2016-07-31

Sventura - Frasi e citazioni sugli Sventurati

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sulla sventura (o mala ventura) e sugli sventurati. La sventura è una grave avversità, un avvenimento che arreca danno e dolore. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla sfortuna, le avversità e le disgrazie.
La sventura è un marciapiede per il genio, una piscina per il cristiano,
un tesoro per l'uomo abile, per i deboli un abisso. (Honoré de Balzac)
Sventura
© Aforismario

Il cuore cerca le sventure quando per caso ne manca.
Henri-Frédéric Amiel, Diario intimo, 1839/81 (postumo, 1976/94)

La sventura è un marciapiede per il genio, una piscina per il cristiano, un tesoro per l'uomo abile, per i deboli un abisso.
[Le malheur est un marche-pied pour le génie, une piscine pour le chrétien, un trésor pour l'homme habile, pour les faibles un abîme].
Honoré de Balzac, Cesare Birotteau, 1837

Nel fondo della sventura, siate elastici: mai addormentati ma sul punto di scivolare nel sonno.
Saul Bellow, Le avventure di Augie March, 1953

È un'illusione credere che la sventura faccia l'uomo migliore. Sarebbe come credere che la ruggine affili il coltello.
Friedrich von Bodenstedt, Il canzoniere di Mirza Schaffy, 1880

In ogni avversità della fortuna, la più tremenda delle sventure è l'essere stato felice.
Severino Boezio, Consolazione della filosofia, 524

Le dissi, copiando una frase di libro, che ogni sera la Sventura si faceva un nodo al fazzoletto per ricordarsi di me. Lei rise, ribatté che il mio angelo custode lo avrebbe sfatto durante la notte. Forse era vero, certo è che la notte del 10 novembre 1944 [1] quell'angelo s'addormentò.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Non essere amati è solo sfortuna; non amare è sventura.
[Il y a seulement de la malchance à n'être pas aimé: il y a du malheur à ne point aimer].
Albert Camus, L’uomo in rivolta, 1951

Non posso arrendermi, nella più grande sventura aspetto, io incredulo, un miracolo.
Elias Canetti, La rapidità dello spirito, 1994

La sventura non già unisce, ma divide gli uomini, e perfino là dove sembrerebbe che gli uomini dovessero essere legati dall'affinità del dolore si commettono molte più ingiustizie e crudeltà che tra gente relativamente soddisfatta.
Anton Čechov, Nemici, 1888

Forse l’aggettivo più alto che abbia messo in un verso un poeta italiano è Te collocò la provida Sventura... (È semplice, ma nessun altro ci sarebbe arrivato).
Guido Ceronetti, Pensieri del tè, 1987 [2]

Più siamo accerchiati dalle sventure e più diventiamo fatui: anche il nostro incedere ne è mutato. Esse ci invitano a pavoneggiarci, soffocando la nostra persona per risvegliare in noi il personaggio.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Ciò che ci auguriamo nelle nostre sventure è che gli altri siano infelici come noi: non di più, soltanto come noi.
Emil Cioran, La caduta nel tempo, 1964

Allorché una sventura annunciata finalmente arriva, è dieci, è cento volte più difficile da sopportare di una sventura che non ci aspettavamo. Nel corso delle nostre lunghe apprensioni l'abbiamo vissuta in anticipo, e quando si affaccia quei tormenti passati si aggiungono ai presenti, e formano insieme una massa dal peso intollerabile.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Taluni hanno sventure; altri ossessioni. Quali sono maggiormente da compiangere?
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Per essere "felici" bisognerebbe avere sempre presente l'immagine delle sventure alle quali siamo sfuggiti. Per la memoria sarebbe questo un modo di riscattarsi, dato che, serbando in genere solo il ricordo delle sventure avvenute, essa si adopera a sabotare la felicità e ci riesce a meraviglia.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Quel che c'è di increscioso nelle sventure pubbliche è che chiunque si reputa abbastanza competente per parlarne.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

La massima storica secondo la quale dobbiamo piegarci senza protestare alle cose che non dipendono da noi tiene conto solo delle sventure esterne, che sfuggono alla nostra volontà. Ma a quelle che vengono da noi stessi, come adattarsi? Se siamo la fonte dei nostri mali, a chi volerne? A
noi stessi?
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Quando sui grandi della terra s'abbatte qualche grande sventura, non la si attribuisce più alla gelosia degli dèi ma alla loro giustizia.
Benjamin Constant, Della religione considerata nella sua sorgente, 1824/30

L'uomo non si sentirebbe così sventurato se si limitasse a desiderare senza immaginarsi diritti su ciò che desidera.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

La paura del pericolo è diecimila volte più spaventosa del pericolo vero e proprio, quando si presenta di fatto davanti ai nostri occhi; e l'ansia è una tortura molto più grave da sopportare che non la sventura stessa per la quale stiamo in ansia.
Daniel Defoe, Robinson Crusoe, 1719

Chi si lascia avvilire dalla sventura dimostra di averla meritata.
Édouard Delessert, XIX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'uomo, oltre a volere la felicità, ha un eguale, identico bisogno anche della sventura.
Fëdor Dostoevskij, I demoni, 1871

C'è una sola strada che che conduce alla vera grandezza umana: la dura scuola delle sventure.
[There is only one road to true human greatness: through the school of hard knocks].
Albert Einstein, Commento all'articolo di W. White, "Why I Remain a Negro", 1947

Consoliamoci nelle sventure con la memoria dei beni nei tempi passati e con la coscienza che non è possibile fare che ciò che è stato non sia stato.
Epicuro, Sentenze vaticane, IV-III sec. a.e.c.

È cosa agevole, per chi ha il piede fuori della sventura, consigliare chi soffre.
Eschilo, Prometeo incatenato, V sec. a.e.c.

Coloro che non furono mai sventurati, non sono degni della loro felicità.
Ugo Foscolo, Ultime lettere di Jacopo Ortis, 1801/17

La sventura è la nostra più grande maestra e la nostra migliore amica. È lei che c'insegna il senso della vita.
Anatole France, Il giglio rosso, 1894

Accettare le sventure è un modo di vincerle.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Quante sventure si abbattono sull'uomo per salvarlo e redimerlo.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Niente, più della sventura, c'insegna a conoscerci.
Roberto Gervaso, Aforismi, 1994

È sventura per gli uni quello che suol essere fortuna per gli altri, già che nessuno sarebbe felice se molti altri non fossero sventurati.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Nessuno è tanto derelitto da non avere la propria stella; e se è sventurato, ciò accade perché non ha saputo riconoscerla.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Chi si lascia stordire dalla sventura, non può approfittare del suo insegnamento.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Difficile che in fondo alla sventura non ci sia qualche po' di colpa.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

La felicità è costellata di sventure evitate.
Alphonse Karr (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Per l’uomo non c’è che una reale sventura: sorprendersi in errore e doversi rimproverare qualche cosa.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Vi sono mali orripilanti e sventure atroci, cui non si ardisce pensare e la cui sola vista fa fremere: se ci capita di incapparvi, scopriamo in noi stessi risorse che ignoravamo di possedere, ci irrigidiamo contro la nostra calamità e ce la caviamo meglio di quanto avremmo sperato.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

È meglio impiegare la nostra mente a sopportare le sventure che ci capitano che a prevedere quelle che ci possono capitare.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

Fortune e sventure capitano di solito a chi ha già più delle une o delle altre.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

C'è nella sventura un termine oltre il quale la stessa amicizia aumenta le nostre pene, non le può guarire. Quando le ferite son mortali, ogni soccorso è inumano.
Pierre-Ambroise-François Choderlos de Laclos, Le relazioni pericolose, 1782

Non possiamo né contare tutti gli sventurati, né piangerne uno solo degnamente.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Lo sventurato non bello, e maggiormente se vecchio, potrà esser compatito, ma difficilmente pianto. Così nelle tragedie, ne' poemi, ne' romanzi ec. come nella vita.
Giacomo Leopardi, ibidem

Non è cosa tanto nemica della compassione quanto il vedere uno sventurato che non è stato in niente migliorato, né ha punto appreso dalle lezioni della sventura, maestra somma della vita.
Giacomo Leopardi, ibidem

Nelle estreme sventure tutte le altre età ammettono la consolazione o filosofica, o qualunque. Solamente la giovinezza non ammette e non vede altra consolazione che della morte.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Non si è mai sventurati se non per propria colpa.
Madame de Maintenon, lettera al conte d'Aubigné, 1676

Qualunque sia la sventura che piomba addosso a voi, essa è per qualcosa che voi avete fatto.
Maometto, in Abdullah Al-Mamun Suhrawardy, I detti del Profeta, 1905

Niente è più facile che sopportare con forza d'animo le sventure altrui.
William Somerset Maugham, Il filo del rasoio, 1944

Le sventure si abbattono dall'esterno, ma la sofferenza sorge dall'intimo quasi a ristabilire un equilibrio alterato.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Pare che le sventure temprino il carattere. Sarà, ma avrei preferito tenerlo intemprato.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Qualunque sventura, o ci si è sbagliati e non è una sventura, o nasce da una nostra insufficienza colpevole. E siccome sbagliarci è colpa nostra, cosi di qualunque sventura non dobbiamo incolpare altri che noi.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

Nessuno sa di essere fortunato fino a che non lo colpisce la sventura.
Chaim Potok, Danny l'eletto, 1967

La sventura è per il nostro animo il calore che lo mantiene molle: nella buona sorte è facile che diventi duro.
Arthur Schopenhauer, Scritti postumi, 1804/60 (postumo 1966/75)

È più forte di fronte a un evento chi vi si è preparato da tempo; e resiste anche alle maggiori avversità, se le ha previste. Ma chi è impreparato si spaventa di ogni inezia. Fa’ che non ti capiti nulla all'improvviso, e poiché ogni sventura riesce più gravosa quando non è prevista, la meditazione assidua ti aiuterà a non essere colto di sorpresa.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

La sventura costringe l'uomo a far la conoscenza di ben strani compagni di letto.
William Shakespeare, La tempesta, 1611

Si dà più piacere agli altri con le proprie sventure che col proprio altruismo.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Essere amati da chi si ama è una gran fortuna; essere amati da chi non si ama, una seccatura; non essere amati da chi si ama, una sventura; non amare e non essere amati, una condizione a rischio.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Quando si tratta di pronosticare una sventura, nessun nemico è mai all’altezza di un amico.
Jonathan Swift, XVIII sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il vento secca la mota più presto che il sole. La sventura meglio che la prosperità purifica l'uomo.
Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

Chi non fu mai sventurato, non conosce sé stesso né gli altri.
Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

Molti abusano della sventura per diventare peggiori. Se ciò non fosse, non si lagnerebbero tanto amaramente.
Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

La sventura raccoglie e rinforza lo spirito; la prosperità lo fiacca e lo dissipa.
Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

Rimproveriamo gli sventurati per dispensarci dal compiangerli.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746
C'è una sola strada che che conduce alla vera grandezza umana:
la dura scuola delle sventure. (Albert Einstein)
Proverbi sulla Sventura
  • Chi cerca l'altrui sventura, trova la propria.
  • Chi impara dalle sventure altrui, ne avanza le spese.
  • Dove vai sventura? Dove già ne sono altre.
  • La sventura è un pane unto per gli invidiosi.
  • La sventura ha per figlia la temperanza.
  • La sventura insegna ad aprire gli occhi.
  • La sventura non scaccia il vero amico.
  • La sventura presente c'insegna a sopportare la sventura a venire.
  • Le sventure sono la scuola della saviezza.
  • Nessuna sventura è si grande da non avere qualche ventura in seno.
  • Quando la sventura ci sembra lontana, l'abbiamo alle calcagna.
  • Tre sono le grandi sventure: perdere il padre nell'adolescenza, la madre nella virilità, e non aver figli nella vecchiaia.
Note
  1. Nel 1944, Gesualdo Bufalino si ammalò di tisi, e fu costretto a sopportare una lunga degenza fino al 1946.
  2. "Te collocò la provida Sventura in fra gli oppressi", è un verso di Alessandro Manzoni tratto dall'Adelchi (1822), in cui l'autore interpreta cristianamente la sorte avversa come uno strumento provvidenziale di salvezza. [cfr. citazione di Ceronetti].
  3. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Sfortuna - Avversità

Nessun commento: