2016-10-02

Bestemmia - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi celebri e proverbi sulle bestemmie e sui bestemmiatori. La "bestemmia" (dal latino blasphēmia, a sua volta dal greco bláptein, "ingiuriare") è un'espressione ingiuriosa e irriverente rivolta contro Dio, i santi o le cose sacre in genere.
Voltaire, nel suo Dizionario filosofico (1764) alla voce "Bestemmia" ha scritto: "È una parola greca che significa attentato alla reputazione. Βλασφημία si trova in Demostene. Da essa, dice Ménage, deriva la parola biasimare. Bestemmia venne usata dalla Chiesa greca solamente nel significato di ingiuria fatta a Dio. I Romani non usarono mai questo termine, perché, a quanto pare, ritenevano che non si potesse in alcun modo oltraggiare l’onore di Dio come si oltraggia quello di un uomo. Non ha quasi sinonimi. Bestemmia non comporta affatto l’idea di sacrilegio. Di qualcuno che abbia pronunciato il nome di Dio invano, o che in uno scatto d’ira abbia, come si suole dire, bestemmiato il nome di Dio, si potrà dire: è un bestemmiatore; ma non si potrà dire: è sacrilego. La persona sacrilega è quella che spergiura sul Vangelo, che estende la propria avidità alle cose consacrate, che distrugge gli altari, che sporca la propria mano con il sangue dei preti".
Fino al 1999, in Italia la bestemmia era considerata dal codice penale come reato. Secondo l'art. 724 del 1930: "Chiunque pubblicamente bestemmia, con invettive o parole oltraggiose, contro la Divinità o Simboli o le Persone venerate nella religione dello Stato è punito con l’ammenda da lire ventimila a seicentomila". Il Decreto Legislativo n. 507 del 1999 ha depenalizzato il reato di bestemmia, trasformandolo in un “illecito amministrativo”: "Chiunque pubblicamente bestemmia, con invettive o parole oltraggiose, contro la Divinità è punito con la sanzione amministrativa da lire centomila a seicentomila".
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'imprecazione e frasi contro Dio e contro la religione.
Le bestemmie dette in stato d'angoscia hanno lo stesso valore delle preghiere.
(Ralph Hodgson)
Bestemmia
© Aforismario

Che vale credere, se poi bestemmi?
Agostino d'Ippona, Commento alla prima lettera di Giovanni, ca. 413

La bestemmia non aiuta; Dio neppure.
Mirko Badiale (Aforismi inediti su Aforismario)

Bbada, nun biastimà, Ppippo, ché Iddio / è Omo da risponne pe le rime.
[Bada, non bestemmiare, Pippo, perché Iddio / è tipo da rispondere per le rime].
Giuseppe Gioachino Belli, Primo, nun pijjà er nome de Ddio in vano, 1831

Bestemmia di pappagallo: la Madonna di Loreto.
Romano Bertola, Le caramelle del diavolo, 1991

Non nominare il nome di Dio invano. Scegli il momento più opportuno per l'effetto.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Non imparerai mai a bestemmiare davvero finché non impari a guidare.
Arthur Bloch, Legge di nonno Charnock, La legge di Murphy III, 1982

Bestemmiato a lungo stanotte, con le mani giunte, nel buio.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Con la letteratura ho rapporti tempestosi, come con Dio. Non ci credo ma la bestemmio e la prego.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

L’ateo non bestemmia, è una bestemmia.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

A volte una bestemmia è il modo più ingenuo di chiedere aiuto a Dio.
Jacopo Cafini (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Dico semplicemente a chi ha bestemmiato, se le circostanze lo permettono: «Perché bestemmi! Dio è forse l'unica persona al mondo che ti vuole veramente bene».
Raniero Cantalamessa, Gettate le reti, 2001

Era ateo. Si è convertito per potere bestemmiare.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Nel sottopassaggio di piazza Fiume, su un rigagnolo di squallidi commerci ambulanti, il graffito rosso, brutale: «Dio porco». È là. Se lo cancelleranno, resterà ugualmente. La Shekinàh [1] prende tanti volti e forme, e una feroce bestemmia è meglio che niente. «Dio porco» è ancora un ricordo di Dio.
Guido Ceronetti, Pensieri del tè, 1987

La bestemmia è un vizio brutale. Chi vi indulge non è un gentiluomo.
Edwin Hubbell Chapin, Discourses on the Lord's Prayer, 1850

Dio non è più presente; nemmeno le nostre bestemmie riescono a rianimarlo.
Emil Cioran, Lacrime e santi, 1937/86

Modelli di stile: la bestemmia, il telegramma e l'epitaffio.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Dopo che il mio dogmatismo se n’è andato in bestemmie, che altro posso fare se non essere scettico?
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Volete moltiplicare gli squilibrati, aggravare le turbe mentali, costruire case per alienati in tutti gli angoli della città? Mettete al bando la bestemmia. Comprenderete allora le sue virtù liberatrici, la sua funzione terapeutica, la superiorità del suo metodo rispetto a quello della psicoanalisi, delle ginnastiche orientali o della Chiesa, e soprattutto comprenderete che proprio alle sue meraviglie, alla sua assistenza costante, la maggior parte di noi deve il fatto di non essere né criminali né pazzi.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Un minimo d'aggressività rianima la fede: Dio non presta attenzione ai richiami teneri; vuole essere interpellato, scosso, desidera tra lui e i suoi quei malintesi che la Chiesa si sforza di appianare. Sorvegliando lo "stile" dei fedeli, essa li separa dal Cielo, che reagisce soltanto alle imprecazioni, alle bestemmie, agli accenti viscerali, alle espressioni che sfidano la censura della teologia o del buon gusto, che sfidano persino quella della... ragione.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Aver gusto solo per l'inno, la bestemmia, l'epilessia...
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Dio stesso è l'autore di certe bestemmie.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Il cattolico autentico non sta al di qua ma al di là della bestemmia.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Progressisti atei e progressisti cattolici hanno rinunciato gli uni alla bestemmia, gli altri alla preghiera, per condividere, gli uni e gli altri, lo stesso culto delle fognature suburbane.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Il convoglio non partiva mai. Tale si mette a imprecare contro la Società dell'Alta Italia, contro il Governo, il Cielo, i Santi, la Madonna. Finalmente il convoglio si muove. Egli tace. Un prete che gli sedeva di faccia, gli dice allora con aria melata “ma sa, che ha detto bestemmie abbastanza da andare all'Inferno...” - E il viaggiatore, soprappensiero “Ho il biglietto d'andata e ritorno” -.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Gli dèi hanno avuto origine non soltanto dal timore, come diceva Stazio, ma anche da un impulso alla ribellione. Parallelo all'istinto di pregare è quello di bestemmiare.
Joan Fuster, Giudizi finali, 1960/68

Il nostro perbenismo ci porta spesso a scandalizzarci di fronte a minime manchevolezze, impedendoci di capire che la fame e l’ingiustizia sociale sono la vera bestemmia contro Dio. Una bestemmia perpetrata, a volte, anche da chi si professa “buon cristiano”.
Andrea Gallo, Come un cane in Chiesa, 2012

Bestemmia. È il lurido primato degli italiani in genere e dei toscani in ispecie. (Un luogo comune che, per esser tale, non cessa, pur troppo, d'esser vero). I toscani sono i più infami, sporchi e stomachevoli bestemmiatori della terra. Bestemmiano tutti, per rabbia o per giuoco. Alcuni bestemmiano (come dicono) «per dar forza al discorso»; altri inconsapevolmente; e non è impossibile trovar perfino qualcuno che bestemmi come un diavolo, proprio nel momento stesso che s'indigna contro i bestemmiatori. Per estirpare questo morbo, sarebbe necessario considerare la bestemmia come il massimo dei reati, ed applicare inflessibilmente, senza eccezioni, il massimo della pena. Ma ciò non riguarda, sembra, i legislatori dello Stato. E perciò, a un povero cristiano che udendo oltraggiare il suo Dio redarguisca con la massima indignazione l'oltraggiatore, può accadere d'esser dileggiato se non bastonato dalla folla, o severamente ammonito da qualche tutore dell'ordine, «per esser venuto meno a quel rispetto che è dovuto, indistintamente, a tutte le opinioni sinceramente professate».
Domenico Giuliotti e Giovanni Papini, Dizionario dell'omo salvatico, 1923

L'invenzione di Dio è stata resa necessaria per dare un indirizzo più preciso alle bestemmie, che prima erano troppo generiche e poco incisive. 
Corrado Guzzanti, Recital, 2010

Tra tutti gli strani «reati» che gli esseri umani hanno inventato dal nulla, il più sorprendente è la «bestemmia»... mentre «oscenità» e «indecenza contraria al comune senso del pudore» sono in lizza per il secondo e il terzo posto.
Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973

Le bestemmie dette in stato d'angoscia hanno lo stesso valore delle preghiere.
Ralph Hodgson (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Quando uno bestemmia Dio, insulta sé stesso.
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

Dio t'assista, senza apostrofo, è una bestemmia?
Marcello Marchesi (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario) [2]

In caso di pericolo tirate un moccolo. “La bestemmia aiuta a vivere, la preghiera aiuta a morire".
Marcello Marchesi, Il malloppo, 1971

– Padre, l'esclamazione DIO TASSISTA è una bestemmia?
– Dipende. Se c'è l'apostrofo, no!
Marcello Marchesi, Sette zie, 1977 [2]

Ringraziare Dio nelle disgrazie è la più sarcastica delle bestemmie.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

Bestemmie. Sono una specie di preghiera all'incontrario. Non credo offendano l’Altissimo. Salvo che nella fantasia delle beghine. Che vuoi che importi a Dio di una bestemmia? E a te che disturba, mica a Lui! T’allontana dallo stato d’animo giusto per elevarti spiritualmente. Ti fa camminare contromano, ti distanzia dalla meta, scioccamente. Un passo indietro, nulla più.
Gianni Monduzzi, Cercando Dio, 2014

Quale gusto ci spinge a bestemmiare, se non forse il gusto stesso dell’offesa?
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/88

Era di quegli uomini che non sanno ignorare Dio: o lo bestemmiano, o lo pregano.
Guido Morselli, Diario, 1938/73 (postumo 1988)

Meglio la superstizione che la bestemmia, meglio la bestemmia che la negazione, meglio la negazione che l’indifferenza.
Guido Morselli, Diario, 1938/73 (postumo 1988)

Se si considera bene, la nostra rivolta contro Dio, la bestemmia per esempio, mostra che vi è profondo in noi il senso del dualismo di un Dio del bene e di un Dio del male. Nessuno bestemmia il primo, il Dio creatore - e soccorritore. Noi imprechiamo all’altro, al principio del male, all’Essere che ci angaria, ci tormenta, ci tribola, ci perseguita con un accanimento feroce o, per lo meno, con una indifferenza crudele.
Guido Morselli, Diario, 1938/73 (postumo 1988)

Bestemmiano ciò che ignorano.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Bestemmiare, per quei tipi all'antica che non sono perfettamente convinti che Dio non esista, ma, pure infischiandosene, se lo sentono ogni tanto tra carne e pelle, è una bella attività. Viene un accesso d'asma e l'uomo comincia a bestemmiare con rabbia e tenacia: con la precisa intenzione di offendere questo Dio eventuale. Pensa che dopotutto, se c'è, ogni bestemmia è un colpo di martello sui chiodi della croce e un dispiacere fatto a colui. Poi Dio si vendicherà - è il suo sistema - farà il diavolo a quattro, manderà altre disgrazie, metterà all'inferno, ma capovolga anche il mondo, nessuno gli toglierà il dispiacere provato, la martellata sofferta. Nessuno! È una bella consolazione.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

Papà era ateo, mamma cattolica. Così mentre lei mi obbligava a dire le preghiere prima di cena, lui mi obbligava a bestemmiare dopo la frutta.
Valerio Peretti (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La bestemmia attira la maledizione di Dio sulla tua casa ed è la via più sicura per andare all'inferno.
Padre Pio da Pietrelcina, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Una bestemmia vale più di mille libri di teologia.
Jacques Prévert (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il mio più grande dolore è che in realtà non esiste un Dio, e quindi mi vedo privato del piacere di insultarlo più positivamente.
[Mon plus grand chagrin est qu'il n'existe réellement pas de Dieu et de me voir privé, par là, du plaisir de l'insulter plus positivement].
Donatien Alphonse François de Sade, Storia di Juliette o la prosperità del vizio, 1797

C’è più passione per dio nell'improvvisa bestemmia di un povero disgraziato che nella raccolta preghiera del pio. 
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Son forse le sofferenze degli umani le bestemmie di dio?
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Se c’è qualcosa della cosiddetta “sfera religiosa” che, per i benèfici effetti che procura all'animo umano, bisognerebbe preservare con cura perché non vada estinguendosi nel tempo insieme a tutto il resto, questo qualcosa è sicuramente la bestemmia.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Io sono un ossesso che si vuol sbarazzare del suo «spirito maligno». Come farò? Commetterò senza timore il peccato che per il cristiano è il più tremendo di tutti, il peccato che consiste nel bestemmiare contro lo Spirito Santo. «Chi bestemmia contro lo Spirito Santo non riceverà perdono in eterno, ma verrà condannato per sempre!» Io non chiedo perdono e non ho paura della condanna.
Max Stirner, L'unico e la sua proprietà, 1844

La brava gente pensa che le leggi dovrebbero prescrivere soltanto ciò che il sentimento popolare considera giusto ed equo. Ma che me ne importa di ciò che ha valore nel popolo e per il popolo? Il popolo sarà forse contrario alle bestemmie e farà una legge in questo senso. Forse che per questo non dovrei bestemmiare? Forse che questa legge deve valere per me più di un « comando » (che posso anche rifiutarmi di eseguire)? Me lo domando proprio!
Max Stirner, L'unico e la sua proprietà, 1844

La gran forza di Dio è di permettere che l'uomo bestemmi.
Pierre Veber (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Bestemmia venne usata dalla Chiesa greca solamente nel significato di ingiuria fatta a Dio. I Romani non usarono mai questo termine, perché, a quanto pare, ritenevano che non si potesse in alcun modo oltraggiare l’onore di Dio come si oltraggia quello di un uomo.
Voltaire, Quaderni, XVIII sec. (postumo, 1952)
Il mio più grande dolore è che in realtà non esiste un Dio,
e quindi mi vedo privato del piacere di insultarlo più positivamente.
(Donatien Alphonse François de Sade)
Bibbia
Non bestemmierai Dio e non maledirai il principe del tuo popolo.
Esodo, Antico Testamento, VI-V sec a.e.c.

Chiunque maledirà il suo Dio, porterà la pena del suo peccato. Chi bestemmia il nome del Signore dovrà essere messo a morte: tutta la comunità lo dovrà lapidare. Straniero o nativo del paese, se ha bestemmiato il nome del Signore, sarà messo a morte.
Levitico, Antico Testamento, VI-V sec a.e.c.

Qualunque peccato e bestemmia sarà perdonata agli uomini, ma la bestemmia contro lo Spirito non sarà perdonata. A chiunque parlerà male del Figlio dell'uomo sarà perdonato; ma la bestemmia contro lo Spirito, non gli sarà perdonata né in questo secolo, né in quello futuro.
Gesù di Nazaret, Vangelo secondo Matteo, I sec.

Proverbi sulla Bestemmia
  • A bestemmiare e a mangiare tutto sta nel cominciare.
  • Bestemmiando s’arriva in chiesa.
  • Chi bestemmia prega il diavolo.
  • Il ben d'un anno va via in una bestemmia.
  • In Sardegna non vi son serpenti, né in Piemonte bestemmie.
  • La bestemmia, gira, gira torna addosso a chi la tira.
  • La bestemmia non aiuta e la preghiera non nuoce.
  • Le bestemmie fanno come le processioni: tornano sempre da dove partono.
  • Se bastassero le bestemmie!...
Note
  1. Shekinàh: nella tradizione biblica e teologica ebraica indica la presenza fisica di Dio o YHWH [cfr. citazione di Ceronetti].
  2. La citazione di Marcello Marchesi è diffusa su internet e su vari libri umoristici così: "Dio tassista, senza apostrofo, è una bestemmia?".
  3. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: ImprecazioniContro Dio - Contro la Religione

Nessun commento: