2016-07-23

Mele e Pere - Frasi, proverbi e battute divertenti

Raccolta di aforismi, frasi, proverbi e battute divertenti sulle mele e sulle pere. Il termine "mela" deriva dal latino melum, a sua volta dal greco antico mêlon; la radice del termine potrebbe ricongiungersi all'indoeuropeo Mal-, cioè "essere molle", "dolce", richiamando le parole "malva" e "miele". La maturazione naturale della mela varia da fine agosto a metà ottobre, ma oggi è facile trovare mele in commercio in ogni stagione dell'anno. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla frutta in genere e sulle ciliegie e le fragole.
Una mela al giorno toglie il medico di torno. (Proverbio)
1. Mele
© Aforismario

Una mela al giorno toglie il medico di torno, ma un buon due chili e mezzo di aglio e cipolla ti tolgono di torno anche i parenti.
Anatolj Balasz [1]

L'Ira! Se c'è uno che si incazza più di Lui, ragazzi! Dalla mattina alla sera non c'è un momento che è calmo: già all'inizio Adamo ed Eva gli presero una mela - Eeeeh ! Fuori di casa mia! Te partorirai con dolore! Te lavorerai con sudore! Per una mela? Te la pago, mamma mia! Un casino! No, ora io posso anche ammettere: gli hanno preso una cosa che ci teneva. Uno se la piglia, no? Ma poi ti passa... A Lui non gli è ancora passata. Son duemila anni che ci fa battezzare per quella mela. Tutto il giorno me lo immagino, in casa: - Madonna, m'hanno rubato una mela, Dio bono, accidenti a loro mi piaceva tanto e non gliela volevo lasciare, ora chi me la ripaga, mi piaceva a me, la volevo far cotta, me l'hanno presa. - Fattene un'altra... - Ma mi piaceva quella, Madonna bona, ora voglio vedere, metto un albero di fichi, voglio vedere se mi pigliano anche quelli. Una cosa, guarda! Poi dice aumenta il prezzo della frutta! A quel tempo una mela costava l'ira di Dio!
Roberto Benigni, E l'alluce fu, 1996

Se tu hai una mela e io ho una mela, e ce le scambiamo, tu e io abbiamo sempre una mela per uno. Ma se tu hai un'idea e io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora ognuno di noi avrà due idee.
Charles Franklin Brannan, alla NBC, 1949 (attribuito a George Bernard Shaw - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

Mela. Causa della giusta cacciata del primo uomo dal Paradiso terrestre: dato che si trattava di una mela acerba, il primo uomo aveva fatto malissimo a mangiarla.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Newtoniano. Relativo a una filosofia dell'universo, inventata da Newton, il quale scoprì che una mela doveva cadere a terra, ma non ne seppe spiegare il perché.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Mi sento come un verme senza mela.
Enrico Brignano, in Si fa presto a dire amore, 2000

E se fossimo solo il Suo peccato originale, l'infrazione, la mela che non doveva mangiare?
Gesualdo Bufalino, Diceria dell'untore, 1981

Buoni propositi: vivere dietro i cancelli dell'Eden. Se una mela ne sporge, prima di mangiarla lavarla e sbucciarla.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

La verità è una perfidia del diavolo, il verme dentro la mela delle menzogne di Dio.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

Sapete cosa c’è di più disgustoso che mordere una mela e trovarci un verme? Mordere una mela e trovarci mezzo verme.
Pino Caruso [1]

Fummo cacciati dal Paradiso Terrestre per una mela. E poi dicono che la frutta fa bene.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

San Bernardo, biografo di Malachia, vescovo di Armagli, che morì da lui a Clairvaux, racconta le guarigioni miracolose che compiva. Una delle più semplici: a una donna colpita da un flusso di sangue inarrestabile, Malachia manda tre mele; la donna guarisce. La mela è un frutto misteriosamente manipolabile dai poteri magici: nei Grimm la mela prende faccia da morte e dà un sopore che fa seppellire viva Biancaneve. Toccata da Malachia, la mela si fa emostatica e rianimatrice. La mela risveglia in noi la coscienza, introduce la nozione molesta di Bene e Male, ed ecco il Peccato e la Morte in casa dell'uomo. In latino è malum. Attenti alle mani che offrono mele.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

Il Signore [...] li mise entrambi in un posto così bello che si chiamava come un cinema a luci rosse: Eden. E allora il Signore disse: “Qui potete mangiare di tutto: carne, pesce, pane e Nutella, fritto misto, pizza margherita, ma non le mele, le mele no, LE MELE NO!”. E Adamo rispose: “Non ti incazzare… Ci stanno gli aranci che mi piacciono pure di più…
Giobbe Covatta, Parola di Giobbe, 1991

E il Signore disse: “Donna, tu partorirai con gran dolore. Uomo, tu lavorerai con gran sudore, ammesso che troverai lavoro. E la Terra produrrà spine e sofferenze”. E Adamo disse: “Ma santo Dio, tutto questo per una mela? Domani te ne porto un chilo…” “Non è per la mela,” disse il Signore “ è una questione di principio: oggi la mela, domani la collezione di francobolli...
Giobbe Covatta, Parola di Giobbe, 1991

Il peccato non nacque il giorno in cui Eva colse una mela: quel giorno nacque una splendida virtù chiamata disubbidienza.
Oriana Fallaci, Lettera a un bambino mai nato, 1975

E se Adamo avesse mangiato la mela solo perché aveva fame?
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Se Adamo non avesse mangiato la mela, Eva non avrebbe avuto bisogno della foglia di fico. E Adamo non si sarebbe accorto dei tesori che quella foglia nascondeva.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Quando addentate una mela, ditele nel vostro cuore: «I tuoi semi vivranno nel mio corpo, e i tuoi germogli futuri fioriranno nel mio cuore, e la tua fragranza sarà il mio respiro, e insieme noi godremo attraverso le stagioni».
Kahlil Gibran, Il profeta, 1923

Un seme racchiuso nel cuore di una mela è un frutteto invisibile.
Kahlil Gibran, Gesù figlio dell'Uomo, 1928

E come disse Isaac Newton subito dopo che una mela gli cadde sulla testa: «Strano, io sono sono seduto sotto un pero!»
Laugh-In [1]

Anche se sapessi che la fine del mondo è per domani, io andrei ancora oggi a piantare un albero di mele. 
Martin Luther, XVI sec. (attribuito - fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Se ti cerco ci sei, poi ritorni un fantasma / io lasciarti vorrei, ma so già che non so, / ormai sono mezza mela e l'altra metà sei tu.
Fiorella Mannoia, L'aiuola, 1985

Le mele si conservano in frigo per anni. Ma dal sapore si capisce quando sono di stagione. Certe mele, col loro sapore di niente, fanno pensare alla stagione prossima.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

Le mele che non sono maturate sull'albero hanno il sapore di certe ragazze raccolte all'uscita dal collegio.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

La signora Newton: «Tesoro, è caduta un’altra mela dall’albero. Perché non vieni a guardarla? Magari scopri qualcos’altro».
Herbert V. Prochnow e Herbert V. Prochnow junior [1]

Se ti mangi due mele al giorno, levi due medici di torno?
Herbert V. Prochnow e Herbert V. Prochnow junior [1]

Una mela guasta può far marcire una mela sana, ma una mela sana non può sanare una mela guasta.
Mario Rigoni Stern, Il sergente nella neve, 1953

Ci si potrebbe domandare se ciò che i creduloni chiamano “peccato originale”, debba considerarsi il morso a una mela da parte dell’umano, o non piuttosto la creazione dell’umano da parte di un dio.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Ogni mela rappresenta molto di più! Mangiandola, mangiamo la pioggia, le nuvole, tutti gli alberi che hanno portato alla nascita della pianta da cui è spuntata, nonché le lacrime, il sudore, i corpi e i respiri delle innumerevoli generazioni di animali, piante e persone che, a loro volta, sono diventati la pioggia, l'humus e il vento che hanno nutrito il melo. Quando riflettiamo su una mela, vediamo l'universo intero.
Will Tuttle, Cibo per la pace, 2005

Quando mangiamo mele, in realtà siamo mele che mangiano mele. L'universo intero non si trova soltanto in ogni mela, bensì in ciascuno di noi.
Will Tuttle, Cibo per la pace, 2005

Adamo era semplicemente un essere umano, e questo spiega tutto. Non voleva la mela per amore della mela. La voleva soltanto perché era proibita. Lo sbaglio fu di non proibirgli il serpente; perché allora avrebbe mangiato il serpente.
Mark Twain, Wilson lo Svitato, 1894

C'è chi cerca l'altra metà della mela, io sto cercando ancora la mia mezza. Sono uno spicchio di me stesso.
Fabio Volo, Esco a fare due passi, 2001

Un giorno portai alla maestra una mela e lei mi diede un bacio. Il giorno dopo le portai un’anguria e lei non capì.
Mario Zucca [1]

Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu e io abbiamo sempre una mela per uno. Ma se tu hai un'idea, e io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee.
[If you have an apple and I have an apple and we exchange these apples then you and I will still each have one apple. But if you have an idea and I have an idea and we exchange these ideas, then each of us will have two ideas].
Anonimo (attribuito a George Bernard Shaw - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)
Anche se sapessi che la fine del mondo è per domani,
io andrei ancora oggi a piantare un albero di mele. (Martin Luther)
Proverbi sulla Mela
  • Adamo mangiò la mela e il seme gli rimase in gola.
  • Anche le mele rosse hanno il baco.
  • È meglio caschi la mela che l’albero.
  • Ogni mela ha il suo baco.
  • La mela prende il sapore dall'albero.
  • La mela rubata ha più sapore.
  • Una mela marcia ne guasta cento.
Ate an apfel avore gwain to bed, Makes the doctor beg his bread.
[Mangiare una mela prima di andare a letto costringe il medico a elemosinare per il pane].
Proverbio inglese

One apple a day drives the doctor away.
[Una mela al giorno toglie il medico di torno].
Proverbio inglese

Al contadino non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere. (Proverbio)
2. Pere
© Aforismario

Mensa popolare. Una zuppa di verdura / ed è subito pera.
Gino Patroni, Ed è subito pera, 1959

Coca Cola chi Coca Cola chi vespa mangia le mele / Coca Cola chi? / coca chi non vespa più e mangia le pere.
Vasco Rossi, Bollicine, 1983

Una ragazza con gli occhi a mandorla, la bocca a ciliegia e le guance di pesca. Non sarà mica un'ortolana? Mah! Purché non abbia il naso a patata e la testa a pera.
Totò (Antonio De Curtis), in Totò cerca moglie, 1950

Proverbi sulla Pera
  • Ai peggio porci toccano le meglio pere.
  • Al contadino non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere.
  • In bocca chiusa non cade pera.
  • Le pere in cima alla pianta se le mangiano le vespe.
  • Per mangiar le pere bisogna salire sull'albero.
  • Quando la pera è matura casca da sé.
  • Uno scuote la pianta e l’altro mangia le pere.
Note
  1. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995
  2. Al contadino non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere. Carlo Lapucci così spiega questo proverbio: "Non rivelare un buon gioco, la strada di un utile, l’uso vantaggioso di qualcosa a chi può diventare tuo concorrente ed escluderti da una posizione favorevole". (Dizionario dei proverbi italiani © Mondadori 2007).
  3. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Frutta - Ciliegie e Fragole

Nessun commento: