2016-09-08

Economia ed Economisti - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più interessanti sull'economia, gli economisti e il sistema economico e finanziario. Il termine "economia" è qui considerato sia per designare il complesso delle risorse (naturali, umane, ecc.) e delle attività di un Paese dirette alla loro utilizzazione, in rapporto al modo di produzione e di distribuzione; sia per indicare la scienza che studia la produzione, la distribuzione e il consumo dei beni e delle merci. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla crisi economica, il denaro, il prodotto interno lordo, la ricchezza e la povertà.
Non si può fare una buona economia con una cattiva etica. (Ezra Pound)
1. Economia
© Aforismario

La solidità di un sistema economico moderno, ancora oggi, prima che sui grandi imprenditori o sui politici, è fondata sulla gente comune, la sua capacità di lavoro, la sua competenza tecnica, la sua volontà di imparare, la sua rettitudine.
Francesco Alberoni, L'ottimismo, 1994

È vero che nella vita sodale tutto è deciso dalla forza, ma la forza suprema non è l’economia, e non è neppure la lotta di classe. La forza suprema risiede nello spirito.
Nikolaj Berdjaev, Cristianesimo e lotta di classe, 1931

Quando l'economia si risana, tutto il resto si ammala.
Arthur Bloch, Legge di Buchwald, La legge di Murphy III, 1982

Se non si capisce, è matematica. Se non ha senso, è economia o psicologia.
Arthur Bloch, Estensione di Cerf, La legge di Murphy III, 1982

Parlare di "limiti di crescita" in seno a un'economia di mercato capitalistica non ha alcun senso, così come non ne ha parlare di limiti della guerra in una società guerriera. Gli scrupoli morali cui oggi danno voce tanti ambientalisti sapientoni sono tanto ingenui quanto quelli delle multinazionali sono fasulli. 
Murray Bookchin, Per una società ecologica, 1980

Quale che possa essere il destino del capitalismo come sistema con i suoi specifici "limiti interni" sul piano economico, possiamo comunque affermare che esso ha dei limiti esterni sul piano ecologico.
Murray Bookchin, Per una società ecologica, 1980

La forza bruta è ora il potere economico.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

Il marxismo insegna che l'economia determina la storia, ma pretende di redimere l'uomo con una riforma giuridica.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

In un'economia borghese gli uomini sono mezzi per acquisire beni. In un'economia feudale i beni sono mezzi per acquisire uomini.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

La classe sociale alta è quella per cui l'attività economica è un mezzo, la classe media quella per cui è un fine. Il borghese non aspira a essere ricco, ma più ricco.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Mentre le funzioni economiche un tempo rappresentavano solo una parte secondaria, esse ora stanno al primo posto. Di fronte a loro vediamo arretrare sempre più le funzioni militari, amministrative, religiose. 
Émile Durkheim, La divisione del lavoro sociale, 1893

In economia politica come in morale, la parte riservata all'investigazione scientifica è quanto mai ristretta; preponderante, invece, quella dell'arte.
Émile Durkheim (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La libertà economica è la condizione necessaria della libertà politica.
Luigi Einaudi, su Corriere della Sera, 1948

La peggior debolezza delle democrazie è la paura economica.
Albert Einstein, in Alice Calaprice, Pensieri di un uomo curioso, 1996

Oggi si può parlare senz'altro di una demonio dell'economia, la base della quale è l'idea che nella vita sia individuale, sia collettiva, il fattore economico è quello importante, reale, decisivo, che la concentrazione di ogni valore e interesse sul piano economico e produttivo non e l'aberrazione senza precedenti dell'uomo occidentale moderno, bensì qualcosa di normale e di naturale, non una eventuale bruta necessità, ma qualcosa che va accettato, voluto ed esaltato.
Julius Evola, Gli uomini e le rovine, 1953

La concentrazione del capitale (non della ricchezza) in certi settori del nostro sistema economico ha ridotto le possibilità di successo dell'iniziativa, del coraggio e dell'intelligenza dei singoli. Nei settori in cui il capitale monopolistico ha ottenuto le sue vittorie, è stata distrutta l'indipendenza economica di molti.
Erich Fromm, Fuga dalla libertà, 1941

La società deve dominare il problema sociale con la stessa razionalità con cui ha dominato la natura. La prima condizione di ciò è l'eliminazione del dominio segreto di coloro che, benché pochi di numero, dispongono di un grande potere economico senza doverne render conto a quelli il cui destino dipende dalle loro decisioni. Possiamo chiamare questo nuovo ordine socialismo democratico, ma il nome importa poco; ciò che davvero conta è che instauriamo un sistema economico razionale al servizio dei fini degli individui.
Erich Fromm, Fuga dalla libertà, 1941

Nel capitalismo l'attività economica, il successo, i guadagni materiali diventano fini in se stessi. Diventa destino dell'uomo contribuire allo sviluppo del sistema economico, accumulare il capitale non per la propria felicità o salvezza, ma come fine in sé. L'uomo diventa un semplice ingranaggio dell'immensa macchina economica
Erich Fromm, Fuga dalla libertà, 1941

Se gli esseri umani debbono diventare liberi e cessare dall'alimentare l'industria mediante un consumismo patologico, è chiaramente indispensabile una trasformazione di carattere radicale del sistema economico; in altre parole, bisogna metter fine all'attuale situazione, in forza della quale un'economia sana è possibile solo a prezzo della condizione patologica degli esseri umani. Il problema è dunque quello di costruire un'economia sana per gente sana.
Erich Fromm, Avere o essere?, 1976

Si producono molte merci già predestinate all'usura, e oggetti del tutto privi di valore, che solo il potere di suggestione della pubblicità e del "packaging" fa sembrare utili. Ovviamente, questo non significa che non si producano anche merci utili e di valore, poiché altrimenti il nostro sistema economico non potrebbe funzionare. Ma lo scopo precipuo della produzione capitalistica è il profitto, non l'utilità o la bellezza. E dunque non ci possiamo neppure aspettare che il lavoro sia intrinsecamente interessante.
Erich Fromm, I cosiddetti sani, 1991 (postumo)

In economia, speranza e fede coesistono con delle grandi pretese scientifiche e con un profondo desiderio di rispettabilità.
John Kenneth Galbraith, su The New York Times Magazine, 1970

La sola funzione delle previsioni in campo economico è quella di rendere persino l'astrologia un po' più rispettabile. 
John Kenneth Galbraith (attribuito - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

L'economia è la più misteriosa delle scienze, rasenta la magia. Che si possa avere l'oro in cambio di foglietti di carta supera il sogno degli alchimisti.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

L'economia è la più occulta delle scienze; perciò gli specialisti sbagliano sempre le previsioni: in fondo, non sono minimamente attrezzati.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

I governi rappresentativi erano, in passato, frutto delle rivoluzioni; oggi sono conseguenza dell’economia.
Kahlil Gibran, Massime spirituali, 1962 (postumo)

È vano sperare ricchezza economica dove sia miseria psicologica.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Per millenni le società umane si sono costruite ognuna l'economia che gli serviva. Oggi è il contrario. Oggi è l'economia che si costruisce la società che le serve.
Beppe Grillo, Tutto il Grillo che conta, 2006

Non consiste tanto la prudenza dell'economia nel sapersi guardare dalle spese, perché sono molte volte necessarie, quanto in sapere spendere con vantaggio.
Francesco Guicciardini, Ricordi, 1512/30

Oggi la nostra teologia è l'economia.
[Economics is our contemporary theology],
James Hillman, Forme del potere, 1995
Oggi la nostra teologia è l'economia. (James Hillman)
La nostra sovracrescita economica si scontra con i limiti della finitezza della biosfera. La capacità rigeneratrice della terra non riesce più a seguire la domanda: l'uomo trasforma le risorse in rifiuti più rapidamente di quanto la natura sia in grado di trasformare questi rifiuti in nuove risorse. 
Serge Latouche, Breve trattato sulla decrescita serena, 2007

Nel sistema economico liberale si produce di più che in quello socialista. Il surplus non favorisce solo i proprietari. Ecco quindi che, secondo il liberalismo, combattere gli errori del socialismo non è affatto interesse esclusivo dei ricchi. 
Ludwig von Mises, Socialismo, 1922

L'indipendenza economica consente l'inestimabile lusso di scegliersi le compagnie da evitare.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Economia e tempo hanno in comune di irridere le previsioni.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

La sobrietà non è soltanto una virtù di cui il sistema economico e produttivo basato sulla crescita del prodotto interno lordo ha voluto cancellare accuratamente ogni traccia perché non se ne serbasse nemmeno la memoria nel giro di una generazione, ma è, soprattutto una manifestazione di intelligenza e di autonomia di pensiero.
Maurizio Pallante, La decrescita felice, 2007

Fondamento dell'economia politica ed in generale di ogni scienza sociale è evidentemente la psicologia.
Vilfredo Pareto, Manuale di economia politica, 1906

Appunto perché non esiste società economica pura, ogni organizzazione scientifica dell'economia porta in sé l'affermazione di una mistica - cioè, un credo statale che investe anche la vita interiore.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

La società tutta controllata economicamente e tutta libera spiritualmente, è una contraddizione.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

L'illimitata libertà economica può essere auto-distruttiva allo stesso modo dell'illimitata libertà fisica, e il potere economico può essere quasi altrettanto pericoloso che la violenza fisica; infatti, coloro che dispongono di un'eccedenza di derrate possono costringere coloro che non hanno niente da mangiare ad una servitù "liberamente" accettata, senza usare violenza. E, supponendo che lo Stato limiti le sue attività alla soppressione della violenza (e alla protezione della proprietà), una minoranza che è economicamente forte può in questo modo sfruttare la maggioranza di coloro che sono economicamente deboli.
Karl Popper, La società aperta e i suoi nemici, 1945

Noi dobbiamo costruire istituzioni sociali, imposte dalla forza dello Stato, per la protezione degli economicamente deboli nei confronti degli economicamente forti. Lo Stato deve vigilare a che nessuno sia costretto dalla paura della fame o dalla rovina economica ad assoggettarsi a una transazione iniqua.
Karl Popper, La società aperta e i suoi nemici, 1945

I fondamenti dell'economia sono così semplici da rendere l'argomento quasi del tutto privo d'interesse. La complicazione, se di complicazione si può parlare, nasce: A. dall'estrema difficoltà di prevedere la domanda; B. dalla natura disonesta di alcuni, dall'egoismo di sfruttatori e «privilegiati» che temono di perdere un «vantaggio».
Ezra Pound, L'ABC dell'economia, 1933

Non si può fare una buona economia con una cattiva etica.
Ezra Pound, in G. Singh, Aforismi e detti memorabili, 1993

La produzione economica è una attività forzata: farla non ci diverte, generalmente; la facciamo per bisogno, per mangiare, bere, coprirci, eccetera. Siamo schiavi del bisogno corporale, che ci distrae da fini superiori.
Sergio Ricossa, Impariamo l'economia, 1988 [1]

La vera libertà individuale non può esistere senza la sicurezza e l'indipendenza economica. La gente affamata e senza lavoro è la pasta di cui sono fatte le dittature.
Franklin Delano Roosevelt (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'economia è l'arte di dare alla vita il massimo rendimento.
George Bernard Shaw, Uomo e superuomo, 1903

L'Economia politica e l'Economia sociale sono divertenti giochi intellettuali; ma l'Economia vitale è la pietra filosofale.
George Bernard Shaw, Uomo e superuomo, 1903

Esiste nelle scienze economiche una importante tradizione, attualmente dominante, soprattutto in macroeconomia, secondo la quale il mercato del lavoro è, da tutti i punti di vista, eguale a qualunque altro mercato.
Robert Merton Solow, Il mercato del lavoro come istituzione sociale, 1994

L'economia non può digerire l'idea che la collettività (e la somma) siano sproporzionatamente meno prevedibili degli individui.
Nassim Nicholas Taleb, Il letto di Procuste, 2010

Oggi l'economia è fatta, per costringere tanta gente, a lavorare a ritmi spaventosi per produrre delle cose per lo più inutili, che altri lavorano a ritmi spaventosi, per poter comprare, perché questo è ciò che da soldi alle società multinazionali, alle grandi aziende, ma non dà felicità alla gente. 
Tiziano Terzani, Anam il senzanome, 2005 (postumo)

Ciò che una nazione chiama i suoi «interessi economici vitali» non sono le cose che permettono ai cittadini di vivere, ma le cose che permettono alle nazioni di fare la «guerra».
Simone Weil, La prima radice, 1949 (postumo)

L'economia dipende dagli economisti all'incirca quanto il tempo dipende dai meteorologi.
(Jean-Paul Kauffmann)
2. Economisti
© Aforismario

La grande disgrazia, l'unica disgrazia di questa società moderna, la sua maledizione, è che essa si organizza visibilmente per fare a meno della speranza come dell'amore; immagina di supplirvi con la tecnica, aspetta che i propri economisti e i propri legislatori le forniscano la doppia formula di una giustizia senza amore, di una sicurezza senza speranza.
Georges Bernanos, La Francia contro i robots, 1944/47

Tra gli economisti, la realtà è spesso un caso particolare.
Arthur Bloch, Osservazione di Hongren, La legge di Murphy II, 1980

Chi crede che una crescita esponenziale possa continuare all'infinito in un mondo finito è un folle, oppure un economista.
Kenneth Boulding, The Economics of the Coming Spaceship Earth, 1966

Paradigma dell'economista è non spacciarsi da profeta. 
Federico Caffè, su Il Manifesto, 1982

L'economista è il fiduciario di una civiltà possibile e se gli interessi costituiti prevalgono sulle idee, tuttavia l'economista deve stare attento alle idee. 
Federico Caffè, su Il Manifesto, 1985

Gli economisti sono ottimi anatomisti e pessimi chirurghi: operano a meraviglia sul morto e martirizzano il vivo.
Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795 (postumo)

Gli economisti non avanzano previsioni perché sono in grado di farle, ma soltanto perché qualcuno le richiede. 
John Kenneth Galbraith (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'economia dipende dagli economisti all'incirca quanto il tempo dipende dai meteorologi.
[L'économie dépend à peu près autant sur les économistes que le temps fait sur des prévisions météorologiques].
Jean-Paul Kauffmann (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Se gli economisti fossero davvero in gamba negli affari sarebbero degli uomini ricchi, piuttosto che consiglieri di multimiliardari.
Kirk Kerkokian (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Le idee degli economisti e dei filosofi politici, tanto quelle giuste quanto quelle sbagliate, sono più potenti di quanto comunemente si creda. In realtà il mondo è governato da poco altro.
John Maynard Keynes, Teoria generale dell'occupazione, dell'interesse e della moneta, 1936

Gli uomini pratici, che si ritengono completamente liberi da ogni influenza intellettuale, sono generalmente schiavi di qualche economista defunto.
John Maynard Keynes, Teoria generale dell'occupazione, dell'interesse e della moneta, 1936

Un grande economista deve possedere una rara combinazione di doti: deve essere allo stesso tempo e in qualche misura matematico, storico, politico e filosofo; deve saper decifrare simboli e usare le parole; deve saper risalire dal particolare al generale e saper passare dall'astratto al concreto nelle stesso processo mentale; deve saper studiare il presente alla luce del passato, per gli scopi del futuro. Nessun aspetto della natura dell'uomo o delle istituzioni umane gli deve essere aliena: deve essere concentrato sugli obiettivi e disinteressato allo stesso tempo; distaccato e incorruttibile, come un artista, ma a volte anche terragno come un politico.
John Maynard Keynes (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Oggigiorno gli industriali hanno imparato a parlare come gli economisti, gli artisti come i critici e i pazienti come i medici. 
Yves Lecomte, Aforismi, 2004

L'economista è un rappresentante ideologico del capitalista.
Karl Marx, Manoscritti economico-filosofici del 1844, (Postumo, 1932)  

L'economista è di solito un moralista, un politico, un ideologo, a qualunque scuola appartenga, per quanto ami mascherarsi da scienziato puro. Egli è quasi mai d'accordo col collega economista, e la loro scienza economica è incapace di decidere chi abbia torto e chi ragione.
Sergio Ricossa, Impariamo l'economia, 1988 [1]

L'economista non farebbe l'economista, ma vivrebbe di rendita, se conoscesse l'arte di prevedere.
Sergio Ricossa, Scrivi che ti passa, 1999

Il fine dello studio dell'economia non è acquisire una serie di soluzioni bell'e pronte per i problemi economici, ma imparare a non lasciarsi ingannare dagli economisti. 
Joan Robinson, Contributi all'economia moderna, 1978

Dal punto di vista degli economisti nulla è sacro. Perché chiamare qualcosa sacro significa dire che non ha prezzo. Ma nel mondo valoriale degli economisti, tutto ha un prezzo.
Michael Sandel (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Se tutti gli economisti fossero messi uno accanto all'altro, non raggiungerebbero una conclusione.
George Bernard Shaw (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Quando due economisti discutono, si sentono come minimo tre pareri diversi.
Detto

Note
  1. Sergio Ricossa, Impariamo l'economia. Idee, princìpi, teorie © Rizzoli, 1988
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Crisi economica e Inflazione - DenaroPIL - Ricchezza e Povertà

Nessun commento: