2016-08-08

Rifiuti - Frasi su Spazzatura e Immondizia

Raccolta di aforismi, frasi celebri e battute divertenti sulla spazzatura, termine che deriva dal verbo "spazzare", consistendo in tutto ciò che viene "spazzato via" o comunque raccolto per essere eliminato. Tra i sinonimi di spazzatura più utilizzati: immondizia (in lingua dialettale detta anche: immondezza o monnezza), rifiuti e pattume. Su Aforismario trovi anche una raccolta di citazioni correlata a questa su inquinamento ed ecologia.
Ogni civiltà ha la spazzatura che si merita. (Georges Duhamel)
1. Spazzatura / Immondizia
© Aforismario

In California c'è molta pulizia perché non buttano via la loro immondizia, la trasformano in show televisivi.
Woody Allen, Io e Annie, 1977 

La "sindrome consumistica" è fatta tutta di velocità, eccesso e scarto. I consumatori maturi non fanno i pignoli quando si tratta di relegare le cose nella spazzatura.
Zygmunt Bauman, Consumo, dunque sono, 2007

La società dei consumi svaluta la durevolezza; ai suoi occhi "vecchio" significa "sorpassato", non più utilizzabile e destinato alla spazzatura.
Zygmunt Bauman, Consumo, dunque sono, 2007

La maggior parte degli oggetti di valore perdono rapidamente lustro e attrattiva, e se il godimento viene differito, si rischia di doverli gettare nella spazzatura prima ancora di esserseli goduti.
Zygmunt Bauman, Consumo, dunque sono, 2007

Ci esortano a non buttare nella spazzatura le schifezze che producono. Glie le buttiamo in faccia?
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

Nel momento in cui svuoto la pattumiera piccola nella grande e trasporto questa sollevandola per i due manici fuori dal nostro ingresso di casa, pur ancora agendo come umile rotella del meccanismo domestico, già m’investo d’un ruolo sociale, mi costituisco primo ingranaggio di una catena d’operazioni decisive per la convivenza collettiva, sancisco la mia dipendenza dalle istituzioni senza le quali morrei sepolto dai miei stessi rifiuti nel mio guscio d’individuo singolo.
Italo Calvino, La poubelle agréée (La pattumiera gradita), su Paragone / Letteratura, 1977

Prodotto prodigioso la spazzatura: basta non fare nulla e si riproduce da sé.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Finché la gente accetterà la spazzatura, sarà redditizio venderla.
[As long as people will accept crap, it will be financially profitable to dispense it].
Dick Cavett [1]

A fianco del mio condominio c'è un giardinetto che purtroppo è diventato una discarica abusiva. La gente viene lì e butta di tutto: divani sfondati, frigoriferi, materassi, liquami industriali. Allora ci siamo indignati e abbiamo informato il Comune che è prontamente intervenuto autorizzando la discarica!
Antonio Cornacchione (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Mia moglie non ha rispetto per me. L'altra notte mi ha detto di portare fuori la spazzatura. Le ho detto che l'avevo già fatto e lei mi ha risposto di andare fuori a tenerla d'occhio.
Rodney Dangerfield [1]

Ogni civiltà ha la spazzatura che si merita.
[Chaque civilisation a les ordures qu'elle mérite].
Georges Duhamel, Querelles de famille, 1932 

Lotta antinquinamento: diversione di immondizia sulle regioni vicine.
Georges Elgozy, Le fictionnaire, 1973

La spazzatura è una grande risorsa nel posto sbagliato priva dell'immaginazione di qualcuno perché venga riciclata a beneficio di tutti.
[Garbage is a great resource in the wrong place lacking someone's imagination to recycle it into everyone's benefit].
Mark Victor Hansen (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Gli addetti alla raccolta della spazzatura sono ignorati, la gente non li guarda, segretamente li disprezza, quasi che li odiasse perché ricordano l’esistenza di questa montagna di roba che noi stessi abbiamo scartato e buttato via.
Robin Nagle, cit. in Federico Rampini, Occidente estremo, 2010

In fondo i netturbini sono i veri sacerdoti del consumismo, solo la loro esistenza garantisce che la nostra folle corsa verso l’uso delle cose materiali possa continuare. Immaginiamo di essere costretti a tenerci quello che abbiamo, di non poter più buttare via nulla. È chiaro che si fermerebbe tutto.
Robin Nagle, cit. in Federico Rampini, Occidente estremo, 2010

Guardando nei sacchi della spazzatura potremmo imparare tante cose sulle nostre patologie, alimentari o sessuali. Non c’è nulla di più intimo del cassonetto davanti a casa.
Robin Nagle, cit. in Federico Rampini, Occidente estremo, 2010

− Ma che hai, ti vedo nervoso?
− Mi è arrivata l'immondizia da pagare. Trecento euro di immondizia, e l'immondizia la metto io. E se la mettevano loro quanto dovevo pagare?
Ficarra e Picone [1]

Di cosa è fatto uno spazzolino da denti? Di plastica. Da cosa si ricava la plastica? Dal petrolio. É rosso perché lo abbiamo colorato e ci abbiamo aggiunto un po’ di cloruro. Ogni tre mesi il tuo dentista di fiducia ti dice, devi cambiare lo spazzolino. Quanti ce ne saranno in Italia in questo momento? Venti milioni? Ogni tre mesi venti milioni vanno nell'immondizia, finiscono in un forno, vengono bruciati. I cloruri diventano diossina, vanno nell'aria. Piove, la diossina va nel mare, viene assorbita dal plancton, il pesce mangia il plancton, tu esci, vai al ristorante, mangi il pesce (80 mila lire al chilo) e ti sei mangiato il tuo spazzolino.
Beppe Grillo [2]

È la società che fa la spazzatura.
Jean-Charles Harvey, I paradisi di sabbia, 1953

− È arrivato l'uomo della spazzatura!
− Digli che non ne vogliamo...
Groucho Marx [1]

Classico del single è il sacchetto della spazzatura... gonfio gonfio, ogni giorno più gonfio. Lo cambi? No, gli dai un nome! Antonio. Vive con te.
Paolo Migone, Completamente spettinato, 2005

Anche l'anima deve avere le sue determinate cloache nelle quali far defluire la sua immondizia; a ciò servono persone, relazioni, classi, o la patria oppure il mondo oppure infine – per i più boriosi (voglio dire i nostri cari "pessimisti" moderni) – il buon Dio.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

Il rapporto con i rifiuti è un indicatore cruciale per capire l’essere umano, i popoli, la cultura delle civiltà.
Federico Rampini, Occidente estremo, 2010

A quanto vedo, l’umanità non ha ancora preso del tutto coscienza del pur banalissimo fatto che maggiore è l’espansione demografica, maggiore è la quantità d’immondizia nella quale essa rischia d’affogare. E ciò non soltanto per l’ovvia ragione che maggiore è il numero degli individui, maggiore è la quantità di rifiuti prodotti, ma anche perché l’umanità stessa – piú inquinante di qualsiasi suo scarto – è diventata, ormai, una forma vivente di spazzatura.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Quando ero bambino, eravamo così poveri che, da noi, il camion della spazzatura passava due volte la settimana. Per le consegne.
Bebo Storti [1]

Il novanta per cento di tutto è spazzatura.
[Ninety percent of everything is crap]
Theodore Sturgeon [1]

La spazzatura è lo specchio di una cultura che consuma, di una cultura crudele, agitata, cinica che produce spazzatura interiore, che si trasforma in tonnellate di spazzatura reale. La spazzatura l'abbiamo innanzitutto dentro di noi ed è dentro di noi che dovremmo fare pulizia.
Susanna Tamaro, su Avvenire, 2011

Gli spazzini napoletani hanno marciato ieri al grido "Il posto di lavoro non si tocca!". Ma chi te lo tocca? A me mi fa pure schifo.
Totò (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'ultimo secolo della nostra esistenza si è lasciato dietro più immondizia di quanta ne avevamo prodotta in diversi milioni di anni.
Ronald Wright, A Scientific Romance, 1997

Uno dei miei cognati è un genio. Quando a New York c'è stato lo sciopero dei netturbini, sapete come si è sbarazzato della spazzatura? L'ha impacchettata con la carta da regalo, l'ha lasciata in macchina, e gliel'hanno rubata!
Henny Youngman [1]

Il senso ultimo dello sviluppo scientifico e tecnologico è produrre
quantità sempre maggiori di rifiuti in tempi sempre più brevi. (Maurizio Pallante)
2. Rifiuti
© Aforismario

La società dei consumi è impensabile senza una florida industria dello smaltimento di rifiuti.
Zygmunt Bauman, Consumo, dunque sono, 2007

Nell'economia consumistica i prodotti (inventati, scoperti per caso o perlopiù progettati negli uffici di ricerca e sviluppo) prima arrivano e poi vanno in cerca di applicazioni. Molti, forse la maggior parte, di essi finiscono rapidamente tra i rifiuti, non essendo riusciti a trovare clienti, o addirittura ancor prima di cercarli.
Zygmunt Bauman, Consumo, dunque sono, 2007

Non possiamo produrre frigoriferi, automobili o aerei a reazione "migliori e più grandi" senza produrre anche rifiuti "migliori e più grandi""
Nicholas Georgescu-Roegen, La Décroissance, a cura di Jacques Grinevald e Ivo Rens, 1994

Si fa strada la consapevolezza che i nostri rifiuti potrebbero poco a poco sommergerci, con ritmo sempre più incalzante, e che in essi potrebbe stare il boomerang più pericoloso della nostra civiltà, rappresentato bene dalla terribile quintessenza dei rifiuti nucleari e delle scorie di plutonio, problema sinora fondamentalmente insolubile.
Alexander Langer, discorso, Lione, 1992

Che terribile oracolo: l’”usa e getta” come canone fondamentale della nostra società!
Alexander Langer, discorso, Lione, 1992

Chi osserva i rifiuti nelle nostre città, o ai margini delle nostre autostrade, o nei mezzi di trasporto appena abbandonati dai passeggeri, o all'uscita delle cosiddette grandi convivenze (prigioni, uffici, ospedali, fabbriche, ristoranti, parchi divertimento…), non può inorridire. Non solo e non tanto per l’immagine di disordine e di bruttura che vi emana. Sono rifiuti che mandano un doppio crudele messaggio: ci dicono che le cose vengono usate con economica brutalità, senza comprensione e sintonia, e che tutto ciò che non conserva l’abbagliante luccichìo del “nuovo di zecca” è semplicemente da buttare.
Alexander Langer, discorso, Lione, 1992

La nostra sovracrescita economica si scontra con i limiti della finitezza della biosfera. La capacità rigeneratrice della terra non riesce più a seguire la domanda: l'uomo trasforma le risorse in rifiuti più rapidamente di quanto la natura sia in grado di trasformare questi rifiuti in nuove risorse.
Serge Latouche, Breve trattato sulla decrescita serena, 2007

Nessuna persona di buon senso contesta la necessità di ridurre lo spreco sfrenato, di combattere l'obsolescenza programmata delle attrezzature e di riciclare i rifiuti non direttamente riutilizzabili.
Serge Latouche, Breve trattato sulla decrescita serena, 2007

Il tempo della decrescita è dunque arrivato! La società della frugalità per scelta, che deve emergere dal suo solco, avrà come presupposto quello di lavorare meno per vivere meglio, di consumare meno ma meglio, di produrre meno rifiuti, di riciclare di più. Insomma, ritrovare il senso della misura e un'impronta ecologica sostenibile.
Serge Latouche e Didier Harpagès, Il tempo della decrescita, 2010

L'attività dei commercianti e dei pubblicitari consiste essenzialmente nel creare bisogni in un mondo che crolla sotto il peso delle produzioni. Questo richiede un tasso di rotazione e di consumo dei prodotti sempre più rapido, e dunque una produzione sempre più grande di rifiuti e un'attività di trattamento dei rifiuti sempre più imponente.
Bernard Maris, Antimanuel d'économie, 2006

I rifiuti migliori da trattare sono quelli che non esistono. Quindi, bisogna fare in modo di non produrre rifiuti. Cosa semplicissima. Usare le sporte invece dei sacchetti di plastica. Smettere di usare tutti gli imballaggi che noi usiamo. Almeno il 60% dei rifiuti che vanno nella discarica è costituito da imballi che sono nuovi e perfettamente inutili.
Stefano Montanari (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'incenerimento dei rifiuti altro non è se non un gioco di prestigio per farli scomparire alla vista, mentre, in realtà, la massa dei rifiuti ne esce aumentata e dotata di maggiore tossicità.
Stefano Montanari, ibidem

Per quanto scaricare i rifiuti nei bidoni verdi e nei sacchetti del riciclo ci faccia sentire migliori, portarli via, comprimerli e trasformarli in altri beni a breve durata richiede un’enorme quantità di energia, acqua e inquinamento. La maggior parte delle risorse consumate non può più venire recuperata. Tutto questo rende l’idea di un “movimento dei consumatori verde” una seria contraddizione in termini, tanto quanto la “guerra umanitaria”.
John Naish, Basta!, 2008

La produzione non può crescere all'infinito perché le risorse del pianeta non lo sono e non è infinita la sua capacità di metabolizzare le sostanze di scarto emesse dai processi produttivi, dai prodotti nel corso della loro vita e dai rifiuti in cui prima o poi si trasformano.
Maurizio Pallante, La decrescita felice, 2005

Se la crescita del prodotto interno lordo e il progresso hanno bisogno della distruzione creatrice, cioè di distruggere sistematicamente ciò che le innovazioni rendono vecchio e superato in tempi sempre più brevi, in parallelo alla crescita delle merci si ha una direttamente proporzionale crescita dei rifiuti.
Maurizio Pallante, La decrescita felice, 2005

Più rapide sono le innovazioni di processo e di prodotto, più rapidamente invecchiano e vengono sostituiti i manufatti e gli oggetti, più rapida è la crescita dei rifiuti.
Maurizio Pallante, La decrescita felice, 2005

In un sistema dove l’incremento della distruzione arriva a superare l’incremento della produzione, la produzione è un attività finalizzata a trasformare le risorse in rifiuti attraverso un passaggio intermedio, sempre più breve, allo stato di merci.
Maurizio Pallante, La decrescita felice, 2005

Il senso ultimo dello sviluppo scientifico e tecnologico è produrre quantità sempre maggiori di rifiuti in tempi sempre più brevi. In termini più generali: è l’applicazione della razionalità a uno scopo irrazionale.
Maurizio Pallante, La decrescita felice, 2005

Bellezza delle piante − i soli esseri viventi in questo universo che non producano rumore né rifiuti.
Mario Andrea Rigoni, Variazioni sull'impossibile, 1993

Quando una nazione ricca installa una discarica di rifiuti chimici o nucleari in un paese povero sta saccheggiando il futuro di quell'agglomerato umano, perché se i rifiuti sono, come dicono, "inoffensivi", per quale ragione non hanno installato la discarica sul proprio territorio? 
Luis Sepúlveda, Il mondo alla fine del mondo, 1989

Tenete l'Italia pulita. Gettate i rifiuti in Svizzera.
Francesco Salvi (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Battuta tratta da Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, Baldini e Castoldi, 1995
  3. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Inquinamento e Ecologia - Consumismo

Nessun commento: