2016-10-02

Twitter - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative su Twitter, uno dei più famosi social network del mondo (ca. 500 milioni di iscritti), creato nel 2006 da Jack Dorsey, Evan Williams, Biz Stone e Noah Glass. Twitter fornisce gratuitamente agli utenti una pagina personale aggiornabile tramite messaggi di testo, detti tweet, con lunghezza massima di 140 caratteri. Il nome "Twitter" deriva dal verbo inglese to tweet "cinguettare"; il cinguettio degli uccelli, infatti, è stato scelto come immagine per rappresentare la comunicazione di informazioni che gli utenti si scambiano con brevi tweet.
Il primo prototipo di Twitter (che all'epoca si chiamava Twttr) fu inaugurato il 21 marzo 2006 con questo tweet di Jack Dorsey: "just setting up my twttr" (sto configurando il mio twttr). La risposta del suo collega Dom Sagolla oggi appare profetica: "oh this is going to be addictive" (oh questo creerà dipendenza".
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sui Social Network e Facebook.
Un tweet è un soffio d’aria fresca nelle stanze del cervello. (Beppe Severgnini)
Twitter
© Aforismario

Twitter? Mai usato. Non lo uso, non uso Facebook, non uso nulla, sono strumenti per persone frustrate che invece di incontrarsi e parlarsi si mandano i messaggini.
Massimo Cacciari, su la Nuova di Venezia, 2012

L'immediatezza, la soglia di accesso facilitata, la versatilità della piattaforma e il potenziale in termini di diffusione del messaggio, insieme ai feedback che si possono ottenere, rendono Twitter uno strumento utilizzato quotidianamente da un universo variegato di professionisti: dal medico all'avvocato, dal giornalista all'amministratore di azienda, senza tralasciare insegnanti, politici e scrittori. Da utenti interessati a un qualsiasi tema, potreste entrare in relazione con i professionisti più autorevoli, senza barriere e con una probabilità molto elevata di farvi notare e ricevere attenzione, consigli o risposte puntuali a domande pubbliche.
Luca Conti, Comunicare con Twitter: creare relazioni, informarsi, lavorare, 2010

Twitter è l'estrema sintesi della comunicazione digitale. Ti dà la possibilità di chiacchierare in maniera informale e diretta, proprio come quando sei nel tuo bar preferito: àuguri il buongiorno agli amici, un attimo dopo ti lamenti del treno in ritardo o chiedi consiglio su quale telefono acquistare.
Federica Dardi, Twitter. Guida per le chiacchiere digitali, 2012

Il valore di Twitter non ha niente a che vedere con la tecnologia, ma risiede nell'uso che ne fanno le persone.
Federica Dardi, Twitter. Guida per le chiacchiere digitali, 2012

Entrare su Twitter è come entrare in un bar pieno di persone, fare amicizia, condividere esperienze e commentare le ultime notizie che si diffondono rapidamente da un punto all'altro del locale.
Federica Dardi, Twitter. Guida per le chiacchiere digitali, 2012

Hai bisogno di un opinione su un prodotto o un servizio? Stai cercando informazioni su un tema specifico? Vuoi un parere sul lavoro che stai svolgendo? Poni la domanda su Twitter: le risposte degli altri utenti ti potranno aiutare a prendere decisioni, scegliendo in maniera più consapevole.
Federica Dardi, Twitter. Guida per le chiacchiere digitali, 2012
Twitter è un servizio semplice usato da persone intelligenti.
Facebook è un servizio intelligente usato da persone semplici. (@peretti)
Twitter è un ecosistema diverso dagli altri, a disposizione del pubblico che gli conferisce il suo vero valore. La piattaforma è riuscita a suggerire senza imporre. E le forme di "monetizzazione" sono state mantenute poco invadenti.
Luca De Biase, prefazione a Luca Conti, Comunicare con Twitter: creare relazioni, informarsi, lavorare, 2010

Twitter sembra evolvere come un grande motore sociale di informazioni, che alimenta in modo originale (e per ora insostituibile) l'intero ecosistema della rete.
Luca De Biase, ibidem

Potrebbe essere questa l'interpretazione di quanto sta succedendo adesso a Twitter: la sua trasformazione in un servizio di informazione veloce e immediata, sempre meno comunicazione personale, sempre più parte del futuro del giornalismo partecipato.
Luca De Biase, prefazione a Luca Conti, Comunicare con Twitter: creare relazioni, informarsi, lavorare, 2010

Se c'è un dato che sembra confermato nel tempo è che gli utenti di Twitter si sentono affezionati alla loro piattaforma. Sentono che non è fatta per uno sfruttamento commerciale esagerato e che lascia loro una libertà molto ampia.
Luca De Biase, prefazione a Luca Conti, Comunicare con Twitter: creare relazioni, informarsi, lavorare, 2010

Twitter è un servizio orientato alla trasparenza dei compotamenti. E in questo modo può regalare trasparenza a tutto l'ecosistema.
Luca De Biase, ibidem

La competizione tra Twitter e Facebook si giocherà nel confronto tra intelligenza e muscoli e sarà decisa dal pubblico. Pubblico che, per quanto è dato di capire, va in massa su Facebook e cerca invece su Twitter qualcosa di speciale e. dal punto di vista informativo, più preciso.
Luca De Biase, prefazione a Luca Conti, Comunicare con Twitter: creare relazioni, informarsi, lavorare, 2010

Il fenomeno twitter permette a certa gente, in fondo, di essere in contatto con gli altri, benché abbia una natura leggermente onanistica ed escluda la gente da tanti contatti faccia a faccia.
Umberto Eco, in conferenza, Università di Torino, 2015

[Twitter] dà diritto di parola a legioni di imbecilli, i quali prima parlavano solo al bar dopo due o tre bicchieri di rosso e quindi non danneggiavano la società. [...] Sono della gente che di solito veniva messa a tacere dai compagni [...] e che adesso invece ha lo stesso diritto di parola di un premio Nobel.
Umberto Eco, in conferenza, Università di Torino, 2015

La vita è troppo breve per twittare. Ci sono cose migliori da fare che twittare.
[Life's too short to tweet. There's better things to do than tweet].
Noel Gallagher, intervista a Radio DeeJay, 2011
La vita è troppo breve per twittare. Ci sono cose migliori da fare che twittare.
(Noel Gallagher)
Twitter? Un filo intermentale.
Giulia, cit. in Beppe Severgnini, La vita è un viaggio, 2014

Twitter è tecnicamente facilissimo da usare. Ma tra hashtag, mention, retweet e subtweet i 140 caratteri richiedono una competenza molto elevata. In media il problema storico è che la gente non capisce intuitivamente come usare bene lo strumento e spesso si registra sulla piattaforma ma non torna o non ne comprende i possibili utilizzi.
Giuseppe Granieri, su la Stampa, 2015

Vogliamo che Twitter diventi il microfono più potente al mondo continuando a incoraggiare le conversazioni in tempo reale e senza filtri.
Salvatore Ippolito, Vi racconto il presente e il futuro di Twitter, su La Stampa, 2015

Vogliamo che Twitter diventi la prima cosa che ognuno controlla prima di iniziare la propria giornata e l’ultima prima di andare a dormire.
Salvatore Ippolito, Vi racconto il presente e il futuro di Twitter, su La Stampa, 2015

Vogliamo essere la prima cosa a cui le persone si rivolgono quando vogliono condividere idee, opinioni o semplicemente per vedere cosa sta accadendo.
Salvatore Ippolito, Vi racconto il presente e il futuro di Twitter, su La Stampa, 2015

Twitter è in grado, in molti casi, di riuscire a fornire un’informazione per primo, direttamente dalla fonte di quella notizia. Questo è e continuerà a rimanere uno dei ruoli principali della nostra piattaforma. Ma è anche importante sottolineare il ruolo fondamentale che Twitter svolge nell'aggregare le persone, per azioni di solidarietà, intorno ai fatti tragici che purtroppo avvengono nel nostro mondo.
Salvatore Ippolito, Vi racconto il presente e il futuro di Twitter, su La Stampa, 2015

Twitter permette di essere utilizzato nei modi più vari e di cogliere occasioni casuali di business, di branding e di marketing.
Michele Polico, Twitter Marketing in 140 Tweet, 2009

Nulla su Twitter è davvero segreto, nemmeno se viene cancellato immediatamente
Charles Seife, Le menzogne del Web, 2014

Twitter è uno Speakers’ Corner internazionale, il più grande che si potesse mai immaginare. La parola non è libera al cento per cento, ma il numero di persone in ascolto è vasto. Potete dire qualcosa e, in teoria, centinaia di milioni di persone in tutti e sette continenti vi sentiranno forte e chiaro – se riuscite a convincerli a seguirvi.
Charles Seife, Le menzogne del Web, 2014

La maggior parte degli oratori su Twitter e in altri «angoli» della Rete parlano a vanvera, e risultano assai poco interessanti. Ma ci sono così tanti ascoltatori che, con un po’ di eloquenza e di esperienza, non ci impiegherete molto a far echeggiare la vostra voce e persino la vostra immagine un po’ in tutto il globo.
Charles Seife, Le menzogne del Web, 2014

Là fuori ci sono un mucchio di siti dove potete comprare follower di Twitter – al momento la tariffa è di circa un penny a seguace (con sconti per acquisti all'ingrosso). Siccome l’importanza di una persona su Twitter è misurata in larga parte sulla quantità di pubblico, infoltirlo con account fasulli può farla sembrare molto più influente di quanto non sia. Non è una pratica insolita.
Charles Seife, Le menzogne del Web, 2014
Twitter dà diritto di parola a legioni di imbecilli, i quali prima parlavano solo
al bar dopo due o tre bicchieri di rosso e quindi non danneggiavano la società.
(Umberto Eco)
Cos’è Twitter? Un servizio di microblogging, ideato nel 2006 a San Francisco (tanto per cambiare) da Jack Dorsey, Biz Stone ed altri. Massimo 140 caratteri. Se sei interessato a quello che dico, diventi follower, seguace. Suona male, lo so. Ma, come è stato scritto, «il termine è più onesto di friend, amico, caposaldo di Facebook».
Beppe Severgnini, Italiani di domani, 2012 [1]

Twitter è un sondaggio istantaneo, un giudizio universale temporaneo, una gioia, un circo, un seminario, uno sfogo, un malumore, un modo di capire dove soffia lo spirito del tempo
Beppe Severgnini, Italiani di domani, 2012 [1]

Twitter richiede passione, tempismo, ironia e serietà. Resta un mezzo di comunicazione di massa, non un commento tra due balconi
Beppe Severgnini, Italiani di domani, 2012

Twitter permette un uso professionale e un uso personale. Se usato bene, personalizza i professionisti e rende professionali le persone.
Beppe Severgnini, Italiani di domani, 2012 [1]
Twitter è un esercizio quotidiano di igiene mentale, uno spazzolino per il cervello.
(Beppe Severgnini)
Twitter non è il fratello minore di Facebook. Semmai il cugino. Parenti e diversi. Facebook è stato creato da ragazzi per i ragazzi: lo usano anche gli adulti, ma siamo in affitto (morale). Twitter è smaliziato, meno empatico ma più acuminato. Sociale e micidiale: basta saperlo manovrare. È un esercizio quotidiano di igiene mentale, uno spazzolino per il cervello.
Beppe Severgnini, Italiani di domani, 2012

Twitter è un modo fulminante per arrivare all'attenzione del prossimo. Ma internet è un mezzo di comunicazione di massa, non una chiacchiera al bar. Lo sfogo di cui pentirsi non è consentito, anche perché poi ci si pente davvero.
Beppe Severgnini, Italiani di domani, 2012

Un tweet è un soffio d’aria fresca nelle stanze del cervello.
Beppe Severgnini, Italiani di domani, 2012

L’errore di molti personaggi pubblici è utilizzare i social network per autopromozione. Non è vietato, ogni tanto, segnalare una propria iniziativa. Ma è bene ricordare il patto implicito di Twitter: evitiamo di annoiarci a vicenda.
Beppe Severgnini, Italiani di domani, 2012 [1]

Twitter è un servizio semplice usato da persone intelligenti. Facebook è un servizio intelligente usato da persone semplici.
@peretti, su Twitter, 2010
Aforismario-Twitter
Aforismario si trova anche su Twitter con più di 10.000 follower! Su Aforismario-Twitter vengono pubblicati quasi ogni giorno aforismi, frasi, citazioni e battute che non superano i fatidici 140 caratteri. Vai su Aforismario-Twitter per iscriverti.

Note
  1. Beppe Severgnini, Italiani di domani. Otto porte sul futuro, Proprietà letteraria riservata © 2012 RCS Libri S.p.A., Milano.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Social Network

Nessun commento: