2016-10-30

Viziati e Capricciosi - Aforismi, frasi e battute divertenti

Raccolta di aforismi, frasi celebri e battute divertenti sulle persone viziate, capricciose schizzinose. Di solito si definisce "viziato" un bambino che, a causa di metodi educativi troppo indulgenti o permissivi, è stato indotto ad acquisire cattive abitudini e a voler essere sempre accontentato. Ovviamente anche gli adulti, a volte, possono essere "viziati"; per esempio, una donna può essere viziata dal suo compagno che acconsente a tutte le sue richieste e la ricopre di regali; oppure un uomo può essere "viziato" da un tenore di vita elevato in cui non è ammesso neanche il più piccolo dei sacrifici.
Sono detti capricciosi, invece, quelli che fanno i capricci o le bizze, e che si mostrano di umore incostante, mutevole e volubile.
Due paragrafi di questa raccolta di citazioni fanno riferimento, inoltre, agli schizzinosi e agli schifiltosi, quelle persone, cioè, che proprio per essere state troppo viziate, sono di gusti difficili e ricercati, incontentabili ed esigenti sia riguardo a alle cose che alle persone.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'educazione e sul rapporto tra genitori e figli.
Non dire mai "no" significa allevare un bambino viziato
che sarà incapace di affrontare la realtà. (Alexander Neill)
1. Viziati
© Aforismario

Per un bambino viziato ogni occasione è buona per costringere la madre a occuparsi di lui.
Alfred Adler, Il senso della vita, 1933

Il bambino viziato, colpevolmente indotto ad amare solo sé stesso, svilupperà numerosi tratti egoistici: invidia, gelosia, avidità e manifesterà, come se vivesse in un paese nemico, ostilità, ipersensibilità, intolleranza, incostanza, irascibilità.
Alfred Adler, Il senso della vita, 1933

Il mondo fittizio degli individui viziati, le loro prospettive, le loro opinioni e la loro concezione della vita sono molto lontani dal mondo reale. Questi soggetti sono praticamente incapaci di adattarsi alle esigenze dell’evoluzione umana, per cui sono in continuo conflitto con la vita; e i disastrosi risultati dell’educazione viziata che li ha ridotti così fanno soffrire anche le persone che li amano.
Alfred Adler, Il senso della vita, 1933

Non vi è errore educativo più grande del viziare i bambini.
Alfred Adler, ibidem

Il bambino elabora gli influssi esterni a modo suo. Se è stato viziato dalla madre si rifiuta di estendere ad altre persone il proprio senso sociale, cerca di sottrarsi al padre, ai fratelli, a tutti coloro che non gli assicurano la stessa misura di calore. Conducendo questo stile di vita, convinto che nella vita ogni cosa è ottenibile subito e senza alcuna difficoltà, unicamente grazie all'intervento di altri, il bambino piano piano diventa incapace di risolvere i problemi esistenziali.
Alfred Adler, Il senso della vita, 1933

La madre che vizia un proprio figlio in modo esagerato può indurlo a credere di essere sempre al centro dell’attenzione generale, di poter avere tutto ciò che vuole senza metterci niente di suo.
Alfred Adler, Il senso della vita, 1933

Il bambino viziato come un parassita che aspira costantemente a costringere gli altri ad agire per lui.
Alfred Adler, ibidem

Un bambino al quale la madre risparmia ogni fatica fin dalla nascita, cioè un bambino viziato, raramente è propenso a tenere in ordine le sue cose personalmente. Questo dato di fatto, insieme a
fenomeni analoghi, ci autorizza a dire che esso vive nella convinzione che tutto dev'essere fatto dagli altri.
Alfred Adler, Il senso della vita, 1933

Chi vizia o trascura un bambino è responsabile della situazione che sta alla base della inferiorità sociale dello stesso.
Alfred Adler, Il senso della vita, 1933

Molte madri sanno solo viziare. Per fortuna molti figli si difendono con forza dall'essere viziati, con una forza che talvolta riesce a ridurre i danni che potrebbero venir arrecati.
Alfred Adler, Il senso della vita, 1933

Fuori del loro ambiente, i bambini viziati si sentano costantemente minacciati, in territorio nemico.
Alfred Adler, ibidem

I ragazzi che sono stati viziati, essendo stati abituati a soddisfare subito ogni desiderio, trovano difficoltà a resistere alle tentazioni, per cui cadono facilmente in balia di lusinghe di ogni genere.
Alfred Adler, Il senso della vita, 1933

Le persone viziate possono guarire e cambiare radicalmente solo se si convincono del fatto che il loro stile di vita è sbagliato. La cosa migliore sarebbe, ovviamente, prevenire gli errori che determinano questo stile di vita. La famiglia, in particolare la madre, deve capire che il suo amore per i figli non deve indurla a viziarli.
Alfred Adler, Il senso della vita, 1933

Troppo spesso sentiamo persone in buona fede osservare che un determinato bambino si comporta meravigliosamente con loro e che il suo comportamento infantile e difficile con la madre è dovuto ad atteggiamenti sbagliati di quest'ultima: l'accusa più frequente è che lo vizia! Critiche di questo tipo sono di solito fuori luogo e per la maggior parte nascono dalla scarsa conoscenza dei bambini da parte di chi critica, più che da una effettiva incompetenza dei genitori. La presenza del padre o della madre provoca inevitabilmente reazioni primitive e turbolente che altre persone non provocano.
John Bowlby, Costruzione e rottura dei legami affettivi, 1979

Grazie al cielo, stiamo scoprendo che persino i neonati capiscono quello che succede. Adesso parliamo di cose come la «stimolazione dell'infante». Le buone mamme questo lo sapevano anni fa, quando tenevano in braccio i bambini e li amavano e li cullavano e li facevano saltare invece di lasciarli lì per la paura di viziarli.
Leo Buscaglia, Vivere, amare, capirsi, 1982

Proviamo a immaginare cosa accadrebbe se per tutta la vita non incontrassimo mai un avversario o altri ostacoli; se dalla culla alla tomba tutti ci viziassero, ci coccolassero, ci nutrissero con le loro mani (dandoci cibo leggero e insipido, facile da digerire) e ci allietassero con buffonate e smancerie; se fin dall'infanzia venissimo condotti in giro in una cesta e non dovessimo mai risolvere alcun problema, mai metterci alla prova in alcun modo. Proviamo a immaginare, insomma, se tutti continuassero a trattarci come bambini. All'apparenza potrebbe essere bello; e nei primi mesi di vita sarebbe la cosa giusta. Ma se continuassimo a essere così viziati diventeremmo delle orrende pappemolli, dei veri e propri mostri, con la maturità mentale ed emozionale di un vitello. Nella vita è proprio la lotta a renderci quello che siamo. E sono i nostri nemici a metterci alla prova, a fornirci le
capacità di resistenza necessarie alla crescita.
Howard Cutler (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Con le donne belle, corteggiate e viziate, la tattica migliore è non dar loro importanza. Si chiederanno perché, e la daranno a voi.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

La nostra borghesia si sente libera solo perché tollera di essere vilipesa dai suoi figli viziati e scapestrati.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Capita di rado (se capita) che gli uomini riescano a inventare un dio superiore a loro. Quasi tutti gli dei hanno il carattere e la morale di un bambino viziato.
Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973

La Terra è la culla dell'umanità. Questo non giustifica che i 3/4 della popolazione mondiale sia composta da infanti viziati.
Simona Ingrassia (Aforismi inediti su Aforismario)

La maggior parte degli uomini, in gioventù occupati solo di sé stessi, viziati dalla pigrizia o dal piacere, s’inganna credendo che in età più avanzata basti loro essere inutili o nell'indigenza, affinché la lo Stato sia in dovere di sistemarli o soccorrerli; e raramente profittano di questa lezione così basilare, secondo la quale gli uomini dovrebbero mettere a frutto i primi anni della vita per diventare, attraverso gli studi e il lavoro, tali da indurre la repubblica ad aver bisogno della loro abilità e della loro inventiva, come se essi costituissero un elemento necessario al suo intero edificio, e, attratta dai propri vantaggi, a fare la loro fortuna o a migliorarla.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Una montagna di giocattoli e di vestiti, tutta la premurosa attenzione per i suoi bisogni materiali non sostituiranno mai per il bambino la mancanza di contatto fisico e l'affetto di sua madre. Potrà comportarsi come un marmocchio viziato, al quale è concesso tutto ciò che desidera, ma non è
felice.
Alexander Lowen, Il linguaggio del corpo, 1958

È impossibile viziare un bambino nei primi quattro mesi di vita. Lasciare piangere un neonato non gli insegnerà a essere autonomo più di quanto il lasciargli un pannolino sporco riuscirà ad irrobustirgli la pelle.
Samy Molcho (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'adulto non ha viziato il suo bambino quando gli ha ceduto; ma quando gli ha impedito di vivere e lo ha spinto verso deviazioni del suo naturale sviluppo.
Maria Montessori, Il segreto dell'infanzia, 1936/38

Il bambino viziato − date a questa parola il senso che preferite − è il prodotto di una società malata. È in una società così che il bambino si abbarbica con paura alla vita. Gli si permette la licenza e non la libertà, che vuol dire amare la vita.
Alexander Neill, Summerhill, 1960

Il bambino viziato è una continua sofferenza per sé stesso e per la società. Lo si può vedere in treno a calpestare i piedi ai passeggeri, a gridare nei corridoi, a ignorare gli infelici genitori che lo supplicano di stare tranquillo, suppliche che ha imparato a ignorare già da molto tempo.
Alexander Neill, Summerhill, 1960

A un bambino non si dovrebbe mai permettere di violare i diritti degli altri. I genitori che non vogliono viziare i loro figli devono saper distinguere fra libertà e licenza.
Alexander Neill, Summerhill, 1960

È proprio la differenza tra libertà e licenza che molti genitori non riescono ad afferrare. Nella famiglia dove vige la disciplina i bambini non hanno nessun diritto. Nella famiglia dove vengono viziati, i bambini hanno tutti i diritti. La famiglia giusta è quella dove figli e genitori hanno gli stessi diritti.
Alexander Neill, Summerhill, 1960

Nella vita, il marmocchio viziato, man mano che diventa grande, passa esperienze anche peggiori di chi è cresciuto sotto una disciplina troppo rigida.
Alexander Neill, Summerhill, 1960

A un bambino non si dovrebbe dare tutto ciò che chiede. Generalmente parlando, i bambini di oggi dispongono di troppo danaro, tanto che non sono più capaci di apprezzare un regalo.
Alexander Neill, Summerhill, 1960

I genitori che sommergono i figli di regali lo fanno perché spesso non li amano abbastanza. Questi genitori cercano di compensare la loro mancanza di affetto e credono di dimostrare il loro amore paterno o materno coprendoli di regali costosi.
Alexander Neill, Summerhill, 1960

Spesso il bambino viziato è figlio unico. Non avendo nessuno della sua età con cui giocare o con cui misurarsi, è portato naturalmente a identificarsi con i genitori: vuole fare ciò che anch'essi fanno. Dato che i genitori lo considerano un fenomeno vivente, incoraggiano la sua apparente precocità, pensando di perdere il suo amore se lo contrariano anche minimamente.
Alexander Neill, Summerhill, 1960

Non dire mai "no" significa allevare un bambino viziato che sarà incapace di affrontare la realtà. Un bambino di questo genere crescerà aspettandosi che il mondo gli debba dare tutto ciò che vuole.
Alexander Neill, Il genitore consapevole, 1966

Sempre lo spirito libero respirerà, quando si sarà finalmente deciso a scrollarsi di dosso quelle cure e quella vigilanza materna, di cui le donne lo circondano. Che male può mai fargli una corrente d'aria più viva, da proteggernelo con tanta ansia, che cosa significano uno svantaggio reale, una perdita, un incidente, una malattia, un indebitamento, un raggiro in più o in meno nella sua vita, paragonati alla mancanza di libertà della culla dorata, del ventaglio di penne di pavone e della sensazione opprimente di dover essere per giunta riconoscenti per il fatto di venir sorvegliati e viziati come lattanti? Perciò il latte, che i materni sentimenti delle donne intorno a lui gli porgono, può cosi facilmente tramutarsi in fiele.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Le aspettative delle donne? Essere ammirate, complimentate, lusingate, corteggiate, desiderate, blandite, viziate, sorprese, amate, coccolate, capite, consolate, onorate, protette, rassicurate, considerate, riverite, ascoltate… Eppure, preferiscono sposarsi.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Gli uomini assomigliano ai bambini nel diventare sgarbati quando li si vizia; non ci si deve quindi mostrare troppo condiscendenti e amorevoli con nessuno.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Se un generale si mostra indulgente con le sue truppe, ma è al tempo stesso incapace di impiegarle;
se le ama, ma è incapace di far rispettare i suoi ordini; se le truppe sono indisciplinate, e lui non sa
mantenerne il controllo: allora si comporta come un padre che trasforma i figli in ragazzi viziati, e le
sue truppe sono inutilizzabili.
Sun Tzu, L'arte della guerra, ca. V sec. a.e.c.

Figlio viziato non è mai sazio.
Proverbio italiano

Viziare un bambino è come ucciderlo.
Proverbio cinese

Non vi è errore educativo più grande del viziare i bambini. (Alfred Adler)
2. Capricciosi
© Aforismario

− Io a scuola non ci voglio più andare!
− Perché?
− Perché mi picchiano, mi prendono in giro tutti, e poi perchè non mi piace.
− Invece tu ci vai!
− Ho detto di no!
− Filippo, smettila di fare i capricci, vergognati alla tua età, a 50 anni, e poi ricordati che di quella scuola tu sei il preside!
Gino Bramieri, Io Bramieri vi racconto 400 barzellette, 1976

Anche le donne brutte sarebbero capricciose quanto le belle, ma siccome nessuno le guasta, siccome nessuno è indulgente verso di esse, devono o perdere i loro capricci o per lo meno nasconderli. Invece le belle sono fantastiche a loro bell'agio.
Anatole France, Il delitto di Sylvestre Bonnard, 1881

Il caratterino è capriccioso; il caratteraccio, scorbutico.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Se qualcun altro fa tutto il lavoro, soddisfa ogni vostro capriccio, voi diventate più debole e sempre più incapace di sopportare la frustrazione. Il genitore che, con le migliori intenzioni, cerca di risparmiare al figlio qualsiasi sofferenza, potrebbe privarlo dell'opportunità di sviluppare degli strumenti per far fronte alle difficoltà. Ovviamente bisogna valutare cosa è tollerabile per un bambino e distinguere il bisogno dal capriccio.
Asha Phillips, I no che aiutano a crescere, 1999

Una madre che non riesce a dire no al figlio che le chiede ogni giorno lo stesso piatto, o che gli permette di rifiutare la maggior parte dei cibi, può finire per lasciarsi tiranneggiare dal figlio, accettando che le dia degli ordini.
Asha Phillips, I no che aiutano a crescere, 1999

Sono del parere che i bambini, per quanto capricciosi e irrequieti, non vadano mai picchiati, ma imbavagliati e legati stretti.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Proverbi sui capricciosi
  • Figlio unico, figlio capriccioso.
  • Donna coi ricci piena di capricci.
  • Donna riccia, capricciosa.
  • Ogni riccio un capriccio.
  • Sotto i ricci ci stanno i capricci.
3. Schizzinosi
© Aforismario

Non siate troppo timidi e schizzinosi circa le vostre azioni. Tutta la vita è un esperimento. E più esperimenti fate e meglio è.
Ralph Waldo Emerson, Diari, 1820/76

I giovani escono dalla scuola e devono trovare un’occupazione. Devono anche non essere troppo choosy, [1] come dicono gli inglesi. [...] Bisogna entrare nel mercato del lavoro, subito. Non pensare che c'è sempre un'offerta migliore che ti arriva dopo.
Elsa Fornero, Convegno, Milano, 2012

L'automantenimento equivale a ciò che in natura è il procacciamento del cibo. E quindi è assolutamente necessario trovare un lavoro. Non ha nessuna importanza il lavoro che fai per renderti economicamente indipendente. Essere schizzinosi riguardo al lavoro è infantile.
Giulio Cesare Giacobbe, La paura è una sega mentale, 2010

In una coppia c’è sempre sia chi lamenta digiuni, sia chi soffre d’inappetenza. Quello che vive nella fame costante, non tollera lo spettacolo dell’altro che fa lo schizzinoso con prelibate leccornie, e finisce che divora tutto quanto, per il sollievo di entrambi. Così chi era già magro dimagrisce ancora di più, quasi scompare, mentre l’altro si fa obeso come un tacchino.
Gianni Monduzzi, Il manuale della playgirl, 1985

Ci sono uomini rari che preferiscono perire che lavorare senza provar piacere per il lavoro: sono quegli schizzinosi, difficili da accontentare, a cui un lauto guadagno non basta se il lavoro non è esso stesso il guadagno di tutti i guadagni.
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

Se si considera come l’energia dei giovani abbia bisogno di esplodere, non ci si meraviglia di vederli decidersi per questa o quella causa in modo così grossolano e così poco schizzinoso. Ciò che li sprona è la vista dello zelo che si accende intorno a una causa, e per così dire la vista della miccia che brucia, — non la causa stessa.
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

Le nostre reazioni aiutano il bambino a farsi un'idea del mondo che lo circonda. Una madre che consente al figlio di essere molto schizzinoso dimostra di pensare, come lui, che le cose buone da mangiare sono veramente poche. Una madre che non riesce a dire no al figlio che le chiede ogni giorno lo stesso piatto, o che gli permette di rifiutare la maggior parte dei cibi, può finire per lasciarsi tiranneggiare dal figlio, accettando che le dia degli ordini.
Asha Phillips, I no che aiutano a crescere, 1999

Se è vero che noi siamo ciò che mangiamo, io volevo mangiare solo roba genuina, ma per mio padre: "Il cibo è carburante: se fai lo schizzinoso su quello che metti nel serbatoio finirai a secco".
Rémy, in Ratatouille, 2007

Si può tollerare un povero che faccia lo schizzinoso?
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

«Quello oggi non mi ha lasciato entrare, pur accogliendo altri», «Ha respinto con arroganza il mio discorso o lo ha apertamente deriso», «Non mi ha posto nella parte mediana, ma in quella inferiore del letto tricliniare», e altre cose di questo tipo: come dovrei definirle se non lagnanze di un animo schizzinoso? In esse incappano quelli che sono in generale raffinati e beati; non ha tempo, infatti, di notarle chi ha preoccupazioni più gravi e pressanti.
Lucio Anneo Seneca, La fermezza del saggio, I sec.

Io prego Gesù, Buddha e SpongeBob: non c'è tempo per essere schizzinosi. 
Lisa Simpson, in I Simpson, 1989/...

Stare al mondo significa stare con i piedi perennemente immersi in un pantano. È inutile, dunque, fare troppo gli schizzinosi: bisogna imparare a camminare nella melma.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Un uomo schizzinoso è un uomo che ha idee disgustose.
Jonathan Swift (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Pulitino se la fece addosso.
Proverbio

Se hai fame non essere schizzinoso con il cibo che ti viene offerto; se hai freddo non esserlo con gli abiti che ti vengono donati.
Proverbio cinese

4. Schifiltosi
© Aforismario

La persona più schifiltosa sarà quella che avrà il bicchiere col rossetto o il capello nel piatto.
Arthur Bloch, Legge di Esther, La legge di Murphy III, 1982

Gli uomini sono, di regola, parecchio schifiltosi por quelle cose che introducono nel proprio stomaco, e pochissimo, o punto, per quelle che introducono nel proprio spirito.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Il pudore è sublime, perchè è la natura che si difende. La schifiltosità è odiosa, perchè è una maschera. Sotto il pudore è una donna; sotto la schifiltosità non è che una ridicola preziosa.
Arsène Houssaye, Il libro di mezzanotte, 1887

Note
  1. Choosy: termine inglese traducibile con "schizzinoso" o "esigente" [cfr. citazione di Elsa Fornero].
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Educazione e Pedagogia - Genitori e Figli

Nessun commento: