2016-09-24

Principe e Principessa - Aforismi, frasi e proverbi

Raccolta di aforismi, frasi celebri e proverbi sul principe e sulla principessa. Il principe (dal latino princeps "primo, il più grande, il più importante") è un titolo attribuito a componenti di famiglie regnanti, ed è il più eminente dei titoli nobiliari (precede quello di duca). Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul re e la regina e sul principe azzurro.
Un principe è il primo servitore e il primo magistrato dello Stato.
(Federico II di Prussia - Federico il Grande)
1. Principe
© Aforismario

Perdonare è da principe.
Francis Bacon, Saggi, 1597/1625

Nelle aristocrazie il principe non si fa eleggere, è lui che elegge il suo popolo. In democrazia il popolo è bastonato su mandato del popolo. 
Carmelo Bene, su L'Espresso, 2000 

Principe. Un giovin signore che offre il suo amore alle contadine nelle storie romantiche e alle mogli dei suoi amici nella vita.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Un principe perfetto dovrebbe avere la condotta di Cesare, i costumi di Giuliano, e le virtù di Marco Aurelio.
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

In qual romanzo si ritrova un principe che pensando ai suoi sudditi, fa della loro felicità il suo bene?
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

Un principe cade nel disprezzo quand'egli è debole e irresoluto; e peggio ancora quando è governato da un ministro inetto e senza considerazione.
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

La nobiltà si considera come un obelisco, del quale la punta è il principe, la base il popolo.
Ludwig Börne, Frammenti e aforismi, 1840 (postumo)

Non è errore che sia fatto un principe, ma che sia fatto principe un furfante.
Giordano Bruno, Spaccio de la bestia trionfante, 1584

Se della virtù ti farai un modello e ti pregerai delle azioni eccellenti, non avrai invidia dei principi e dei signori: perché il sangue si eredita e la virtù si acquista: e questa basta da per sé sola, ciò che non può dirsi della nobiltà. 
Miguel de Cervantes, Don Chisciotte della Mancia, 1605/15

Solo dove il patto tra governante e governati riposi sulla sfiducia reciproca delle parti, tanto l'obbedienza dei sudditi quanto la sovranità del principe hanno frontiere ben difese.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Quando l'interesse del principe non s'accorda a quello del popolo, il principe è di danno, e quando s'accorda, il principe è inutile.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

I prìncipi a me sembrano molto sfortunati: non hanno nessuno che dica loro la verità, e sono costretti ad avere come amici degli adulatori.
Erasmo da Rotterdam, Elogio della follia, 1509

Un principe è il primo servitore e il primo magistrato dello Stato.
Federico II di Prussia (Federico il Grande), XVIII sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'ingratitudine è il primo dovere di un principe. 
Anatole France, Il signor Bergeret a Parigi, 1901

Noi non riconosciamo se non chi ci è utile. Riconosciamo il principe perché sotto la sua autorità vediamo assicurato il possesso. Da lui ci aspettiamo protezione contro avversità interne ed esterne.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Al Principe nulla fa più onore della modestia del suo favorito.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Chi si renderà conto che il volto del Principe costituisce tutta la felicità del cortigiano, che questi si adopera e si compiace durante tutta la propria vita di vederlo e di esserne visto, capirà un poco come la vista di Dio possa costituire tutta la gloria e tutta la felicità dei santi.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Il favore dei Principi non esclude il merito, e nemmeno lo presuppone.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Non c’è nulla che tanto imbruttisca certi cortigiani quanto la presenza del principe: a malapena li riconosco dai loro volti; i loro lineamenti sono alterati, e avvilito è il loro portamento. Quelli fieri e superbi sono i più sconfitti, perché è il loro carattere a essere maggiormente sguarnito; regge meglio chi è misurato e modesto: non ha nulla da correggere.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Gli agi della vita, l’opulenza, la calma di una grande prosperità fanno sì che i Principi abbiano sovrabbondanza di gioia per ridere di un nano, di una scimmia, di un imbecille e di un racconto triviale: la gente meno fortunata ride solo a proposito.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Chi deve governare gli uomini, dovrebbe conoscerli più che alcun altro mai. I principi per lo contrario, cresciuti fra l’adulazione, e vedendo gli uomini sempre diversi da quello che sono, (per le infinite simulazioni della corte) e da giovani avendo poca voglia, più tardi poco tempo di attendere agli studi, non possono conoscer gli uomini né come li conoscono i filosofi, né come li conosce chi ha praticato e sperimentato il mondo qual egli è.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Quanto sia laudabile in uno principe mantenere la fede e vivere con integrità e non astuzia, ciascuno lo intende: nondimanco si vede per esperienza ne' nostri tempi quelli prìncipi avere fatto gran cose che della fede hanno tenuto poco conto, e che hanno con l'astuzia saputo aggirare e cervelli delli uomini; e alla fine hanno superato quelli che si sono fondati sulla lealtà.
Niccolò Machiavelli, Il principe, 1513

A uno principe è necessario sapere bene usare la bestia e l'uomo.
Niccolò Machiavelli, Il principe, 1513

Sendo adunque uno principe necessitato sapere bene usare la bestia, debbe di quelle pigliare la volpe e il leone, perché il leone non si difende dai lacci, la volpe non si difende dai lupi. Bisogna adunque essere volpe a conoscere e lacci e leone a sbigottire e lupi. 
Niccolò Machiavelli, Il principe, 1513

Si ricordino i prìncipi, che si cominciano le guerre quando altri vuole, ma non quando altri vuole si finiscono.
Niccolò Machiavelli (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La tirannia d'un principe non conduce tanto vicino uno Stato alla sua rovina, quanto l'indifferenza per il bene comune vi conduce una Repubblica.
Charles-Louis de Montesquieu, Grandezza e decadenza dei Romani, 1734

Non è sensato pretendere che l’autorità del principe sia sacra e che, viceversa, non lo sia quella della legge.
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

Un principe privo di morale è sempre un mostro.
Charles-Louis de Montesquieu, ibidem

L’amore del danaro avvilisce a tal punto un principe da non lasciar più scorgere in lui nessuna virtù.
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

[I principi] devono prender gusto alla lettura presto: i libri sono una grande risorsa dopo il declino delle passioni e, d'altronde, le voci dei morti sono le uniche fedeli.
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

Tutti i principi s’annoiano: una prova di ciò è che vanno a caccia.
Charles-Louis de Montesquieu, ibidem

Gli ecclesiastici son sempre gli adulatori dei principi, quando non possono essere i loro tiranni.
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

Ci si chiede se un principe debba mettere gli affari di Stato nelle mani del proprio confessore. Non c’è nulla di più pericoloso: quelli che hanno, infatti, spirito mondano sono completamente incapaci di governare la sua coscienza, mentre quelli che non possiedono tale spirito sono incapaci di governare il suo Stato.
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

Un palazzo malandato deve fare arrossire un principe meno di quattro leghe di terreno abbandonato e incolto.
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

I principi prodighi nel conferire onori non ci guadagnano nulla. Non fanno altro che incoraggiare e persino giustificare continue sollecitazioni. Più persone si ricompensano, più altre meriterebbero di esser ricompensate: cinque o sei uomini sono degni di un onore che avete concesso a due o tre; cinque o seicento sarebbero degni dell’onore che avete concesso a cento.
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

Tutto sommato, la maggior parte dei principi sono persone più oneste di noi. Forse, per la parte che ci compete, noi abusiamo del potere più di loro.
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

Quando i principi viaggiano, ecco l’intendente che fa comparire sui percorsi gli abiti nuovi, la gioia e tutto quanto può dimostrare opulenza. Lungo il percorso è tutto un paese di Cuccagna; a mezza lega di là, tuttavia, si muore di fame.
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

Un principe può credere di divenir più grande a seguito della rovina di uno Stato vicino. Tutt'altro! Le cose in Europa sono tali che tutti gli Stati dipendono gli uni dagli altri […]. L’Europa è uno Stato composto di molte province.
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

Per più versi gli uomini si comportano coi loro prìncipi in maniera simile a come si comportano col loro Dio, come appunto anche il principe fu per più versi il rappresentante di Dio, o per lo meno il suo sommo sacerdote. Questa quasi sinistra disposizione spirituale alla venerazione, alla paura, alla soggezione è divenuta ed è molto più debole, ma talvolta divampa e si attacca a persone potenti in genere.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Si riconosce un filosofo dal rifuggire tre cose abbaglianti e chiassose: la gloria, i principi e le donne: e con ciò non è detto che non siano queste a venire da lui.
Friedrich Nietzsche, Genealogia della morale, 1887

Piacere ai prìncipi non è per gli uomini piccola lode.
Quinto Orazio Flacco, Epistole, I sec. a.e.c.

La bellezza appare come il primo bene del principe, il suo più imponente diritto.
Rainer Maria Rilke (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ci piglian più gusto i sudditi a far la corte ai prìncipi, che non i prìncipi a farsi corteggiare. È sempre più attraente far acquisto che usufruire.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

I prìncipi fomentano molta ingratitudine, perché non danno mai tutto ciò che possono.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

I malvagi non possono avere che dei complici; i dissoluti, dei compagni di bagordi; le persone interessate, dei soci; i politici si circondano di partigiani faziosi; la massa degli sfaccendati ha delle conoscenze; i principi hanno attorno a loro dei cortigiani: solo gli uomini virtuosi hanno amici.
Voltaire, Dizionario filosofico, 1764

Un principe saggio può governare bene un popolo che dovrà vivere in pace, ma non riuscirà a modificare un’epoca destinata a precipitare nel disordine.
Wang Ch'ung, I sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Essere bella e amata, è semplicemente essere donna. Essere brutta e sapersi
fare amare, significa essere una principessa. (Jules-Amédée Barbey d'Aurevilly)
2. Principessa
© Aforismario

Tu sei ancora troppo piccolo per pensare alle ragazze, ma verrà il tempo per questo; e quando arriverà trattale come principesse. Perché è questo che sono.
John Q. Archibald (Denzel Washington), in John Q, 2002

In una relazione c'è un aspetto fondamentale per non perdere il controllo di voi stesse: i soldi. Molte donne sognano di incontrare un cavaliere su un bianco destriero, che per di più paghi tutti i conti. Quello che nessuno dice è cosa succede dopo che il Principe Azzurro vi ha sollevate da terra. Se è lui a pagare tutti i conti del castello, sarà sempre lui a dettare le regole del gioco. E a quel punto la principessa smetterà di credersi una principessa e comincerà a sentirsi una serva.
Sherry Argov, Falli soffrire, 2002

Essere bella e amata, è semplicemente essere donna. Essere brutta e sapersi fare amare, significa essere una principessa.
[Etre belle et aimée, ce n'est être que femme. Etre laide et savoir se faire aimer, c'est être princesse].
Jules-Amédée Barbey d'Aurevilly, Disjecta membra, 1925 (postumo)

Nella vita reale, il principe se ne va con la principessa sbagliata.
Kristen Bell, in Gossip Girl, 200712

Buongiorno principessa!
Roberto Benigni, La vita è bella, 1997

Una principessa di sangue reale aveva dedicato un monumento alla regina sua madre con questa iscrizione: “MATRI MAGNAE FILIA GRATA” che fu tradotto da un romanesco, così: “la madre magna e la figlia se gratta”.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

I più corrono con tanta foga alla ricerca del piacere che passano oltre. Capita a essi come a quel nano che custodiva nel suo castello una principessa ch'egli aveva rapita. Un giorno egli faceva la siesta. Dopo un'ora si risveglia, ma la principessa era fuggita. Subito s'infila le scarpe dalle sette leghe – con un solo passo egli l'ha oltrepassata di un bel pezzo.
Søren Kierkegaard, Aut-Aut, 1843

Ho sempre trattato le puttane come principesse e le principesse come puttane. Hanno entrambe gradito. No. Le principesse più delle puttane.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

Ogni donna è adattabile a molti principi azzurri diversi. Ognuno troverà in lei la principessa che merita.
Gianni Monduzzi, Salire al cielo fermando le donne in ascensore, 2004

Le principesse parlano molto perché vi sono state abituate fin da piccole.
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

Come persona non passa sopra ai suoi princìpi, ma come principessa lascia passare molti prìncipi sopra di lei.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Vissi innamorato sempre or d’una principessa or d’un’altra; e così spero di vivere fino al momento ch’io raccomanderò il mio spirito a Dio.
Laurence Sterne, Viaggio sentimentale di Yorick lungo la Francia e l’Italia, 1768

L'amore è un lusso che una principessa non può permettersi.
Principessa Vespa (Daphne Zuniga), in Mel Brooks, Balle spaziali, 1987

C’è un momento in cui devi decidere: o sei la principessa che aspetta di essere salvata o sei la guerriera che si salva da sé. Io credo di aver già scelto. Mi sono salvata da sola.
Anonima

Proverbi sul Principe
  • Beata quella città che ha il principe che sa.
  • Biasimare i principi è pericolo; lodarli è bugia.
  • Chi biasima il principe rischia, chi lo loda mente.
  • I principi ben possono tollerar danno, ma non oltraggio.
  • I principi devono far si che non manchi il pane al popolo, né gli onori ai nobili.
  • I principi hanno le braccia lunghe.
  • I sudditi dormono e per loro vegliano i principi.
  • Il popolo quando falla dev'esser castigato; ma il principe se erra, deve essere avvisato.
  • Il principe deve punire il vizio, e ricompensare la virtù.
  • Il principe saggio e di buona coscienza, mantien sempre la pace e l'opulenza.
  • L'amor dei sudditi è la miglior guardia del corpo dei principi.
  • L'esempio dei principi è lo specchio dei sudditi.
  • Non cercare mai d'udire dai principi quel che non voglion dire.
  • Nuovo principe, nuove usanze.
  • Odio di principe e sugo di cicuta sono pericolosi.
  • Ogni principe è imperatore nel suo stato.
  • Quando Dio vuol benedire un paese, gli dà un principe savio che mantiene la pace.
  • Quando i sudditi abbaiano, i principi devono aguzzar le orecchie.
  • Quando il principe dorme, gli affari dello Stato russano.
  • Quando il principe è brillo, il popolo è ubriaco.
  • Quando il principe perde l'amor del suo popolo, non è più principe, ma è tiranno.
  • Quando il principe vende l'impiego, l'impiegato ne fa mercato.
  • Quando il paese è in ginocchio, il principe deve stare in piedi.
  • Quelli che corrompono i principi, avvelenano le fonti dello stato.
  • Servi il principe e il signore e saprai cos'è il dolore.
  • Tre cose son necessarie ai principi: timor di Dio, giustizia, ed arte della guerra.
  • Un principe ben regge lo scettro, quando governa come un padre.
  • Un principe che comanda con amore, è servito con fedeltà.
  • Un principe deve accoppiare alla grandezza la moderazione.
Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Re e Regina - Principe Azzurro

Nessun commento: