2016-06-29

Nausea - Frasi e citazioni sul sentirsi nauseati

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sulla nausea (dal latino nausea "mal di mare", dal greco ναυσία, "nave"). Leopardi, che considerava il suono espressivo di alcune parole come un gran pregio delle lingue, fa proprio l'esempio del termine "nausea", che "in latino e in italiano con quell’au e con quel’ea imita a meraviglia quel gesto che l’uomo fa e quella voce che manda scontorcendo la bocca e il naso quando è stomacato". [Zibaldone di pensieri, XIX sec.].
In medicina, il termine nausea indica uno stato di malessere caratterizzato da un senso di fastidio e di oppressione all'epigastrio, da propensione al vomito, disgusto e ripugnanza al cibo, e accompagnato da pallore, sudorazione, salivazione eccessiva, senso di vertigine, astenia [Vocabolario Treccani].
Nelle citazioni seguenti, però, la nausea è intesa per lo più in senso figurato, come sensazione di disgusto morale per atti, atteggiamenti, ecc. che si trovano ripugnanti, oppure come "nausea esistenziale", cioè disgusto per tutto e per la vita stessa, un po' come quello descritto da Jean-Paul Sartre nel suo celebre romanzo intitolato, per l'appunto, La nausea, del quale sono riportate alcune frasi significative.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sullo schifo e il disgusto.
La Nausea non è in me: io la sento laggiù sul muro, sulle bretelle, dappertutto
attorno a me. Fa tutt'uno col caffè, son io che sono in essa. (Jean-Paul Sartre)
Nausea
© Aforismario

Credo nel sesso e nel decesso, due cose veramente fondamentali nella vita, ma almeno dopo la morte non hai la nausea.
[Sex and death. Two things that come once in my lifetime. But at least after death you're not nauseous].
Woody Allen, Il dormiglione, 1973

Oggi, dopo un lungo periodo di mal di testa, nausea, vertigini, eccetera, mi sono svegliato con una
preoccupante sensazione di benessere. Anche la salute ha le sue ricadute.
Romano Bertola, Le caramelle del diavolo, 1991

Quando penso alla vita ho un senso di nausea e non voglio responsabilità che mi leghino ad essa più di quanto lo sia già.
Evald Borg (Gunnar Björnstrand), in Ingmar Bergman, Il posto delle fragole, 1957

Esiste una sorta di nausea fisica che proviamo nei confronti di chiunque non sia noi stessi. Fino a che punto ciò dipende dalla nostra autoconsapevolezza? Proveremmo la stessa nausea se incontrassimo noi stessi, ma camuffati e non riconoscibili sul momento?
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

A ogni dato istante ho sempre provato nausea per me stesso, e la somma di ognuno di questi momenti è la mia vita.
Cyril Connolly, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Chi ama, se non si propone quello che è il vero e giusto scopo dell’amore, è uno che si mette in mare al solo fine di patire la nausea.
John Donne, Elegie, 1654

Oggi la malattia e la nausea morale e la povertà hanno invaso la mia esistenza: veggo ancora la morte e ci sorridiamo. Essa mi appare giovinetta coronata di rose, liberatrice da questo dolorosissimo peso che si chiama vita.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

È la gente, non il mare, a nausearmi, ma temo che la scienza debba ancora trovare un rimedio a questo mio disturbo.
Albert Einstein, lettera a Scheringh-Kahlbaum, 1930

Mi sento vecchio, usato, nauseato di tutto. Gli altri mi annoiano come me stesso.
Gustave Flaubert (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Nel senso stesso di nausea per la vita vi è la rinascita dell'anima.
Carlo Maria Franzero, Il fanciullo meraviglioso, 1920

A volte improvvisamente mi prende alla gola... come il soffocamento della stupidità altrui e provo un senso di nausea per i gesti dei miei simili. Non sempre questa nausea è disinteressata.
Giorgio Gaber, in Guido Harari, Quando parla Gaber, 2011

La morte diventa equivalente alla vita, talvolta preferibile a una vita a cui è stato tolto quell'ossigeno che è la comunicazione. In un sistema disinvestito affettivamente, infatti, basta anche un avvenimento modesto, un nonnulla, perché la nausea della vita non trovi più alcuna resistenza.
Umberto Galimberti, I miti del nostro tempo, 2009
Credo nel sesso e nel decesso, due cose veramente fondamentali nella vita,
ma almeno dopo la morte non hai la nausea. (Woody Allen)
Per nausea della vita metter mano al pensiero: un suicidio per mezzo del quale ci si dà la vita.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Quando vengono le prime delusioni, si gode pienamente la nausea della vita, si diventa degli sbarazzini della morte e si è subito pronti a sacrificare ogni aspettativa al momento che passa. Soltanto in seguito si matura sino a raggiungere una ghiottoneria del suicidio e a riconoscere che è pur sempre meglio avere la morte dinanzi a sé che la vita dietro di sé.
Karl Kraus, Pro domo et mundo, 1912

C'è un'incostanza che deriva dalia leggerezza o dalla debolezza d'animo, che induce ad accettare tutte le opinioni altrui, e ce n'è un'altra, più scusabile, che deriva dalla nausea delle cose.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

La maggior parte degli amici ci procura la nausea per l’amicizia e la maggior parte dei devoti ci procura la nausea per la devozione.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

Di solito mi chiedono di dichiarare che "Il mondo è bello" quelli che me lo hanno fatto venire a nausea.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957
Con il passare del tempo, anche se i desideri non muoiono svanisce l'ansia, l'avidità furiosa, si esauriscono la disperata eccitazione e la nausea che pervadono ogni desiderio e ogni appagamento. 
Sándor Márai, La donna giusta, 1941

La severità delle amanti è noiosa, ma la cedevolezza e la facilità, a dire il vero, lo sono ancora di più: poiché l’insoddisfazione e la collera nascono dal pregio in cui teniamo la cosa desiderata, acuiscono l’amore e lo accendono; ma la sazietà genera la nausea.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/88

Nausea della verità. Le donne sono cosi fatte, che ogni verità (relativa all'uomo, all'amore, ai figli, alla società e allo scopo della vita) fa loro nausea - e cercano di vendicarsi su chiunque apra loro gli occhi.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

Chi oggi non ha cuore, bocca e occhi pieni di so nausea?
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

La nausea per l'uomo, per la «canaglia» è stato sempre il mio più grande pericolo.
Friedrich Nietzsche, Ecce homo, 1888

Eccoli, i meschini, stanno n come erba e gramigna e sterpaglia − e non hanno colpa della loro pochezza. E a me tocca farmi strada in mezzo a loro e cercare di calpestarli il meno possibile - ma intanto la nausea mi divora il cuore.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Anche nelle cose intellettuali, per esempio nel valutare le opinioni, non sempre mettiamo in campo delle ragioni, ma molto spesso una specie di nausea intellettuale.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Il fanatismo è un mezzo contro la nausea di sé stessi.
ibidem

Il bisogno indomabile di qualche cosa e al tempo stesso la nausea per questa cosa - in ciò consiste il sentimento del vizioso.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

I pessimisti dicono che la vita inizia con il pianto del neonato; in realtà, ancor prima, c'è la nausea della gravidanza.
Marco Oliverio (Aforismi inediti su Aforismario)

Al mio risveglio, è sorta una nausea fisica della vita intera. Un orrore del dover vivere si è alzato con me dal letto. Tutto mi è sembrato vuoto e ho avuto la fredda impressione che non esista soluzione per nessun problema.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

A volte, senza che me lo aspetti o che me lo debba aspettare, mi attanaglia la gola il soffocamento della banalità e ho la nausea fisica della voce e dei gesti del cosiddetto mio simile.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

La vita può essere sentita come una nausea nello stomaco, l’esistenza della propria anima come un malessere dei muscoli. La desolazione dello spirito, sentita in modo acuto, provoca nel corpo delle maree in lontananza, e fa male per delega.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Provo nausea fisica per l’umanità ordinaria che, tra l’altro, e l’unica che c’è. E talvolta mi adopero ad aumentare tale nausea, proprio come si può provocare un vomito, per facilitare lo stimolo a vomitare.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Quante volte avverto l’ordinaria coscienza di me stesso offuscarsi, in un sedimento torvo di stagnazione inquieta! Quante volte mi fa male esistere, con una nausea a tal punto incerta da non saper distinguere se è un tedio, o se un conato di vomito! Quante volte…
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

La nausea metafisica ci fa singhiozzare dei perché.
[La nausée métaphysique nous fait hoqueter des pourquoi].
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1954
La nausea metafisica ci fa singhiozzare dei perché. (Jean Rostand)
La Nausea m’ha colto, mi son lasciato cadere sulla panca, non sapevo nemmeno più dove stavo; vedevo girare lentamente i colorì attorno a me, avevo voglia di vomitare. Ed ecco: da quel momento la Nausea non m’ha più lasciato, mi possiede.
Jean-Paul Sartre, La nausea, 1938

La Nausea mi lascia un breve respiro. Ma so che ritornerà: è il mìo stato normale. Soltanto, oggi il mio corpo è troppo esausto per sopportarla. Anche i malati hanno delle felici debolezze che gli tolgono per qualche ora la coscienza del loro male.
Jean-Paul Sartre, La nausea, 1938

La Nausea non è in me: io la sento laggiù sul muro, sulle bretelle, dappertutto attorno a me. Fa tutt'uno col caffè, son io che sono in essa.
[La Nausée n'est pas en moi: je la ressens là-bas sur le mur, sur les bretelles, partout autour de moi. Elle ne fait qu'un avec le café, c'est moi qui suis en elle].
Jean-Paul Sartre, La nausea, 1938

Sposarsi significa fare il possibile per venirsi a nausea reciprocamente.
Arthur Schopenhauer, Scritti postumi, 1804/60 (postumo 1966/75) 

Solo il saggio è soddisfatto delle sue cose. Ogni stoltezza è angustiata dalla nausea di sé.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Per trovare piacevole la vita è sufficiente essere dotati di gusti alquanto grossolani. Agli sfortunati dal palato fine, invece, non resta che imparare a convivere con la nausea e fare l’abitudine al disgusto.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Riguardo a questo “ritorno del sacro”, di cui si sente spesso parlare in tono compiaciuto come fenomeno caratteristico dei nostri tempi, ci sarebbe da chiedersi se esso non sia, piuttosto, il rigurgito autoprovocato da un infermo nel tentativo di alleviare la nausea.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Poiché la nausea è affluita sino al cuore dell'esistenza, / poiché l'orrore è penetrato sino al cuore dell'inesistenza, / non c'è più pace nemmeno nella morte.
Sándor Weöres, Libro della disperazione, XX sec.

È possibile affogare nel nulla e avere la nausea di tutto?
Anonimo (attribuito a Charles Bukowski)

Troppa manna, nausea.
Proverbio

Quello che a uno piace, all'altro mette nausea.
Proverbio

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Disgusto - Schifo - Vomito

Nessun commento: