2016-10-05

Vetta e Cima - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sulla vetta e sulla cima, intese sia in senso concreto, come apice delle montagne, sia in senso figurato, come punto d'arrivo di un percorso personale, o come livello più alto di una carriera. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla montagna, l'alpinismo e la scalata.
In cima a ogni vetta si è sull'orlo di un abisso. (Stanisław Jerzy Lec)
1. Vetta
© Aforismario

La felicità è vicina e lontana a seconda di come i nostri occhi la vedono. A volte ci precede oppure ci segue come un'ombra. Bisogna desiderarla, riconoscerla per assecondarla e dirigerla verso il nostro cuore. Nel cercarla, spesso corriamo all'impazzata, sperando prima o poi di raggiungerla in qualche luogo, ma nella folle corsa non ci accorgiamo nemmeno di averla sfiorata. Forse ci aspettava dietro l'angolo o magari stilla porta di casa. A volte immaginiamo che sia su un'isola in mezzo al mare o sulla vetta di una montagna e invece è vicina, intorno a noi.
Romano Battaglia, Silenzio, 2005

Per arrivare sulla vetta della montagna talvolta dobbiamo lottare con i venti gelidi che provengono dai ghiacciai, altre volte con le piogge incessanti, ma bisogna proseguire il cammino, altrimenti non vedremo mai la luce dell’alba.
Romano Battaglia, Sabbia, 2007

Invece di pretendere troppo per raggiungere vette impossibili, dovremmo accontentarci di restare nei confini del piccolo campo che Dio ci ha assegnato per costruirci, giorno dopo giorno, una vita fatta di cose semplici e spontanee.
Romano Battaglia, Foglie, 2009

Arrivare sulla punta di una bella montagna, tanto più se ancora intoccata, è sempre un fatto emozionante. Tuttavia si finisce per banalizzarlo con una serie di atteggiamenti cui è difficile sfuggire. Il primo è quello di scattare le rituali fotografie ricordo con tutte le varianti: a te, poi a me, a voi, a tutti noi insieme eccetera. Nel frattempo, soltanto con distrazione ci si cura di volgere lo sguardo attorno, e si fa quasi unicamente se indotti da qualche contingenza: scongiurare un pericolo, prevenirne un altro, commentare uno stato d’animo, quasi sempre un timore di qualcosa che si sta preparando. Per sentire veramente la vetta raggiunta e poterne vivere tutta l’emozione, bisogna esaurire i luoghi comuni e sfuggire a ogni distrazione. È molto più facile in solitudine.
Walter Bonatti, I miei ricordi, 2008 [1]

Dalla vetta non si va in nessun posto, si può solo scendere.
Mauro Corona, Nel legno e nella pietra, 2003

In montagna, devi salire fino alla vetta solo se sei capace di scendere.
Kílian Jornet, Correre o morire, 2012

C'è chi mira sfacciatamente ad arrivare in vetta. C'è chi crea segretamente le vette sulle quali altri mireranno ad arrivare.
Nunzio La Fauci, Questo quasi nulla, 2008

In cima a ogni vetta si è sull'orlo di un abisso.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

In vetta le cose sono molto simili a quel che avviene a valle.
Reinhold Messner, La mia vita al limite, 2006 [2]

Raggiunta la vetta vi si resta, oppure - volendo proseguire - bisogna scendere.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Accade eccezionalmente che uno raggiunga la vetta suprema proprio quando rinnega il suo ideale; perché questo ideale lo aveva spinto fino allora troppo violentemente, sicché egli rimaneva ogni volta senza respiro a metà strada e doveva fermarsi.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

Donde vengono le montagne più alte? chiedevo in passato. E allora imparai che esse vengono dal mare. Questa testimonianza sta scritta nelle loro rocce e nelle pareti delle loro cime. Dall'abisso più fondo, la vetta più alta deve giungere alla sua altezza.
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Sui monti la via più diretta è quella da vetta a vetta: ma per questo occorre che tu abbia gambe lunghe.
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Se volete salire in alto, adoperate le vostre gambe! Non fatevi portare in alto, non vi mettete a sedere su schiene e teste altrui! Invece tu sei salito a cavallo? E cavalchi ora di gran carriera verso la tua meta elevata? Ebbene, amico mio, anche il tuo piede zoppo va a cavallo con te! Quando sarai giunto alla meta, quando balzerai giù da cavallo: proprio sulla tua vetta, o uomo superiore, inciamperai!
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Quando arriviamo all'alto eremo dei monti naturali abbiamo la sensazione del privilegio. Siamo più alti, in tutta la nostra statura, della cima dei monti. Il massimo della Natura, perlomeno in quel luogo, rimane sotto la suola delle nostre scarpe. Siamo, per posizione, sovrani del mondo visibile. Intorno a noi è tutto più basso: la vita è il pendio che scende, pianura che giace, di fronte all'elevazione e alla vetta che noi siamo.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Sulla vetta c’è posto solo per un uomo. Quanto più perfetto, più completo; e quanto più sarà completo, meno necessiterà dell’altro.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

La paura non ha mai portato nessuno alla vetta.
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

Se ti trovi ai piedi di un imponente massiccio montuoso non ti rendi certamente conto della sua varietà, non immagini quali altezze si ergono dietro la vetta, o dietro quella che ti sembra essere la vetta, non indovini gli abissi insidiosi né i tranquilli punti di riposo che si celano tra le rocce. Solo poco alla volta, mentre sali e lasci vagare lontano lo sguardo, ti si svelano i misteri del paesaggio montano, quelli supposti e quelli sorprendenti, quelli notevoli e quelli insignificanti, ma tutti solo a seconda della direzione che hai preso; e non ti si riveleranno mai per intero. Lo stesso ti accade nei confronti di un'anima. Ciò che si presenta ai tuoi occhi a un primo, fuggevole sguardo non è ancora, per quanto tu possa essere vicino, la verità, certamente non tutta la verità. Solo lungo il cammino, se hai buoni occhi e la nebbia non ti offusca la vista, l'essenza più profonda di quell'anima ti si svela poco alla volta e sempre soltanto in parte. E lo stesso accade anche in questo senso: che mentre ti allontani gradatamente dal territorio esplorato, tutta la varietà constatata durante la tua escursione sbiadisce come un sogno, e se prima del congedo definitivo ti volgi indietro ancora una volta scorgi soltanto quel massiccio che ti era sembrato ingannevolmente così elementare, e quella vetta che non era affatto la vetta.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Bisogna evitare ogni gioia vivace, come una vetta da cui non si può scendere se non cadendo.
Arthur Schopenhauer, Scritti postumi, 1804/60 (postumo 1966/75)

Sulle vette non si può che essere soli.
Arthur Schopenhauer, Scritti postumi, 1804/60 (postumo 1966/75)

Chi si sente contento quando ha realizzato un suo desiderio, che pure, prima di conseguirlo, gli sembrava eccessivo? La prosperità, contrariamente alla comune credenza, non dà alcuna soddisfazione; è una cosa di nessun valore che non sazia nessuno. Ci sembrano eccelse le cose che ci sono molto lontane; chi si avvicina ad esse, le vedrà in basso, e, senza dubbio, cercherà ancora di salire; quella che sembrava la vetta era solo un gradino.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Insisti nei tuoi iniziali propositi, e forse giungerai alla vetta, o, almeno, più su del punto raggiunto da qualunque altro.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Non si può andare oltre la vetta.
Lucio Anneo Seneca, ibidem

Non è grande un nano, anche se sta sulla vetta di un monte; mentre una statua gigantesca conserverà la sua grandezza anche in un pozzo.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Proverbi sulla Vetta
  • Fuoco che arde in vetta non l’aspettare in fretta.
  • Meglio cascar dal pedale che dalla vetta.
  • Per quanto è profonda la radice è alta la vetta.
  • Si fatica a salire sulla montagna, ma giunti alla vetta è dolce il riposo.
Anche la lotta verso la cima basta a riempire il cuore di un uomo. (Albert Camus)
2. Cima
© Aforismario

Lascia dir le genti: / sta come torre ferma, che non crolla / già mai la cima per soffiar di venti.
Dante Alighieri, Purgatorio, Divina Commedia, 1304/21

Non arriverà in cima. È troppo occupato a non far salire chi gli sta sotto. 
Dino Basili, Tagliar corto, 1987

Non occorre andare sulla cima delle montagne per cercare la calma e nemmeno nelle grandi città per trovare fragore: abitano entrambi dentro di noi.
Romano Battaglia, Silenzio, 2005

Tornate vivi, tornate amici e arrivate in cima − in quest'ordine d'importanza.
Roger Baxter-Jones (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Un idiota in un posto importante è come un uomo in cima a una montagna: tutto gli sembra piccolo e lui sembra piccolo a tutti.
Arthur Bloch, Massima di Match, La legge di Murphy, 1977

Anche la lotta verso la cima basta a riempire il cuore di un uomo.
[La lutte elle-même vers les sommets suffit à remplir un cœur d'homme].
Albert Camus, Il mito di Sisifo, 1942

In montagna non si è mai sicuri di giungere in cima, a volte nemmeno di scendere.
Mauro Corona, I misteri della montagna, 2015

Non è traguardo una cima, è sbarramento. 
Erri De Luca, E disse, 2011

Se desideri vedere le valli, sali sulla cima della montagna; se vuoi vedere la cima della montagna, sollevati fin sopra la nuvola; ma se cerchi di capire la nuvola, chiudi gli occhi e pensa.
Kahlil Gibran, Massime spirituali, 1962 (postumo)

La via verso la cima è come il cammino verso se stessi, solitario.
Alessandro Gogna (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Non misurare mai l'altezza del monte prima d'aver raggiunto la cima. Allora vedrai quanto era basso.
Dag Hammarskjöld, Tracce di cammino, 1963 (postumo)

Chi striscia sulla terra non è esposto a cadere tanto facilmente come chi sale sulle cime delle montagne.
Søren Kierkegaard, Aut-Aut, 1843

Quando non tira vento anche il galletto in cima al campanile manifesta del carattere.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Bandiere sulle montagne non ne porto: sulle cime io non lascio mai niente, se non, per brevissimo tempo, le mie orme che il vento ben presto cancella.
Reinhold Messner (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

I potenti e gli umili conoscono le stesse disgrazie e le stesse passioni, ma uno è in cima alla ruota e l'altro vicino al centro, e così gli stessi movimenti lo agitano meno.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Sapete qual è la massima illusione circa il successo? Che sia qualcosa di simile a una cima da scalare, a una cosa da possedere, a un risultato definitivo da raggiungere. Se volete riuscire, se volete raggiungere tutti i vostri obiettivi, dovete pensare al successo come a qualcosa in continuo farsi, a un modo di vivere, a un'abitudine mentale, a una strategia esistenziale.
Anthony Robbins (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'uomo può scalare le cime più alte, ma non può dimorarvi a lungo. 
George Bernard Shaw, Candida, 1898

Un uomo può scalare l'Everest per sé stesso, ma in cima pianterà la bandiera del suo paese. 
Margaret Thatcher, Conferenza del Partito Conservatore, 1988

Raggiungere la cima è facoltativo; scendere è obbligatorio.
Ed Viesturs, No Shortcuts to the Top, 2006

Ognuno vuole vivere sulla cima della montagna, senza sapere che la vera felicità sta nel modo di salire la scarpata.
Johnny Welch, Quello che mi ha insegnato la vita, 2000 (attribuito a Gabriel García Márquez - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

I piani dell'anima umana sono infiniti. Bisogna soltanto saper camminare intrepidi sull'abisso: o si conquista la propria cima, o si perisce. Non sarà in ogni caso la vita grigia di quelli del gregge, che si accorge a malapena di esistere. 
Stanisław Ignacy Witkiewicz, Insaziabilità, 1930

Chi non resiste al vento gelido non ha motivo di restare sull'apice della montagna.
Anonimo

Chi troppo si stima cade sovente al fondo dalla cima.
Proverbio italiano

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Montagna - Alpinismo e Scalata

Nessun commento: