2016-07-02

Germania e Tedeschi - Frasi e citazioni teutoniche

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sulla Germania e sui Tedeschi. La Germania (o Repubblica Federale di Germania, in tedesco: Bundesrepublik Deutschland), è una repubblica federale parlamentare composta da sedici stati, con capitale Berlino. La Germania è la nazione più popolata dell'Unione europea, con oltre 82.000.000 abitanti. Nel 1949, dopo la Seconda guerra mondiale, la Germania fu divisa in due stati separati: la Repubblica Federale di Germania (Germania Occidentale) e la Repubblica Democratica Tedesca (Germania Orientale). I due Stati si riunificarono solo nel 1990 dopo la simbolica caduta del muro di Berlino. Oggi, la Germania è una delle maggiori potenze economiche a livello mondiale, e per questo motivo è definita la "locomotiva d'Europa".
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'Europa e su alcuni dei più importanti Paesi europei.
La Germania è la locomotiva dell'Europa.
1. Germania
© Aforismario

Amo talmente tanto la Germania che ne preferivo due.
Giulio Andreotti [attribuito - cfr. citazione di François Mauriac].

O Germania, pallida madre! Come t'hanno ridotta i tuoi figli, che tu in mezzo ai popoli sia o derisione o spavento!
Bertolt Brecht, Germania, 1933 

In Germania è accaduto tutto, si sono manifestate tutte le possibilità storiche ancora esistenti nell’uomo. 
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973 

La Germania ha già dato prova di sé nella musica: come pensare che vi eccellerà ancora? Ha consumato le risorse della sua profondità.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Il dramma della Germania è di non avere avuto un Montaigne. Che fortuna, per la Francia, aver cominciato con uno scettico!
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Una volta, la Germania era un'oasi [di cultura] nel deserto.
Albert Einstein, lettera ad Alfred Kerr, 1934

In tedesco mentire è essere cortesi.
Johann Wolfgang Goethe, Faust, 1808

Germania, madre di tutta la vita che ha dato il suo aspetto alla civiltà del mondo odierno.
Adolf Hitler, La mia battaglia, 1925/26

La Germania, o diventerà una Potenza mondiale o non sarà.
Adolf Hitler, La mia battaglia, 1925/26

Pochissime altre nazioni presentano così tanti aspetti differenti come la Germania: i suoi paesaggi, la gente, le diverse mentalità e i dialetti che continuano a vivere ancora oggi. I motivi di una tale varietà affondano le radici nel travagliato passato del Paese, poiché prima del 1871 non si poteva nemmeno parlare di una vera e propria "nazione tedesca". Essa venne a crearsi, come un mosaico, a partire da alcuni stati più importanti e decine e decine di staterelli, che avevano tra di loro vaghi legami di lingua, cultura e arte poetica.
Sabine Kieslich, Germania. Il cuore dell'Europa, 2006

La Germania non brilla solo per il suo patrimonio culturale: anche dal punto di vista naturale e paesaggistico il bel cuore dell'Europa ha molto da offrire.
Sabine Kieslich, Germania. Il cuore dell'Europa, 2006

Il "padre Reno", uno dei più bei corsi d'acqua d'Europa che, in particolare tra Bingen e Coblenza, incarna, più d'ogni altro fiume, l'anima romantica della Germania.
Sabine Kieslich, Germania. Il cuore dell'Europa, 2006

In Germania bastano due persone per formare un'associazione. Se uno dei due muore, l'altro si alza dal suo posto in segno di lutto.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

I teatri tedeschi dovrebbero fermarsi al naturalismo. Lo Shakespeare naturalizzato in Germania non va.
Karl Kraus, Di notte, 1918

In Germania l'arte sta «al servizio del commerciante».
Karl Kraus, Di notte, 1918

Amo talmente tanto la Germania che preferisco vederne due.
[J’aime tellement l’Allemagne que je suis heureux qu’il y en ait deux].
François Mauriac, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Noi possiamo guardare con un sovrano disprezzo talune dottrine d'oltralpe, di gente che ignorava la scrittura con la quale tramandare i documenti della propria vita, in un tempo in cui Roma aveva Cesare, Virgilio ed Augusto.
Benito Mussolini, Scritti e discorsi, 1914/39

Oggi, chiunque abbia mentalità di buon Europeo, deve imparare a scrivere bene e sempre meglio: non c’è scampo, neanche se si è nati in Germania, dove si considera lo scrivere male come prerogativa nazionale.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

In Germania manca all'uomo superiore un grande strumento educativo: la risata degli uomini superiori; in Germania questi non ridono.
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882
  
Ovunque estende la sua influenza, la Germania rovina la cultura.
Friedrich Nietzsche, Ecce Homo, 1888

Nella Germania attuale nessuno ha più la libertà di dare ai propri figli un'educazione scelta: le nostre scuole «superiori» sono fatte tutte quante per la più equivoca mediocrità, con i loro professori, i loro programmi e i loro obiettivi d'insegnamento. E dappertutto regna una fretta indecorosa, come se si perdesse qualcosa qualora un giovane a ventitré anni non avesse ancora «finito», non sapesse ancora rispondere alla «domanda principale»: quale professione?
Friedrich Nietzsche, Il crepuscolo degli idoli, 1888
  
In Germania, qualsiasi imbecillaggine in letteratura e qualsiasi cattiva maniera nella vita trovano schiere di imitatori.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

La flemma è la radice dell'idiozia e purtroppo ha la sua patria in Germania.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Una città con ornamenti architettonici, monumenti, obelischi, fontane decorative, eccetera e nello stesso tempo con quel miserabile lastrico, che è in uso in Germania, somiglia a una donna. che sia ornata di oro e di gioie, e nello stesso tempo porti un vestito sudicio e lacero. 
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Con l’Italia si vive come con un’amante: oggi in aspro litigio, domani in adorazione. Con la Germania come con una donna di casa, senza grossi bisticci, ma senza grande amore.
Arthur Schopenhauer (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Non avete ancorato la Germania all'Europa, avete ancorato l'Europa a una nuova e dominante Germania unificata.
[You have not anchored Germany to Europe. You have anchored Europe to a newly dominant, unified Germany].
Margaret Thatcher, discorso, 1995

La Germania è la locomotiva dell'Europa.
[Deutschland ist Europas Lokomotive].
Anonimo

Noi Tedeschi temiamo Dio, ma nient'altro al mondo! (Otto von Bismarck)
2. Tedeschi
© Aforismario

Sempre meno tedeschi credono in Dio. È probabilmente una cosa reciproca.
Michael Augustin (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Nel 1945 i partigiani cacciarono i tedeschi dall'Italia. Gli albergatori versiliesi non gliel'hanno mai perdonata.
Romano Bertola, Le caramelle del diavolo, 1991

Noi Tedeschi temiamo Dio, ma nient'altro al mondo!
[Wir Deutschen fürchten Gott, aber sonst nichts in der Welt!]
Otto von Bismarck, Discorso al Reichstag, 1888

I tedeschi, tra tutte le nazioni, sono quelli che hanno filosofato di più; da ciò deriva che sono quelli che hanno vissuto di meno.
Ludwig Börne, XIX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Hitler in pochi anni ha trasformato i tedeschi in ebrei, e oggi  tedesco è divenuto una parola dolorosa come ebreo .
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

È ben noto che nessun popolo è più preciso dei tedeschi nella preparazione e nella pianificazione, ma ugualmente nessun popolo può risultare maggiormente sconvolto quando i suoi piani falliscono. Non sono in grado di improvvisare.
Winston Churchill, La Seconda Guerra Mondiale,1948/53

La capacità di resistenza dei tedeschi non conosce limiti, perfino nella pazzia: Nietzsche sopportò la sua per undici anni, Hölderlin per quaranta.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Questi due popoli, segretamente attratti l'uno verso l'altro, non potevano intendersi: come avrebbero potuto i Tedeschi, questi arrivisti della fatalità, perdonare agli Ebrei un destino superiore al loro?
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

I Tedeschi detestavano nell'Ebreo il loro sogno "realizzato", l'universalità che non potevano raggiungere
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Non tutti i tedeschi credono in Dio, ma tutti i tedeschi credono alla Bundesbank.
Jacques Delors, cit. su la Repubblica, 10 settembre 2012

Tutto si può sopportare: carestia, fame e morte. Ma i tedeschi sono proprio insopportabili.
Ilja Ehrenburg [1]

Ecco una nuova applicazione della teoria della relatività. In Germania oggi mi considerano uno 'scienziato tedesco' e in Inghilterra un 'ebreo svizzero'. Se un domani diventassi un'invisa "bête noire", succederebbe il contrario e sarei un 'ebreo svizzero' per i tedeschi e uno 'scienziato tedesco' per gli inglesi.
Albert Einstein, lettera al Times di Londra, 1919

Se verrà dimostrato che la mia teoria della relatività è valida, la Germania dirà che sono tedesco e la
Francia che sono cittadino del mondo. Se la mia teoria dovesse essere sbagliata, la Francia dirà che sono un tedesco e la Germania che sono un ebreo.
Albert Einstein, discorso alla Società filosofica francese, Sorbona, 1922

L'intero popolo tedesco è responsabile di questi assassinii in massa e deve essere punito in quanto popolo... Dietro al partito nazista è stato il popolo tedesco a eleggere Hitler dopo che, nel suo libro e
nei suoi discorsi, aveva chiarito le sue intenzioni spudorate senza la minima possibilità di malinteso.
Albert Einstein, Sugli eroi del ghetto di Varsavia, su Bulletin of the Society of Polish Jews, New York, 1944

Dopo che i tedeschi hanno massacrato i miei fratelli ebrei in Europa, non voglio avere più nulla a che fare con loro... a parte i pochi che, nei limiti del possibile, hanno mostrato fermezza.
Albert Einstein, lettera a Arnold Sommerfeld, 1946

Il crimine dei tedeschi è veramente il più abominevole mai registrato nella storia delle nazioni cosiddette civili. Il comportamento degli intellettuali tedeschi, nell'insieme, non è stato migliore di quello della plebe.
Albert Einstein, lettera a Otto Hahn, 1949

Se si legge la storia, verrebbe da pensare che i tedeschi abbiano fatto le loro guerre per il solo gusto di perderle.
Joan Fuster, Giudizi finali, 1960/68

Un tedesco verace non sopporta i francesi, ma beve volentieri i loro vini.
Johann Wolfgang Goethe, Faust, 1808

Il vero Tedesco si contraddistingue per la varietà della formazione e per l'unità del carattere.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

I Tedeschi, ma non soltanto loro, hanno il dono di rendere le scienze inaccessibili.
ibidem

I Tedeschi dei tempi moderni hanno considerato la libertà di pensiero e di stampa come nient'altro che il poter insultarsi a vicenda pubblicamente.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

I Tedeschi sanno correggere, non aiutare.
ibidem

Il Tedesco deve imparare tutte le lingue, affinché nessuno straniero si senta a disagio a casa sua ed egli, a sua volta, si senta dappertutto a casa sua all'estero.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

I tedeschi sono strani: cercando e mettendoci dappertutto idee e pensieri profondi si rendono la vita più difficile del necessario.
Johann Wolfgang Goethe (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Essere tedesco significa essere privo di gusto, stupido, brutto, grasso e senza alcuna elasticità.
George Grosz [1]

I censori tedeschi ................ ..... ...... ..... ... imbecilli.... .......
Heinrich Heine, Idee, 1827

Questo è il bello di noi tedeschi: che nessuno è tanto pazzo da non trovarne uno più pazzo che lo comprenda.
Heinrich Heine, Il viaggio nello Harz, 1826

I tedeschi sono un popolo speculativo, di ideologi, di precursori e contemplatori, di sognatori, che vivono solo nel passato e nel futuro e non hanno presente.
Heinrich Heine, XIX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Come la birra che si esporta, i tedeschi non diventano migliori all'estero.
Heinrich Heine, ibidem

Manca al popolo tedesco ogni sincero istinto di armento fondato sull'unità del sangue; quell'istinto che nei momenti del pericolo salva dal tramonto le nazioni facendo tacere i grandi e piccoli dissensi interni e opponendo al comune nemico la chiusa fronte di un armento unitario.
Adolf Hitler, La mia battaglia, 1925/26

Se il popolo tedesco, nel suo sviluppo storico, avesse posseduto quella unità di armento che possedettero altri popoli, oggi il Reich tedesco sarebbe padrone della Terra.
ibidem

Chi parla d'una missione del popolo tedesco sulla Terra, deve sapere che questa può solo consistere nella formazione d'uno Stato ravvisante il suo compito supremo nella conservazione e nell'incremento degli elementi più nobili, rimasti illesi, della nostra nazione; anzi, dell'intera umanità.
Adolf Hitler, La mia battaglia, 1925/26

Nessun popolo dovrebbe più del popolo tedesco imparare la storia: ma esso ne fa pessimo impiego.
ibidem

A noi Tedeschi non mancò mai la cultura scientifica: mancò spesso invece la forza di volontà e di decisione.
Adolf Hitler, La mia battaglia, 1925/26

I Tedeschi sono seri, diligenti, lavorano come nessun'altra nazione al mondo, raggiungono l'impossibile, ma non c'è gioia a vivere tra loro.
Hugo von Hofmannsthal, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La bella capitale della Baviera ospita la festa più famosa della Germania, che ogni anno, in ottobre, attira persone di ogni nazionalità. Non solo in occasione della "Oktoberfest" la birra, bevanda preferita dai tedeschi, scorre a fiumi: in ogni momento, nei Biergärten (birrerie all'aperto) della città, la si beve volentieri e in quantità.
Sabine Kieslich, Germania. Il cuore dell'Europa, 2006

I tedeschi sanno far festa: ne sono testimoni le molte occasioni festive disseminate per tutto il calendario
Sabine Kieslich, Germania. Il cuore dell'Europa, 2006

I poeti tedeschi hanno il talento di non saper tenere la bocca chiusa.
Karl Kraus, Di notte, 1918

I Tedeschi si definiscono anche il popolo di Schopenhauer, mentre Schopenhauer era così modesto da non ritenersi affatto il pensatore dei Tedeschi.
Karl Kraus, Di notte, 1918

Dove arrivano i tedeschi mettono in ordine le cose. Anche se non sono sempre le cose loro, ma quelle degli altri.
Karl Kraus (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Nessuno può vantarsi di comprendere i tedeschi.
Primo Levi, Se questo è un uomo, 1947

I tedeschi amano ripetere i propri errori due, tre volte, finché non li commettano impeccabilmente.
Rolf Linnemann [1]

Questi americani, Dio mio, che non hanno il coraggio di essere tedeschi; e questi tedeschi che non riescono a sembrare americani; e questi francesi che credono di essere ancora francesi; e questi italiani sempre italiani, dalla mattina alla sera!
Leo Longanesi, La sua signora, 1957

Un tedesco è capace di grandi cose, ma è improbabile che le faccia.
Friedrich Nietzsche, Aurora, 1881

I Tedeschi hanno inventato la polvere − bravissimi! ma hanno anche, per altro verso, pareggiato il conto − inventarono la stampa.
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

Il tedesco è pressoché incapace del "presto" nella sua lingua: dunque, come si può logicamente concludere, è altresì incapace di molte delle più squisite e temerarie "nuances" del libero pensiero, del pensiero proprio degli spiriti liberi.
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

La caratteristica dei Tedeschi è che per loro il problema «che cos'è tedesco?» resta sempre aperto.
ibidem

Ogni sostenutezza, pesantezza, pomposa goffaggine, ogni specie di stile interminabilmente prolisso e tedioso hanno trovato nei Tedeschi uno sviluppo estremamente ricco di varietà.
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

I Tedeschi sono più inafferrabili, più vasti, più contraddittori, più sconosciuti, più incalcolabili, più sorprendenti, perfino più terribili di quanto lo siano stati altri popoli − essi sfuggono alla "definizione".
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

L'anima tedesca è tutta un intrico di labirinti, in essa ci sono caverne, nascondigli, trabocchetti; molta parte ha nel suo disordine l'attrattiva del misterioso; ben conosce il tedesco i segreti sentieri che portano al caos.
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

I tedeschi sono come le donne, non potete scandagliarne le profondità; non ne hanno.
Friedrich Nietzsche, Ecce Homo, 1888

La filosofia è come la Russia, piena di paludi e spesso invasa dai tedeschi.
Roger Nimier, Le Hussard bleu, 1950

Sono un popolo nemico, le donne, come il popolo tedesco.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo, 1952).

Tedesco per me è un'altra parola per lavoro.
Flavien Ranaivo [1]

I tedeschi viaggiano soprattutto per verificare l'esattezza della guida turistica.
Anneliese Rothenberger [1]

Wieland considera una disgrazia l'esser nati tedeschi: Burger, Mozart, Beethoven, ed altri ancora gli avrebbero dato ragione, e io pure.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

I tedeschi sono esenti dall'orgoglio nazionale e forniscono in tal modo una prova della loro lodata onestà.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Il tedesco odia in tutte le cose l'ordine, la regola e la legge: egli ama il suo arbitrio individuale e il proprio capriccio, conditi con un po' di insipida equità, secondo il suo acuto giudizio.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

I tedeschi si distinguono, rispetto a tutte le altre nazioni, per la trascuratezza nello stile come nei vestiti, e ambedue le sciatterie sono dovute alla stessa causa che risiede nel carattere nazionale.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Il vero carattere nazionale dei tedeschi è la pesantezza: essa risalta nel loro modo di camminare, nel loro modo di agire, nella loro lingua, nei loro discorsi e racconti, nel loro modo di intendere e di pensare, ma in modo del tutto particolare risalta nel loro stile letterario.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Gli italiani e i tedeschi, nonostante la loro grande diversità in molte cose, concordano nel senso della profondità, serietà e verità in arte, e da questo punto di vista sono l'opposto dei francesi, ai quali quel senso manca del tutto; e ciò si vede dovunque.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

È un difetto costitutivo dei tedeschi cercare tra le nuvole quello che hanno ai loro piedi.
Arthur Schopenhauer, Scritti postumi, 1804/60 (postumo 1966/75)

Ai tedeschi è stato rinfacciato di imitare ora i francesi, ora gli inglesi; ma questa è la cosa più intelligente che possano fare; poiché da soli non sono capaci di fare alcunché di utile.
Arthur Schopenhauer [1]

Fra gli occidentali, furono i tedeschi a inventare gli orologi meccanici, spaventosi simboli del tempo che scorre.
Oswald Spengler, Il tramonto dell'Occidente, 1918/23

Tedeschi: popolo di poeti e pensatori.
Madame de Staël, De l’Allemagne, 1810

Il tedesco è sicuro di sé nel modo peggiore di tutti, nel più energico e nel più ripugnante dei modi, perché si immagina di conoscere la verità – cioè una scienza che s'è inventata lui stesso, ma che per lui è l'assoluta verità. 
Lev Tolstoj, Guerra e pace, 1865/69

Da che mondo è mondo, i tedeschi sono stati sconfitti da tutti. E non hanno mai disfatto nessuno. Soltanto si sono disfatti fra loro.
Lev Tolstoj, Guerra e pace, 1865/69

Quando il tedesco che sa di lettere si tuffa in una frase, non lo vedi più finché non emerge dall'altra parte del suo Atlantico con il verbo in bocca.
Mark Twain, Un americano alla corte di re Artù, 1889

Le grandi virtù dei tedeschi hanno creato più mali di quanti vizi abbia mai creato l'ozio.
Paul Valéry, Varietà, 1924/44

Differenza tra gli italiani e i tedeschi. L’italiano, anche se ha l’orario ferroviario in mano, non può fare a meno di chiedere continuamente a che ora arriva il treno; il tedesco, invece, perderebbe il treno pur di consultare l’orario.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

Se i tedeschi sono goffi e pesanti, gli italiani sono soltanto goffi e ricorrono ai tedeschi per zavorrarsi lo spirito. Come? Masticando il chewing-gum filosofico dei vari Hegel e Heidegger, oppure facendo gli strilloni e i muezzin di Nietzsche.
Anacleto Verrecchia, Rapsodia viennese, 2003

Il tedesco è tranquillo sol che abbia patate da mangiare e tabacco da fumare.
Proverbio

Ein Volk von Dichtern und Denkern.
[Un popolo di poeti e pensatori].
Detto

Note
  1. Wilhelm Mühs, Gli aforismi del cinico © Mondadori, 1992
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Europa - Italia - Francia

Nessun commento: