2016-10-23

Eremita - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sugli eremiti. Il termine "eremita" deriva dal latino ĕrēmīta, a sua volta dal greco ἔρημος (erēmos), cioè "deserto", "disabitato"; dunque l'eremita è, letteralmente, un "abitante del deserto". L'eremita, infatti, è chi, per motivi religiosi, spirituali o filosofici, si apparta dal mondo per vivere solitario in luoghi remoti o addirittura deserti.
Nel linguaggio comune si usa definire "eremita", spesso in maniera scherzosa, anche chi non ama stare in società e preferisce condurre vita ritirata.
Come introduzione a questa raccolta di citazioni "eremitiche", riportiamo una breve parabola di Kahlil Gibran, che coglie un aspetto importante della vita ascetica: "Viveva una volta tra le verdi colline un eremita. Era puro di cuore e di candido spirito. E tutti gli animali della terra e tutti gli uccelli del cielo venivano da lui a coppie, ed egli parlava ad essi. E tutti lo ascoltavano con letizia, e si raccoglievano intorno a lui, e non se ne andavano finché non cadeva la sera, allorché egli li congedava, affidandoli al vento e ai boschi con la sua benedizione. Una sera, mentre l’eremita parlava dell’amore, un leopardo sollevò la testa e gli disse: «Tu ci parli dell’amore. Ma dicci, signor mio, dov'è la tua compagna?». E l’eremita disse: «Io non ho compagna». Allora un alto grido di sorpresa si levò dalla moltitudine di animali e uccelli, e tutti cominciarono a dirsi tra loro: «Come può parlarci d’amore e unione quando egli stesso non sa nulla di tutto ciò?». E sdegnati andarono via e lo lasciarono solo. Quella notte l’eremita giacque sulla sua stuoia col viso a terra, e pianse amaramente e stette a battersi il petto con le mani. [L’eremita e gli animali, in Il vagabondo, 1932].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'ascetismo, sull'isolarsi e sui tipi solitari e asociali.
Quanti fastidi per insediarsi nel deserto! Più scaltri dei primi eremiti,
noi abbiamo imparato a cercarlo in noi stessi. (Emil Cioran)
Eremita
© Aforismario

L'uomo ha in orrore la solitudine. E di tutte le specie di solitudine, la solitudine morale è la più terribile. I primi eremiti vivevano con Dio, abitavano in quel mondo che è il più popolato di tutti, il mondo degli spiriti.
Honoré de Balzac, Illusioni perdute, 1837/43

Eremita. Persona i cui vizi e le cui follie non sono di tipo socievole.
Ambrose Bierce, Il dizionario del diavolo, 1911

Non è possibile vivere da eremita? Dunque non è possibile vivere.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

Scegliere una vita da eremita non era il segno di un fallimento.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

Un eremita al quinto piano di un condominio.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

I futuri eremiti non cercheranno la solitudine, ma fuggiranno dal frastuono.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

I bisogni di un eremita sono presi per attentati alla sopravvivenza della megasocietà.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

La forza dell'eremita si misura non da quanto lontano è andato a stare, ma dalla poca distanza che gli basta per staccarsi dalla città, senza mai perderla di vista.
Italo Calvino, Il Castello dei destini incrociati, 1973

Non c’è più nessun bosco per gli eremiti.
Elias Canetti, Il cuore segreto dell'orologio, 1987

Spesso mi metto a pensare a quegli eremiti della Tebaide che si scavavano una tomba per versarvi giorno e notte le loro lacrime. Se qualcuno chiedeva il motivo di tanta afflizione, rispondevano che piangevano la loro anima. Nell'indeterminatezza del deserto, la tomba è un’oasi, un luogo e un sostegno. Si scava il proprio buco per avere un punto fermo nello spazio. E si muore per non smarrirsi.
Emil Cioran, Lacrime e santi, 1937/86

Quanti fastidi per insediarsi nel deserto! Più scaltri dei primi eremiti, noi abbiamo imparato a cercarlo in noi stessi.
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Per quanto grave sia la nostra caduta, può tuttavia esserci utile se la trasformiamo in una disciplina che ci induca a riconquistare i privilegi del delirio. Gli eremiti dei primi secoli ci serviranno ancora una volta da esempio. Ci insegneranno come, per elevare il nostro livello psichico, dobbiamo mantenere un conflitto permanente con noi stessi. È a buon diritto che un Padre della Chiesa li ha chiamati «atleti del deserto». Furono dei combattenti di cui ci è difficile immaginare lo stato di tensione, l'accanimento contro sé stessi, le lotte.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Non si potrà mai valutare il numero di orrori che il monachesimo primitivo ha risparmiato all'umanità. Quanti eccessi avrebbero commesso tutti questi eremiti se fossero restati nel secolo! Per il sommo bene del loro tempo ebbero l'ispirazione di esercitare su sé stessi la loro crudeltà. Se i nostri costumi devono addolcirsi, bisognerà imparare a rivolgere contro di noi i nostri artigli, a valorizzare la tecnica del deserto...
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Spogliarsi di ogni cosa e scoprire poi di aver sbagliato strada, languire nella solitudine e non poterla abbandonare! Per un eremita che ce l'ha fatta, mille si sono arenati.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

Tutto ciò che mira ad agire sull'uomo - comprese le religioni - è contaminato da un sentimento grossolano della morte. Ed è per cercarne uno veritiero, più puro, che gli eremiti si rifugiavano in quella negazione della storia che è il deserto, che giustamente paragonavano all'angelo poiché, sostenevano, entrambi ignorano il peccato, la caduta nel tempo. Il deserto, in effetti, fa pensare a una durata trasposta nella coesistenza: uno scorrere immobile, un divenire soggiogato dallo spazio. E' lì che il solitario si ritira, non tanto per accrescere la sua solitudine e arricchirsi d'assenza, quanto per far salire dentro di sé la nota della morte.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

L'eremita assume responsabilità soltanto verso di sé o verso tutti; in nessun caso verso qualcuno. Ci
si rifugia nella solitudine per non avere altri esseri a carico: sé stessi, e l'universo, bastano.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Può accadere che vi sia felicità nel desiderio, ma beatitudine si ha là dove ogni vincolo è spezzato. La beatitudine non è compatibile con questo mondo. Per essa l'eremita distrugge tutti i propri legami, per essa si distrugge.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Non mi stanco mai di leggere sugli eremiti, preferibilmente su coloro dei quali si è detto che erano "stanchi di cercare Dio". Sono ammaliato dai falliti del Deserto.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Una volta chiuse le imposte, mi sdraio nell'oscurità. Il mondo esterno, brusio sempre meno distinto, si volatilizza. Esisto solo io e… qui sta il busillis. Certi eremiti hanno trascorso la vita a dialogare con quello che c'era in loro di più nascosto. Potessi, come quegli eremiti, abbandonarmi all'esercizio estremo in cui si raggiunge l'intimità del proprio essere! È quel dialogo dell'io con il sé, quel passaggio dall'uno all'altro che conta, e che ha valore solo se lo si rinnova senza tregua, in modo che l'io finisca con l'essere riassorbito dall'altro, nella sua versione essenziale.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Un eremita vive in uno stato d'estasi? La sua mancanza d'agi diventa il benessere supremo: deve abbandonarla. 
Jean Cocteau, Oppio, 1927

Fare l'eremita può essere una valida soluzione nella vita: 1) nessun problema di affitto; 2) dieta bilanciata: 3) niente liti coi vicini.
Paolo Dune, Al di qua dell'aldilà, 1998-2016

L’eremita è uno che rinuncia a un mondo frantumato per godere del mondo in maniera totale e senza interruzioni.
Kahlil Gibran, Sabbia e spuma, 1926

I politici hanno bisogno della religione perfino più di un eremita nel suo ritiro. Se un eremita agisce in conseguenza di una cattiva motivazione, non danneggia nessuno al di fuori di sé stesso. Ma se qualcuno in grado di condizionare direttamente l’intera società agisce mosso da una cattiva motivazione, allora un gran numero di persone sarà influenzato in modo negativo.
Tenzin Gyatso (Dalai Lama), La via della tranquillità, 1998

Un giovane andò una volta da un vecchio eremita e gli chiese una norma per vivere. L'eremita rispose: «Tendi verso il raggiungibile». L'adolescente ringraziò e disse che, se non era indiscreto, avrebbe voluto da lui un'altra parola ancora che gli servisse di viatico per la sua strada. Allora l'eremita aggiunse al primo consiglio il secondo: «Tendi verso l'irraggiungibile».
Ernst Jünger, Irradiazioni, 1949 

Si sorride della vita claustrale, eppure mai eremita alcuno visse in modo così irreale, come si vive ai nostri giorni; perché certamente un eremita astraeva da tutto il mondò, ma non astraeva da sé stesso.
Søren Kierkegaard, Postilla conclusiva non scientifica alle briciole filosofiche, 1846

Ha certamente ragione contro la fuga dell'eremita dal mondo, colui che rimane nel mondo a soffrire per la verità; ma non chi, fra i brindisi e le decorazioni, se ne sta nel mondo a godersi la vita!
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

La maggior parte di noi non conosce quella solitudine che è interezza. Potete andare a fare gli eremiti su una montagna, ma inevitabilmente porterete con voi le vostre idee, le vostre esperienze, le vostre tradizioni, la conoscenza che avete accumulato.
Jiddu Krishnamurti, Il libro della Vita, 1997

È forse necessario condurre una vita da eremita per arrivare alla rinuncia del sé?
Jiddu Krishnamurti, Il silenzio della Mente, 2005 (postumo)
È forse necessario condurre una vita da eremita per arrivare alla rinuncia del sé?
(Jiddu Krishnamurti)
Oggi anche gli eremiti hanno la televisione. Un gradino superiore di mortificazione.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

I peccati esigono calorie, la gola gliele fornisce. Perciò i santi eremiti si ritiravano nel deserto a digiunare, cibandosi di erbe e di locuste. Negando al corpo le calorie nell'aldiquà, sottraevano l'anima alle fiamme nell'aldilà.
Cesare Marchi, Quando siamo a tavola, 1990

Viveva a Parigi più solo di un anacoreta nel deserto della Tebaide. Non chiedeva nulla ai suoi simili se non di essere lasciato in pace.
[He lived in Paris more lonely than an anchorite in the deserts of Thebes. He asked nothing his fellows except that they should leave him alone].
William Somerset Maugham, La luna e sei soldi, 1919

Milano è un enorme conglomerato di eremiti.
Eugenio Montale, su Epoca, 1973

L'eremita è come un pozzo profondo. È facile gettarvi dentro un sasso; ma una volta che il sasso abbia toccato il fondo, chi vorrà ripescarlo? Guardatevi dall'offendere l'eremita! Ma se l'avete fatto, allora uccidetelo anche!
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Nascere libero è la maggior grandezza dell’uomo, fatto che rende l’eremita superiore ai re e anche agli dèi, che bastano a sé stessi per la forza, ma non per il disprezzo della forza.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Non si trovano eremiti che ti insegnino a fare l'eremita, perché ovviamente rovinerebbe tutto.
Terry Pratchett, Tartarughe divine, 1992

Siamo folle di eremiti in ampi spazi colmi di solitudine.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Il termine di un'esistenza può essere la contemplazione cenobita di alcuni seni, la contemplazione dell'eremita che prende nelle mani i seni di una donna e li guarda come scorgendo in essi tutta la menzogna della vita, visibile e palese. 
Ramón Gómez de la Serna, Seni, 1918

Il distacco dal mondo e la completa solitudine sono possibili soltanto come aspirazioni, non mai come condizioni stabilmente raggiunte. Asceti ed eremiti – che lo sappiano o no – ingannano sé stessi. Le uniche persone davvero distaccate, a questo mondo, sono quelle lunghe e distese in una bara.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

L'eremita a una bella: "Vade retro, demonio. Non tutti hanno la forza d'imitare sant'Antonio!".
Anonimo

Proverbi sull'Eremita
  • A tre cose non credere: ad alchimista povero, a medico malato e a eremita grasso.
  • Giovine eremita, vecchio diavolo.
  • Il saio non fa l'eremita.
  • Sotto la tonaca dell'eremita si nasconde la coda del diavolo.
Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Ascetismo - Isolarsi - Solitari e Asociali

Nessun commento: