2016-06-09

Persone solitarie e Asociali - Frasi sui Lupi solitari

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sulle persone solitarie e sugli asociali, quel genere di individui, cioè, che amano la solitudine e che spesso, come "lupi solitari", preferiscono stare soli piuttosto che in compagnia, specie quando la compagnia lascia un po' a desiderare... Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa dedicate alla solitudine e allo stare soli.
In ogni strada di questo paese c'è un nessuno che sogna di diventare qualcuno.
È un uomo dimenticato e solitario che deve disperatamente provare di essere vivo.
(Robert De Niro, Taxi driver, Martin Scorsese, 1976)
1. Persone solitarie
© Aforismario

Chi non è in grado di entrare nella comunità o per la sua autosufficienza non ne sente il bisogno, non è parte dello Stato, e di conseguenza è o bestia o dio.
Aristotele, Politica, IV sec. a.e.c.

Pensando ai pianeti, al cielo, alle galassie, mi rendo conto che oggi è possibile esplorare mondi lontani. Ma oltre a questi viaggi nello spazio, costosi e difficili, ce ne sono altri, silenziosi, che durano un tempo interminabile e sono molto più lunghi: sono i viaggi dell’anima, intrapresi da esploratori solitari che affrontano foreste intricate, caverne, posti inesplorati per raggiungere quel luogo di luce solitario che è il paese di Dio.
Romano Battaglia, Com’è dolce sapere che esisti, 2006

Gusto inamovibile della prostituzione nel cuore dell’uomo, donde nasce il suo orrore della solitudine. – Egli vuole essere due. L’uomo di genio vuole essere uno, dunque solitario.
Charles Baudelaire, Il mio cuore messo a nudo, 1859/66 (postumo 1887/1908)

Sentimento di solitudine, dalla mia infanzia. Malgrado la famiglia, e in mezzo ai compagni, soprattutto, – sentimento di un destino eternamente solitario. Tuttavia, gusto vivissimo della vita e del piacere.
Charles Baudelaire, Il mio cuore messo a nudo, 1859/66 (postumo 1887/1908)

I veri amici sono i solitari insieme.
Abel Bonnard, L'amicizia, 1928

Se un viaggiatore non incontra qualcuno meglio di lui o suo pari, continui piuttosto assiduamente il suo solitario cammino; uno stolto non rappresenta alcuna compagnia.
Siddhārtha Gautama Buddha, Dhammapada (Versi della Legge), V sec. a.e.c.

Gli uomini: forse i vermi solitari della terra.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Il grande problema da risolvere "praticamente": si può essere felice e solitario?
Albert Camus, Taccuini, 1935/59 (postumo 1962/89)

Non è importante dirsi che si è soli, purché tali si sia veramente. La posa del pensatore solitario toglie alla sua esistenza ogni valore.
Elias Canetti, La rapidità dello spirito, 1994

Ciò che la vita ci insegna è che occorre affrontare da solitari il cammino della propria esistenza, sopportando il peso delle proprie azioni e l'angoscia che da ciò deriva.
Aldo Carotenuto, Il gioco delle passioni, 2002

I solitari leggono molto, ma parlano poco e poco sentono dire: la vita per loro è misteriosa. Sono mistici e spesso vedono il diavolo dove non è.
Anton Čechov, Racconti, 1886

La storia delle idee è la storia del rancore dei solitari.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Ogni solitario, mi dicevo, è sospetto: un essere puro non si isola. Per augurarsi l'intimità di una cella, bisogna avere un peso sulla coscienza; bisogna aver paura della propria coscienza.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Credere a quello che si fa o che fanno gli altri significa infatuarsi di quisquilie. Si dovrebbe voltare le spalle ai simulacri e persino alle "realtà", porsi al di fuori di tutto e tutti, scacciare o stroncare i propri appetiti, vivere, secondo un adagio indù, con così pochi desideri quanti ne ha un "elefante solitario".
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

L’aquila vola sempre sola. (Proverbio)
Le architravi secolari poggiano su spalle solitarie.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

La solitudine è insopportabile se il solitario non aderisce a evidenze trascendenti. Quando la verità muore, l'uomo anestetizza la propria angoscia col fetore della massa.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Soltanto il solitario si salva dal provincialismo.
ibidem

Il tremendo rumore della storia non è altro che l'eco del dialogo tra pochi solitari.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

In ogni strada di questo paese c'è un nessuno che sogna di diventare qualcuno. È un uomo dimenticato e solitario che deve disperatamente provare di essere vivo. 
Robert De Niro, in Taxi driver, 1976

Sono proprio un 'viaggiatore solitario'; mai mi sono sentito appartenere né alla patria, né agli amici e neppure ai parenti più stretti. Anzi, di fronte a questi legami ho sempre avuto la sensazione netta di essere un estraneo e ho sempre provato il bisogno della solitudine.
Albert Einstein, su Forum and Century, 1930

Nella vita quotidiana sono il classico solitario, ma la consapevolezza di appartenere alla comunità invisibile di quelli che lottano per la verità, per la bellezza e per la giustizia mi ha risparmiato ogni sensazione di isolamento.
Albert Einstein, Il mio credo, 1932

Il poeta ribelle, l'eroe solitario, è un individuo senza seguaci: non trascina le masse in piazza, non provoca le rivoluzioni. Però le prepara.  
Oriana Fallaci, Un uomo, 1979

Ecco un'alternativa possibile: o solitari o solidali.
Joan Fuster, Giudizi finali, 1960/68

Come scrittore sono un solitario: non faccio parte di gruppi, di correnti, di circoli. Tuttavia quando scrivo sento di appartenere a una comunità di persone fisicamente sconosciute, spiritualmente solidali.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

I numeri primi sono divisibili soltanto per 1 e per se stessi. Se ne stanno al loro posto nell'infinita serie dei numeri naturali, schiacciati come tutti fra due, ma un passo in là rispetto agli altri. Sono numeri sospettosi e solitari.
Paolo Giordano, La solitudine dei numeri primi, 2008

Certo la vita è povera e solitaria. Viviamo quaggiù come il diamante nella miniera. Invano ci domandiamo come siamo discesi, per ritrovare la via da risalire. Siamo come il fuoco che dorme nel
ramo secco o nel sasso; e lottando cerchiamo ogni momento di far cessare la prigionia che ci stringe. Ma a compensare anni di lotte vengono istanti di liberazione, in cui il divino rompe il carcere, in cui la fiamma si scioglie dal legno e divampa vittoriosa - ah! gli istanti in cui ci sembra che il libero spirito, dimenticando le pene, deposta la veste di schiavo, torni in trionfo alle logge del Sole.
Friedrich Hölderlin, Iperione, 1797
Nella solitudine il solitario divora sé stesso, nella moltitudine lo divorano i molti.
Ora scegli. (Friedrich Nietzsche - Foto: Kevin Kline, Un pesce di nome Wanda, 1988)
Gli uomini solitari vedono cose che noi non vediamo: hanno visioni dal mondo soprannaturale. Essi affinano l’anima attraverso l’isolamento, il pensiero e la continenza. Noi la rendiamo ottusa con i contatti, la mancanza di riflessione, i piaceri. Per questo essi vedono quel che noi non possiamo vedere. Chi è solo in una stanza silenziosa, ode chiaramente il battere dell’orologio. Se entrano però altri e il movimento e la conversazione hanno inizio, cessa di udirlo. Ma il battito non smette per questo di essere accessibile all'udito.
Konstantinos Kavafis, Note di poetica, tra 1902 e 1905

Abramo di Santa Chiara racconta di un ricco che alla sua morte costituì erede di tutte le sue sostanze un solitario. Il solitario quando lo venne a sapere, rispose: «Deve trattarsi di uno sbaglio: com'è possibile ch'egli mi costituisca suo erede se sono morto molto tempo prima di lui?».
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

Io sono naturalmente inclinato alla vita solitaria. Contuttociò non posso negare ch’io non desideri una vita distratta vedendo per esperienza che nella solitudine io rodo e divoro me stesso.
Giacomo Leopardi, Lettera al padre Monaldo, 1823

Chi non lo sa che i più grandi amici degli animali, i più bravi a comprenderli e ad esserne compresi, sono proprio i solitari?
Primo Levi, La chiave a stella, 1978

Anche del genio, pur troppo si disse, come del pazzo, che nasce e muore solitario, freddo, insensibile agli affetti di famiglia e ai convegni sociali.
Cesare Lombroso, Genio e follia, 1864/77 

Date al solitario pensatore la più cara delle sue gioie, quella di sapersi vivo nella vita di tutti.
Paolo Mantegazza, Elementi d'igiene, 1867

Così social dietro uno schermo, così asociali nella realtà.
Vincenzo Marchese (Aforismi inediti su Aforismario)

Quando anche uno abbia voltate le spalle al mondo (in senso esteriore), se non è in comunione con Dio, e quindi trattiene il mondo nei suoi pensieri, non è solo; sarà un solitario, ma non è solo.
Johann Ulrich Megerle (Abramo di Santa Chiara), XVII-XVIII sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il solitario attrae. Come le isole.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Uomini solitari. Parecchi uomini sono così abituati a star soli con sé stessi, che non si paragonano affatto con gli altri, e continuano a intessere la loro vita monologica in una disposizione lieta e tranquilla, fra buone conversazioni con sé stessi e perfino con riso. Se invece li si induce a confrontarsi con gli altri, essi inclinano a sottovalutare se stessi con riflessioni sottili: al punto da dover essere costretti a riapprendere solo dagli altri una buona, giusta opinione sul loro conto; e anche da questa opinione appresa vorranno sempre togliere, detrarre qualcosa. Bisogna dunque lasciare a certi uomini la loro solitudine e non essere così sciocchi, come spesso accade, da compiangerli a causa di essa.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Nella solitudine il solitario divora sé stesso, nella moltitudine lo divorano i molti. Ora scegli.
Friedrich Nietzsche, Umano, troppo umano II, 1879/80

Ai solitari. Se noi non risparmiamo l’onore delle altre persone nei colloqui che abbiamo con noi stessi altrettanto che in pubblico, non siamo delle persone perbene.
Friedrich Nietzsche, Aurora, 1881

Tra le nature socievoli e quelle solitarie c’è questa differenza (ammettendo che entrambe abbiano spirito!): le prime sono contente o quasi contente di una cosa, qualunque sia, fin dal momento in cui trovano nella loro mente una formulazione felice per comunicarla, – ciò le riconcilia col diavolo stesso! I solitari invece trovano in una cosa il loro silenzioso diletto e il loro silenzioso tormento, e odiano l’esposizione troppo lucida, brillante dei loro problemi più intimi, così come l’abbigliamento troppo ricercato nell'amata: la guardano allora malinconicamente, come se sorgesse in loro il sospetto che ella voglia piacere agli altri! Questa è la gelosia che tutti i pensatori solitari e i sognatori appassionati hanno per l’esprit.
Friedrich Nietzsche, Aurora, 1881

Famelica, violenta, solitaria, senzadio: così vuole se stessa la volontà leonina. Libera dalla felicità dei servi, redenta da dèi e adorazioni, impavida e terribile, grande e solitaria: tale è la volontà del verace. Nel deserto abitarono da sempre i veraci, gli spiriti liberi, come signori del deserto; mentre nelle città vivono i sapienti ben foraggiati, i sapienti famosi – gli animali da tiro.
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Voi solitari di oggi, voi che prendete congedo, voi dovrete una volta essere un popolo: da voi che avete eletto voi stessi, deve nascere un popolo eletto − e da esso il superuomo.
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Il solitario è uno a cui bastano i propri problemi.
Marco Oliverio (Aforismi inediti su Aforismario)

Molto meglio il lupo solitario del cane servile.
George Orwell, Fiorirà l'aspidistra, 1936
Molto meglio il lupo solitario del cane servile. (George Orwell)
Date una compagnia al solitario e parlerà più di chiunque.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952) 

siamo cosi fatti che anche i nostri moti più interiori cercano appoggio in un consenso sociale. E anzi, quelli che vivono più solitari sono portati, quando trovino una risposta nel prossimo, a buttarcisi con più entusiasmo ed esclusività, tendendo a creare una molteplice solitudine di anime. Per cui non si consiglierà mai abbastanza, a chi sia convinto dell'essenziale solitudine di ciascuno, di disperdersi in innumerevoli, e perciò poco impegnativi, legami sociali.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

Essere solitario per essere sincero e puro nell'anima. L'uomo − ente collettivo − è un essere corrotto.
Fernando Pessoa, La divina irrealtà delle cose, 2003 (postumo)

Sulla vetta c’è posto solo per un uomo. Quanto più perfetto, più completo; e quanto più sarà completo, meno necessiterà dell’altro.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Cercato ho sempre solitaria vita / (le rive il sanno, e le campagne e i boschi) / per fuggir questi ingegni sordi e loschi, che la strada del cielo hanno smarrita.
Francesco Petrarca, Canzoniere, XIV sec.

Vedo nelle nuove gigantesche organizzazioni della ricerca scientifica un serio pericolo per la scienza. I grandi uomini di scienza erano solitari critici. [...] Lo spirito della scienza è mutato, come conseguenza della ricerca organizzata. Dobbiamo sperare che, nonostante tutto, continueranno a esserci sempre grandi solitari.
Karl Popper, Alla ricerca di un mondo migliore, 1984

Si ha un bell'essere due: l’amore resta solitario.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

Quanto più in alto uno è nella serie gerarchica della natura, tanto più è solitario, essenzialmente e irrimediabilmente.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

− Sei un lupo solitario, eh?
− Io non sopporto neanche la mia immagine allo specchio.
− Ah, be', questo lo posso capire.
Bud Spencer e Terence Hill, in Nati con la camicia, 1983

Requiem del solitario. «Fu un essere straordinario. Lui solo lo seppe.»
Jude Stéfan, Gnomiche, 1985

La grandezza è solitaria. Si direbbe anzi che la solitudine è condizione della grandezza. Tutte le intelligenze superiori, tutte le nature superiori sono isolate − l'aquila vive sola, il leone solo.
Iginio Ugo Tarchetti, Pensieri, 1869

Non vi è un fanciullo, non un uomo forse, che non abbia in fondo sognato di essere un Robinson, e, se non di vivere solitario in un'isola deserta, almeno di rifare lui stesso, ripartendo dalla fonte, i propri alimenti e i propri abiti.
Maxence Van der Meersch, Perché non sanno quello che fanno, 1933

Le persone solitarie si sentono sole solo in compagnia.
Wolfram Weidner (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Non sono asociale. Sono socialmente selettivo
2. Asociali
© Aforismario

Se il tuo vicino è un asociale e non ama il tuo rumore, accende il proprio e cancella il tuo.
Vittorino Andreoli, L'uomo di vetro, 2008

La lettura è un’attività asociale, faticosa e anche noiosa. Ma rimane la più straordinaria di tutte.
Gian Arturo Ferrari, su il Giornale, 2005

Se non si è più d'accordo con la società ma si ha paura di trasformarla con una rivoluzione, nell'arte e nella letteratura si diventa sempre più asociali.
Ernst Fischer, L'arte è necessaria?, 1962

Se l'individuo è isolato e torturato da dubbi o da un sentimento di solitudine e di impotenza, allora sentirà un impulso alla distruttività e un desiderio di potere o di sottomissione. Se la libertà umana si instaura come «libertà di», se l'uomo riesce a realizzare il proprio io pienamente e senza compromessi, la causa fondamentale dei suoi impulsi asociali scomparirà, e solo l'individuo malato e anormale sarà pericoloso.
Erich Fromm, Fuga dalla libertà, 1941

Il nucleo familiare è diventato oggi un nucleo asociale. Quel che succede in casa resta spesso compresso e incomunicato. Quando si esce di casa, ciascuno indossa una maschera, quella convenuta, il cui compito è di non lasciar trasparire proprio nulla dei drammi, delle gioie o dei dolori che si vivono dentro quelle mura ben protette.
Umberto Galimberti, I miti del nostro tempo, 2009

Non è che io sia asociale, ma credo che se un artista vuole utilizzare il cervello per un lavoro creativo, ciò che si chiama autodisciplina – che non è altro che un modo per sottrarsi alla società – sia assolutamente indispensabile. 
Glenn Gould, No, non sono un eccentrico, 1989

Così social dietro uno schermo, così asociali nella realtà. 
Vincenzo Marchese (Aforismi inediti su Aforismario)

Chi vaga per il mondo non è asociale. Semplicemente ama le grandi relazioni.
Paul Morand, Il viaggio, 1927

Non è vero che sono asociale perché con me stessa mi trovo benissimo.
Paola Poli (Aforismi inediti su Aforismario)

Non sono asociale. Sono socialmente selettivo.
Anonimo

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Solitudine - Stare soli - Isolamento - Eremiti

Nessun commento: