2016-07-27

Martirio - Frasi e citazioni sui Martiri

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sui martiri e sul martirio, dal latino martyrium, a sua volta dal greco μαρτύριον, propriamente: "testimonianza". In origine, infatti, erano chiamati martiri gli apostoli, in quanto testimoni della vita e della resurrezione di Cristo. In seguito, furono chiamati martiri tutti coloro che attestavano la verità del cristianesimo e che, pur di non rinnegare la propria fede durante le persecuzioni dei cristiani, sacrificavano la propria vita.
Scrive a questo proposito Agostino d'Ippona nel Commento alla prima lettera di Giovanni (V sec.): "Noi abbiamo veduto e siamo testimoni (1 Gv. 1, 2). Forse alcuni di voi, fratelli, ignari di greco, non sanno quale significato ha in greco il termine “testimoni”, termine comunissimo entrato nel vocabolario religioso. Il greco chiama “martiri” quelli che noi latini diciamo “testimoni”. E chi mai non sentì parlare di martirio? Su quali labbra di cristiano non risuona ogni giorno il nome dei martiri? Potesse quel nome stabilirsi anche nel nostro cuore, tanto da farci imitare le sofferenze dei martiri e non mettere invece sotto i piedi i loro esempi. Per questo Giovanni ci ha detto: “Noi abbiamo veduto e siamo testimoni”: noi abbiamo veduto e siamo martiri. Essi, dando testimonianza sia di quanto videro come di quanto udirono da coloro che erano stati testimoni oculari, sopportarono tutte le sofferenze del martirio, perché quella testimonianza spiacque agli uomini contro i quali era diretta. I martiri sono i testimoni di Dio. Dio volle avere come suoi testimoni gli uomini, affinché a loro volta gli uomini avessero come loro testimone Dio stesso".
In senso generico, il termine "martirio" indica i tormenti e le sofferenze affrontate, anche fino alla morte, per difendere un ideale politico o religioso. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla fede e sulla santità.
L’inchiostro dei sapienti è più prezioso del sangue dei martiri. (Maometto)
1. Martiri
© Aforismario

Tutta la vita di Cristo fu croce e martirio e tu cerchi per te riposo e gioia? Sbagli, sbagli se cerchi qualcosa d'altro, che non sia il patire tribolazioni; perché tutta questa vita mortale è piena di miseria e segnata tutt'intorno da croci.
Anonimo, De Imitatione Christi (Imitazione di Cristo - attribuito a Tommaso da Kempis e altri), XV sec.

Quante tribolazioni, e quanto gravi, hanno patito gli apostoli, i martiri, i testimoni della fede, le vergini e tutti gli altri che vollero seguire le orme di Cristo; essi infatti, ebbero in odio sé stessi in questo mondo, per possedere le loro anime nella vita eterna.
Anonimo, De Imitatione Christi (Imitazione di Cristo - attribuito a Tommaso da Kempis e altri), XV sec.

Ad un governo ingiusto nuoce più il martire che non il ribelle.
Massimo d'Azeglio, I miei ricordi, 1867 (postumo)

Per non essere gli straziati martiri del Tempo, ubriacatevi senza posa! Di vino, di poesia o di virtù: come vi pare.
Charles Baudelaire, Lo spleen di Parigi, 1855/64 (postumo 1869)

Martire. Dicesi di chi procede con più o meno ben dissimulata riluttanza verso una morte desiderata.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Gli uomini in nulla hanno perduto la ragione quanto nella religione, nella quale sassi e chiodi fanno dei martiri.
Thomas Browne, Hydriotaphia, Urn Burial, 1658

Un'idea innaffiata dal sangue dei martiri non è detto che sia meno stupida di un'altra.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Felici gli stessi martiri! Per cosa vale oggi la pena di morire?
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

Il comportamento dei martiri non appare spregevole a nessuno, anche se hanno fatto tutto quello che hanno fatto in vista di una vita eterna.
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

Tutti i morenti sono martiri di una futura religione universale.
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

Ogni essere che muore è un martire, un testimone dei limiti di questa realtà, è uno che ne ha sofferto.
Aldo Capitini, La compresenza dei morti e dei viventi, 1966

Nella ricerca del tormento, nell'accanimento alla sofferenza, solo il geloso può competere con il martire. Eppure, si canonizza l'uno e si ridicolizza l'altro.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Che cos'è un martire? È un orgoglioso senza pari e un mostro di egoismo intellettuale, perché non vuole e non può concepire le ragioni degli altri. E poiché non ci si inchina alla sua volontà, preferisce morire piuttosto che cedere.
Emil Cioran, Quaderni, 1957/72 (postumo 1997)

Il vero martire attende la morte. Il fanatico le corre incontro.
Denis Diderot, Pensieri filosofici, 1746

Anche il martire ama talora divertirsi con la propria disperazione, mosso quasi dalla disperazione stessa.
Fëdor Dostoevskij, I fratelli Karamazov, 1879

Gli uomini rifiutano i profeti e li uccidono. Ma adorano i martiri e onorano coloro che hanno ucciso.
Fëdor Dostoevskij, I fratelli Karamazov, 1879

Chi è disposto a togliersi la vita per un ideale, è disposto anche a togliere la vita ad un altro, in nome
dello stesso ideale. Tutte le dottrine che cominciano con dei màrtiri finiscono con un'inquisizione. Joan Fuster, Giudizi finali, 1960/68

Con un po' più di fortuna molti martiri sarebbero finiti carnefici.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

I martiri non hanno migliorato l'umanità. L'hanno solo resa più tragica.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

La fede ha creato più martiri che uomini buoni.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Nel martire c'è quasi sempre più vittimismo che eroismo.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Saremo solide torri di fronte alla tempesta. Staremo come coraggiosi soldati di fronte al nemico e affronteremo le sue armi. Se saremo uccisi, moriremo da martiri; e se vinceremo, vivremo da eroi. Sfidare gli ostacoli e le difficoltà è più nobile che ritirarsi nella quiete.
Kahlil Gibran, Le ali spezzate, 1912

La virtù ha molti predicatori e pochi martiri.
Claude-Adrien Helvétius, Note, massime e pensieri, 1765

Martire: Uno che è disposto a sacrificare gli altri per la sua "causa".
Elbert Hubbard, Il Dizionario Roycroft, 1914

L'errore ha i suoi martiri come la verità.
Alphonse Karr, Una manciata di verità, 1858

Dov'è più sentimento, lì è più, ne' martiri, gran martire.
Leonardo da Vinci, Codice Trivulziano, 1487/90

Talvolta l'anima, nel tormento, non è sorretta che dal suo stesso martirio.
Mattia Limoncelli, Un mondo in frantumi, 1936

C'è una cosa più insopportabile del boia: il martire.
Joseph de Maistre, XIX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

A un martire sarà perdonata ogni colpa escluso il debito.
Maometto, VII sec., in Abdullah Al-Mamun Suhrawardy, I detti del Profeta, 1905

L’inchiostro dei sapienti è più prezioso del sangue dei martiri.
Maometto, VII sec., in Abdullah Al-Mamun Suhrawardy, I detti del Profeta, 1905

Il valore d'un sacrificio non è provato dalla causa che vi sta dietro. Migliaia di persone hanno rinunciato alla propria vita con altrettanto coraggio di Gesù, per cause infinitamente meno elevate e luminose. Tutti i martiri, in verità, credono di riuscire a scuotere il mondo, anche se nessun altro vi riuscì come lui.
Henry Louis Mencken, Trattato sugli dèi, 1930

L'orgoglio è il pudore delle donne, la costanza del soldato, del martire sulla croce.
Alfred de Musset, La coppa e le labbra, 1831

Il discepolo di un martire soffre più del martire.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Il martire contro volontà. In un partito c’era un uomo che era troppo timoroso e pavido per contraddire mai i suoi camerati: se ne aveva bisogno per ogni servizio, da lui si otteneva tutto, perché egli temeva la cattiva opinione dei suoi compagni più della morte; era una misera anima debole. Essi si accorsero di ciò e, sfruttando le suddette qualità, fecero di lui un eroe e alla fine addirittura un martire. Benché il pavido uomo dicesse intimamente sempre di no, con le labbra diceva sempre di sì, finanche sul patibolo, quando morì per le convinzioni del suo partito: al suo fianco stava cioè uno dei suoi vecchi compagni, che con lo sguardo e la parola lo tiranneggiò talmente, che egli veramente patì la morte nella maniera più compita. Viene da allora celebrato come martire e grande carattere.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Perfino quando mettiamo in gioco la nostra vita, come fa il martire nell'interesse della sua Chiesa, è questo un sacrificio offerto alla nostra avidità di potenza, ovvero al fine di conservare il nostro sentimento di potenza. Colui che sente di "essere in possesso della verità", quanti possessi non lascia perdere, per salvare quel che sta sentendo!
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

Gli esempi delle morti eroiche di Spartani e di altri, non ci commuovono: invero, che mai ce ne viene? Invece, l'esempio della morte dei màrtiri ci commuove, perché sono «nostre membra»!. Abbiamo con loro un vincolo comune; la loro fermezza può ispirare la nostra.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Quando l'ateismo vorrà dei martiri, lo dica: il mio sangue è pronto.
Donatien Alphonse François de Sade, La nuova Justine, 1799

Martiri. Un tempo lo si diceva dei cristiani, voglio dire i cristiani primitivi; oggi lo si dice dei mariti.
Renzo Sertoli Salis, Dizionario delle idee sbagliate, 1955

Tutti gli eroi valgono meno di un solo martire.
Thérèse de Lisieux, Pietà, Dio mio, 1894

Il sangue dei martiri è semenza di Cristiani.
Tertulliano, Apologetico, 197

I martiri creano la fede, ma la fede non crea martiri.
Miguel de Unamuno, Il senso tragico della vita, 1913

Il martire: Preferisco morire che… riflettere.
Paul Valéry, Mélange, 1939

La causa fa il martire.
Proverbio
Ogni essere che muore è un martire,
un testimone dei limiti di questa realtà, è uno che ne ha sofferto. (Aldo Capitini)
2. Martirio
© Aforismario

Il martirio è la risposta cristiana alla violenza di Stato. Nasce come testimonianza di alcuni fedeli che rifiutano di venire a patti con il potere politico e religioso dei «pagani». Pur di non abbandonare la fede, sono disposti a perdere la vita.
Corrado Augias e Remo Cacitti, Inchiesta sul cristianesimo, 2009

Il martirio, esaminato storicamente, ha una funzione precisa: serve a elaborare una teologia basata sull'imitazione di Cristo. Come Cristo è stato perseguitato, così lo sarà il suo seguace. Ma cʹè di più. Il martire è consapevole che con il suo sacrificio affretta la fine dei tempi; il martirio fa cadere il diaframma che separa la storia degli uomini dal regno di Dio.
Corrado Augias e Remo Cacitti, Inchiesta sul cristianesimo, 2009

Non essere ingordo nemmeno di dolore. Non cercar di proposito il martirio, pur tenendoti pronto a
sopportarlo.
Ugo Bernasconi, Parole alla buona gente, ca. 1933 (postumo 1987)

La più grande dolcezza è un martirio segreto.
Jean Benech Cantenac, Poésies nouvelles et autres oeuvres galantes, 1661

Le parole degli ottimisti pugnalano nella schiena l'infinità del martirio degli esseri umani sulla terra.
Guido Ceronetti, Insetti senza frontiere, 2009

La fedeltà coniugale ha il suo martirologio. [1]
Suzanne Curchod (Madame Necker), Sentenze, XVIII sec.

Ci si martirizza, a furia di tormenti ci si crea una 'coscienza'; e poi ci si accorge, con orrore, che non è più possibile disfarsene.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Cristo è morto per i nostri peccati. Abbiamo il coraggio di rendere inutile il suo martirio non commettendone?
Jules Feiffer, Piccoli omicidi, 1967

Non bramo il martirio, ma se l'incontro mentre compio quello che considero il dovere supremo in difesa della fede che professo [...] l'avrò meritato.
Mohandas Gandhi, Antiche come le montagne, 1958 (postumo)

Il martirio è la caduta volontaria dell’anima suprema al livello dell’anima caduta.
Kahlil Gibran, Massime spirituali, 1962 (postumo)

Migliaia di uomini in tutto il mondo combattono per diverse ragioni, senza sapere che anche la possibilità della sconfitta, se soltanto può assumere il carattere del martirio, diviene gloria e conquista.
Gustaw Herling-Grudziński, Un mondo a parte, 1951

Gli uomini sconfitti in una lotta solitaria per qualcosa in cui essi credono prendono su di sé volontariamente il carico del martirio come amara ricompensa della loro solitudine. Ma disgraziatamente sono assai pochi coloro la cui resistenza fisica può andare di pari passo con la forza della loro determinazione.
Gustaw Herling-Grudziński, Un mondo a parte, 1951

Celibato e suicidio si trovano sullo stesso grado di conoscenza; suicidio e martirio, invece, no; ma forse matrimonio e martirio.
Franz Kafka, Quaderni in ottavo, 1916/18

II vero martire e colui al quale viene negato anche questo titolo.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Per garantirgli il martirio, Dio diede a suo figlio la sembianza di ebreo.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

Se il martirio non basta a conferire alla vittima le dimensioni del titano, basta però ad attribuire i connotati dell'aguzzino a chi lo inflisse.
Indro Montanelli e Roberto Gervaso, L'Italia della Controriforma, 1975

Quale luogo spaventevole ha saputo fare della terra il cristianesimo, già per il solo fatto di aver collocato ovunque il crocifisso, e per aver in tal modo designato la terra come il luogo in cui "il giusto viene martirizzato a morte"!
Friedrich Nietzsche, Aurora, 1881-

L'unica differenza tra il suicidio e il martirio è solo nella qualità di articoli sulla stampa. Se nella foresta cade un albero e non c'è nessuno che lo senta cadere, non resta semplicemente a terra a marcire? E se Cristo fosse morto per un'overdose di barbiturici, da solo sul pavimento del bagno, adesso sarebbe in Paradiso?
Chuck Palahniuk, Survivor, 1999

Ci sono martirî più sottili di quelli documentati dei santi e degli eremiti. Ci sono supplizi dell’intelligenza come ve ne sono del corpo e del desiderio. E questi supplizi, come gli altri, procurano una certa voluttà
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Il martirio è sempre stato soltanto la prova dell'intensità di una fede, mai della sua giustezza. E noi non possiamo mai influenzare gli altri con la fede in ciò che crediamo ma, nel migliore dei casi, con la fede nel nostro spirito di sacrificio.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Martirio. L'unico modo per diventare famosi senza talento.
George Bernard Shaw (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Se credessi por fine al mio martire / certo vorrei morire / perché una morte sola / non uccide; consola.
Gaspara Stampa, Rime, 1554

Note
  1. Martirologio: elenco dei martiri.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: FedeSantità

Nessun commento: