2016-07-31

Sfortuna - Frasi e battute divertenti sugli Sfortunati

Raccolta di aforismi, proverbi e battute divertenti sulla sfortuna (volgarmente detta anche sfiga) e sulle persone sfortunate. Su Aforismario trovi anche una raccolta di frasi e citazioni correlata a questa sulla sventura, le avversità e la fortuna.
La fortuna è cieca, ma la sfiga ci vede benissimo. (Roberto "Freak" Antoni)
1. Sfortuna
© Aforismario

La fortuna è cieca, ma la sfiga ci vede benissimo.
Roberto "Freak" Antoni, Non c'è gusto in Italia ad essere intelligenti, 1991

La fortuna è cieca, ma la sfiga ci vede benissimo – e spesso prende la mira anche al buio.
Roberto "Freak" Antoni, Non c'è gusto in Italia ad essere dementi, 2005

Sfortuna. Il tipo di fortuna che non manca mai.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Calamità. Le calamità sono di due tipi: la nostra sfortuna e la fortuna degli altri.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Ritengo che agli uomini giovi più l'avversa che la prospera fortuna; questa infatti inganna sempre con l'apparenza della felicità, quando sembra propizia, mentre quella è sempre veritiera, quando con il continuo mutare si dimostra instabile. Questa inganna, quella istruisce.
Arthur Bloch, Legge di Naeser, La legge di Murphy II, 1980

La sfortuna generalmente è dovuta a uno sbaglio di calcolo.
Bertolt Brecht, Vita di Galileo, 1938/39

La sfortuna è l'incapacità dell'uomo a modificare la propria natura.
Anselmo Bucci, Il pittore volante, 1930

Ai gatti neri porta sfortuna essere attraversati da un’auto?
Paolo Cananzi [1]

Maltrattare i deboli e gli animali porta sfortuna: la sfortuna di essere incivili.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Dire che qualcuno porta sfortuna è ucciderlo lasciandolo vivo.
Pino Caruso, Appartengo a una generazione che deve ancora nascere, 2014

Dire che qualcuno porta sfortuna, porta sfortuna a chi lo dice: la sfortuna di essere incivile.
Pino Caruso, Appartengo a una generazione che deve ancora nascere, 2014

Non è elegante abusare della sfortuna: certi individui, al pari di certi popoli, se ne compiacciono tanto che disonorano la tragedia.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Non dovremmo preoccuparci di nulla finché abbiamo a disposizione l'idea di sfortuna. Appena la chiamiamo in causa ci calmiamo, sopportiamo tutto, siamo quasi lieti di subire ingiustizie e infermità. Grazie a lei ogni cosa diventa intelligibile, non c'è quindi da stupirsi che vi ricorra sia l'analfabeta sia la persona colta. Essa infatti non è una spiegazione ma la spiegazione in sé e per sé, che l'inevitabile insuccesso di tutte le altre rafforza.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

La vera, unica sfortuna: quella di venire alla luce.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Tutti noi abbiamo fortuna o sfortuna. L'uomo che non si dà per vinto nei periodi di sfortuna, che continua a insistere, è l'uomo che sarà lì ad accogliere la fortuna quando arriverà.
Robert Collier (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ebbe la sfiga di finire i suoi giorni in galera. Ma per fortuna era completamente innocente.
Paco D’Alcatraz [1]

La sfiga è un’amante fedele e non ti abbandona neanche quando sei nella merda.
Paco D’Alcatraz [1]

Se hai culo, la sfiga è lì che te lo guarda.
Paco D’Alcatraz [1]

Dire che qualcuno porta sfortuna dovrebbe essere considerato un reato pari al tentato omicidio e punito di conseguenza.
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005

Si preferisce una sfortuna sconosciuta a una felicità nota.
Jacques Deval, Taccuino di un autore drammatico, 1952

La sfortuna non esiste. È un'invenzione dei falliti... e dei poveri.
Titta Di Girolamo (Toni Servillo), in Le conseguenze dell'amore, 2004

L'ultimo gradino della cattiva fortuna è il primo alla buona.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

La sfortuna si adatta incommensurabilmente bene al genere umano: meglio del successo.
Albert Einstein (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Sfortuna: unica spiegazione possibile del proprio fallimento.
Georges Elgozy, Lo spirito delle parole o l'Antidizionario, 1981

Il vero amico si riconosce nell'avversa fortuna.
Quinto Ennio, in Cicerone, L'amicizia, 44 a.e.c.

La sfortuna è il grande alibi dei falliti.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Se arriva la sfortuna, cerca di salirci sopra.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

È sospetta la disperazione cosmica di chi - per età, malattia, indigenza, solitudine - non ha niente da sperare per sé. Date a costui un pizzico di fortuna e il cosmo tornerà perfetto, come se la salute del mondo dipendesse dagli umori degli sfortunati.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

La superstizione porta sfortuna.
Saul Gorndel, cit. in Raymond Smullyan, 5000 avanti Cristo... e altre fantasie filosofiche, 1983 (attribuito a Umberto Eco - vedi "Citazioni errate")

Le grandi storie d’amore si dividono in due categorie: quelle sfortunate e quelle infelici.
Max Greggio [1]

Le opportunità appaiono molto spesso sotto forma di sfortuna o di sconfitta temporanea.
Napoleon Hill (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Che un uomo, sia pure dotato della più gran fermezza ed energia, cada in deliquio a un'improvvisa percossa della fortuna, non deve meravigliare. Si uccide un uomo con l'imprevisto come un bue con la mazza.
Victor Hugo, L'uomo che ride, 1869

La sfortuna non è quando le cose vanno male. È quando vanno bene e tu non sei li a godertele.
Simona Ingrassia (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Gli spiriti meschini sono soggiogati dalla sfortuna, ma gli animi forti s'innalzano sopra di essa.
[Little minds are tamed and subdued by misfortune; but great minds rise above it].
Washington Irving, Philip of Pokanoket, 1814

Solo l'uomo dovrebbe darsi pena per un amore infelice. Una donna, in quei casi, diventa così brutta che la sua sfortuna in amore appare comprensibile.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Non esistono incidenti tanto sfortunati da cui il saggio non possa trarre vantaggio, come non esistono circostanze tanto fortunate che lo sciocco non possa volgere a proprio danno.
Bruce Lee, Pensieri che colpiscono, 2000 (postumo)

La sfiga è come l'idraulico. Sembra non arrivare, ma prima o poi suona alla porta.
Luciana Littizzetto, Che tempo che fa, Rai 3, 2005

La sfortuna prima o poi capita a tutti: chi ci sa andare a cavallo merita il successo.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

Ho avuto sfortuna con entrambe le mie mogli: la prima mi ha lasciato, la seconda no.
Bob Monkhouse (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La sfortuna non può consolarsi che con la sfortuna degli altri.
Henry de Montherlant, Taccuini, 1924/72

È tutta una questione di punti di vista, e spesso la sfortuna non è che il segno di una falsa interpretazione della vita.
Henry de Montherlant, Taccuini, 1924/72

Quando ci si foggia una sfortuna, la propria insufficienza intellettuale, la propria malattia, in modo da vedervi la propria sorte presegnata, la propria prova o la misteriosa punizione per cose precedentemente commesse, ci si rende in tal modo interessante il proprio essere e ci si eleva nell’immaginazione al di sopra dei propri simili. Il peccatore fiero è una figura nota in tutte le sètte ecclesiastiche.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Chi ha la forza di non lasciarsi intimidire dalla sfortuna è da ammirare solo se non si vanta della sua forza e della sua sfortuna.
Ugo Ojetti, Sessanta, 1937

Nella sfortuna vedrai i tuoi amici dividersi in due schiere. Di qua i pochi, in pena pel dolore che può venirti da quella sfortuna; e la loro pena aumenterà l'afflizione tua. Di là i molti, infastiditi di ritrovarsi pubblicamente amici d'uno sfortunato. A ridarci forza questi sono i più utili. Ma il meglio è non confidare ad alcuno i propri dolori.
Ugo Ojetti, Sessanta, 1937

La fortuna bisogna coglierla al volo, ma la sfiga ti colpisce anche da fermo!
Flavio Oreglio, Poesie catartiche, 2003

Quando hai fortuna, sii moderato; quando hai sfortuna, sii assennato.
Periandro, VII sec. a.e.c.

Anche la sfortuna è mutevole. Forse sarà, forse non sarà, nel frattempo non è; tu spera nel meglio.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Non c’è cosa che la fortuna, se lo vuole, non sia capace di togliere, anche a chi si trovi nella più felice condizione. Essa, anzi, prende di mira e abbatte con tanto maggiore impeto quanto più una cosa le dà negli occhi: niente per lei è arduo e difficile. La strada da cui essa attacca non è sempre la stessa, e non è nemmeno una strada battuta: ora usa contro di noi le nostre stesse mani; ora le bastano le sue forze per nuocerci senza ricorrere ad altri. In nessun momento si è al sicuro dai suoi colpi: in mezzo agli stessi piaceri nascono cause di dolori.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

L’avversa fortuna non annienta nessuno, se non chi ha illuso la buona.
Lucio Anneo Seneca, La vita ritirata, I sec.

Bonum est fugienda aspicere in alieno malo.
[È bene vedere nell'altrui sfortuna le cose che sono da evitare].
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

Quemcumque quaerit calamitas, facile invenit.
[Chiunque sia colui che la sfortuna va cercando, lo trova facilmente].
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

Nocere casus non solet constantiae.
[La sfortuna raramente nuoce alla fermezza d'animo]
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

Chi si sente perseguitato dalla sfortuna ha ancora tutta la fortuna di ritenersi talmente importante da pensare che la sfortuna si occupi costantemente di lui.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Punti di vista: credere che un gatto nero che ci attraversi la strada porti sfortuna è superstizione; credere che una donna “sempre vergine” abbia concepito il “figlio di dio” per opera dello “spirito santo” è fede.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Sfortuna. Prestanome per incapacità.
Charles-Maurice de Talleyrand (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Sono il più grande teorico della figa in Italia e il più grande pratico della sfiga in Europa.
Dario Vergassola [1]

Vi sono esseri sfortunati, la cui unica ambizione è,
per tutta la vita, di perfezionare il disastro. (Gesualdo Bufalino)
2. Sfortunati
© Aforismario

Lo «sfigato» subisce passivamente la sfiga. Lo «scazzato» no: la erge a filosofia di vita.
Alessandra Appiano [1]

Vi sono esseri sfortunati, la cui unica ambizione è, per tutta la vita, di perfezionare il disastro.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Non sono né fortunato né sfortunato: devo fare tutto da me.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Nessun uomo è così sfortunato da non avere, almeno una volta, sfiorato la fortuna.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Conoscere i fortunati per farseli amici, e gli sfortunati per fuggirli.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Quando le cose vanno bene, ci sentiamo intelligenti. Quando vanno male, ci sentiamo sfortunati.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

Le persone estremamente fortunate ed estremamente sfortunate sono in egual misura inclini alla durezza: lo testimoniano i monaci e i conquistatori. Solo il giusto mezzo o la mescolanza di buona e cattiva sorte possono muovere alla pietà.
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

La fortuna è cieca, ma tu sulla fronte hai scritto: «Sono sfigato» in braille...
Flavio Oreglio, Poesie catartiche, 2003

Nil agere semper infelici est optimum.
[Per chi è sempre sfortunato, fare nulla è quanto di meglio possa fare].
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

Fu un artista sfortunato: la donna di cui era follemente innamorato lo corrispose.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Sfortunati i ricchi, che non possono neppure giustificare la loro infelicità con la mancanza di denaro.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Non c’è senso a farsi otto chilometri a piedi per pescare quando si può essere altrettanto sfortunati sotto casa.
Mark Twain (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)
Gli spiriti meschini sono soggiogati dalla sfortuna,
ma gli animi forti s'innalzano sopra di essa. (Washington Irving)
Proverbi sullo Sfortunato
  • Allo sfortunato le disgrazie corrono dietro.
  • Allo sfortunato è inutile portare aiuto.
  • Chi è sfortunato non faccia mercato.
  • Chi è sfortunato si rompe la testa contro un sacco di lana.
  • Chi nasce sfortunato cade indietro e si rompe il naso.
  • Quando uno deve nascere sfortunato è meglio che aspetti.
  • Quando uno è sfortunato gli piove sul culo anche quando è seduto.
  • Quando uno è sfortunato passa dove cade la tegola.
  • Se hai un padre povero sei sfortunato. Se hai un suocero povero sei scemo.
  • Se uno deve nascere sfortunato è meglio che non ne faccia di nulla.
Chi nasce puveriello e sfortunato ci piovono cazzi in culo pure se sta assettato!
Proverbio napoletano

Un imbranato (schlemiel) è quello che rovescia spesso la minestra, uno sfortunato (schlimazel) è quello su cui la minestra cade.
Proverbio yiddish

A un contadino era fuggito via il cavallo. "Che sfortuna!", dissero i suoi amici. "Può darsi", rispose l'uomo. Qualche giorno dopo il cavallo ritornò insieme a un altro cavallo ancora più bello e robusto. "Che fortuna!", esclamarono gli amici. "Può darsi", replicò il contadino. Il giorno dopo, suo figlio cercando di cavalcare il cavallo selvatico cadde e si ruppe una gamba. "Che disgrazia!", commentarono gli amici. "Può darsi", rispose il contadino. Una settimana più tardi, tutti i giovani maschi del paese, tranne il figlio con la gamba rotta, furono mandati a combattere in una guerra sanguinosa. "Come tutto si è volto al meglio", dissero meravigliati gli amici. "Può darsi", disse il contadino.
Storiella cinese

Note
  1. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Avversità - Sventura - Fortuna

Nessun commento: