2016-10-18

Suggestione - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più interessanti sulla suggestione e sulle persone suggestionabili.
Umberto Galimberti definisce la suggestione come l'"accettazione acritica di un'opinione, di un'idea, di un comportamento che nasce ο dal soggetto stesso (autosuggestione) ο dall'influenza di altri (eterosuggestione). La suggestione ha un meccanismo ideativomotorio simile all'imitazione tipica dei bambini nei confronti degli adulti e svolge un ruolo importante nelle relazioni interpersonali, per cui è oggetto di studio nell'ambito della psicologia sociale, nei trattamenti terapeutici come l'ipnosi che si fonda quasi esclusivamente sulla suggestione, nel trattamento psicoanalitico dove non è escluso l'elemento suggestivo, e nella terapia suggestiva che consiste nell'offrire al paziente immagini positive che modificano adeguatamente il suo stato. Il grado di influenzabilità individuale attraverso suggestione prende il nome di suggestionabilità che assume forme patologiche nelle personalità isteriche e immature, fino ai livelli di obbedienza automatica nelle schizofrenie catatoniche". [Dizionario di psicologia, UTET, 1992].
Aldous Huxley scrive: "La suggestionabilità è una delle caratteristiche che variano più considerevolmente da individuo a individuo. Certamente i fattori ambientali contribuiscono a rendere una persona più reattiva d'un'altra alle suggestioni; ma è altrettanto certo che nella suggestionabilità degli individui esistono differenze costituzionali. Piuttosto rara la resistenza estrema alla suggestione. Ed è una fortuna: infatti se tutti gli uomini fossero così ostici alla suggestione come alcuni sono, la vita sociale diventerebbe impossibile. Le società funzionano con bastevole efficienza proprio perché, in varia misura, la maggioranza degli uomini non resistono alla suggestione. Altrettanto rara è la suggestionabilità estrema. E anche questa è una fortuna. Perché se la maggioranza di noi reagisse alle suggestioni esterne allo stesso modo degli uomini e delle donne che soffrono di estrema suggestionabilità, la scelta libera e razionale diventerebbe virtualmente impossibile per la maggioranza dell'elettorato, e le istituzioni democratiche non potrebbero sopravvivere; anzi forse nemmeno nascere". [Ritorno al mondo nuovo, 1958].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla persuasione la manipolazione mentale e l'ipnosi.
La suggestionabilità si basa sull'impotenza dell'individuo e sul timore-rispetto
verso i leader. (Erich Fromm - foto: Orwell 1984 © Michael Radford 1984)
Suggestione
© Aforismario

È capitato a tutti di prendere delle cantonate in amore. La suggestione iniziale può abbagliare, si può sbagliare nel valutare una persona soprattutto nell'innamoramento che spesso si trasforma in un progetto diabolico, spingendo a fare errori a ripetizione.
Paolo Crepet, Sull'amore, 2006

Facciamo quotidianamente esperienza della suggestione in tante forme diverse. Alcune, come la pubblicità, sono ovvie e dirette. Altre invece si manifestano in modo sottile e occulto, ed è molto più difficile proteggersi da questo tipo di influenza. 
Annalisa Faliva, Invito al benessere, 2008

Alla luce della conoscenza ricavata dalla psicoanalisi possiamo descrivere la differenza fra la suggestione ipnotica e quella psicoanalitica nel seguente modo: la terapia ipnotica cerca di ricoprire e mascherare qualcosa nella vita psichica, quella analitica di mettere allo scoperto e di allontanare qualcosa. La prima opera come una cosmesi, la seconda come una chirurgia. La prima utilizza la suggestione per proibire i sintomi, rafforza le rimozioni, ma per il resto lascia immutati tutti i processi che hanno condotto alla formazione dei sintomi. La terapia analitica penetra molto più alle radici, là dove sono i conflitti dai quali sono scaturiti i sintomi, e si serve della suggestione per modificare l'esito di questi conflitti.
Sigmund Freud, Psicologia delle masse e analisi dell'Io, 1921

Sia che una madre dica alla figlia: «So che non ti piacerà uscire con quel ragazzo»; o che una réclame suggerisca: «Fumate questa marca di sigarette: vi piacerà la loro freschezza»: è sempre una stessa atmosfera di sottile suggestione che in realtà pervade tutta la nostra vita sociale. L'autorità anonima è più efficace dell'autorità palese, perché non si sospetta mai che ci sia un ordine che si è tenuti a osservare. Nell'autorità esterna è chiaro che c'è un ordine, ed è chiaro chi lo dà; si può combattere contro questa autorità, e in questa lotta l'indipendenza personale e il coraggio morale si possono sviluppare. Ma mentre nell'autorità interiorizzata il comando, benché interno, resta visibile, nell'autorità anonima sia il comando che chi lo dà sono diventati invisibili. È come trovarsi sotto il fuoco di un nemico invisibile. Non c'è nessuno e non c'è nulla contro cui combattere.
Erich Fromm, Fuga dalla libertà, 1941

Siamo inclini a credere che persone autorevoli siano dotate di meravigliose qualità immaginarie e siamo incapaci di riconoscere la loro vera statura morale. Il bambino che non ha ancora assorbito un sufficiente senso di rispetto per le autorità è l’unico che possa accorgersi che l’Imperatore è nudo e che non indossa vesti invisibili; mentre tutti gli altri, persuasi che il non vedere gli indumenti costituisca una prova della loro anormalità, cedono alla suggestione e credono di vedere qualcosa che i loro occhi non sono assolutamente in grado di vedere.
Erich Fromm, Il linguaggio dimenticato, 1951

Nella civiltà occidentale contemporanea, l'unione col gruppo è la maniera più frequente per superare l’isolamento. È un’unione in cui l'individuo si annulla in una vasta comunità, e il suo scopo è quello di far parte del gregge. Se io sono uguale agli altri, sia nelle idee che nei costumi, non posso avere la sensazione di essere diverso. Sono salvo: salvo dal terrore della solitudine. Il sistema dittatoriale si vale di minacce e di terrore per ottenere questa uniformità; i paesi democratici, di suggestione e propaganda.
Erich Fromm, L'arte di amare, 1956

Il potere di suggestione esercitato da una classe dirigente è proporzionale al potere del gruppo sui governati e/o alla capacità dei capi di usare un elaborato sistema ideologico per ridurre la facoltà di pensiero critico e indipendente.
Erich Fromm, Anatomia della distruttività umana, 1973

La suggestionabilità si basa sull'impotenza dell'individuo e sul timore-rispetto verso i leader.
Erich Fromm, Anatomia della distruttività umana, 1973

Probabilmente l'uomo non sarebbe così suggestionabile se non fosse per la sua esigenza vitale di uno schema di orientamento coesivo. Più un'ideologia pretende di dare la risposta a tutti gli interrogativi, più è attraente; forse è proprio per questo motivo che i sistemi di pensiero irrazionali, oppure decisamente folli, affascinano con tanta facilità la mente dell'uomo.
Erich Fromm, Anatomia della distruttività umana, 1973

Il bombardamento operato con metodi puramente suggestivi in campo pubblicitario, soprattutto per quanto riguarda i «caroselli» televisivi e simili, è idiotizzante; è un attacco contro la ragione e il senso della realtà, che perseguita l'individuo ovunque e a tutte le ore del giorno.
Erich Fromm, Avere o essere?, 1976

Una parte immensa della pubblicità moderna non fa appello alla ragione, ma all'emozione; come qualsiasi altro tipo di suggestione ipnotica, cerca di colpire i suoi oggetti emotivamente e poi di renderli sottomessi intellettualmente.
Erich Fromm, Avere o essere?, 1976

Soprattutto in ambito politico, le elezioni sempre più si riducono a plebisciti nei quali l'individuo può esprimere preferenze per questa o quella di due liste di politici professionali e nella migliore delle ipotesi si può affermare che viene governato con il suo consenso. Ma i mezzi per ottenere il suo consenso sono quelli della suggestione e manipolazione.
Erich Fromm, La disobbedienza e altri saggi, 1981 (postumo)

Si tratti del consumo di alimenti, indumenti, liquori, sigarette, pellicole cinematografiche, programmi televisivi, un possente apparato di suggestione è messo in opera con due scopi: in primo luogo, incrementare di continuo l'appetito del singolo per nuove merci; in secondo luogo, incanalare gli appetiti stessi nelle direzioni più proficue per l'industria.
Erich Fromm, La disobbedienza e altri saggi, 1981 (postumo)

I veri problemi psicologici sono quello della dipendenza dell'uomo dai propri idoli, la mancanza di senso critico, la suggestionabilità, e tutto ciò che è legato a una carenza di sviluppo psicologico.
Erich Fromm, La disobbedienza e altri saggi, 1981 (postumo)

L'idea del cittadino responsabile e ben informato che partecipa a tutte le decisioni importanti della collettività è il cardine della democrazia. Ma a causa dell'aumento della popolazione e delle tecniche di suggestione di massa, la sostanza della democrazia si va indebolendo
Erich Fromm, I cosiddetti sani, 1991 (postumo)
La maggior parte degli individui son sempre semidesti e passano nella vita
come sonnambuli, obbedienti alle suggestioni altrui. (Aldous Huxley)
Le parole (a causa, senza dubbio, del condizionamento della prima infanzia) accumulano un potere di suggestione così prodigioso da giustificare, in certo qual modo, la credenza negli incantesimi e nelle formule magiche.
Aldous Huxley, I diavoli di Loudun, 1952

Riuniti in folle, gli stessi uomini e le stesse donne si comportano come se non possedessero né ragione né libero arbitrio. L'ebbrezza di massa li riduce a una condizione di irresponsabilità interpersonale e antisociale. Drogati dal veleno misterioso che ogni gregge eccitato secerne, essi cadono in uno stato di altissima suggestionabilità, simile a quello che segue un'iniezione di sodio amytal o l'induzione, con qualsiasi mezzo, di un leggero trance ipnotico. In questo stato essi crederanno qualsiasi assurdità che possa essere loro urlata, eseguiranno qualsiasi comando o esortazione, per quanto insensati, pazzi o criminali.
Aldous Huxley, I diavoli di Loudun, 1952 [appendice]

I cerimoniali religiosi e politici sono graditi alle masse come opportunità di ubriacature o "avvelenamento di gregge", e dai loro governanti come opportunità per introdurre suggestioni in menti che hanno cessato momentaneamente di essere capaci di ragione o di libero arbitrio.
Aldous Huxley, I diavoli di Loudun, 1952 [appendice]

La maggioranza degli uomini son sempre semidesti e passano nella vita come sonnambuli, obbedienti alle suggestioni altrui.
Aldous Huxley, Ritorno al mondo nuovo, 1958

Il dittatore scientifico del futuro collocherà le sue macchine mormoranti e i suoi proiettori subliminali nelle scuole e negli ospedali, perché bambini e malati sono suggestionabilissimi, e in tutti i luoghi pubblici dove sia possibile assoggettare la gente ad un processo preliminare di rammollimento, mediante oratoria o qualche rituale.
Aldous Huxley, Ritorno al mondo nuovo, 1958

Adunata in folla, la gente perde la capacità di ragionare, di compiere una scelta morale. Diventa suggestionabile al punto di non avere più giudizio o volontà propria.
Aldous Huxley, Ritorno al mondo nuovo, 1958

Gli individui devono essere suggestionabili quanto occorre perché abbiano volontà e capacità di far funzionare la loro società; ma non suggestionabili al punto di cadere disperatamente sotto l'incantesimo di coloro che per professione manipolano il cervello del prossimo.
Aldous Huxley, Ritorno al mondo nuovo, 1958

Dinanzi all'ideale della democrazia e della libertà si leva la sostanza bruta della suggestionabilità umana. Un quinto dell'elettorato si lascia ipnotizzare quasi in un batter d'occhio; un settimo non avverte più dolore dopo un'iniezione d'acqua pura; un quarto reagisce in modo rapido ed entusiastico all'ipnopedia. E a tutte queste minoranze fin troppo disposte alla cooperazione dobbiamo aggiungere le maggioranze più lente a muoversi, con una suggestionabilità meno spiccata, ma pur sempre sfruttabile da chi sappia il suo mestiere, e sia pronto a spendere il tempo e il lavoro necessario.
Aldous Huxley, Ritorno al mondo nuovo, 1958

La suggestionabilità si manifesta in tutta la natura degli isterici potendo essi adattarsi a ogni ambiente. Sono talmente influenzabili che sembrano non avere più alcuna natura propria. Sono così come è il loro ambiente del momento, criminali, religiosi, laboriosi, entusiasti per le idee suggestivamente ispirate, che essi sostengono tanto rapidamente, e con intensità maggiore del loro autore, quanto le abbandonano poi di nuovo a favore di influenze successive.
Karl Jaspers, Psicopatologia generale, 1913/59

Nessuno cede alla suggestione a meno che non desideri, nel profondo del suo cuore, conformarsi ad essa.
Carl Gustav Jung, La struttura dell'inconscio, 1916

L'uomo ha una facoltà che per gli intenti collettivi è utilissima, e dannosissima per l'individuazione: quella di imitare. La psicologia sociale non può fare a meno dell'imitazione, perché senza di essa sono impossibili le organizzazioni di massa, lo Stato e l'ordine sociale; non è, infatti, la legge che fa l'ordine sociale, ma l'imitazione, concetto che comprende anche la suggestionabilità, la suggestione e il contagio mentale.
Carl Gustav Jung, L'Io e l'inconscio, 1928
Quante sono le credenze nate dalla suggestione,
invece d'essere state generate dal ragionamento! (Gustave Le Bon)
La folla, per quanto neutra la si supponga, si trova spesso in uno stato di attenzione aspettante favorevole alla suggestione. La prima suggestione formulata s'impone, per contagio, a tutti i cervelli, e stabilisce subito l'orientamento.
Gustave Le Bon, Psicologia delle folle, 1895

Questo è all'incirca lo stato dell'individuo che fa parte della folla. Egli non è più cosciente dei suoi atti. In lui, come nell'ipnotizzato, mentre certe facoltà sono distrutte, altre possono essere condotte a un grado estremo di esaltazione. L'influenza di una suggestione lo lancerà con una imperiosità irresistibile verso il compimento di certi atti. Impetuosità più irresistibile ancora nelle folle che nei soggetti ipnotizzati, poiché la suggestione, essendo la stessa per tutti gli individui, straripa diventando reciproca.
Gustave Le Bon, Psicologia delle folle, 1895

Le unità di una folla che posseggono una personalità abbastanza forte per resistere alla suggestione, sono in numero troppo esiguo e la corrente le trascina.
Gustave Le Bon, Psicologia delle folle, 1895

Abilmente suggestionate, le folle diventano capaci di eroismo e di devozione. Di ciò sono ancor più capaci che non l'individuo isolato.
Gustave Le Bon, Psicologia delle folle, 1895

Negli esseri suggestionati, l'idea fissa tende a trasformarsi in azione. Si tratti di incendiare un palazzo o di compiere un'opera di devozione, la folla vi si presta con la stessa facilità.
Gustave Le Bon, Psicologia delle folle, 1895

Quante sono le credenze nate dalla suggestione, invece d'essere state generate dal ragionamento!
Gustave Le Bon, Psicologia delle folle, 1895

Ci sono suggestioni che possono guarire, e altre che possono uccidere. Non sottovalutiamole!
Paolo Maurensig, La variante di Lüneburg, 1993

La riprova di quali miracoli sia capace la suggestione collettiva è fornita dalla constatazione che tutti si fingono convinti che la terra gira.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Il bisogno di suggestione è una grande forza. Ma lo è anche la verità, se si lotta per essa.
Karl Popper, Tutta la vita è risolvere problemi, 1994

Non renderti più gravosi i tuoi mali, non opprimerti con i lamenti: il dolore è leggero se non lo accresci con la tua suggestione. 
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Ci sono tre categorie di persone che eccellono nell’arte di saper sfruttare l’ignoranza, la suggestionabilità e la credulità delle masse: sacerdoti, politici e pubblicitari (con relative aziende alle spalle). Ciò non significa che i rappresentanti di queste tre categorie debbano per forza essere dotati di un’intelligenza sopra la media, ma di sicuro sanno come sfruttare la propria stupidità a proprio vantaggio, e questa è già una forma d’intelligenza che spesso manca alle persone comuni.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Tutte quelle fantasiose storielle infarcite di miracoli portentosi, apparizioni sovrannaturali e prodigi vari, raccontate nei testi cosiddetti “sacri” di tutte le religioni del mondo e fatte passare come vere per suggestionare il lettore (sprovveduto) in modo da condurlo dalla propria parte, dimostrano soltanto una cosa: che gli umani, pur di raggiungere i propri fini – nobili o meschini che fossero –, sono sempre stati pronti a fare carte false e a ingannare il prossimo come sé stessi.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

La distinzione fondamentale, dal punto di vista della suggestione − o meglio della retorica − fra elettroterapia e ipnosi da una parte e psicanalisi dall'altra è che i primi due metodi sono suggestionanti in modo violento, mentre il secondo lo è in modo più sottile.
Thomas Szasz, Il mito della psicoterapia, 1978

Come nel mondo del commercio distinguiamo tra pubblicità dichiarata e pubblicità indiretta, cosi in psicoterapia dovremmo distinguere tra suggestione manifesta o non dissimulata e suggestione velata o dissimulata. La pretesa psicanalitica che l'analista non eserciti alcuna influenza suggestionante sul suo paziente è fraudolenta come lo sarebbe l'affermazione che il commerciante che si serve della pubblicità indiretta non esercita un influsso suggestionante sul suo cliente.
Thomas Szasz, Il mito della psicoterapia, 1978

Ereditarietà, forze innate, influenze esterne, istinti, passioni, suggestioni ecc. Nei loro riguardi non vi è altra alternativa che quella di vincerle o restarne vittime. Per questo, l'esistenza è lotta di superamento e non dolce riposo: è dovere, non ricerca di solo benessere o del piacere.
Amadeus Voldben (Amedeo Rotondi), Pensieri per una vita serena, 2008 (postumo)

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Persuasione - Manipolazione mentale - Ipnosi

Nessun commento: