2016-09-22

Miserabili - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sui miserabili. Il termine "miserabile" deriva dal latino miserabĭlis, da miserari, cioè "commiserare, avere pietà"; per cui si definisce miserabile chi, per la sua triste sorte o per la condizione di desolazione materiale o spirituale in cui si trova, è degno di essere commiserato. In senso spregiativo, si dice miserabile chi, per le sue azioni disdicevoli, rivela ignobiltà d'animo. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla miseria morale e umana, e sulla miseria economica.
Ciò che fa grande la grandezza umana è che si riconosce miserabile. (Blaise Pascal)
Miserabile
© Aforismario

Anche l'uomo più miserabile è in grado di scoprire le debolezze del più degno, anche il più stupido è in grado di scoprire gli errori del più saggio. 
Theodor Adorno, Minima moralia, 1951

Il più miserabile degli uomini viventi, anche se non crede più di amare, conserva ancora la possibilità d'amare.
Georges Bernanos, Diario di un curato di campagna, 1936

Un ventre di miserabile ha più bisogno d'illusioni che di pane.
Georges Bernanos, I dialoghi delle Carmelitane, 1949 (postumo)

Poiché l'uomo è superato, non può non essere miserabile e noi ci rifiutiamo di ammetterlo, questa miseria ci disturba, ostacola i nostri disegni e noi la esorcizziamo, la sfuggiamo e la respingiamo in quanto rivela il fallimento delle nostre opere.
Albert Caraco, Breviario del Caos, 1982 (postumo)

L'uomo decaduto è uno come tutti noi, con la differenza che non si è degnato di stare al gioco. Lo condanniamo, lo fuggiamo, ce l'abbiamo con lui perché ha svelato e divulgato il nostro segreto, lo consideriamo, a buon diritto, un miserabile e un traditore.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Aspirare, nel più profondo di sé, a essere tanto spossessati, tanto miserabili quanto lo è Dio.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Nonostante i capelli bianchi, batteva ancora il marciapiede. La incontravo spesso, nel Quartiere, verso le tre del mattino, e non mi piaceva tornare a casa senza averla sentita raccontare qualche sua prodezza o qualche aneddoto. Gli aneddoti li ho dimenticati, e anche le prodezze. Ma non ho dimenticato la prontezza con la quale, una notte in cui mi ero messo a tuonare contro tutti i "miserabili" che dormivano, lei replicò, con l'indice puntato contro il cielo: "E che cosa dice del miserabile di lassù?".
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Fra tutti i miserabili meritano compassione soltanto quelli che, nel cuore delle notti, di fronte all'impossibilità di chiuder occhio, vorrebbero scuotere lo spazio, lanciare dei ruggiti o, quanto meno, un grido, ma hanno appena la forza di sussurrare anatemi.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Miserabile è chi non ha una donna che ne pianga la morte. 
Arthur Conan Doyle, Il mastino dei Baskerville, 1902

Gli uomini sono così amanti di sé stessi che mescolano, se loro riesce, qualunque cosa, relativa al loro miserabile io, con la religione.
Kenelm Henry Digby, The Broad Stone of Honour, 1822

Ha completamente capovolto la sua vita. Prima era depresso e miserabile. Adesso è miserabile e depresso.
[He has turned his life around. He used to be depressed and miserable. Now he's miserable and depressed].
David Frost, TV-AM, 1984

Hai delle opzioni. Puoi continuare ad essere miserabile o puoi semplicemente smetterla di essere arrabbiato con tutti ed accettare come le cose stanno. Permettiti di vivere.
Ricky Gervais, in Ghost Town, 2008

Brillante. È portato in dito o viene appeso agli orecchi, o altrove, da tutti quei miserabili ricchi (uomini e donne) che non hanno nulla in se stessi da far brillare.
Domenico Giuliotti e Giovanni Papini, Dizionario dell'omo salvatico, 1923

Chi, sia pure un'unica volta, amò e fu amato davvero, non deve, per miserabile che sia stata poi la sua vita, troppo maledire il destino.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Se troppo t'illudi, sarai, molto probabilmente infelice; se punto non t'illudi, sarai certamente miserabile.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Il miserabile, ogni qual volta ha il tempo di pensare, si fa piccolo davanti alla legge e meschino davanti alla società; si getta bocconi, supplica e cerca di toccare il tasto della compassione. Si sente che sa d'aver torto.
Victor Hugo, I miserabili, 1862

L'uomo è cattivo l'uomo è deforme; la farfalla è riuscita, ma l'uomo ha fatto fiasco. Dio ha sbagliato questo animale. Una folla è una accolta di orrori; il primo venuto è un miserabile e chi dice donna dice danno.
Victor Hugo, I miserabili, 1862
Ha completamente capovolto la sua vita. Prima era depresso e miserabile.
Adesso è miserabile e depresso. (David Frost)
L'essere umano più miserabile del mondo è quello in cui la sola cosa abituale è l'indecisione.
William James, Principi di psicologia, 1890

Ci vuol poco per far felice un saggio; niente può far contento un pazzo; per questo quasi tutti gli uomini sono miserabili.
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

Mi sembra più miserabile un ricco mal ridotto, bisognoso, pieno di fastidi, di colui che è semplicemente povero.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/88

Molte anime nobili amano il prossimo loro soltanto quando è miserabile, ammalato, agonizzante; quando insomma sono sicure della propria superiorità.
Ugo Ojetti, Sessanta, 1937

Ciò che fa grande la grandezza umana è che si riconosce miserabile; un albero non si riconosce miserabile. Riconoscersi miserabili significa dunque essere miserabili, ma riconoscersi miserabili significa essere grandi.
[La grandeur de l'homme est grande en ce qu'il se connaît misérable. Un arbre ne se connaît pas misérable. C'est donc être misérable que de se connaître misérable; mais c'est être grand que de connaître qu'on est misérable].
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)  

L'uomo sa di esser miserabile e, perciò stesso, è tale; e, nondimeno, è ben grande perché lo sa.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Non si è miserabili se non si sente di esserlo: una casa rovinata non è tale. Soltanto l'uomo è miserabile.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Si fa l'elemosina, per levarsi d'innanzi il miserabile che la chiede; e se qualcuno ci procura un disagio con la mostra della sua grande miseria, e fa appello a qualche nostro evidente e innegabile sentimento di solidarietà, noi odiamo questo qualcuno, con tutte le forze.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

La nostra concezione di Dio deriva dall'antico dispotismo orientale, ed è una concezione indegna di uomini liberi. Non ha rispetto di sé stesso chi si disprezza e si definisce miserabile peccatore.
Bertrand Russell, Perché non sono cristiano, 1927

L'eroina. La droga dei miserabili.
Roberto Saviano, Gomorra, 2006

Nella solitudine il miserabile sente tutta quanta la sua miseria e il grande spirito tutta la sua grandezza, ciascuno in breve sente di essere ciò che è.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Tutti i miserabili sono socievoli, sino a far pietà.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Il destino è crudele e gli uomini sono miserabili.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

L'uomo è miserabile senza Dio? Possibile, ma l'uomo con Dio è un miserabile.
Louis Scutenaire, Mes inscriptions, 1943/44

Ottimo servizio da rendere a un amico: − Allontanare da lui con tutti i mezzi possibili ogni occasione di fare il miserabile con noi.
Ardengo Soffici, Giornale di bordo, 1915

Tale è la passione degli umani per la vita, che anche il piú miserabile di questo mondo riterrà sempre valga la pena non soltanto viverla, ma anche tramandarla ai propri figli, i quali, pur nel caso in cui fossero ancora piú miserabili dei loro genitori, faranno altrettanto con immutato entusiasmo.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Dobbiamo tollerarci a vicenda, perché siamo tutti deboli, incoerenti, soggetti all'incostanza e all'errore. Un giunco piegato dal vento nel fango dirà forse al giunco vicino, piegato in senso contrario: «Striscia come me, miserabile, o presenterò un'istanza perché ti si strappi dalla terra e ti si bruci»?
Voltaire, Dizionario filosofico, 1764

Se passi una vita noiosa e miserabile perché hai ascoltato tua madre, tuo padre, il tuo insegnante, il tuo prete o qualche tizio in tv che ti diceva come farti gli affari tuoi, allora te lo meriti.
Frank Zappa (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Miseria morale e umana - Povertà e Miseria economica

Nessun commento: