2016-08-31

Scoregge - Frasi e battute divertenti sulla Flatulenza

Raccolta di aforismi, proverbi e battute divertenti sulla flatulenza e sui peti, volgarmente chiamati scoregge o "puzzette". Quando la scoreggia è emessa in maniera silenziosa, popolarmente viene detta anche "loffa". La flatulenza (detta anche meteorismo) è l'emissione più o meno rumorosa e puzzolente di gas intestinali dall'ano.
Secondo quanto riportato sul Dizionario medico Recordati Larousse: "un adulto espelle da 2 a 20 litri di gas al giorno, in gran parte proveniente dall'aria ingerita e, in misura minore, dalla fermentazione intestinale che si verifica nel colon. [...] La flatulenza è un fenomeno normale. Alcuni alimenti, che fermentano più degli altri, possono aumentarla: verdura (fagioli bianchi, cavolo, sedano ecc.), cereali (pasta, pane), fibre (crusca), frutta (uva passa, albicocche, agrumi, banane). L'abbondanza o la mancanza di gas e il loro odore più o meno intenso non hanno un significato patologico e non richiedono trattamento.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sugli escrementi e sulla digestione.
Donne e scoregge scappano anche se non vuoi. (Stefano Benni)
Scoregge / Flatulenza
© Aforismario

Per l’argine sinistro volta dienno; / ma prima avea ciascun la lingua stretta / coi denti, verso lor duca, per cenno; / ed elli avea del cul fatto trombetta.
Dante Alighieri, Inferno, Divina Commedia, 1304/21

Mai confessare una scoreggia in pubblico. È una legge non scritta: il piú rigido tra i protocolli dell'etichetta americana.
Paul Auster, Follie di Brooklyn, 2005

Un uomo che scoreggia a letto è un uomo che ama la vita.
Muriel Barbery, Estasi culinarie, 2000

Donne e scoregge scappano anche se non vuoi.
Stefano Benni, La grammatica di Dio, 2007

Avete sentito l'ultima? No? È perché l'ho fatta piano...
Claudio Bisio [1]

Dovevamo mangiare. E mangiare e rimangiare. Eravamo tutti disgustosi, condannati ai nostri compitini sporchi. Mangiare, scoreggiare, grattarci, sorridere e santificare le feste.
Charles Bukowski, Pulp, 1994

Quando uno ride ha tutto il mondo ai suoi piedi, ma se scoreggia si ritrova da solo.
Gordon Burley (Bobby Power), in Jimmy Grimble, 2000

Il povero Ambrosini diceva che certe diatribe possono esser risolte solo con l'atto fisico: il peto, il rutto e così via. Per me ci sto.
Arrigo Cajumi, Pensieri di un libertino, 1947/50

Sapete come si fa a capire quando una mosca scoreggia? Improvvisamente vola diritta...
[You know how you can tell when a moth farts? When he suddenly flies in a straight line...].
George Carlin, Napalm and Silly Putty, 2001

Se due persone sono in ascensore e una delle due scoreggia, tutte e due sanno chi è stato.
George Carlin (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La scoreggia è un diritto inalienabile scritto a caratteri cubitali sulla carta igienica dei diritti dell'uomo.
Dario Cassini, Tranne mia madre e mia sorella, 2003

La tua donna [...] ti guarderà negli occhi con fare inquisitorio e ti chiederà: «Dimmi tesoro, non è che per caso, non volendo, questa notte hai emesso una scoreggina?». Allora guarderai la tua donna e le risponderai: «Io? Come ti viene in mente tesoro? Lo sai che io non ce l'ho, il culo!». Signore donne, perché volete costringere un uomo a mentire così spudoratamente e in modo così umiliante? Guidatelo per mano, alla ricerca del coraggio di liberare le sue puzze: è suo diritto darsi delle arie.
Dario Cassini, Tranne mia madre e mia sorella, 2003

Forse è per via dello zolfo contenuto e soffiato via dagli intestini, che si è pensato allo zolfo come emanazione del Diavolo e odore caratteristico dell'Inferno.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

La flatulenza da fave ingerite, secondo i Pitagorici, è provocata da spiriti di morti abitatori di questi legumi, che una volta entrati nel corpo tormentano chi le ha mangiate: di giorno con venti, di notte con incubi. L'incubo sarebbe come un vento non espulso, che circola internamente, facendo sbattere le persiane che proteggono l'anima addormentata.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979
Ci sono giornate in cui l’unico momento di benessere finisce per essere una scoreggia.
(Jean-Marc Reiser)
Due camminando di notte per dubbiosa via, quello dinanzi fece grande strepito col culo; e disse l'altro compagno: − or veggo io ch'io son da te amato. − Come? disse l'altro. − Quel rispose: − tu mi porgi la coreggia perch'io non caggia, né mi perda da te.
Leonardo da Vinci, Codici, XV-XVI sec. (postumo)

Le puzzette, diciamolo, sono un elemento di spicco, soprattutto nella vita di tanti maschi. Un valore aggiunto. Voi godete proprio. Vi vantate. Ridete. Fate le gare. Non c’è niente che vi faccia ridere di più di una puzzetta che rompe il muro del suono. Persino quell'intellettuale raffinato di Dante, essendo maschio, non ha resistito e nell'Inferno c’ha messo Barbariccia che del cul fece trombetta.
Luciana Littizzetto, L'incredibile Urka, 2014

Anche voi uomini avete il pancione. Solo che voi partorite in forma gassosa!
Luciana Littizzetto (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

I pesci sono gli esseri più sfortunati della terra. Ci avete mai pensato? Un pesce non puo' far finta di niente quando scoreggia.
Daniele Luttazzi (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La vita è breve come la scoreggia di una farfalla.
Markov (Peter Ustinov), in Io, Beau Geste e la legione straniera, 1977

Sposami e scoreggerai tra lenzuola di seta per il resto della tua vita.
Robert Mitchum [1]

Quand'ero giovane, la mia famiglia era così povera che se, avessimo voluto una Jacuzzi, avremmo dovuto scoreggiare nella vasca.
Eddie Murphy [1]

Tre cose da tenere a mente quando invecchi: approfitta sempre di un bagno, non sprecare mai un'erezione e non fidarti mai di una scoreggia.
Jack Nicholson, in Non è mai troppo tardi, 2007

Non ho mai sentito dire che le flatulenze determinino situazioni filosofiche.
Friedrich Nietzsche, Lettere, 1850/89

Adoro il profumo di scoregge mattutine!
Patches O'Houlihan (Rip Torn), in Palle al balzo - Dodgeball, 2004

Spesso... quando piangete... / nessuno nota le vostre lacrime... / Spesso... quando siete tristi... / nessuno nota la vostra infelicità... / Spesso... quando siete felici... / nessuno nota il vostro sorriso... / Ma provate a scoreggiare solo una volta...
Flavio Oreglio (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ci sono giornate in cui l’unico momento di benessere finisce per essere una scoreggia. Certo, al momento può sembrare sordido... ma se ci si mette dal punto di vista ottimista si constata che il più disgraziato degli uomini può avere almeno un istante di benessere al giorno.
Jean-Marc Reiser (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il cane non è un animale intelligente. Diffidate di un animale che si sorprende delle sue scoregge.
Frank Skinner [1]

Le Muse non amano partorire nei ricchi palazzi e tengono i loro figli a stecchetto, forse per timore che ingrassino e che l'ispirazione si tramuti in flatulenze.
Anacleto Verrecchia, Rapsodia viennese, 2003

Mia moglie scoreggiava quando era nervosa. Aveva una serie di meravigliose debolezze. Aveva l'abitudine di scoreggiare nel sonno! Scusa se ti racconto questa cosa. Una volta fu talmente forte che svegliò il cane! Si svegliò anche lei e mi disse "sei stato tu?", e io "si", non ho avuto il coraggio.
Robin Williams, in Gus Van Sant, Will Hunting - Genio ribelle, 1997

Trattenere a forza i gas nell'intestino produce quattro inconvenienti: spasmi, idropsie, coliche e capogiri.
Regole Sanitarie Salernitane, IX-X sec.

Sapete come si fa a capire quando una mosca scoreggia? Improvvisamente vola diritta...
(George Carlin)
Autori sconosciuti
  • Cos'è la scoreggia? L'ultimo respiro di un fagiolo prima di volare in cielo.
  • Il colmo per un petomane? Darsi un sacco di arie!
  • La verità talvolta è come una scoreggia: imbarazzante e inopportuna.
  • Perché gli uomini scoreggiano più delle donne? Perché le donne non stanno zitte abbastanza a lungo da aumentare la pressione.
Proverbi su Scoregge e Peti
  • A ognuno i propri peti paiono incenso.
  • Chi dorme, piscia, caca e fa scoregge non cerca né dottore né ricette.
  • Chi fa il peto più grosso del culo si caca addosso.
  • Col peto si ride con la loffa si stride.
  • Da culo timoroso non uscì mai peto ardito.
  • Il peto non è un tuono.
  • Non bisogna fare il peto più grosso del culo.
  • Per fare un peto non occorrono artisti.
  • Quando il cul è avvezzo al peto non si può tenerlo cheto.
  • Tardi va la mano al culo quando il peto è già fuori.
  • Tromba di culo, sanità di corpo.
  • Tutti i peti puzzano.
Proverbi africani
  • Quando passa il gran signore, il saggio villico fa un profondo inchino e silenziosamente scoreggia.
  • Se chi ha raccolto fagioli in un campo può fare grandi scoregge, tanto più potrà farle il padrone del campo.
  • Si sente una scoreggia. È stato certamente il vicino.
  • Una scoreggia per quanto forte non lacera il pantalone.
Suus cuique crepitus bene olet.
[A ciascuno piace l'odore dei propri peti].
Detto latino

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Escrementi

Nessun commento: