2016-09-21

Antenati - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sugli antenati e gli avi. Il termine "antenato" deriva dal latino antenatus, cioè ante natus "nato prima", e indica un progenitore, un ascendente non prossimo. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla famiglia, i parenti e i nonni.
I genitori si compatiscono, dei nonni si sorride, gli antenati si venerano.
(Alessandro Morandotti)
Antenati / Avi
© Aforismario

Le generazioni degli uomini sono come le onde del mare. Sono tante ma ognuna è se stessa pur facendo parte della stessa acqua. Così è per l'uomo. Noi che viviamo oggi siamo una parte dell'umanità come lo furono i nostri antenati e lo saranno le generazioni future.
Romano Battaglia, Incanto, 2008

Degenerato. Molto meno ammirevole dei suoi antenati.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Quanta forza deve avere dato agli uomini la venerazione degli antenati. Che cosa veneriamo noi? Che cosa possiamo venerare?
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

L’uomo trascorre la metà della vita a liberarsi delle errate convinzioni dei propri antenati e l’altra metà a trasmettere persuasioni sbagliate ai propri figli.
Winston Churchill (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ciascuno ha il diritto di attribuirsi l'ascendenza che gli conviene, e che lo spiega ai propri occhi. Quante volte non ho cambiato antenati!
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Ci sono degli alberi […] che crescono fino a una certa altezza e poi, improvvisamente, sviluppano una qualche sgradevole anomalia. Ciò accade spesso anche negli esseri umani. Ho una mia personale teoria secondo cui l’individuo, nel suo sviluppo, rappresenta tutta la serie dei suoi antenati e la cui improvvisa deviazione verso il bene o verso il male rivela una qualche pesante influenza ereditaria. Quella persona diventa, per così dire, il compendio della storia della sua famiglia.
Arthur Conan Doyle, Il ritorno di Sherlock Holmes, 1905

Grande scrittore è chi inconsapevolmente trasforma in ragioni i pregiudizi dei suoi antenati.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

La gente prova reverenza per gli antenati, e talora ne fa oggetto di culto: e fa bene, poiché sono i concreti progenitori, e non gli dèi soprannaturali, a possedere la chiave di comprensione della vita.
Richard Dawkins, Il fiume della vita, 1995

Quando gli antenati di quelli del Nord stavano ancora appesi agli alberi, i nostri, quelli del Sud, erano già froci. Per diventare, infatti, simili a un Alcibiade o a un Petronio Arbitro ci vuole del tempo, e loro, poverini, tutto questo tempo non l'hanno avuto.
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005

I nostri antenati sono andati a caccia d'immenso. Così ingrandivano la vita. Perciò l'astronomia è stata la prima scienza delle civiltà. 
Erri De Luca, Sulla traccia di Nives, 2005

Le gesta gloriose degli antenati coprono di vergogna i nipoti degeneri.
Édouard Alexandre Henri Delessert, XIX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Degli antenati nulla m'importa. Che ho a che fare io con essi? I nonni io li amo perché me ne resta in capo una tal quale memoria che s'assomiglia ad un sogno: e poi i genitori me ne hanno sempre parlato - ma i nonni dei nonni, di cui non conosco che de' brutti ritratti - al diavolo! se ne avessi le ceneri, le cederei senza rammarico in servigio dell'agricoltura
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Che non si vanti de' grand'avi suoi / chi poi non gli somiglia.
Luigi Fiacchi, Il Fumo e la Nuvola, in La favole e i sonetti, XIX sec.

Dobbiamo credere perché i nostri antenati remoti hanno creduto. Ma questi nostri avi erano di gran lunga più ignoranti di noi, hanno creduto cose che oggi ci sarebbe impossibile accettare.
Sigmund Freud, L'avvenire di un'illusione, 1927

Se vogliamo progredire, non dobbiamo ripetere la storia, ma fare storia. nuova. Dobbiamo accrescere l'eredità lasciataci dai nostri avi.
Mohandas Gandhi, Antiche come le montagne, 1958 (postumo)

La nostra longevità dipende dai nostri antenati.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Quella piccola lucertola triste mi disse che era un brontosauro per parte di madre. Io non risi; le persone che si vantano degli antenati spesso hanno ben poco d’altro cui appoggiarsi. Assecondarle non costa niente e accresce la felicità in un mondo dove la felicità scarseggia sempre.
Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973

Le credenze religiose degli uomini di ogni paese sono antichi e durevoli relitti dell’ignoranza, della crudeltà, dei terrori e della ferocia dei loro antenati.
Paul-Henri Thiry d’Holbach, Il buon senso, 1772

Ogni uomo è un omnibus in cui viaggiano i suoi antenati.
Oliver Wendell Holmes, cit. in Selezione dal Reader's Digest, 1964
Noi non ereditiamo la Terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
Gli avari sono dei contemporanei antipatici, ma dei graditissimi antenati.
Victor de Kowa (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

II progresso: i nostri antenati giravano in pelli di animali, noi ci sentiamo ormai a disagio in quella umana.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Se portate un nome illustre, non ne andate superbi, perchè il vostro orgoglio, appoggiato sopra una parola, diventerebbe ridicola vanità. Se i vostri padri, se gli avi vostri furono uomini alto locati per senno o per fortuna, meglio per voi. Serbate ad essi venerazione ed affetto , e che la loro memoria vi sia di sprone ad imitarli e ad eguagliarli. L’ eredità d’un gran nome impone grandi doveri, e voi profanereste le ceneri dei vostri antenati col rendervi indegni di loro.
Paolo Mantegazza, Il bene e il male, 1861

In memoria dei nostri antenati, dobbiamo conservare, per quanto possiamo, le case ch’essi hanno posseduto e amato: infatti, dalla cura che ne hanno avuto, dalle spese che hanno sostenuto per costruirle e abbellirle, si può verosimilmente ritenere che fosse loro intenzione trasmetterle ai propri discendenti.
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

I genitori si compatiscono, dei nonni si sorride, gli antenati si venerano. 
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

L'antenato è circonfuso dalla stessa aureola delle antichità. Spesso senz'altro merito del tempo che nobilita.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

È ragionevole che qualcuno continui a perfezionare in sé stesso il talento, nel quale hanno speso fatica suo padre o suo nonno, invece di volgersi a qualcosa di completamente nuovo; egli altrimenti si toglie la possibilità di giungere al perfetto in un qualsiasi mestiere. Perciò il proverbio dice: «Per quale strada devi cavalcare? – per quella dei tuoi antenati».
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

L’origine da antenati buoni costituisce la vera nobiltà di nascita.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Bisogna chiedere a chiunque parli della propria nobiltà: non hai nessun uomo violento, avaro, dissoluto, malvagio o crudele fra i tuoi antenati? Se egli in buona scienza e coscienza può rispondere di no, se ne ricerchi l’amicizia.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Chiunque ha degli antenati; il solo problema è andare abbastanza indietro nel tempo per trovarne uno buono.
Howard Kenneth Nixon (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Quel misto di sorpresa, di tenerezza e di imbarazzo che si prova quando si vedono affiorare in un bimbo, o in chiunque, lo stesso sorriso, lo stesso pianto, lo stesso gesto involontario di qualche suo antenato. Nel nostro sangue si trascina una folla di vite trascorse: di alcune conosciamo qualcosa, delle più non sapremo mai niente.
Mario Andrea Rigoni, Variazioni sull'impossibile, 1993

È una fortuna che in genere si sappiano notizie abbastanza precise solo sui nostri genitori, al massimo sui nostri nonni. Se conoscessimo altrettanto anche dei nostri più lontani antenati non si conterebbero i difetti di carattere e le furfanterie che tenteremmo di giustificare con le nostre tare ereditarie.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Si è sempre per natura ostili ai propri genitori e in simpatia coi propri antenati. I genitori ci stanno troppo addosso, ci impacciano, si ha bisogno di essere soli.
Gertrude Stein, Autobiografia di Alice B. Toklas, 1933

Il nobile sente vivere in sé tutti i suoi antenati.
Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

Occupare i posti che gli antenati avevano occupato in vita, eseguire i riti che loro avevano seguito, suonare la loro musica, onorare ciò che loro avevano onorato, amare ciò che loro avevano amato, servirli e rispettarli nella morte così come nella vita come se non se ne fossero mai andati: è questo il più alto rispetto filiale.
Zisi (Kong Ji), Il giusto mezzo, V sec. a.e.c. (attribuito)

Mediante il rito al Cielo e alla terra si rende onore al "Sovrano celeste"; mediante il rito agli antenati si rende onore a coloro che ci hanno preceduti.
Zisi (Kong Ji), Il giusto mezzo, V sec. a.e.c. (attribuito)

Chi si vanta dei propri antenati è come la patata: la parte migliore è sotto terra.
Anonimo

Noi non ereditiamo la Terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli.
[We do not inherit the Earth from our Ancestors, we borrow it from our Children].
Anonimo 

Proverbi sugli Antenati
  • Bisogna avere la virtù degli avi per ereditare la loro gloria.
  • I bravi nipoti nobilitano gli avi.
  • I meriti sono i migliori antenati.
  • Il mulo dice sempre che i suoi antenati erano nobili destrieri.
L'esempio degli antenati è come una bisaccia per il giovane viandante.
Proverbio africano

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Famiglia - Parenti - Nonni e Nipoti, Zii e Cugini

Nessun commento: