2016-09-13

Ribellione e Rivolta - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sulla ribellione e sulla rivolta, cioè l'opposizione e l'insurrezione contro un’autorità costituita, alla quale ci si rifiuta di obbedire e di sottomettersi. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla rivoluzione e sull'anarchia.
Chi non si ribella contro l’oppressione fa ingiustizia a sé stesso. (Kahlil Gibran)
Foto: Il rivoltoso sconosciuto di Piazza Tienanmen © Jeff Widener - Associated Press
1. Ribellione
© Aforismario

Il popolo freme, sussurra, si accalca, brontola, strepita, acclama, fischia, deride, dileggia, minaccia, ondeggia, schiamazza, si indigna, avanza. E poi torna a casa per cena.
Alfredo Accatino, L'ilare Ilaria. 1996

Gli inferiori si ribellano per poter essere uguali e gli uguali per poter essere superiori. È questo lo stato d'animo da cui nascono le rivoluzioni.
Aristotele, Politica, IV sec. a.e.c.

Ribelle. Chi sostenga un nuovo malgoverno che non è riuscito a imporre alla maggioranza.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Quando colgo in me un moto di ribellione, prendo un sonnifero o consulto uno psichiatra. Qualunque mezzo è buono per chi persegue l’indifferenza senza esservi predisposto.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

La sorte di chi si è ribellato troppo è di non aver più energie se non per la delusione. 
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Anche vicino a Dio serpeggiava il malcontento, come testimonia la ribellione degli angeli, la prima in ordine di tempo. C'è da credere che a tutti i livelli della creazione non si perdoni a nessuno la sua superiorità. Si può persino concepire un fiore invidioso.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

I figli si ribellano ai genitori; e i genitori se lo meritano. Tutto si ribella a tutto, ognuno genera il proprio nemico. Questa è la legge.
Emil Cioran, Quaderni, 1957/72 (postumo 1997)

Il popolo non si ribella mai al dispotismo ma alla cattiva alimentazione.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Ogni ribellione totale si conclude in una filosofia da Rotary Club.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Le coorti disciplinate di «ribelli» sfilano nel nostro tempo tra le esaltate ovazioni del pubblico e sotto la protezione delle autorità civili ed ecclesiastiche, mentre i «conformisti » fuggono perseguitati e cospirano in soffitte solitarie.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Ogni ribellione contro l'ordine dell'uomo è nobile, purché non mascheri una rivolta contro l'ordine del mondo.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Il mondo è ingiusto e imperfetto: per questo l'uomo ha bisogno della speranza. È un autoinganno, che però ci conforta o ci induce alla ribellione, cioè a un altro conforto.
Joan Fuster, Giudizi finali, 1960/68

Non disertare: ribèllati; se puoi farlo, è chiaro.
Joan Fuster, Giudizi finali, 1960/68

È raro che uno schiavo si ribelli. Chi si trova nella più nera miseria è portato alla rassegnazione o al suicidio. Le rivolte, anche quelle sociali, scoppiano quando gli oppressi cominciano a non essere più
tali, giacché l'oppressore, per pigrizia o per bontà, ha allentato la morsa.
Joan Fuster, Giudizi finali, 1960/68

Potreste indubbiamente dire che non vi può essere una ribellione non-violenta e che non se ne conosce nessuna nella storia. Bene, è mia ambizione fornirne un esempio.
Mohandas Gandhi, Antiche come le montagne, 1958 (postumo)

La ribellione delle masse può, effettivamente, costituire un transito a una nuova e singolare organizzazione dell'umanità; però può anche diventare una catastrofe nel destino degli uomini. Non c'è ragione per negare la realtà del progresso; però è necessario rettificare la nozione che ritiene sicuro questo progresso.
José Ortega y Gasset, La ribellione delle masse, 1930

L'unica cosa che sostanzialmente e realmente si può chiamare ribellione, è quella che consiste nel non accettare ciascuno il proprio destino, nel ribellarsi contro sé stesso.
José Ortega y Gasset, La ribellione delle masse, 1930

Chi non si ribella contro l’oppressione fa ingiustizia a sé stesso.
Kahlil Gibran, Le ali spezzate, 1912

Molti di noi rimangono sospesi fra una muta ribellione e una sottomissione ciarliera.
Kahlil Gibran, Massime spirituali, 1962 (postumo)

Il Ribelle è il singolo, l'uomo concreto che agisce nel caso concreto. Per sapere che cosa sia giusto, non gli servono teorie, né leggi escogitate da qualche giurista di partito. Il Ribelle attinge alle fonti della moralità ancora non disperse nei canali delle istituzioni. Qui, purché in lui sopravviva qualche purezza, tutto diventa semplice. 
Ernst Jünger, Trattato del Ribelle, 1951

Il Ribelle deve possedere due qualità. Non si lascia imporre la legge da nessuna forma di potere superiore né con i mezzi della propaganda né con la forza. Il Ribelle inoltre è molto determinato a difendersi non soltanto usando tecniche e idee del suo tempo, ma anche mantenendo vivo il contatto con quei poteri che, superiori alle forze temporali, non si esauriscono mai in puro movimento.
Ernst Jünger, Trattato del Ribelle, 1951

Il motto del Ribelle è: «Hic et nunc» [1] – essendo il Ribelle uomo d’azione, azione libera e indipendente.
Ernst Jünger, Trattato del Ribelle, 1951

Ribelle è colui che ha un profondo, nativo rapporto con la libertà, il che si esprime oggi nell’intenzione di contrapporsi all’automatismo e nel rifiuto di trarne la conseguenza etica, che è il fatalismo.
Ernst Jünger, Trattato del Ribelle, 1951

La pazienza è la virtù dell'asino che trotta sotto la soma e non si ribella.
Granville George Lansdowne, Amore eroico, 1698

Nella vita non bisogna mai rassegnarsi, arrendersi alla mediocrità, bisogna uscire da quella "zona grigia" dove tutto è abitudine e rassegnazione passiva e dove la società diventa malvagia; bisogna coltivare, soprattutto nei giovani, il coraggio di ribellarsi.
Rita Levi-Montalcini, La clessidra della vita, 2008

La solitudine è la conseguenza della ribellione. La ribellione consiste nel tenere al massimo alla propria libertà, nel potere dire sempre, in qualsiasi momento «merda» a tutto, cioè non dovere niente a nessuno.
Lea Massari, in Catherine Spaak, 26 donne, 1984

La tua personalità è la somma di tutte le tue ribellioni.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

I ribelli sono gente che crede che ci sia ancora qualcosa da prendere.
Alfred Paul Schmidt (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il destino guida chi lo segue di buona voglia, trascina chi si ribella.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, ca. 62/65

Ogni donna è una ribelle, e solitamente in violenta rivolta contro sé stessa.
Oscar Wilde, Una donna senza importanza, 1893

Cos'è un uomo in rivolta? Un uomo che dice no. (Albert Camus)
2. Rivolta
© Aforismario

Se l'obbedienza è il risultato dell'istinto delle masse, la rivolta è quello della loro riflessione.
Honoré de Balzac, Massime e pensieri di Napoleone, 1838 

Nello spirito della rivolta c'è un odio o disprezzo di principio per l'umanità. Temo che il ribelle non sarà mai capace di nutrire per coloro che ama un amore altrettanto grande dell'odio che nutre per coloro che odia. 
Georges Bernanos, Noi altri francesi, 1939

Cos'è un uomo in rivolta? Un uomo che dice no.
[Qu'est-ce qu'un homme révolté? Un homme qui dit non].
Albert Camus, L'uomo in rivolta, 1951

La rivolta, in senso etimologico, è un voltafaccia. In essa, l’uomo che camminava sotto la sferza del padrone, ora fa fronte. Oppone ciò che è preferibile a ciò che non lo è.
Albert Camus, L'uomo in rivolta, 1951

La coscienza viene alla luce con la rivolta.
Albert Camus, ibidem

Il fine giustifica i mezzi? È possibile. Ma chi giustificherà il fine? A questa domanda che il pensiero lascia in sospeso, la rivolta risponde: i mezzi. 
Albert Camus, L'uomo in rivolta, 1951

L’uomo in rivolta non preserva niente, poiché pone tutto in gioco.
Albert Camus, L'uomo in rivolta, 1951

La rivolta consiste nell'amare un uomo che non esiste ancora. 
Albert Camus, ibidem

Non esiste rivolta senza la sensazione d’avere in qualche modo, e da qualche parte, ragione.
Albert Camus, L'uomo in rivolta, 1951

Non tutti i valori trascinano con sé la rivolta, ma ogni moto di rivolta fa tacitamente appello a un valore.
Albert Camus, L'uomo in rivolta, 1951

La rivolta frange l’essere e l’aiuta a traboccare. Libera dei flutti i quali, da stagnanti come erano, divengono furiosi.
Albert Camus, L'uomo in rivolta, 1951

La rivolta non nasce soltanto e necessariamente nell'oppresso, ma può nascere anche dallo spettacolo dell’oppressione di cui è vittima un altro.
Albert Camus, L'uomo in rivolta, 1951

Ogni rivolta è diretta contro la Creazione.
Emil Cioran, Lacrime e santi, 1937/86

Quando si è superata l'età della rivolta, e ci si scatena ancora, ci si sente come un Lucifero rimbambito.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Il popolo ha solo due poteri: il voto e la rivolta. Al voto si dovrebbe arrivare solo in casi estremi.
Paolo Dune, Al di qua dell'aldilà, 1998-2016

Una rivolta è in fondo il linguaggio di chi non viene ascoltato.
[A riot is at bottom the language of the unheard].
Martin Luther King, Discorso a Birmingham, 1963

Fin dall'inizio della storia l'uomo non ha conosciuto che il mondo tragico e non è capace di uscirne. L'età della tragedia può aver fine solo con una rivolta della frivolezza.
Milan Kundera, L'immortalità, 1990

Gli assembramenti portano al tumulto, il tumulto al saccheggio, il saccheggio alla rivolta, la rivolta alla ribellione e la ribellione alla rivoluzione.
Charles-Joseph de Ligne, Scritti militari, letterari e sentimentali, 1795-1811

− È una rivolta?
− No, Sire, è una rivoluzione.
Luigi XVI e François de Liancourt [presa della Bastiglia, 1789].

L'anarchismo è la tendenza alla perfetta felicità umana. Esso dunque è, e sarà sempre, ideale di rivolta, individuale o collettivo, oggi come domani. 
Bruno Misefari (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Pochi sono coloro − eroi o santi − che sacrificano il proprio io sull'altare dello Stato. Tutti gli altri sono in stato di rivolta potenziale contro lo Stato.
Benito Mussolini, Scritti e discorsi, 1914/39

Rivoluzione e Rivolta non devono essere presi per sinonimi. La prima consiste in un rovesciamento dello stato di cose esistente, dello statuto dello Stato o della Società: essa è dunque un atto politico o sociale. La seconda, pur comportando inevitabilmente una trasformazione dell'ordine costituito, non ha in questa trasformazione il suo punto di partenza. Essa deriva dal fatto che gli uomini sono scontenti di sé stessi e di ciò che li circonda. Essa non è una levata di scudi, ma un sollevamento di individui, una ribellione che non si preoccupa assolutamente delle istituzioni che potrà produrre. 
Max Stirner, L'unico e la sua proprietà, 1844 

La rivoluzione ha come obiettivo delle nuove istituzioni. La rivolta ci porta a non lasciarci più amministrare ma ad amministrare da soli. La rivolta non attende le meraviglie delle istituzioni future. Essa è una lotta contro ciò che esiste. Una volta riuscita, ciò che esiste crolla da solo.
Max Stirner, L'unico e la sua proprietà, 1844

Una rivolta è in fondo il linguaggio di chi non viene ascoltato. (Martin Luther King)
3. Insurrezione
© Aforismario

Allorché, esaurito ogni motivo di rivolta, non si sa più contro cosa insorgere, si è presi da una tale vertigine che si darebbe la vita in cambio di un pregiudizio.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

I popoli ben governati e contenti non insorgono. Le insurrezioni, le rivoluzioni, sono la risorsa degli oppressi e degli schiavi e chi le fa nascere sono i tiranni.
Giuseppe Garibaldi, Clelia o Il governo dei preti, 1870

Il popolo si solleverebbe volentieri, se ci fosse ancora qualcuno contro cui farlo.
Mauro Parrini, A mani alzate, 2009

Note
  1. Hic et nunc: qui e ora.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Rivoluzione e Rivoluzionari - Disobbedienza civileAnarchia e Anarchici

Nessun commento: