono nel deserto perché si lasciano attrarre dai miraggi.
Paulo Coelho, Il vincitore è solo, 2008

La vita, come un deserto, è popolata di aridità, e quel deserto ha il proprio miraggio: la felicità.
Joseph Delaroa, Les Patenôtres d'un surnuméraire, 1860

Il dubbio se sia Nostra / assiste la Mente vacillante / Nell'Angoscia più estrema / finché non trova un sostegno / un'Irrealtà è concessa, / un pietoso Miraggio / che rende il vivere possibile / mentre sospende le vite.
Emily Dickinson, Poesie, 1850/86

Chiunque muoia per un miraggio si merita un buon funerale.
Oriana Fallaci, Un uomo, 1979

Quando in una mente esiste il deserto, nell'anima è nato un miraggio.
Santy Giuliano (Aforismi inediti su Aforismario)

Perché l’acqua di un miraggio non è vista da chi sta vicino? Il modo in cui questo mondo è visto come reale da chi sta lontano non è lo stesso in cui è visto da chi sta vicino, per il quale è privo di realtà come un miraggio.
Nāgārjuna, La ghirlanda preziosa dei consigli al Re, III sec.

I pensieri hanno qualcosa di malsicuro quando non si tratti di comunicare fatti. Inoltre tutto è portato in alto e ricoperto dallo splendore di parole scelte, belle : è tutto disteso in lunghi periodi. Questo stile allora, come totalità, ispira uno stato d'animo, come di sete, si fanno gli occhi piccoli perché si vorrebbe vedere davvero qualcosa di ben distinto, ma tutto nuota lontano in un'affascinante trasfigurazione: come uno di quei .miraggi che alla persona stanca, a chi ha sete, sembrano essere un mare, un'oasi, una foresta.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Se in questo stesso istante, abbandonassi l’idea di dover andare da qualche parte e ti rilassassi, saresti già arrivato. Se ti aggrappi all'idea di dover andare da qualche parte, continuerai a correre per l’eternità. Questa è la storia delle tue infinite vite, quella è la tua agonia: corri, perché devi raggiungere un luogo imprecisato nel futuro! E finché non l’avrai raggiunto, non potrai riposare. Non lo raggiungerai mai perché, dovunque arriverai, la meta futura ti sembrerà ancora più lontana: è come la linea dell’orizzonte, è un miraggio.
Osho, Discorsi, 1953/90

L'eternità è un miraggio, e non è la salvezza.
Roberto Peregalli, I luoghi e la polvere, 2010

Come l’amore non è che il miraggio che serve a conservare la specie, così la verità non è che il miraggio che serve a far perdurare il pensiero e che deve essere soltanto miraggio e fata Morgana appunto per farlo perdurare.
Giuseppe Rensi, L’irrazionale, il lavoro, l’amore, 1923

Quando noi siamo privi di dolori, dei desideri irrequieti ci prospettano la chimera di una felicità, che non esiste affatto, e ci seducono a perseguirla: in tal modo attiriamo su di noi il dolore, che è innegabilmente reale. Ci lamentiamo allora di quella perduta assenza di dolore, che sta dietro a noi come un paradiso ignorato, e desideriamo invano che quanto è avvenuto possa essere annullato. Sembra quasi che un demone malvagio ci strappi continuamente dall'assenza del dolore, che costituisce la somma felicità reale, con i miraggi lusinghieri dei desideri.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Quanto debba essere felice la vita di un uomo la cui volontà non tace momentaneamente ma per sempre ed è estinta del tutto, fino alla favilla che arde per ultima nella cenere e si spegne solo con la morte del corpo; di un uomo che solo dopo aver vinto del tutto è rimasto ormai solo un essere puramente conoscente, puro specchio del mondo: liberato da ogni tormento del desiderare e del temere guarda indietro sorridendo ai miraggi di questo mondo, che un tempo potevano muovere e affliggere anche il suo animo, come ai pezzi degli scacchi rovesciati a gioco finito, e queste figure gli stanno ancora di fronte soltanto come un sogno mattutino attraverso cui già traluce la realtà e che non inganna più.
Arthur Schopenhauer, Scritti postumi, 1804/60 (postumo 1966/75)

Per chi si trova sperduto in un deserto, un miraggio è pur sempre un punto di riferimento.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

L’amicizia come una piccola oasi. L’amore come un grande miraggio.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Per chi si trova sperduto in un deserto,
un miraggio è pur sempre un punto di riferimento. (Giovanni Soriano)
2. Fata Morgana
© Aforismario

Il passato come fata morgana. Trasformare i ricordi in miraggi, favole, sogni di favole.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Cercasi deserto adatto per Fata Morgana.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

La filosofia è la fata Morgana che fa balenare la soluzione davanti agli occhi degli affaticati seguaci delle scienze.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

L'esperienza, ci fa comprendere come felicità e piacere siano una Fata Morgana, visibile solo di lontano, che scompare quando ci si è accostati, e come per contro sofferenza e dolore abbiano una realtà, rappresentino concretamente se stessi, e non abbiano bisogno di alcuna illusione né di alcuna aspettativa.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

3. Velo di Maja
© Aforismario

La vera Maja. Valori senza consistenza e senza contenuto.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

L'antichissima saggezza degli Indiani dice: "è la Maja, il velo dell'inganno, che ricopre gli occhi dei mortali e fa loro vedere un mondo, di cui non si può dire né che sia né che non sia: giacché è come il sogno, è come il riflesso del sole sulla sabbia, che il viandante scambia da lontano per acqua, o anche come la corda gettata a terra, che egli prende per un serpente".
Arthur Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione, 1819

Con la dottrina della Maja nient'altro s'intende che ciò che Kant chiama il fenomeno, in contrapposizione alla cosa in sé: giacché l'opera della Maja viene appunto indicata come questo mondo visibile in cui siamo, un incantesimo evocato, una mutevole parvenza, in sé priva di consistenza, paragonabile all'illusione ottica e al sogno, un velo che avvolge la coscienza umana, un qualcosa di cui è ugualmente falso e ugualmente vero dire che è e che non è.
Arthur Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione, 1819

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Illusione - Deserto

Nessun commento: