2016-07-20

Pena di Morte - Frasi pro e contro la Pena Capitale

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sulla pena di morte (detta anche pena capitale), cioè l'uccisione di un individuo, giudicato colpevole di un reato più o meno grave, ordinata da un'autorità a titolo di sanzione penale. I paragrafi finali della raccolta fanno riferimento a tre pratiche utilizzate nel corso dei secoli per comminare la pena di morte: la sedia elettrica, la ghigliottina e la lapidazione.
La pena di morte, che in passato era praticata in in tutti gli ordinamenti, oggi è stata abolita nella maggior parte degli stati del mondo, ma è ancora in vigore in paese importanti come: Cina, India, Giappone e Stati Uniti. Il primo Stato al mondo ad abolire legalmente la pena di morte fu il Granducato di Toscana nel 1786. In Italia la pena di morte è stata abolita definitivamente nel 1948.
La pena di morte, così come la si applica, è una disgustosa macelleria,
un oltraggio inflitto alla persona e al corpo. (Albert Camus)
1. Pena di Morte
© Aforismario

Domattina alle sei verrò giustiziato per un crimine che non ho commesso. Dovevo essere giustiziato alle cinque ma ho un avvocato in gamba.
Woody Allen, in Amore e guerra, 1975

La pena capitale sarebbe più efficace come misura preventiva se fosse somministrata prima del crimine.
[Capital punishment would be more effective as a preventive measure if it were administered prior to the crime].
Woody Allen (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La pena di morte è il risultato di una idea mistica, totalmente incompresa oggi. La pena di morte non ha per scopo di salvare la società, almeno materialmente. Ha per scopo di salvare (spiritualmente) la società e il colpevole. Affinché il sacrificio sia perfetto, bisogna che vi siano consenso e gioia, da parte della vittima. Dare del cloroformio a un condannato a morte sarebbe un’empietà, poiché significherebbe togliergli la coscienza della sua grandezza come vittima e sopprimergli le chances di guadagnare il Paradiso.
Charles Baudelaire, Il mio cuore messo a nudo, 1859/66 (postumo 1887/1908)

Che si lotti o no per abolirla, è indifferente: la pena di morte è inutile.
Jean Baudrillard, Lo scambio simbolico e la morte, 1979

[Negli Stati Uniti] le promesse di stroncare il crimine e di mandare a morte un maggior numero di criminali occupano di fatto il primo posto nei programmi elettorali, qualunque sia la collocazione politica del candidato. Per i politici attuali e per quelli che aspirano a diventarlo, l'estensione della pena di morte rappresenta il biglietto vincente nella lotteria della popolarità. L'opposizione alla pena capitale significa, al contrario, il suicidio politico.
Zygmunt Bauman, La solitudine del cittadino globale, 1999

Non è il terribile ma passeggero spettacolo della morte di uno scellerato, ma il lungo e stentato esempio di un uomo privo di libertà, che, divenuto bestia di servigio, ricompensa colle sue fatiche quella società che ha offesa, che è il freno più forte contro i delitti.
Cesare Beccaria, Dei delitti e delle pene, 1763

La pena di morte diviene uno spettacolo per la maggior parte e un oggetto di compassione mista di sdegno per alcuni; ambedue questi sentimenti occupano più l’animo degli spettatori che non il salutare terrore che la legge pretende inspirare.
Cesare Beccaria, Dei delitti e delle pene, 1763

Parmi un assurdo che le leggi, che sono l’espressione della pubblica volontà, che detestano e puniscono l’omicidio, ne commettono uno esse medesime, e, per allontanare i cittadini dall'assassinio, ordinino un pubblico assassinio.
Cesare Beccaria, Dei delitti e delle pene, 1763

Perché alcuni Stati conservano la pena di morte? Per dirci che siamo crudeli... Che siamo assassini anche noi.
Roberto Benigni, a I Dieci Comandamenti, Rai Uno, 2014

Oggigiorno la pena di morte è inammissibile, per quanto grave sia stato il delitto del condannato. È un’offesa all'inviolabilità della vita e alla dignità della persona umana che contraddice il disegno di Dio sull'uomo e sulla società e la sua giustizia misericordiosa, e impedisce di conformarsi a qualsiasi finalità giusta delle pene. Non rende giustizia alle vittime, ma fomenta la vendetta.
Jorge Mario Bergoglio (papa Francesco), Lettera al Presidente della Commissione Internazionale contro la Pena di Morte, 2015

Per uno Stato di diritto, la pena di morte rappresenta un fallimento, perché lo obbliga a uccidere in nome della giustizia.
Jorge Mario Bergoglio (papa Francesco), ibidem

La pena di morte perde ogni legittimità a motivo della difettosa selettività del sistema penale e di fronte alla possibilità dell’errore giudiziario. La giustizia umana è imperfetta, e il non riconoscere la sua fallibilità può trasformarla in fonte di ingiustizie.
Jorge Mario Bergoglio (papa Francesco), ibidem

Non si raggiungerà mai la giustizia uccidendo un essere umano.
Jorge Mario Bergoglio (papa Francesco), ibidem

La vita, soprattutto quella umana, appartiene solo a Dio. Neppure l’omicida perde la sua dignità personale e Dio stesso se ne fa garante. Come insegna sant'Ambrogio, Dio non volle punire Caino con l’omicidio, poiché vuole il pentimento del peccatore più che la sua morte
Jorge Mario Bergoglio (papa Francesco), Lettera al Presidente della Commissione Internazionale contro la Pena di Morte, 2015

Gridiamo tutti, io per primo, contro la pena di morte. Pure, quando leggiamo d’un terrorista imprudente saltato in aria con la sua macchina infernale; di due cosche mafiose che si sterminano nelle piazze; di uno stupratore trafitto dalle forbici della sua vittima, vi è qualcosa in queste notizie, direbbe La Rochefoucauld, che non ci dispiace abbastanza.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

Sono favorevole all'inasprimento della pena di morte .
George Bush (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il senso d'impotenza e di solitudine del condannato incatenato, di fronte alla coalizione pubblica che vuole la sua morte, è già di per sé una punizione inconcepibile.
Albert Camus, Riflessioni sulla pena di morte, 1957

Generalmente l'uomo è distrutto dall'attesa della pena capitale molto tempo prima di morire. Gli si infliggono così due morti, e la prima è peggiore dell'altra, mentre egli ha ucciso una volta sola. Paragonata a questo supplizio, la legge del taglione appare ancora come una legge di civiltà. Non ha mai preteso che si dovessero cavare entrambi gli occhi a chi aveva reso cieco di un occhio il proprio fratello.
Albert Camus, Riflessioni sulla pena di morte, 1957

Da secoli la pena di morte, spesso accompagnata da selvagge raffinatezze, tenta di tener testa al delitto, e il delitto persiste.
Albert Camus, ibidem

L'argomento principe dei partigiani della pena di morte è, lo sappiamo, l'esemplarità del castigo. Non si recidono le teste soltanto per punire coloro che le portano, ma anche per intimidire, con un esempio terrificante, quelli che sarebbero tentati di imitarli. La società non si vendica, vuole solo prevenire. Brandisce una testa perché i candidati all'omicidio vi leggano il proprio futuro e indietreggino.
Albert Camus, Riflessioni sulla pena di morte, 1957

Non è affatto dimostrato che la pena di morte abbia fatto indietreggiare un solo omicida deciso a esserlo, mentre è evidente che essa ha esercitato un effetto fascinoso su migliaia di criminali;
Albert Camus, ibidem

Io non sostengo che la pena di morte sia esemplare, e questo supplizio mi appare per quello che è, un grossolano atto chirurgico eseguito in condizioni che lo privano di qualsiasi carattere edificante.
Albert Camus, Riflessioni sulla pena di morte, 1957

La pena di morte, così come la si applica, è una disgustosa macelleria, un oltraggio inflitto alla persona e al corpo.
Albert Camus, ibidem

Se la società giustifica la pena di morte con la necessità dell'esempio, dovrà giustificare se stessa rendendo la pubblicità necessaria. Deve, ogni volta, mostrare le mani del boia, e costringere a guardarle i cittadini troppo delicati, e anche tutti coloro che, direttamente o indirettamente, hanno fatto esistere quel boia.
Albert Camus, Riflessioni sulla pena di morte, 1957

Per secoli si è punito l'omicidio con la pena capitale, eppure la razza di Caino non è scomparsa.
Albert Camus, ibidem

Chiamiamo la pena di morte col suo nome che, in mancanza di una qualsiasi altra nobiltà, le restituirà almeno quella della verità, e riconosciamola per quel che essenzialmente è: una vendetta. Infatti, il castigo che sanziona senza prevenire si chiama vendetta.
Albert Camus, Riflessioni sulla pena di morte, 1957

Che Caino non venga ucciso, ma che conservi al cospetto degli uomini un marchio infamante, ecco la lezione che dobbiamo trarre dall'Antico Testamento.
Albert Camus, ibidem

Non vi sarà pace durevole né nel cuore degli individui né nei costumi della società sin quando la morte non verrà posta fuori legge.
Albert Camus, Riflessioni sulla pena di morte, 1957

Scimmiottiamo l'America nel peggio: presto istituiremo la pena di morte.
Pino Caruso, Appartengo a una generazione che deve ancora nascere, 2014

Alla pena di morte si può sostituire come cerimonia compensatrice finalmente incruenta la maledizione pubblica. Se c'è molta folla, ed è fatta bene, con vero fervore, può fare effetto e allontanare il crimine presente e il futuro.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

Pena di morte abolita? Non si fa che eseguire condanne a morte, irrogate da gruppi, da nazioni. La cronaca è un bollettino di esecuzioni.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

È proprio vero che se uomini buoni governassero il paese per cento anni, sarebbe possibile liberarsi delle crudeltà e abolire la pena di morte.
Confucio, Dialoghi, ca. 479/221 a.e.c. (postumo)

Per la pena di morte volontaria. Tra l'ergastolo in una cella puzzolente insieme a un ergastolano antipatico e un'iniezione letale, non avrei dubbi: meglio la pena di morte.
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005

Non si metteranno a morte i padri per una colpa dei figli, né si metteranno a morte i figli per una colpa dei padri; ognuno sarà messo a morte per il proprio peccato.
Deuteronomio, Antico Testamento, VI-V sec a.e.c.

Uccidere perché si è ucciso rappresenta una punizione incomparabilmente più terribile dello stesso delitto commesso. Venire giustiziato in base ad un verdetto è molto più terribile che venire ucciso da briganti.
Fëdor Dostoevskij, L'idiota, 1869

Sono arrivato alla convinzione che l'abolizione della pena di morte è auspicabile. Motivi: 1. irreparabilità nel caso di un errore giudiziario; 2. influenza morale dannosa per coloro che... devono
effettuare l'esecuzione.
Albert Einstein, lettera a un editore di Berlino, 1927

Non sono affatto per il castigo, ma soltanto per misure a protezione e a salvaguardia della società. In linea di principio non sarei contrario all'uccisione degli individui indegni o pericolosi in questo senso. Sono contrario perché non mi fido delle persone, cioè dei tribunali.
Albert Einstein, lettera a Valentin Bulgakov, 1931

La pena di morte, oltre che non cura la emendazione della vittima, spegne una vita, non le importa se depravata o santificata dalla sventura, e le basta ad altrui spavento un capo mozzo o un cadavere appeso.
Pietro Ellero, La tirannide borghese, 1879

La pena capitale è fondamentalmente sbagliata come cura del crimine quanto la carità lo è come cura della povertà.
[Capital punishment is as fundamentally wrong as a cure for crime as charity is wrong as a cure for poverty].
Henry Ford (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La morte è un supplizio nella misura in cui non è semplice privazione del diritto di vivere, ma occasione di calcolate sofferenze.
Michel Foucault, Sorvegliare e punire, 1975

Soltanto i despoti sostengono che la pena di morte è un attributo necessario all'autorità. Il popolo sovrano un giorno l'abolirà.
Anatole France, Gli dèi hanno sete, 1912

L'uomo è un condannato a morte che ha la fortuna d'ignorare la data della propria esecuzione.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Se si potesse abolire la morte, non avremmo niente in contrario; ma abolire la pena di morte sarà difficile. Se accadrà, la ripristineremo alla prima occasione.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Se la società rinuncia al diritto di infliggere la pena di morte, ricomparirà immediatamente il diritto alla difesa personale: la vendetta batterà alla porta.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

È abbastanza evidente che coloro che sostengono la pena di morte hanno più affinità con gli assassini di quelli che la combattono.
Remy de Gourmont, Pensieri inediti, 1920/24 (postumo)

Il braccio della morte è un incubo per i serial killer e gli assassini. Per un uomo innocente, è tortura mentale che lo spirito umano non è in grado di sopportare.
John Grisham, Io confesso, 2010

Un criminale è un essere come gli altri, che in certe situazioni può diventare migliore nello stesso modo in cui voi e io possiamo, in date circostanze, diventare peggiori. Diamogli una possibilità. Non consideriamolo come un essere irreparabilmente nocivo, di cui bisogna sbarazzarsi a ogni costo. Quando il nostro corpo è ammalato non lo distruggiamo, cerchiamo di guarirlo. Perché dovremmo distruggere gli elementi malati della società, anziché curarli?
Tenzin Gyatso (Dalai Lama), I consigli del cuore, 2001

Se non fosse esistita la pena di morte, non ci sarebbe nemmeno la Pasqua.
Bill Hicks (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Gli uomini che giudicano e che condannano proclamano la pena di morte necessaria, prima di tutto: perché è importante scindere dalla comunità sociale un membro che le ha già nuociuto e che potrebbe nuocere ancora. Si trattasse solo di questo, il carcere a vita basterebbe. Perché la morte? Voi mi obiettate che da una prigione si può scappare? Fate meglio la guardia... Niente carnefici dove bastano carcerieri.
Victor Hugo, L'ultimo giorno di un condannato a morte, 1829

Ma mi si dice, la società deve vendicarsi, la società deve punire. Né una cosa né l'altra: vendicarsi è un atto dell'uomo, punire appartiene a Dio.
Victor Hugo, L'ultimo giorno di un condannato a morte, 1829

Si dice che sia cosa da nulla, che non si soffre, ch'è una fine dolce, che in questo modo la morte è molto semplificata. Eh, che cosa sono allora questa agonia di sei settimane e questo rantolare di un intero giorno? Che cosa sono le angosce di questa giornata irreparabile, che passa così lentamente e così in fretta? Che cos'è questa scala di torture che termina sul patibolo?
Victor Hugo, L'ultimo giorno di un condannato a morte, 1829

Ovunque viene comminata la pena di morte, la barbarie domina; ovunque la pena di morte è rara, la civiltà regna.
[Partout où la peine de mort est prodiguée, la barbarie domine; partout où la peine de mort est rare la civilisation règne].
Victor Hugo, discorso all'Assemblea costituente, 1848

Se si vuole abolire la pena di morte, che comincino, in questo caso, i signori assassini.
Alphonse Karr, Le vespe, 1839/49

La pena di morte insudicia la nostra società, e di conseguenza i suoi partigiani non possono giustificarla.
Arthur Koestler, La pena di morte, , 1955

Sono per l'abolizione della pena di morte, ma sono anche contro l'uso della morte come premio.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

L'eterno sogno del boia: i complimenti del condannato per la qualità dell'esecuzione.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Quando aboliranno la pena di morte, la morte non cesserà di essere una pena.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

Non ho alcun rispetto per la pena di morte. Si tratta di un'azione sporca, che non degrada solo i cani da forca pagati per compierla ma anche la comunità sociale che la tollera, la sostiene col voto e paga tasse specifiche per farla mettere in atto. La pena di morte è un atto stupido, idiota, orribilmente privo di scientificità.
Jack London, Il vagabondo delle stelle, 1915

Non sono né a favore né contro la pena di morte. Trovo solo imbarazzante essere uccisi da una sedia.
Daniele Luttazzi, Capolavori, 2002

La criminalità non è mai stata fermata dalla minaccia di morte. La giustizia non è tale se diventa un crimine.
Louis Michel, cit. su Euronews, 2015

Com'è che ogni esecuzione ci offende più di un omicidio? È la freddezza dei giudici, sono i meticolosi preparativi, è il sapere che qui un uomo viene usato come un mezzo per spaventarne altri. Giacché la colpa non viene punita, se anche ce ne fosse una: questa è negli educatori, nei genitori, nell'ambiente, in noi, non nell'omicida – intendo le circostanze determinanti.
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

Per colui che soffre talmente di sé stesso, non vi è redenzione, se non la rapida morte.
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

È sbagliato uccidere chi uccide. È sbagliato uccidere il boia. Le leggi sull'omicidio devono essere abbattute.
Charles Nodier (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il principale argomento razionale contro la pena di morte è che la morte potrebbe non essere affatto
una pena.
Mauro Parrini, A mani alzate, 2009

Ogni persona vale più della sua peggior azione.
[Every person is worth more than their worst act].
Helen Prejean (Susan Sarandon), in Tim Robbins, Dead Man Walking - Condannato a morte, 1995

Ogni malfattore, attaccando il diritto sociale, diviene, con i suoi misfatti, ribelle e traditore della patria; cessa di esserne membro violandone le leggi e, anzi, le muove guerra. A questo punto la conservazione dello Stato diventa incompatibile con la sua; bisogna che uno dei due perisca e quando si condanna a morte il colpevole lo si condanna meno come Cittadino che come nemico.
Jean-Jacques Rousseau, Il contratto sociale, 1762

Togliere al mondo un individuo perché ha fatto del male è come abbattere un albero perché uno dei suoi frutti è marcio.
Friedrich Schiller, Sparta e Atene, 1789

L'assassino condannato secondo la legge alla pena di morte, dev'essere ora veramente e con pieno diritto usato come semplice mezzo. Poiché la sicurezza pubblica, scopo principale dello Stato, è stata da lui turbata, poiché anzi essa è soppressa se la legge rimane inadempiuta: egli, la sua vita, la sua persona devono essere ora il mezzo per attuare la legge e ristabilire in tal modo la sicurezza pubblica, e con pieno diritto si fa di lui un mezzo, per l'esecuzione del contratto sociale, che anche da lui, in quanto è cittadino dello Stato, è stato stipulato, e secondo il quale egli, per godere della sicurezza per la sua vita, la sua libertà e la sua proprietà, ha anche posto come pegno della sicurezza
di tutti la sua vita, la sua libertà e la sua proprietà, pegno che è ora scaduto.
Arthur Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione, 1819

A coloro che vorrebbero eliminare la pena di morte è da rispondere: «Prima togliete dal mondo l'omicidio, poi la pena di morte gli terrà dietro».
Arthur Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione, 1819

Che la pena debba avere, come ha insegnato Beccaria, un giusto rapporto con il reato, non dipende dal fatto che essa sia un'espiazione del medesimo, bensì dal fatto che il pegno deve essere commisurato al valore di ciò che garantisce. Perciò ognuno ha il diritto di esigere in pegno, come garanzia della sicurezza della propria vita, la vita altrui, ma non anche di esigerlo per la sicurezza della sua proprietà, per la quale la libertà ecc. altrui è pegno sufficiente. Per assicurare la vita dei cittadini la pena di morte è quindi assolutamente necessaria.
Arthur Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione, 1819

Le persone che la meritano credono sempre nella pena di morte.
Lincoln Steffens (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Due morti hanno plasmato in gran parte la sensibilità occidentale. Due casi di pena capitale, di omicidio giudiziario determinano i nostri riflessi religiosi, filosofici e politici. Sono due morti a governare la percezione metafisica e politica che abbiamo noi stessi: quella di Socrate e quella di Cristo. Siamo tuttora figli di quelle morti.
George Steiner, Nessuna passione spenta, 1996

Non è ammessa la pena di morte.
Costituzione della Repubblica Italiana (Art. 27), 1947

Perché si uccidono persone che hanno ucciso persone? Per dimostrare che uccidere persone è sbagliato?
[Why do we kill people who kill people to show that killing people is wrong?].
Anonimo

Perché si uccidono persone che hanno ucciso persone?
Per dimostrare che uccidere persone è sbagliato?
2. Sedia elettrica
© Aforismario

Se Gesù fosse stato eliminato vent'anni fa, i bambini di scuola cattolica, invece di portare delle croci appese al collo, indosserebbero catenine con tante piccole sedie elettriche.
Lenny Bruce (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Lo strumento ideale per un condannato a morte paralitico è la sedia elettrica a rotelle.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

Come le luci del penitenziario si smorzano quando viene accesa la corrente per la sedia elettrica, così trema il nostro cuore davanti a un suicidio, perché non vi è una sola morte volontaria per la quale l'intera società non sia da biasimare.
Cyril Connolly, La tomba inquieta, 1944

Se ai tempi di Gesù fosse esistita la sedia elettrica, oggi in cima alle chiese, invece della croce, ci sarebbe una sedia di metallo e le donne andrebbero in giro con una sediolina attaccata al collo.
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005 [cfr. citazione di Lenny Bruce]

Volevo fare qualcosa di carino così ho comprato una sedia a mia suocera. Adesso però non vogliono farmi inserire la spina.
Henny Youngman (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

3. Ghigliottina
© Aforismario

Il miglior dopobarba è la ghigliottina.
Romano Bertola, Le caramelle del diavolo, 1991

Ghigliottina. Ordigno che dà a un francese ottime ragioni per scrollare le spalle.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

La nascita è una ghigliottina.
Maurice Blanchard, Débuter après la mort, 1977

Tutte le statistiche senza eccezione, quelle riguardanti i paesi abolizionisti oppure gli altri, dimostrano che non esiste rapporto tra l'abolizione della pena di morte e la criminalità. Quest'ultima non aumenta né regredisce. La ghigliottina esiste, come esiste il delitto; tra di essi non c'è altro vincolo apparente all'infuori della legge.
Albert Camus, Riflessioni sulla pena di morte, 1957

Ghigliottina: piccola finestra che affaccia sull'eternità.
Adrien Decourcelle, Le formule del dottor Gregorio, 1868

Crocifisso. Fa bella figura nell'alcova e sulla ghigliottina.
Gustave Flaubert, Dizionario dei luoghi comuni, 1913 (postumo)

Una fede lieve e pesante come la mannaia di una ghigliottina.
Franz Kafka, Aforismi di Zürau, 1917/18 (postumo, 1946)

La luce rossastra del tramonto illumina ogni cosa con il fascino della nostalgia: anche la ghigliottina.
Milan Kundera, L'insostenibile leggerezza dell'essere, 1984

Il critico deve stare tutto o sulla scena o sulla platea, altrimenti il sipario gli cadrà sul collo come una ghigliottina.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Il comunismo è l'oppio degli intellettuali; privo di cura allo stesso modo in cui una ghigliottina può essere detta una cura per la forfora.
Clare Boothe Luce, su Newsweek, 1955

Sospetto che l'erezione della statua alla Dea Ragione coincida con l'inaugurazione della ghigliottina.
Sergio Solmi, Quaderni, 1966/81

C'è solo una cura per i capelli grigi. È stata inventata da un francese. È chiamata ghigliottina.
Pelham Grenville Wodehouse, The Old Reliable, 1951

Chi ruba una gallina va alla ghigliottina; chi ruba un milione è fatto barone.
Proverbio

4. Lapidazione
© Aforismario

Lapidare. Rimproverare a suon di pietre.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Santità non è farsi lapidare in terra di Paganìa o baciare un lebbroso sulla bocca, ma fare la volontà di Dio, con prontezza, si tratti di restare al nostro posto, o di salire più alto.
Paul Claudel, L'annuncio a Maria, , 1912/48

Oggi le festività islamiche, il venerdì, le cinque preghiere, la carne halal, il volto velato sui documenti. Domani il matrimonio islamico, la poligamia e magari la lapidazione dell'adultera o della stuprata.
Oriana Fallaci, La forza della ragione, 2004 

Chi di voi è senza peccato, scagli per primo la pietra.
Gesù di Nazaret, in Vangelo secondo Giovanni, I sec.

In terra di ciechi, beati i monocoli, dice l'antico proverbio, e sarà verissimo; ma vero altrettanto che in terra di monocoli, chi abbia due occhi, rischia di essere lapidato.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Chiunque maledirà il suo Dio, porterà la pena del suo peccato. Chi bestemmia il nome del Signore dovrà essere messo a morte: tutta la comunità lo dovrà lapidare. Straniero o nativo del paese, se ha bestemmiato il nome del Signore, sarà messo a morte.
Levitico, Antico Testamento, VI-V sec a.e.c.

Se uomo o donna, in mezzo a voi, eserciteranno la negromanzia o la divinazione, dovranno essere messi a morte; saranno lapidati e il loro sangue ricadrà su di essi.
Levitico, Antico Testamento, VI-V sec a.e.c.

Libro consigliato da Aforismario
Riflessioni sulla pena di morte
Autore: Camus Albert
Traduzione: Giulio Coppi
Editore: SE, 2006

Non si esita a presentare la pena di morte come una dolorosa necessità, che legittima dunque a uccidere, poiché è necessario, e a non parlarne, poiché il farlo è sconveniente. È invece mia intenzione parlarne crudamente. Non per il gusto dello scandalo, né, ritengo, per una malsana tendenza naturale. Ho sempre avuto orrore, come scrittore, di certi compiacimenti; come uomo, ritengo che gli aspetti ripugnanti della nostra condizione debbano, se inevitabili, essere affrontati in silenzio. Ma quando il silenzio, o le astuzie del linguaggio, contribuiscono a perpetuare un abuso che deve esser riformato, o una sventura che può essere alleviata, non esiste altra soluzione che parlar chiaro, e svelare l'oscenità che si cela sotto il manto delle parole.

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Colpevoli e Innocenti - Giustizia e Ingiustizia - Impiccaggione

Nessun commento: