2016-10-01

Sadismo e Masochismo - Frasi sul Sadomasochismo

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sul sadismo, il masochismo e il sadomasochismo. I due termini sono qui considerati insieme perché di fatto il sadico non può fare a meno del masochista, e viceversa. Il termine sadismo, coniato dallo psichiatra austriaco Richard von Krafft-Ebing (1840-1902) derivandolo dal nome dallo scrittore francese de Sade (1740-1814), indica la tendenza a trarre piacere dalla sofferenza e dall'umiliazione altrui. Il termine masochismo, anche questo coniato da Krafft-Ebing derivandolo dal nome dello scrittore tedesco Sacher-Masoch (1836-1895), indica la tendenza a trarre piacere dal subire sofferenze e umiliazioni.
Riguardo al sadismo, scrive Erich Fromm: "Qual è l'essenza degli impulsi sadici? [...] L'essenza non è il desiderio di infliggere dolore ad altri. Le varie forme di sadismo che possiamo osservare risalgono a un unico fondamentale impulso, a quello cioè di dominare totalmente un'altra persona, di renderla un oggetto impotente della propria volontà, di diventare il dominatore assoluto su di lei, di diventare il suo dio, di fare di lei ciò che si vuole. Umiliarla, renderla schiava, sono mezzi per raggiungere questo fine; e il fine radicale è di farla soffrire, poiché non c'è maggior potere su un'altra persona di quello di infliggerle dolore, di costringerla a subire sofferenze senza potersi difendere". [Fuga dalla libertà, 1941].
Riguardo al masochismo, Krafft-Ebing lo descrive come "quella particolare perversione della vita sessuale e psichica consistente nel fatto che l'individuo, nei suoi sentimenti e nei suoi pensieri erotici, è ossessionato dall'idea di essere sottomesso in modo assoluto e senza condizioni ad una persona di un altro sesso, di essere trattato da questa in modo altezzoso, fino al punto di subire anche umiliazioni e torture". [Psychopathia Sexualis, 1886].
Erich Fromm scrive: "C'è un fenomeno che dimostra come la sofferenza e la debolezza possano essere la meta di una ricerca umana: la "perversione masochistica". Qui scopriamo che ci sono persone che del tutto coscientemente vogliono soffrire in un modo o nell'altro, e che ne godono. Nella perversione masochistica, una persona prova eccitazione sessuale nel sentire un dolore inflittole da un'altra persona. Ma questa non è la sola forma di perversione masochistica. Spesso non viene cercata proprio la sofferenza, ma l'eccitazione e la soddisfazione provocate dall'essere fisicamente costretti, resi impotenti e deboli. Spesso nella perversione masochistica non si desidera altro che esser resi deboli «moralmente», esser trattati o apostrofati come se si fosse dei bambini, o venir sgridati o umiliati in vari modi". [Fuga dalla libertà, 1941].
La seguente raccolta di citazioni è suddivisa in tre paragrafi, in cui sadismo e masochismo sono considerati prima in rapporto tra loro (sadomasochismo) e poi separatamente. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'umiliazione, la perfidia e la perversità.
"Picchiami!" disse un giorno Masoch a Sade, e quest'ultimo rispose:
"Non ci penso nemmeno" (Luciano De Crescenzo)
1. Sadomasochismo
© Aforismario

"Picchiami!" disse un giorno Masoch a Sade, e quest'ultimo rispose: "Non ci penso nemmeno".
Luciano De Crescenzo, I pensieri di Bellavista, 2005

Il piacere del sadico è di umiliare l'orgoglio della vittima, quello della vittima è di veder umiliato e degradato il proprio orgoglio. Perché questo possa avvenire, il masochista deve possedere quindi un orgoglio e quanto più è forte tanto maggiore è il piacere di entrambi. Ne consegue che i più grandi masochisti sono, paradossalmente, i ”massimamente orgogliosi”, le persone che hanno una precisa coscienza di sé e del proprio valore.
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Nell'erotismo il sadomasochismo più che al dolore fisico si lega alla grande categoria psicologica dell'umiliazione, di cui il ridicolo è una delle componenti più forti. Umiliazione e ridicolo sono più distruttivi di qualsiasi violenza fisica.
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Poiché il gioco erotico è consensuale, l'uomo che ha pulsioni sadiche, per quanti sforzi faccia per mettere la donna in situazioni degradanti, non riesce mai ad averne ragione. Il piacere di lei annulla quello di lui. Il masochista è invincibile.
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Il problema irrisoluto e irrisolubile del sadico quando si trova di fronte il masochista (e nel sesso la donna lo è per ruolo) è che costui gode di ciò che subisce.
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Nel gioco erotico la pulsione sadica dell'uomo è beffardamente frustrata dal masochismo della donna. Se a lui piace umiliare, a lei piace essere umiliata. E ciò che il sadico esattamente non vuole è che la vittima goda della violenza che le viene fatta. «Frustami! Frustami!» implora il masochista della barzelletta. «No» risponde, coerente, il sadico.
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Sia gli impulsi masochistici che quelli sadici tendono ad aiutare l'individuo a sfuggire all'intollerabile sentimento di solitudine e impotenza che egli prova.
Erich Fromm, Fuga dalla libertà, 1941

Mentre la dipendenza della persona masochista è ovvia, dalla persona sadica ci aspetteremmo esattamente l'opposto: sembra così forte e dominante, e l'oggetto del suo sadismo così debole e sottomesso, che è difficile considerare il forte come dipendente da colui su cui domina. E tuttavia un'attenta analisi mostra che le cose stanno proprio così. Il sadico ha bisogno della persona su cui esercita il suo dominio, ne ha proprio un grande bisogno, dato che il suo sentimento di forza ha radice proprio nel fatto che è il dominatore di qualcuno.
Erich Fromm, Fuga dalla libertà, 1941

Il sadico è legato al succubo così come quest'ultimo è subordinato al primo; non può nemmeno vivere, senza l'altro. La differenza sta solo nel fatto che il sadico domina, intraprende, offende, umilia, e il masochista è comandato offeso, umiliato.
Erich Fromm, L'arte di amare, 1956

Che cos'è un sadico? Un sadico è una persona gentile con un masochista.
[What is a sadist? A sadist is a person who is kind to a masochist].
Arthur Koestler (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)
Un sadico è una persona gentile con un masochista. (Arthur Koestler)
La divisione dell'umanità in sadici e masochisti è quasi altrettanto stolta quanto una divisione in mangiatori e digeritori. Comunque, anche a prescindere dalle abnormità, ci. sono pur sempre delle persone che digeriscono meglio di quanto non mangino e viceversa. E così, per quanto riguarda masochismo e sadismo, si potrà arrivare tranquillamente a dire che una persona sana dispone di ambedue le perversioni. In tutto questo, di brutto ci sono solo le parole.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Un uomo con fantasia artistica riesce ancora a diventare masochista di fronte a una donna vera e sadico con una donna finta. Da quest'ultima si espelle brutalmente la coltivata snaturatezza, finché non traspare la donna. Di fronte a colei che lo è già non resta altro che adorarla.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

I sadici e i masochisti dovrebbero costituire di comune accordo società autonome, trusts e stati.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Non siate crudeli, non raddolcite la vita ai masochisti!
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

I suicidi sono omicidi timidi. Masochismo invece di sadismo.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

Supplica del masochista: "Fammi male!". Risposta del sadico: "No!".
Anonimo

I sadici, per lo meno, non sono indifferenti alle sofferenze che provocano.
(Natalie Clifford Barney)
2. Sadismo
© Aforismario

È più crudele tagliare la testa a una mantide per motivi scientifici che non perché in quel momento non si ha altro da fare o per sadismo o per gioco.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

I sadici, per lo meno, non sono indifferenti alle sofferenze che provocano.
[Au moins les sadiques ne sont pas indifférents aux souffrances qu'ils causent].
Natalie Clifford Barney, Pensieri di un'amazzone, 1920

Misogino. Ha capito tutto: loro ci guadagnano sempre. E non si presta. È il vero sadico.
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Nel sadico l'atavica paura della donna, che è di ogni uomo, raggiunge un livello patologico. Alla base il sadico è un pavido e un vigliacco, un imbelle che ha paura di misurarsi con la realtà.
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Le tendenze sadiche per ovvie ragioni sono di solito meno coscienti, e più razionalizzate delle socialmente più innocue tendenze masochistiche. Spesso sono totalmente mascherate da formazioni
reattive di sovrabontà o di eccessiva sollecitudine per gli altri.
Erich Fromm, Fuga dalla libertà, 1941

Il sadismo non si identifica con la distruttività, anche se è in larga misura legato ad essa. La persona distruttiva vuole distruggere l'oggetto, ossia eliminarlo e sbarazzarsene. Il sadico vuole dominare il suo oggetto e perciò se esso scompare subisce una perdita.
Erich Fromm, Fuga dalla libertà, 1941

Il sadismo appare spesso sotto la maschera dell'amore. Dominare un'altra persona, pretendendo che il dominarla sia nel suo interesse, appare spesso come un'espressione d'amore, ma il fatto essenziale è il godimento del dominio.
Erich Fromm, Fuga dalla libertà, 1941

Il sadico vuole sfuggire alla propria solitudine e al proprio senso d'isolamento impossessandosi di un'altra persona. Sublima sé stesso incorporando un altro essere, che lo idolatra.
Erich Fromm, L'arte di amare, 1956

Sadismo (e masochismo) come perversioni sessuali costituiscono soltanto una frazione di tutto il sadismo che non coinvolge nessun comportamento sessuale. Il comportamento sadico non-sessuale, che mira a infliggere la pena "fisica" fino all'estremo della morte, ha come oggetto esseri inermi, persone o animali. Prigionieri di guerra, schiavi, nemici sconfitti, bambini, malati (soprattutto i malati di mente), detenuti delle carceri, non-bianchi disarmati, cani: tutti sono stati fatti oggetto di sadismo fisico, che spesso è arrivato alle torture più crudeli. Dagli spettacoli atroci dell'antica Roma fino ai moderni reparti di polizia, si è fatto uso della tortura camuffandola sotto pretesti religiosi o politici, e talvolta semplicemente per il divertimento delle masse sfruttate. Il Colosseo di Roma è uno dei più grandi monumenti al sadismo umano.
Erich Fromm, Anatomia della distruttività umana, 1973

Il desiderio di compiere l'esperienza dell'unione con altri si manifesta anche nelle più basse forme di comportamento, a esempio negli atti di sadismo e distruzione, non meno che nelle forme supreme, come la solidarietà fondata su un ideale o su una convinzione.
Erich Fromm, Avere o essere?, 1976

Per quanto meno infami dei meri sadici, i burocrati sono più pericolosi, perché in loro non c'è neppure un conflitto tra coscienza e dovere: la loro coscienza consiste nel compiere il proprio dovere; e ai loro occhi, gli esseri umani quali oggetti di empatia e compassione, semplicemente non esistono.
Erich Fromm, Avere o essere?, 1976

Le donne sono sadiche. Ci tormentano con le sofferenze che procuriamo loro.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Il sadismo si manifesta spesso nella mancanza di qualunque sentimento.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

Nella civetteria delle ragazze giovani c'è molto sadismo - dicono i signori d'una certa età.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

La natura è sadica, com'è dimostrato dalla constatazione che raramente ciò che giova al corpo è di giovamento anche all'anima.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

In ogni sadico c'è quella sete del male che i tristi non sono in grado di soddisfare.
Marcel Proust, Alla ricerca del tempo perduto, 1913/27

Ho dovuto lasciar perdere il masochismo – mi piaceva troppo. (Mel Calman)
3. Masochismo
© Aforismario

Molte donne si dilettano nel loro ruolo di vittime predestinate, sono dolorose schiave dei propri mariti e figli, e in ciò provano una gioia masochistica
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

Oggi lo psicanalista mi ha indicato un tizio che stava uscendo: «Lo vede quello? Brutto caso. Masochismo. Non riesce a liberarsi dell’ossessione di farsi piantare dei chiodi in tutto il corpo». «Pensa di guarirlo?» «Certamente! Con l’agopuntura.»
Romano Bertola, Le caramelle del diavolo, 1991

Che vergogna, dopo un'onorata carriera di masochista scoprire che mi voglio bene!
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Ho dovuto lasciar perdere il masochismo – mi piaceva troppo.
[I had to give up masochism – I was enjoying it too much].
Mel Calman, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Le donne sono fatte per soffrire. Masoch è il loro dio. Se non le violentiamo più, non le tradiamo più, non le umiliamo più, non riusciremo più a fermarne i piagnistei!
Louis-Ferdinand Céline (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Gli uomini preferiscono le stronze. Ma, se non sono proprio idioti o del tutto masochisti, cercano di sposare le altre. 
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Le donne belle, come i ricchi, sono masochiste. Se lo possono permettere. Le brutte no. Sono già troppo umiliate. Per loro effettivamente il cunnilingus può essere un atto compensativo, un omaggio gradito, un illudersi che ciò che hanno fra le gambe abbia un valore in sé, a prescindere dal contorno.
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

La sofferenza che la nevrosi comporta è proprio ciò che rende preziosa la malattia per la tendenza masochistica.
Sigmund Freud, Il problema economico del masochismo, 1924

Sempre, quando esiste la prospettiva di ricevere uno schiaffo, il vero masochista porge la guancia.
Sigmund Freud, Il problema economico del masochismo, 1924

La forma passiva dell'unione simbiotica è quella della sottomissione, o, per usare un termine clinico, del masochismo. Il masochista sfugge all'insopportabile senso di separazione e solitudine rendendosi parte di un'altra persona che lo domina, lo guida, lo protegge; che è la sua vita e il suo ossigeno, per così dire.
Erich Fromm, L'arte di amare, 1956

Le tendenze masochistiche vengono spesso avvertite come chiaramente patologiche o irrazionali. Più frequentemente vengono razionalizzate. La subordinazione masochistica viene concepita come amore o fedeltà, i sentimenti di inferiorità come la adeguata espressione di effettive manchevolezze, e la propria sofferenza come interamente dovuta a circostanze immutabili.
Erich Fromm, Fuga dalla libertà, 1941

Le diverse forme che assumono le tendenze masochistiche hanno un solo scopo: "disfarsi dell'io individuale, perdersi" ; in altre parole "disfarsi del peso della libertà" .
Erich Fromm, Fuga dalla libertà, 1941

Nella perversione masochistica come nel masochismo morale, la sofferenza non è il vero fine. In entrambi i casi è il mezzo per raggiungere un fine: dimenticare il proprio essere.
Erich Fromm, Fuga dalla libertà, 1941

La persona masochista, sia che il suo padrone sia un'autorità esterna, sia che lo abbia interiorizzato come coscienza o ossessione psichica, è al riparo dal dovere di decidere, è affrancata dalla responsabilità decisiva per la sorte del proprio io, e pertanto è affrancata dal dubbio circa la decisione da prendere. E' anche salvata dal dubbio circa il significato della sua vita, o dal dubbio su chi «essa» sia.
Erich Fromm, Fuga dalla libertà, 1941

C'è chi accetta le disgrazie come se le avesse desiderate. E una specie di masochismo spirituale, che gode generalmente di grande considerazione.
Joan Fuster, Giudizi finali, 1960/68

Il masochista non si cura per paura di star meglio.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Il «masochismo» è l'incapacità di sentire il piacere se non nella sofferenza o la capacità di trarre piacere dalle sofferenze?
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Anche i masochisti confessano se torturati. Lo fanno per riconoscenza.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Non esiste situazione tanto drammatica o tragica, da non poterne trarre un sotterraneo, seppur masochista, piacere personale.
Marco Oliverio (Aforismi inediti su Aforismario)

Siccome Dio poteva creare una libertà che non consentisse il male ne viene che il male l'ha voluto lui. Ma il male lo offende. È quindi un banale caso di masochismo. 
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

La ginnastica, il footing e le attività del genere sono in gran parte masochistiche, punitive della nostra istintiva passione per la spaparanzata.
Alberto Sordi (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

A volte, pur senza essere dei masochisti integrali, capita di rivoltolarsi nel proprio dolore come maiali nel fango.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Il primo cui venne in mente che dio fosse “infinitamente buono” doveva essere un tipo davvero stravagante, oppure un gran masochista.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: PerversioneUmiliazione - Perfidia e Perversità

Nessun commento: