2016-10-24

Giuda - Aforismi, frasi e proverbi

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative su Giuda Iscariota, uno dei dodici apostoli che, secondo il Nuovo Testamento, tradì di Gesù con un bacio per trenta denari. Nel corso dei secoli, Giuda è diventato "il traditore" per antonomasia. La stessa etimologia del termine "tradimento" deriva dal latino "tradĕre", cioè "consegnare", nel senso di "consegnare ai nemici", così come fece Giuda con Gesù. Ecco alcuni passi tratti dal Vangelo secondo Matteo, in cui si racconta del tradimento di Giuda:
"Ecco arrivare Giuda, uno dei Dodici, e con lui una gran folla con spade e bastoni, mandata dai sommi sacerdoti e dagli anziani del popolo. Il traditore aveva dato loro questo segnale dicendo: "Quello che bacerò, è lui; arrestatelo!". E subito si avvicinò a Gesù e disse: "Salve, Rabbì!". E lo baciò. E Gesù gli disse: "Amico, per questo sei qui!". [...] Venuto il mattino, tutti i sommi sacerdoti e gli anziani del popolo tennero consiglio contro Gesù, per farlo morire. Poi, messolo in catene, lo condussero e consegnarono al governatore Pilato. Allora Giuda, il traditore, vedendo che Gesù era stato condannato, si pentì e riportò le trenta monete d'argento ai sommi sacerdoti e agli anziani dicendo: "Ho peccato, perché ho tradito sangue innocente". Ma quelli dissero: "Che ci riguarda? Veditela tu!". Ed egli, gettate le monete d'argento nel tempio, si allontanò e andò ad impiccarsi".
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul tradimento e l'inganno.
Giuda fece per trenta danari quello che molti fanno per molto meno.
(Proverbio - foto: Cattura di Cristo, Caravaggio, 1602 - National Gallery Dublino)
Giuda
© Aforismario

Noi condanniamo l’operato di Giuda, e l’umana ragione giudica che con l’impiccarsi ha piuttosto accresciuto che espiato l’azione dello scellerato tradimento, perché pentendosi a propria condanna col disperare la misericordia di Dio non si lasciò il momento propizio per il pentimento che salva.
Agostino d'Ippona, La città di Dio, 413/426

Secondo la tesi di numerosi biblisti, la damnatio memoriae nei confronti di Giuda e l'esclusione del suo «vangelo», relegato fra gli scritti rifiutati, risponde a un disegno preciso. A mano a mano che il cristianesimo si allontanava dalle originarie radici ebraiche, la polemica fra ebrei e cristiani aumentava e risultava quindi ovvio far ricadere soprattutto sugli ebrei la colpa della morte di Gesù. Giuda incarnava alla perfezione la figura dell'ebreo traditore per denaro.
Corrado Augias e Mauro Pesce, Inchiesta su Gesù, 2006

Preferisco l'abbraccio di giuda alla stretta di mano del prete.
Mirko Badiale (Aforismi inediti su Aforismario)

La chiesa, che ha canonizzato tanti individui, non si è mai pronunciata sulla dannazione di alcuno. Neppure su quella di Giuda, che divenne per così dire l'esponente di quello di cui tutti i peccatori sono corresponsabili. Chi può sapere di che tipo fu il pentimento che egli provò, quando vide che Gesù era stato condannato?
Hans Urs von Balthasar, Sperare per tutti, 1987

In un certo senso Giuda è, al di fuori di Gesù, il personaggio più importante dei Vangeli. Perché egli solo, fra tutti gli apostoli, operò attivamente in quella situazione decisiva al compimento della volontà di Dio, che divenne poi la sostanza del Vangelo.
Karl Barth, in Helmut Gollwitzer, Dogmatica ecclesiale, 1969

"Mio marito mi tradisce" si lamenta la moglie di Giuda.
Romano Bertola, Includetemi fuori, 2003

Forse a nessuno è stata risparmiata l’esperienza del tradimento. La figura di Giuda che un tempo ci era così incomprensibile, oggi non ci è quasi più estranea. L’atmosfera in cui viviamo oggi è così inquinata di diffidenza che rischiamo di restarne soffocati.
Dietrich Bonhoeffer, Resistenza e resa, 1951 (postumo)

Il tradimento di Giuda non fu casuale; fu cosa prestabilita, e che ebbe il suo luogo misterioso nell'economia della redenzione. Incarnandosi, il Verbo passò dall'ubiquità allo spazio, dall'eternità alla storia, dalla felicità senza limiti alla mutazione e alla morte; per rispondere a tanto sacrificio, era necessario che un uomo, in rappresentanza di tutti gli uomini, facesse un sacrificio condegno.
Jorge Luis Borges, Finzioni, 1944

− La taglia su Cheyenne è di 5000 dollari, giusto?
− Giuda si è accontentato di 4970 dollari in meno.
− Non c'erano i dollari allora.
− Già, ma i figli di puttana si.
Charles Bronson e Jason Robards, in Sergio Leone, C'era una volta il West, 1968

Raramente fu dato un bacio che non fosse bacio di Giuda.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Preferisco le labbra di Giuda alle dita incredule di Tommaso.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

Desideroso di coprirmi di ignominia, invidiavo tutti quelli che si esponevano ai sarcasmi, al veleno degli altri e che, accumulando onta su onta, non si lasciavano sfuggire alcuna occasione di solitudine. Giunsi così a idealizzare Giuda che, rifiutando di sopportare ancora l'anonimato della devozione, volle distinguersi col tradimento. Non per venalità, mi piaceva pensare, ma per ambizione egli "consegnò" Gesù. Sognava di essergli pari, di equivalergli nel male; nel bene, con un tale concorrente, non aveva modo di distinguersi. Siccome l'onore di essere crocifisso gli era precluso, seppe fare dell'albero di Hakeldama una replica della Croce.
Emil Cioran, La tentazione di esistere, 1956

La sapienza divina aveva preveduto che Giuda, libero di non dare il bacio del traditore, l'avrebbe tuttavia dato. In tale modo essa ha adoperato il delitto dell'Iscariota a guisa di pietra nell'edificio meraviglioso della redenzione.
Anatole France, Taide, 1890

Niente impedisce di dire a tutti coloro che si sentono traditi che forse un giorno hanno scelto chi li avrebbe traditi per poter incontrare se stessi, come un giorno Gesù scelse Giuda per incontrare il suo destino.
Umberto Galimberti, D la Repubblica delle Donne, 2011

Voi maledite Giuda perché egli vendette il suo Maestro per poche monete d’argento, ma poi benedite coloro che Lo vendono tutti i giorni.
Kahlil Gibran, Spiriti ribelli, 1908
Che grande uomo politico sarebbe stato Giuda! (Achille Tournier)
Una delle espressioni più commoventi dell'Umanità di Cristo, son le Sue parole a Giuda: «Ciò che hai da fare, fallo presto». Gesù ben sapeva, in virtù della sua prescienza, che Giuda l'avrebbe tradito. Ma questa Sua inquietudine di uomo, questo titubare all'approssimarsi del momento decisivo ha avuto anch'esso il suo posto e sarà una consolazione per molti quando lo ricorderanno nell'ora della tribolazione.
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

Ho visto tanti Giuda tutti in buona fede.
Luciano Ligabue, Atto di fede, 2010

È sbagliato giudicare un uomo dalle persone che frequenta. Giuda, per esempio, aveva degli amici irreprensibili.
Marcello Marchesi, Il malloppo, 1971

Simbolo del tradimento è Giuda. Ma era solo un piccolo mercante maldestro che ha venduto per pochi soldi una merce di valore inestimabile (quanto farebbero trenta denari in dollari?). Un pover’uomo che poi, per rimorso, si è impiccato. Un vero traditore è invece tranquillo quando ha il suo tornaconto e se col suo lavoro appaga l’amor proprio, che secondo il gobbo di Recanati è la molla di tutti i comportamenti umani. Il suo voltafaccia non è un volgare adattamento alle circostanze ma una sublimazione di sé. E non s’impicca.
Luigi Pintor, Il nespolo, 2001

Giuda è stato uomo come io sono uomo: Non peggiore, non più peccatore di me.
Luigi Santucci, Volete andarvene anche voi?, 1969

Chi sono i veri anti-cristiani? Quelli che si mostrano ostili alla Chiesa e al clero? I miscredenti che disapprovano i precetti della religione cristiana? O piuttosto i giuda e i farisei che si dicono seguaci di Cristo e che ogni giorno smentiscono il suo insegnamento coi fatti? Dove, poi, sia piú facile incontrare questa “razza di vipere”, è inutile dirlo.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Guardiamo la compassione di Cristo per Giuda, l'uomo che ha ricevuto tanto amore e tuttavia ha tradito il suo Maestro, il Maestro che mantenne un sacro silenzio e che non lo avrebbe tradito dinanzi ai suoi compagni. Gesù avrebbe potuto facilmente parlare pubblicamente e rivelare agli altri le intenzioni nascoste del gesto di Giuda, ma non lo fece. Preferì, piuttosto, usare misericordia e carità; invece di condannarlo, lo chiamò amico. Se soltanto Giuda avesse guardato Gesù negli occhi come fece Pietro, oggi Giuda sarebbe stato l'amico della misericordia di Dio.
Madre Teresa di Calcutta, Meditazioni, 1996

Lei è un traditore, un Giuda, lei di cognome fa Colabona, ma dovrebbe chiamarsi Colagiuda.
Totò (Antonio De Curtis), in Sergio Corbucci, Chi si ferma è perduto, 1960

Che grande uomo politico sarebbe stato Giuda!
Achille Tournier, Pensieri d'autunno, 1888

− Mo tutte quante "Giuda traditore", "Giuda traditore". Cioè s'anna conosce prima e' fatt, eh? Giuda avrà avuto una ragione per fare na' cosa del genere, no?
− Eh no! Per soldi.
− Eh, per soldi, e non è una ragione, scusa? Basta che 'o facevano nascere ricco e già s'evitava tutta st'ammuina, sta cosa... l'uccisione, 'o tradimento... cioè pecche quando uno non conosce la gente nun me piace giudica, capito?... Pecche mette che tu n’ha bisogno proprio. A un certo punto, ‘sti trenta denari quanto potevano essere? Mettiamo due trecentomilalire quattrocento ca ne so, però quello avrà messo a posto le cose sue pecche mette per esempio che va a casa e ‘a mugliera ogni volta... Giuda tu devi andare a lavorare, Giuda ‘u padrone di casa, a luce, l’acqua - per dire - ‘u telefono... A un certo punto quello, tutte ‘ste cose! [...] s’è visto ‘sti trenta denari in mano e ha detto “ma chemmene importa... mo’ metto a posto ‘a famiglia.
Massimo Troisi, in Ricomincio da tre, 1981

Giuda amava Gesù, e il bacio che gli diede fu certamente di una tenerezza infinita. Egli era atrocemente geloso di Giovanni e di Pietro che gli erano stati preferiti. Il bacio di morte era il solo che potesse dare. Lo diede. Con esso uccise colui che amava e si uccise. È un «dramma» d'amore come ce ne sono tanti.
Paul Valéry, Quaderni, 1894/1945 (postumi, 1957/61)

Al giorno d'oggi tutti i grandi uomini hanno dei discepoli, ma è sempre un giuda a scriverne la biografia.
Oscar Wilde, Il critico come artista, 1889
È sbagliato giudicare un uomo dalle persone che frequenta.
Giuda, per esempio, aveva degli amici irreprensibili. (Marcello Marchesi)
Proverbi su Giuda
  • Anche gli Apostoli ebbero un Giuda
  • Donna che piange, caval che suda bugiardi come Giuda.
  • Fra i dodici Apostoli c’era un traditore.
  • Giuda fece per trenta danari quello che molti fanno per molto meno.
  • Giuda non dette un solo bacio.
  • Giuda una volta, Giuda sempre.
  • La pecora nera ci fu anche fra gli Apostoli
  • La virtù che bisogna pagare, non vale un bacio di Giuda.
  • Se i maestri valessero a fare il discepolo, Giuda sarebbe santo.
Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Tradimento e Inganno - Gesù

Nessun commento: