2016-09-28

Sedentarietà - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sulla sedentarietà e sulle persone sedentarie. Il termine "sedentario" deriva dal latino sedentarius, "stare seduto", e indica qualunque tipo di attività che si svolge stando quasi sempre seduti, con pochissimo movimento. Quanto sia poco salutare uno stile di vita sedentario è noto a tutti.
Ivo Cozzani ed Enrico Dainese scrivono: "Se ai rischi alimentari si aggiungono abitudini sedentarie, scarsa attività fisica, ripetute e durature situazioni di stress, si comprende facilmente come la società dell'abbondanza ("affluence society") stia generando le "patologie dell'abbondanza": obesità, diabete insulino-resistente, arteriosclerosi e complicanze cardiovascolari, facilitando anche l'insorgenza di alcuni tumori e probabilmente di alcune patologie degenerative ed autoimmuni".  [Biochimica degli alimenti e della nutrizione, Piccin, 2006].
T. Colin Campbell, in The China Study (2005), scrive: "Quanto esercizio è necessario per non aumentare di peso? Una stima approssimativa tratta da una rivista seria suggeriva che una pratica quotidiana tra i quindici e i quarantacinque minuti mantiene un peso corporeo di 5-8 kg inferiore rispetto a una situazione in cui non si svolge attività fisica. La cosa interessante è che non dovremmo dimenticare la nostra attività fisica “spontanea”, quella associata alle faccende che sbrighiamo quotidianamente e che può incidere per 80-100 calorie al giorno (kcal/giomo)29,30. Le persone regolarmente in movimento saranno sempre in notevole vantaggio rispetto a quelle intrappolate in uno stile di vita sedentario".
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'ozio e sulla pigrizia.
Gli italiani sono un popolo di sedentari. Chi fa carriera ottiene una poltrona.
(Gino Bartali)
Sedentarietà
© Aforismario

I coproliti sono favoriti dall'attività sedentaria e dall'uso di cibi preconfezionati e solidi. È bene camminare, soprattutto dopo i pasti, per sbattere il contenuto intestinale impedendo che le parti non assorbite del cibo si fondano. Occorre contrastare la loro tendenza a occupare il minor spazio possibile, non diversamente dalle immondizie della città. Meglio ancora se ogni cinque o sei passi si spicca un salto per sbriciolare ogni tentativo di formazione di una concrezione fecale monolitica che si chiama, appunto, coprolito. Diverso dal meteorite solo per la sede in cui si trova, non per la consistenza.
Vittorino Andreoli, Tra un’ora, la follia, 1999

Gli italiani sono un popolo di sedentari. Chi fa carriera ottiene una poltrona.
Gino Bartali, in Marco Pastonesi e Giorgio Terruzzi, Palla lunga e pedalare, 1992

Chi fa vita sedentaria muore prima. Guardate quanti sono morti sulla sedia elettrica.
Romano Bertola, Includetemi fuori, 2003

"II cento per cento della fatica dei lavoratori sedentari è dovuto a fattori psicologici, cioè emotivi." Che genere di fattori emotivi stancano il lavoratore sedentario? La gioia? La contentezza? No di certo. La noia, il risentimento, la sensazione di inutilità, di fretta, l'ansia, le preoccupazioni − sono questi i fattori che esauriscono il lavoratore da tavolino, lo rendono vulnerabile ai raffreddori, riducono il rendimento e lo fanno rincasare con il mal di testa. Sì, ci stanchiamo perché le nostre emozioni generano tensione nervosa.
Dale Carnegie, Come godersi la vita e lavorare meglio, 1987 (postumo)

Si chiede agli esseri umani di nascere per diventare bestie da lavoro, per lo più sedentario, impugnando un mouse elettronico.
Guido Ceronetti, Insetti senza frontiere, 2009

Non c'è elemento della vita moderna che sia deplorevole quanto il fatto che l'uomo moderno debba cercare la sua vita artistica interamente nello stato sedentario. 
Gilbert Keith Chesterton, Il Club dei Mestieri Stravaganti, 1905

Non mi accontenterò mai di una vita sedentaria, sarò sempre perseguitata da pensieri di un altrove soleggiato.
[I will never be content with a sedentary life, I will always be haunted by thoughts of a sun-drenched elsewhere.].
Isabelle Eberhardt (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Una vita d'azione e di pericolo modera la paura della morte. Non solo dà la forza di sopportare il dolore, ma a ogni passo ci insegna che a tenerci legati all'esistenza è solo un filo precario. Gli uomini sedentari e studiosi sono i più apprensivi su questo punto.
William Hazlitt, Table-Talk, 1821/22

Volendo or dire de' danni della vita sedentaria, avvertiamo che per essa illanguidiscono i muscoli volontari, talmentechè le membra quasi diventino paralitiche. Le funzioni digestive talvolta non iscemano, ma apportano eccesso di sangue e degli altri umori; particolarmente della grascia. In tal caso la sensibilità di molto si ottunde: le funzioni del comune sensorio declinano, cosicché ne segua stupidezza. Sovente la debolezza o inerzia si appalesa in tutto il corpo: e noi vcggiamo una insensibilità e fisica e morale; questi mali sono specialmente manifesti in coloro che conducono una vita sedentaria ed usano di cibi sostanziosi. In quelli poi che vivessero parcamente si osservano gli altri effetti: vale a dire l'intormentimento de'muscoli, ed il languore del comune sensorio.
Lorenzo Martini, Patologia generale, 1834
Si chiede agli esseri umani di nascere per diventare bestie da lavoro,
per lo più sedentario, impugnando un mouse elettronico. (Guido Ceronetti)
Alcuni intellettuali, qui e là, reclamano il diritto di restare seduti, di non muoversi più, per giudicare meglio il loro tempo. Domani, forse, essere sedentari potrebbe apparire il vero bon ton…
Francis de Miomandre, La moda, 1927

La vita sedentaria aveva un che di fisso, di monotono, di definitivo, che mi metteva addosso la disperazione. Era come un po' di morte che sopravveniva già a nutrirsi della vita. 
Malika Mokeddem, Gente in cammino, 1990

Star seduti il meno possibile; non fidarsi dei pensieri che non sono nati all'aria aperta e in movimento − che non sono una festa anche per i muscoli. Tutti i pregiudizi vengono dagli intestini. La vita sedentaria [...] è il vero peccato contro lo spirito santo.
Friedrich Nietzsche, Ecce homo, 1888

Chi è capace di volare, sa di non doversi lasciare urtare per volar via; voi invece, spiriti sedentari, avete bisogno di una spinta anche solo per "andare avanti".
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Con un telecomando e un gabinetto, l'uomo è un animale sedentario che vive felice.
Bernard Pivot (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Fuggir, come la peste, la vita sedentaria, ed oziosa. La vita sedentaria è un veleno a tempo, che fa ammalare le persone sane, e conduce le indisposte appoco appoco, e insensibilmente in labirinti inestricabili di nuove ed imbrogliatissime malattie.
Francesco Redi, Lettere, XVII sec.

Divenuto più sedentario, non la noia mi colse, ma la malinconia; le brume succedettero alle passioni, il mio languore si mutò in tristezza, piangevo e sospiravo per un niente; sentivo la vita sfuggirmi senza averla assaporata.
Jean-Jacques Rosseau, Le confessioni, 1782/89

Non amo la sedentarietà del cuore. Coloro che non cambiano nulla non diventano nulla.
[Je n'aime pas les sédentaires du cœur. Ceux-là qui n'échangent rien ne deviennent rien].
Antoine de Saint-Exupéry, Cittadella, 1948 (postumo)

Un uomo erculeo, dotato cioè di eccezionale forza muscolare, che sia obbligato da vicende esterne a darsi a una occupazione sedentaria, o a un lavoro manuale gretto e meticoloso, oppure ancora a studi e a lavori intellettuali presupponenti forze di verse e a lui mancanti, in modo da lasciare ingiustificate proprio le forze in lui più sviluppate, si sentirà infelice per tutta la vita. Ancor più però si sentirà tale chi possiede prevalentemente forze intellettuali, e deve lasciarle non sviluppate e non utilizzate, per esercitare un mestiere comune che non le richiede, o addirittura un lavoro manuale, cui le sue forze non sono sufficienti.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Se, come è il caso per il modo di vita del tutto sedentario di infiniti uomini, il moto esterno è quasi del tutto assente, sorge uno squilibrio stridente e deleterio tra la calma esterna e il tumulto interno. Il continuo movimento interno vuole infatti essere in qualche modo appoggiato da quello esterno, e quello squilibrio sarà quindi analogo a quello verificantesi quando, in conseguenza di una qualche passione, tutto ci ribolle dentro, mentre esternamente non dobbiamo lasciar vedere nulla.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851
Non mi accontenterò mai di una vita sedentaria,
sarò sempre perseguitata da pensieri di un altrove soleggiato. (Isabelle Eberhardt)
Gran parte della popolazione del mondo industrializzato non va nemmeno dal giornalaio sotto casa senza l’automobile, anche se tutti noi non possiamo dire di ignorare le informazioni sui benefici del movimento e sui rischi della sedentarietà.
Pietro Trabucchi, Resisto dunque sono, 2007

Nomade o sedentario? Distinzione fondamentale dell’umanità. Il pastore nomade Abele perpetuamente in conflitto con l’agricoltore sedentario Caino. O l’albero e la piroga. Bisogna scegliere, poiché, fabbricando la piroga, si distrugge l’albero.
Michel Tournier, Diario estimo, 1993-2000

Attenzione alla sedentarietà che, specialmente con l’avvento dei videogiochi, comincia fin dall'infanzia. In tal senso è bene sapere che per difendersi dai radicali liberi non solo servono gli antiossidanti alimentari, ma occorre anche allenare i sistemi naturali dell’organismo, dato che questo è in grado di produrre autonomamente antiossidanti. Il modo migliore per allenarli e potenziarne l’azione è la regolare pratica di attività fisica, salutare abitudine che spiega come mai l’esercizio fisico faccia apparire più belle e giovani le persone che lo praticano.
Umberto Veronesi e Mario Pappagallo, Verso la scelta vegetariana, 2012

Gli italiani sono un popolo di sedentari, per non dire di pigraccioni e di mollaccioni. Non camminano e non amano la natura. A una bella camminata nel bosco preferiscono il ristorante, dove s’ingozzano di cibo fino all'inverosimile.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

Mi sono ammalato, anche se non so dove, né quando né come. È una penosissima malattia cronica, dovuta a un virus molto diffuso in tutta Europa: sono un guardatore domenicale di televisione, con particolare applicazione, anzi accanimento, per gli eventi sportivi. Come tutti gli sportivi sedentari, comincio la mia performance intorno alle due del pomeriggio. Con la tragica spaghettata aglio, aglio e peperoncino in corpo. E sulla mia poltrona d'ordinanza vado giù, sprofondo lento, implacabile in un vortice nero di sonno senza sogni.
Paolo Villaggio, Caro direttore, ci scrivo..., 1993

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Ozio e Dolce far niente - Pigrizia e Svogliatezza

Nessun commento: