2016-08-13

Grilli e Cicale - Frasi, citazioni e proverbi

Raccolta di aforismi, frasi celebri e proverbi sui grilli e sulle cicale. Su questi due simpatici insetti, scrive Carlo Lapucci: "Alle nostre latitudini si trovano principalmente due tipi di grillo, il grillo campestre di colore bruno o nero, detto grillo canterino, che vive in gallerie scavate nei terreni erbosi, e il grillo domestico simile al precedente ma di colore marroncino o grigio, detto grillo del focolare (Acheta domesticus), che vive nelle crepe dei muri presso i camini, come il Grillo parlante di Pinocchio che rappresenta la voce della coscienza. Il grillo appartiene a quegli esseri prediletti dai bambini, trasposti con delicatezza e amore nell'iconografia, nei cartoni animati, spesso nelle vesti di un musicista, in compagnia della cicala, a dispetto delle sue abitudini notturne che non collimano con quelle della sua presunta amica, amante del caldo e del sole. [...] "Oltre a essere il simbolo dell’incoscienza e della vita spensierata, che le viene dal fatto di cantare mentre fervono i lavori della campagna e dalla nota favola, la cicala è simbolo dell’estate, del caldo e della vita effimera, inconsistente perché campa di vento. Nell'antichità era tenuta in grande onore e poeti come Esiodo, Teocrito, Anacreonte lodarono il suo verso che ancor oggi si chiama canto. La cicala, che non fa né più né meno di tante altre creature della campagna, è rimasta legata alla triste storia che la contrappone alla formica, nella quale non fa poi peggiore figura della previdente e noiosa compagna". [Dizionario dei proverbi italiani, Mondadori, 2007).
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sugli insetti in genere e su varie specie d'insetti, come le formiche, le farfalle, le api, ecc.
La vera musica che ascolto è quella della notte: grilli, rane, i suoni della natura.
La musica è il canto della terra. (Bob Marley)
1. Grilli
© Aforismario

Ci sono quelli che vorrebbero essere uccelli, per vedere cosa c'è al di sopra delle nuvole, per bere ossigeno puro. Io non sono nata uccello, sono nata grillo: ho volato a metà, sono stata un attimo in aria e l'attimo dopo a terra, mezzo salto e mezzo volo. Meglio così, non bisogna fare l'abitudine al cielo.
Giulia Carcasi, Io sono di legno, 2007

Tutti abbiamo ascoltato, nelle sere di estate, i duetti dei grilli. Ce ne sono di varie specie, e ognuna canta con il suo proprio ritmo e con una sua propria nota: il maschio chiama, e la femmina, lontana anche duecento metri, e totalmente invisibile, risponde «a tono». Il duetto, paziente e casto, prosegue per ore e ore, e a mano a mano i due partner lentamente si avvicinano, fino al contatto e all'accoppiamento. Ma è indispensabile che la femmina risponda giusto: una risposta stonata, anche solo di un quarto di tono, interrompe il dialogo, e il maschio va in cerca di un'altra compagna più conforme al suo innato modello.
Primo Levi, Romanzi dettati dai grilli, L'altrui mestiere, 1985

La vera musica che ascolto è quella della notte: grilli, rane, i suoni della natura. [...] La musica è il canto della terra.
[That’s night, that’s really the music I listen to: crickets, frogs, the sounds of nature. [...] Music is the chant of the earth].
Bob Marley, intervista di Patrick Barrat, Tuff Gong Studio, 1980

Non è chiaro mattino intorno a noi? E verdi, morbide valli e prati, il regno della danza? Ci fu mai un'ora migliore per essere lieti? Chi ci canterà una canzone, una canzone mattutina così assolata, così lieve, così aerea, che non impaura i grilli - che i grilli anzi invita a cantare e ballare insieme?
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

Il grillo misura le pulsazioni della notte.
Ramón Gómez de la Serna, Greguerías, 1917/60

'Sto grillaccio der marchese sempre zompa! Zompa chi campa, allegramente...
Alberto Sordi, in Mario Monicelli, Il marchese del Grillo, 1981

Le voci si perdevano in lontananza per la strada, con scoppi rari e improvvisi di allegria. Tutto intorno, sotto il cielo stellato, si faceva un gran silenzio, e il grillo canterino si mise a stridere sul ciglio della ferrovia.
Giovanni Verga, L’ultima giornata, in Per le vie, 1883

Proverbi sul Grillo
  • Canto di grilli, freddo d’inverno.
  • Chi va a caccia di grilli piglia grilli.
  • I grilli cantano male, ma s’ascoltano volentieri.
  • Il grillo sta fermo o salta.
  • Il grillo canta all'ora della buona sera.
  • Il grillo ha il salto del cavallo e la fame del lupo.
  • Il grillotalpa nell'orto mangia anche il fil di ferro.
  • Ogni grillo grilla nel suo buco.
  • Ogni grillo si crede cavallo.
  • Quello che lascia il grillo se lo mangia il bruco.
Senza l’accompagnamento del canto della cicala, il tremolio dell’aria estiva,
quando il sole brucia e il caldo è estremo, è una danza senza musica. (Joseph Joubert)
2. Cicale
© Aforismario

Il canto / delle cicale / non dà segno / del loro vicino morire.
Matsuo Bashō, Haiku, XVII sec.

Anche la cicala vorrebbe campare in eterno.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

I ronzii d’alveare, i cori delle cicale, il cantare dei grilli contribuiscono ad una elevata terapia musicale.
Guido Ceronetti, Insetti senza frontiere, 2009

Chiunque abbia girato in una foresta vergine tropicale deve essere rimasto meravigliato dal frastuono che fanno i maschi delle cicale. Le femmine sono mute; come dice il poeta greco Xenarchus, “È felice la vita delle cicale, poiché le loro mogli non hanno voce”.
Charles Darwin, L'origine dell'uomo e la selezione sessuale, 1871

Era d’inverno, e le formiche stavano asciugando il loro grano, che si era bagnato. Ed ecco che una cicala affamata andò a chiedere loro del cibo. Ma le risposero le formiche: «Perché durante l’estate non hai fatto anche tu provviste?». Rispose la cicala: «Non ne avevo tempo, ma cantavo armoniosamente». E quelle, ridendole in faccia, le dissero: «Beh, se nel tempo estivo cantavi, d’inverno balla». La favola insegna che in ogni circostanza di vita bisogna guardarsi dall'essere trascurati, per non soffrire e non trovarsi nei pericoli.
Esopo, Favole, VI sec. a.e.c.

L’anima si nutre d’estasi come la cicala di rugiada.
[L'âme se nourrit d'extase comme la cigale de rosée].
Anatole France, Taide, 1890

La formica che ammonticchia cibo per l’inverno è più saggia della cicala, che un giorno canta e quello successivo patisce la fame.
Kahlil Gibran, Gesù figlio dell'Uomo, 1928

Dal libro della Sapienza Borghese: [...] "Non bisogna star sull'albero a cantare come la cicala, ma tener presente la formica, la quale pensa per tempo all'avvenire". [...] Ma ecco l'opinione totalmente opposta, d'un povero folle: "Non vogliate mettervi in pensiero per ciò che sarà domani; basta a ciascun giorno il suo affanno".
Domenico Giuliotti e Giovanni Papini, Dizionario dell'omo salvatico, 1923

Senza l’accompagnamento del canto della cicala, il tremolio dell’aria estiva, quando il sole brucia e
il caldo è estremo, è una danza senza musica.
[Sans l’accompagnement du chant de la cigale, le tremblotement de l’air, en été, au soleil et pendant la grande chaleur, est comme une danse sans musique].
Joseph Joubert, Pensieri, 1838 (postumo)

La Cicala, dopo aver cantato tutta l’Estate, si trovò in grande povertà quando giunse l’Inverno. Nemmeno un pezzettino di mosca o verme. Andò allora a piangere miseria dalla Formica, sua vicina, pregandola di darle a prestito qualcosa per sopravvivere fino alla stagion novella. «Ti pagherò, le disse, prima d’Agosto, in fede d’animale, interessi e capitale». Ma la Formica non presta volentieri: è il minor dei suoi difetti. «Che facevi alla bella stagione? Disse alla nostra Cicala. – Notte e giorno per ogni passante io cantavo, non volermene. – Cantavi, eh? Me ne rallegro proprio: benissimo! Ora balla».
Jean de La Fontaine, La cicala e la formica, Favole, 1668/79

Vivere da cicala e trovarsi un marito formica che lavori per te.
Luciana Littizzetto, Rivergination, 2006

Delle cicale / ci cale ci cale ci cale / della formica / invece non ci cale mica.
Heather Parisi, Cicale, 1981 [1]

Chiedo scusa alla favola antica, / se non mi piace l'avara formica. / Io sto dalla parte della cicala / che il più bel canto non vende, regala.
Gianni Rodari, Alla formica, in Filastrocche in cielo e in terra, 1960/72

È vero che le cicale cantano, ma è un canto che viene da un altro mondo, è lo stridore dell'invisibile sega che sta tagliando le fondamenta di questo.
José Saramago, Storia dell'assedio di Lisbona, 1989

Aprire anche per poco una finestra su un mondo di tranquilla fantasia vale una "pennicchella" - camminare nei vicoli deserti dì un piccolo paese - se si ha la fortuna di viverci - significa respirare le sfumature più segrete della controra: la vita quasi sospesa dietro le persiane accostate, la qualità di un silenzio voluto e goduto, e se si è in estate, il canto delle cicale, incuranti della calura, da ascoltare, al riparo di un albero o alla frescura di un angolo ombroso dei vicoli. Piaceri da filosofo, interdetti ad una intera generazione di yuppies.
Maria Venturini, Dizionario delle felicità, 1998
Vivere da cicala e trovarsi un marito formica che lavori per te. (Luciana Littizzetto)
Proverbi sulla Cicala
  • La cicala canta canta e alla fine poi si schianta.
  • La cicala prima canta e poi muore.
  • Le cicale campano di rugiada.
  • Quando canta la cicala cominci a vedere il fico.
  • Quando canta la cicala: taglia, taglia, al padrone il grano e al contadino la paglia.
  • Quando cantano le cicale vattene a lavorar con il boccale.
  • Quando cantano le cicale il cuculo smette di cantare.
  • Quando la cicala cica cica, la formica spiga spiga.
  • Quando la cicala si fa muta il tempo tramuta.
  • Se d’inverno non vuoi far la cicala d’estate fai la formica.
  • Se di settembre canta la cicala non comprar merci che la roba cala.
La cicala che si tradisce con il suo stridio.
Proverbio africano

Note
  1. Il testo della canzone, che in apparenza sembra non avere alcun senso, lo acquista, invece, se si tiene conto che la locuzione toscana "ci cale", significa "ci piace", "ci va a genio". Pertanto, il testo dice che "ci cale" (ci piace) il comportamento della cicala, che canta e si diverte, mentre "non ci cale" la serietà della noiosa formica.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Insetti - Formiche

Nessun commento: