2016-09-23

Monarchia e Monarchici - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più interessanti sulla monarchia, il monarca e i monarchici. La monarchia (dal greco monárchis, composto di mónos "solo, unico" e -archìs, da árchō, "governare, comandare") è una forma di governo in cui la carica di capo di Stato è esercitata da una sola persona, il monarca. La monarchia è tra le più antiche forme di governo, ma oggi è sempre meno diffusa nel mondo. In Italia la monarchia è stata abolita con il referendum del 1946. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul re e la regina, e sul principe e la principessa.
Penso che le Monarchie siano destinate tutte a scomparire non perché siano superate
o perché i popoli non le vogliano, ma perché nessuno vuole più fare il re.
(Giovannino Guareschi)
1. Monarchia
© Aforismario

Nel dispotismo l'uomo è al disotto de' suoi sentimenti naturali, nelle repubbliche è al di sopra, nelle monarchie è al livello. 
Cesare Beccaria, Pensieri staccati, 1765

Assoluta. Dicesi della monarchia, in cui il sovrano può fare tutto quello che gli aggrada, almeno finché ciò gli viene consentito dagli attentatori. Tali istituzioni sono tuttavia oggi più rare, essendo sostituite da monarchie costituzionali dove la facoltà del sovrano di fare del bene (o del male) è rigorosamente limitata, oppure da repubbliche, governate dal caso.
Ambrose Bierce, Il dizionario del diavolo, 1911

Le vecchie monarchie raffazzonate durano finché il popolo non sente la sua forza; simili edifizi periscono sempre, per la debolezza delle fondamenta.
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

E più facile innalzare una repubblica senza anarchia, che una monarchia senza dispotismo.
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

Il dominio d'un buono si dice regno e monarchia. D'un malo si dice tirannia. Di più buoni si dice aristocrazia. Di più mali si dice oligarchia. Di tutti buoni si dice politia. Di tutti i mali si dice democrazia.
Tommaso Campanella, Aforismi politici, 1601

Non c'è riposo per i popoli liberi: il riposo è un'idea monarchica. 
Georges Clemenceau, Alla Camera, 1883

La monarchia ci unisce, la repubblica ci dividerebbe.
Francesco Crispi, discorso alla Camera dei deputati, 1864

Solo un regime monarchico può essere costituzionale. Dove la società si governa da sé, o dove governa un autocrate, la costituzione manca di un custode che la difenda da capricci elettorali o da capricci cesaristi.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

La Monarchia me la immagino come una vecchia signora dai capelli argentati che guarda con un occhialino un album di foto in bianco e nero e che pensa ai bei tempi andati. In pratica, come mia nonna.
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005

L'epoca dell'uomo individuo e quindi delle monarchie è finita.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

"Il comunismo è un regime monarchico, una monarchia di vecchio stampo. In quanto tale taglia le palle agli uomini. E quando a un uomo gli tagli le palle non è più un uomo" diceva mio padre.  
Oriana Fallaci, La rabbia e l'orgoglio, 2001

Penso che le Monarchie siano destinate tutte a scomparire non perché siano superate o perché i popoli non le vogliano, ma perché nessuno vuole più fare il re.
Giovannino Guareschi, Chi sogna i nuovi gerani?, 1993 (postumo)

Ovunque il popolo non ha proprietà onde esistere, il governo è monarchico o aristocratico. Ovunque il popolo può esistere di sua proprietà il governo è suscettibile di democrazia.
James Harrington, Aforismi politici, 1659

Tutto prospera in una monarchia in cui si scambiano gli interessi dello Stato con quelli del Principe.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

I bambini cominciano fra di loro con lo stato democratico: tutti sono padroni e, cosa più che naturale, non se ne appagano a lungo, e passano a quello monarchico. Certuni si distinguono, o per una maggior vivacità, o per una migliore predisposizione corporea, o per una più precisa conoscenza dei diversi giochi e delle piccole regole che li costituiscono. Altri gli mostrano deferenza, e quindi si crea un governo assoluto che verte unicamente sulla voluttà.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

A volte mi sembra che il sistema divino somigli alla monarchia inglese: Dio regna, ma non governa.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

La corruttela de' costumi è mortale alle repubbliche, e utile alle tirannie e monarchie assolute. Questo solo basta a giudicare della natura e differenza di queste due sorte di governi.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

La monarchia assoluta s’è cangiata in molti paesi [...] in costitutiva. Non nego che nello stato presente del mondo civile, questo non sia forse il miglior partito. Ma insomma questa non è un’istituzione che abbia il suo fondamento e la sua ragione nell'idea e nell'essenza o della società in generale e assolutamente, o del governo monarchico in particolare. È un’istituzione arbitraria, ascitizia, derivante dagli uomini e non dalle cose: e quindi necessariamente dev'essere instabile, mutabile, incerta e nella sua forma, e nella durata, e negli effetti che ne dovrebbero emergere perch’ella corrispondesse al suo scopo, cioè alla felicità della nazione.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Nel tempo, le funzioni mitiche svolte dalle religioni e dalle monarchie non spariscono: oggi vengono assolte dai mezzi di comunicazione di massa e dal potere simbolico dei segni-merce, nuovi mondi-di-sogno.
Daniele Luttazzi, Bollito misto con mostarda, 2005

I popoli allevati nella libertà e nell'autogoverno, considerano ogni altra forma di ordinamento politico mostruosa e contro natura. Quelli che sono abituati alla monarchia fanno lo stesso. E qualsiasi possibilità di cambiamento la fortuna offra loro, perfino quando si siano liberati con gran difficoltà dal fastidio d’un padrone, si precipitano a ristabilirne uno nuovo con altrettante difficoltà, perché non possono risolversi a prendere in odio l’autorità.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/88

Una monarchia corrotta non è uno Stato, è una corte.
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

La forza della monarchia è nella ragione pubblica, la quale riconosce la necessità d'un potere permanente ed inviolabile per mantenere l'ordine e la libertà.
Giovanni Battista Niccolini, in Atto Vannucci, Ricordi della vita e delle opera di G.B. Niccolini, 1866

La democrazia ha in mano i mezzi per rendere vuoti, senza far uso della violenza e solo mediante una pressione legale continuamente esercitata, la monarchia e l'impero : finché ne resti uno zero, forse, se si vuole, coi significato di ogni zero, che di per sé è niente, ma che messo al posto giusto decuplica il valore di un numero. L'impero e la monarchia rimarrebbero un magnifico ornamento sul semplice e funzionale abito della democrazia, la bella superfluità che essa si concederebbe, il resto di tutti gli ornamenti atavici storicamente venerabili, anzi il simbolo della storia stessa.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

Le repubbliche tendono all'anarchia, le monarchie al dispotismo, e la via intermedia che si è perciò escogitata, della monarchia costituzionale, tende al dominio delle fazioni. Per fondare uno Stato perfetto bisognerebbe incominciare col creare esseri la cui natura consentisse loro di sacrificare costantemente il bene proprio a quello pubblico.
Arthur Schopenhauer, Il mondo come volontà e rappresentazione, 1819

Il selvaggio s'inchina davanti a idoli di legno e di pietra; l'uomo civile di fronte a idoli di carne e sangue. Una monarchia limitata è un sistema per combinare l'inerzia dell'idolo di legno con la credibilità di un idolo di carne e sangue
George Bernard Shaw, Uomo e superuomo, 1903

L'unità del governo non è nè negli uomini nè nei luoghi, ma nel sentimento. Monarchia consentita con intelligenza, è repubblica; repubblica consentita da pochi, dagli altri sopportata, è aristocrazia o cacocrazia.
Niccolò Tommaseo, Aforismi della scienza prima, 1837

Le monarchie assolute e le dittature sono governi che temperano sé con le proprie intemperanze, e con queste temperano e puniscono le altrui.
Niccolò Tommaseo, Dizionarietto morale, 1867

La Repubblica si può reggere col 51%, la Monarchia no. La Monarchia non è un partito. È un istituto mistico, irrazionale, capace di suscitare negli uomini incredibile volontà di sacrificio. Deve essere un simbolo caro o non è nulla.
Umberto II di Savoia, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Tracciate una bella linea diritta fra il potere monarchico e quello dispotico: risulterà così sottile che
tanti occhi non riusciranno a distinguerla.
Voltaire, Quaderni, XVIII sec. (postumo, 1952)

2. Monarca
© Aforismario

La nostra società si ostina a scegliere i propri governanti per evitare che la casualità della nascita o il capriccio del monarca consegnino il potere magari a un uomo intelligente.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Un saggio s'inchinava davanti al monarca in modo da non dimenticare mai di mostrare il sedere ai cortigiani.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Monarca perfetto è quello che, giusto verso i sudditi, giusto pure nei confronti dei vicini e costretto talvolta ad avere dei nemici, cessa d’essere temibile per costoro non appena li ha vinti.
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

Nel folto della giungla possono essere celate splendide orchidee, sotto un tetto di paglia un futuro monarca.
Proverbio cinese

Futurista? impressionista? realista?
Veramente io sono socialdemocratico monarchico napoletano. (Totò)
3. Monarchici
© Aforismario

Perché sono monarchico? Perché non c'è più il re.
Giovannino Guareschi (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Le etichette politiche - come monarchico, comunista, democratico, populista, fascista, liberale, conservatore, e cosi via - non sono mai criteri fondamentali. La razza umana si divide politicamente in coloro che vogliono controllare la gente e in coloro che non hanno tale desiderio. I primi sono idealisti che agiscono spinti dai migliori motivi, per il massimo bene del più gran numero di persone. I secondi sono tipi acidi, sospettosi e privi di altruismo. Ma sono vicini meno scomodi di quelli dell’altra categoria.
Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973

Chi è monarchico non è realista.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Una latente nostalgia monarchica fa sì che il popolo aspiri a essere sovrano.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Futurista? impressionista? realista? Veramente io sono socialdemocratico monarchico napoletano.
Totò (Antonio de Curtis), in Totò cerca casa, 1949

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Re e Regina - Principe e Principessa

Nessun commento: