2016-11-10

Razzismo e Razzisti - 120 Frasi, citazioni e slogan

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative su e contro il razzismo, i razzisti e il pregiudizio razziale. In appendice anche una raccolta di slogan contro il razzismo. Il termine "razzismo" designa l'insieme delle manifestazioni di disprezzo o degli atteggiamenti di intolleranza e di emarginazione, spesso originati da profondi pregiudizi sociali, nei confronti di individui o gruppi appartenenti a comunità etniche e culturali diverse, ritenute inferiori. Da un punto di vista ideologico, il razzismo si fonda sul presupposto arbitrario dell’esistenza di razze umane biologicamente e storicamente "superiori", destinate al comando, e di altre "inferiori", destinate alla sottomissione, contro le quali è ammessa ogni forma di persecuzione al fine di conservare la "purezza" della razza ritenuta superiore. [cfr. Vocabolario Treccani].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla razza, l'intolleranza, l'uguaglianza e la diversità, gli stranieri e gli immigrati.
Gran brutta malattia il razzismo. Più che altro strana: colpisce i bianchi, ma fa fuori i neri.
(Albert - attribuito erroneamente ad Albert Einstein)
1. Razzismo
© Aforismario

Gran brutta malattia il razzismo. Più che altro strana: colpisce i bianchi, ma fa fuori i neri.
Albert (attribuita erroneamente ad Albert Einstein - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

Noi tutti dovremmo sapere che la diversità fa parte di un ricco arazzo, e dobbiamo capire che tutti i fili della trama hanno un uguale valore, non importa quale sia il loro colore.
[We all should know that diversity makes for a rich tapestry, and we must understand that all the threads of the tapestry are equal in value no matter what their color].
Maya Angelou, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Se ciascuno di noi facesse davvero i conti con se stesso, a proposito del razzismo, questo confronto potrebbe rappresentare, se non il principio della fine, almeno la fine del principio.
Rosellina Balbi, All'erta, siam razzisti, 1988

Il pregiudizio razziale troverà sempre un fertile terreno in quella piccola e debole cosa che è il cervello umano.
James Baldwin (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il razzismo non si può cancellare. È come le sigarette: non puoi smettere di fumare se non lo vuoi.
Mario Balotelli, su la Repubblica, 2013

Non occorre essere diplomati in arte della navigazione per gonfiare le vele del "bene comune" con il vento, alimentato dalla paura, della fobia verso gli stranieri; in altre parole, non è difficile trascinare coloro che soffrono di mancanza di potere al servizio di chi desidera acquisire potere su di loro. Basta che nella mente dei primi la ripugnante esperienza della vischiosità si associ sempre all'idea degli stranieri, per loro stessa natura vischiosi.
Zygmunt Bauman, Il disagio della postmodernità, 2000

Il razzismo è il modo più rapido per evitare la fatica di distinguere.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Il razzismo disonora la razza umana.
Pino Caruso, ibidem

Il razzismo non è un opinione ma un crimine; come il furto non è un punto di vista ma un reato.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

Il razzismo aveva avuto su di me un impatto così violento che sapevo di dover fare un grosso sforzo per adattarmi a un mondo prevalentemente bianco.
Angela Davis, Autobiografia di una rivoluzionaria, 1974

[I pregiudizi contro i negri] sono la malattia peggiore di cui soffre la nostra nazione
Albert Einstein, cit. su New York Times, 1946

C’è una macchia scura nel panorama sociale degli americani. Il loro senso dell’eguaglianza e della dignità umana si limita essenzialmente agli uomini di pelle bianca.
Albert Einstein, Pensieri, idee, opinioni, 1950

Che cosa può fare l’uomo di buona volontà per combattere un pregiudizio razziale tanto profondamente radicato? Deve trovare il coraggio di dare l’esempio con la parola e con l’azione, e vigilare affinché i suoi figli non restino a loro volta condizionati da tale pregiudizio.
Albert Einstein, Pensieri, idee, opinioni, 1950

I terroni non so, ma noi italiani non siamo razzisti.
Ellekappa (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il razzismo non è solo l'essere intolleranti con il diverso, ma è anche il sottolineare ogni volta che comunque è diverso.
Filippo Facci, La giusta indifferenza, su Il Post, 2013

Vivere nel mondo di oggi ed essere contro l'uguaglianza per motivi di razza o colore è come vivere in Alaska ed essere contro la neve.
[To live anywhere in the world today and be against equality because of race or color is like living in Alaska and being against snow].
William Faulkner, Saggi, discorsi e lettere pubbliche, 1966 (postumo)

Le lacrime di una persona rossa, gialla, nera, marrone e bianca sono tutte uguali.
[The tears of the red, yellow, black, brown and white man are all the same].
Martin H. Fischer (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)
Per un mondo a colori, di' no al razzismo. (Aforismario)
Il razzismo, l'antisemitismo e il neonazismo, tre nozioni che indicano il grado zero dello sviluppo dell'umanità.
Umberto Galimberti, Parole nomadi, 1994

Accade, e abbastanza di frequente, che bambini delle scuole elementari vengano ritirati perché dileggiati dai compagni per il colore della loro pelle, per il taglio dei loro occhi, per la loro appartenenza etnica o religiosa, nella totale indifferenza degli insegnanti e nella completa giustificazione dei genitori che, dopo aver trasmesso magari sbadatamente questi messaggi, giustificano il tutto dicendo "tanto sono bambini", senza neppure rendersi conto che i bambini, a una certa età, altro non sono che dei riproduttori della comunicazione degli adulti.
Umberto Galimberti, I miti del nostro tempo, 2009

Chi l'avrebbe mai detto che un pigmento nero o giallo della pelle, o un taglio differente dell'angolatura degli occhi, sarebbero diventati un pretesto per una discriminazione razziale? Eppure, essere neri o gialli in una società di bianchi, così come essere ebrei in un passato recente o musulmani oggi, genera sospetto e diffidenza.
Umberto Galimberti, I miti del nostro tempo, 2009

Alla base del razzismo c'è, dunque, sempre il timore di perdere i propri privilegi, guadagnati magari anche con grandi sacrifici nel corso della storia, e che oggi si vogliono mantenere senza sacrifici, per il semplice diritto che ci deriva dall'essere stati i primi ad averli conquistati.
Umberto Galimberti, I miti del nostro tempo, 2009

Io non penso che il razzismo scaturisca dal colore della pelle o dalle differenze culturali o religiose, ma sia piuttosto un sintomo che caratterizza le società sviluppate, attraversate da processi interni di disgregazione che minacciano l'identità collettiva e le condizioni di benessere che, a causa della disgregazione, della mancanza d'iniziativa e della corruzione dei costumi non si sa come difendere. E perciò, prima di identificare la propria patologia, si preferisce accusare lo straniero di essere causa della propria dissolvenza.
Umberto Galimberti, I miti del nostro tempo, 2009

Per non riconoscere la nostra indolenza lavorativa e ideativa, che è alla base dei processi di disgregazione delle nostre società opulente, preferiamo adagiarci sul pregiudizio razzista secondo il quale nascere superiori o inferiori significa essere e rimanere tali senza nessuno sforzo.
Umberto Galimberti, I miti del nostro tempo, 2009

Il pregiudizio razzista e l'ostilità per lo straniero che esso diffonde hanno forse come unica motivazione quella di eliminare la concorrenza di coloro che nella storia sopraggiungono dopo di noi e minacciano il nostro declassamento, siano essi gli stranieri o le donne. Non dunque il pigmento della pelle o le differenze culturali o religiose, ma il terrore di perdere la nostra ricchezza, perché tutti sappiamo che una ricchezza è tale non quando la si possiede, ma quando si è in grado di mantenerla.
Umberto Galimberti, I miti del nostro tempo, 2009

Dio ha creato tutto. Dio ha creato il razzismo. Ma Dio ha creato anche l'anti-razzismo. Con tutto il rispetto che gli devo, Dio è un sacro istigatore.
Philippe Geluck, Il gatto a Malibu, 1992

Meno è intelligente il bianco, più gli sembra stupido il nero.
[Moins le blanc est intelligent, plus le noir lui paraît bête].
André Gide, Viaggio in Congo, 1927

Negli Stati Uniti vi sono due razze oppresse: i negri e gli uomini.
Klaus Harpprecht (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il razzismo è la più grave minaccia dell'uomo verso l'uomo, il massimo di odio per un minimo di ragione, il massimo della crudeltà per un minimo di pensiero.
[Racism is man's gravest threat to man, the maximum of hatred for a mimimum of reason, the maximum of cruelty for a minimum of thinking.].
Abraham Joshua Heschel, Insecurity of Freedom, 1955

La concezione nazionale, razzista, riconosce il valore dell'umanità nei suoi primordiali elementi di razza. In conformità coi suoi princìpi, essa ravvisa nello Stato soltanto un mezzo per raggiungere un fine, il fine della conservazione dell'esistenza razzista degli uomini. Con ciò, non erede affatto ad un'eguaglianza delle razze, ma riconosce che sono diverse e quindi hanno un valore maggiore o minore; e da questo riconoscimento si sente obbligata ad esigere, in conformità con l'eterna Volontà che domina l'Universo, la vittoria del migliore e del più forte, la subordinazione del peggiore e del più debole.  
Adolf Hitler, La mia battaglia, 1925/26

Nello Stato nazionale la concezione razzista deve riuscire ad affrettare quella nobile epoca in cui gli uomini non si occuperanno più nell'allevare cani, cavalli e gatti, ma nell'elevare la condizione dell'uomo stesso; epoca che sarà per gli uni di silenziosa e saggia rinunzia, per altri di doni e sacrifici gioiosi. 
Adolf Hitler, La mia battaglia, 1925/26
Si è sempre lo straniero di qualcuno. Imparare a vivere insieme,
è questo il modo di lottare contro il razzismo. (Tahar Ben Jelloun)
Tra le cose che ci sono al mondo, il razzismo è la meglio distribuita. è un comportamento piuttosto diffuso, comune a tutte le società tanto da diventare, ahimè, banale. Esso consiste nel manifestare diffidenza e poi disprezzo per le persone che hanno caratteristiche fisiche e culturali diverse dalle nostre.
Tahar Ben Jelloun, Il razzismo spiegato a mia figlia, 1998 [1]

Il razzismo non ha alcuna base scientifica, anche se degli uomini hanno provato a servirsi della scienza per giustificare le loro idee di discriminazione.
Tahar Ben Jelloun, Il razzismo spiegato a mia figlia, 1998

Si è sempre lo straniero di qualcuno. Imparare a vivere insieme, è questo il modo di lottare contro il razzismo.
Tahar Ben Jelloun, ibidem

Imparare a conoscersi, a parlarsi, a ridere insieme: cercare di condividere i momenti di piacere, ma anche le pene, fare vedere che spesso si hanno le stesse preoccupazioni, gli stessi problemi, è questo che potrebbe fare regredire il razzismo. Anche viaggiare può essere un modo valido per conoscere meglio gli altri.
Tahar Ben Jelloun, Il razzismo spiegato a mia figlia, 1998 [1]

Il razzismo esiste ovunque vivano gli uomini. Non c'è nessun paese che possa pretendere che non ci sia razzismo in casa sua. Il razzismo è nell'uomo. È meglio saperlo e imparare a respingerlo.
Tahar Ben Jelloun, ibidem

Un ragazzo dovrebbe correggere i suoi genitori quando esprimono giudizi razzisti. Non bisogna esitare ad intervenire o essere intimiditi perché si tratta di persone grandi.
Tahar Ben Jelloun, ibidem

Esistono molti gruppi umani che si differenziano per il colore della pelle, per i peli e i capelli, per i lineamenti della faccia e anche per la cultura. Quando si mescolano tra loro (con il matrimonio), allora nascono dei bambini che sono detti "meticci". In generale i meticci sono belli. è la mescolanza che genera la bellezza. Ed è anche un modo efficace per dare scacco al razzismo.
Tahar Ben Jelloun, Il razzismo spiegato a mia figlia, 1998 [1]

Io ho ancora un sogno. È un sogno profondamente radicato nel sogno americano. Io ho un sogno, che un giorno questa nazione si leverà e vivrà fino in fondo il senso delle sue convinzioni: "Noi riteniamo che sono per se stesse evidenti queste verità, che tutti gli uomini sono creati uguali".
Martin Luther King, discorso al Lincoln Memorial di Washington, 1963

Io ho un sogno, che i miei quattro bambini vivranno un giorno in una nazione nella quale non saranno giudicati per il colore della loro pelle, ma per il loro carattere.
Martin Luther King, discorso al Lincoln Memorial di Washington, 1963

Un uomo dovrebbe, qualunque cosa accada, tenere per la propria casta, razza e discendenza. I bianchi vadano con i bianchi, i negri con i negri.
Rudyard Kipling, Beyond The Pale, 1888

Cerchiamo di avere un solo scopo, il benessere dell'umanità; e mettiamo da parte ogni egoismo riguardo a lingua, nazionalità o religione.
[Let us have but one end in view, the welfare of humanity; and let us put aside all selfishness in considerations of language, nationality, or religion].
Jan Amos Komenský (Comenio), Didactica magna, 1633–1638

Non c'è niente di più gretto dello sciovinismo e del razzismo. Per me tutti gli esseri umani sono uguali, pecoroni se ne trovano ovunque e per tutti ho lo stesso disprezzo. Ma niente pregiudizi meschini!
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Io sono del colore di coloro che sono perseguitati!
[Je suis de la couleur de ceux qu'on persécute!].
Alphonse de Lamartine, Toussaint Louverture, 1850

Nessuno è nato odiando qualcun altro per il colore della pelle, o il suo ambiente sociale, o la sua religione. Le persone odiano perché hanno imparato a odiare, e se possono imparare a odiare possono anche imparare ad amare, perché l’amore arriva in modo più naturale nel cuore umano che il suo opposto.
Nelson Mandela, Lungo cammino verso la libertà, 1994

Finché il colore della pelle di un uomo / non sarà più importante del colore dei suoi occhi, / io dico guerra.
Bob Marley, War, 1976

Il razzismo è una malattia. È un cattivo funzionamento della mente che compromette le relazioni umane, è una malattia psichicamente contagiosa conseguente al fatto che una mente predisposta viene infettata da idee false, patologiche, che producono ostilità verso altri gruppi e verso i loro membri.
Ashley Montagu, La razza, 1942

Il razzismo [...] consiste nel pretendere che ci siano razze superiori, e che le rimanenti abbiano il dovere di lasciarsene guidare. E sfruttare.
Guido Morselli, Diario, 1938/73 (postumo 1988)

Non è razzismo riconoscere che ci sono razze diverse: ma non è razzismo nemmeno il riconoscere a certe razze certe superiorità.
Guido Morselli, Diario, 1938/73 (postumo 1988)

In che modo dobbiamo dichiararci «contro» la razza? Combattendo il razzismo, che non ha niente in comune col riconoscimento obbiettivo dell'esistere delle razze umane - perché è solo un pretesto per giustificare un’altra diseguaglianza di diritti fra gli uomini, una diseguaglianza che si aggiunge a quelle basate sul sesso, sulla divisione del lavoro, sulla disparità di potere economico.
Guido Morselli, Diario, 1938/73 (postumo 1988)

− Mamma, cos'è il razzismo?
− Mangia, o chiamo l'uomo nero.
Mario Natangelo, su Il Fatto Quotidiano, 2010
Il razzismo, l'antisemitismo e il neonazismo, tre nozioni
che indicano il grado zero dello sviluppo dell'umanità. (Umberto Galimberti)
Il razzismo. È la paura del diverso, la persecuzione dell'estraneo: che sia l'ebreo internato nei campi di concentramento, l'uomo di colore ghettizzato dall'apartheid, o il vu cumprà all'angolo della strada.
Willy Pasini, La vita è semplice, 1998

Il razzismo è un odio di classe inconscio. Si confronti il razzismo americano: esso è stato appunto, fino a oggi e ancora oggi, un odio di classe inconscio. Ma dal momento che i negri hanno incominciato a lottare e avere consapevolezza di sé come classe povera, l'odio razzistico, oscuro e indecifrabile, di sta trasformando in un chiarissimo e decifrabilissimo odio di classe. L'odio cioè che un borghese italiano prova per un comunista, non per un «terrone» o un carcerato (che è ancora oscuro e indecifrabile).
Pier Paolo Pasolini, Il caos, 1979

Fessi gli etnologi che credono basti accostare le masse alle varie culture del passato − e del presente − per avvezzarle a capire e tollerare e uscire dal razzismo, dal nazionalismo, dall'intolleranza. Le passioni collettive sono mosse da esigenze d'interessi che si travestono di miti razziali e nazionali. E gli interessi non si cancellano.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

Riconoscere la diversità non è razzismo. È un dovere che abbiamo tutti. Il razzismo però deduce dalla diversità degli altri uomini la diversità dei diritti. Noi invece pensiamo che i diritti siano gli stessi per tutti gli uomini. 
Giuseppe Pontiggia, Nati due volte, 2000

Il razzismo finirà quando si potrà dare dello stronzo a un negro.
Dino Risi, Vorrei una ragazza, 2001

Patriottismo, nazionalismo e razzismo stanno fra di loro come la salute, la nevrosi e la pazzia.
Umberto Saba, Scorciatoie e raccontini, 1946

Il razzismo è un modo di delegare ad altri il disgusto che abbiamo di noi stessi.
Robert Sabatier, Il libro dell'irragionevolezza sorridente, 1991 

Il razzismo genera razzismo come la putrefazione il verme.
Robert Sabatier, Il libro dell'irragionevolezza sorridente, 1991

Il razzismo finirà quando potremo dire che ci sono neri stronzi come i bianchi. 
Michele Serra, su Corriere della sera, 2006

Prima, ai negri, si fanno lustrare le scarpe: poi si dice loro che sono buoni solo a lustrare le scarpe.
George Bernard Shaw (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Piccola obiezione al razzismo: non c’è peggior razza di quella umana.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Il misantropo è il piú democratico dei razzisti; per lui, tutte le razze della specie umana sono ugualmente degne di disprezzo.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Razzismo. Materialismo zoologico.
Lev Trotsky, Che cos'è il nazionalsocialismo?, 1933

Sii gentile con i bianchi, hanno bisogno di ritrovare la loro umanità.
[Be nice to whites, they need you to rediscover their humanity].
Desmond Tutu (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Io non ho pregiudizi razziali, e penso di non avere pregiudizi di colore, né pregiudizi di casta, né pregiudizi, credo. Anzi, lo so. Posso sopportare qualsiasi società. Tutto ciò che m'importa sapere di un uomo è che sia un essere umano – ciò è abbastanza per me; non potrebbe essere niente di peggio.
Mark Twain, A proposito degli ebrei, 1899 (postumo, 1985)

Il fascismo si cura leggendo e il razzismo si cura viaggiando.
[El fascismo se cura leyendo y el racismo se cura viajando].
Miguel de Unamuno (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ci stiamo avviando verso una società multirazzista.
Vip (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La lavanderia è l'unica posto dove le cose dovrebbero essere separate in base al colore.
[Laundry is the only thing that should be separated by color].
Anonimo

Nessuno nasce razzista
2. Razzisti
© Aforismario

Questo deprecabile razzismo da stadio sta rovinando l’immagine di milioni di razzisti per bene.
Altan (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il razzista è colui che pensa che tutto ciò che è troppo differente da lui lo minacci nella sua tranquillità.
Tahar Ben Jelloun, Il razzismo spiegato a mia figlia, 1998 [1]

Non si nasce razzista, si diventa.
Tahar Ben Jelloun, ibidem

La natura spontanea dei bambini non è razzista. Un bambino non nasce razzista. E se i suoi genitori o i suoi familiari non gli hanno messo in testa delle idee razziste, non c'è ragione perché lo diventi.
Tahar Ben Jelloun, Il razzismo spiegato a mia figlia, 1998 [1]

Il razzista è uno che, con il pretesto che non ha lo stesso colore di pelle, né la stessa lingua, né lo stesso modo di fare festa, crede di essere migliore, diciamo superiore rispetto a chi è differente da lui.
Tahar Ben Jelloun, Il razzismo spiegato a mia figlia, 1998 [1]

Il razzista è qualcuno che soffre di un complesso di inferiorità o di superiorità. Il risultato è lo stesso, perché il suo comportamento, in un caso o nell'altro, sarà di disprezzo. E dal disprezzo la collera.
Tahar Ben Jelloun, Il razzismo spiegato a mia figlia, 1998

Il razzista si ama moltissimo, si ama a tal punto da non avere posto per gli altri.
Tahar Ben Jelloun, ibidem

Il razzista crede o fa credere che lo straniero appartenga a un'altra razza, una razza che il razzista considera inferiore. Ma ha completamente torto: c'è una sola razza umana, e basta.
Tahar Ben Jelloun, Il razzismo spiegato a mia figlia, 1998 [1]

I razzisti non hanno senso dell'umorismo. Quanto al loro umore, è spesso cattivo. Sanno soltanto ridere in modo cattivo degli altri, mettendone in evidenza i difetti, come se loro stessi non ne avessero. Quando il razzista ride è per mostrare la sua pretesa superiorità: in effetti, ciò che mostra è la sua ignoranza, il suo grado di bestialità e la sua volontà di nuocere.
Tahar Ben Jelloun, Il razzismo spiegato a mia figlia, 1998 [1]

Per me quello che conta, in una persona, non è che sia ebrea o cattolica, ma che sia degna di rispetto. E sono convinta che non esistano le razze, ma i razzisti. 
Rita Levi-Montalcini, su la Repubblica, 2006

Non esistono le razze, il cervello degli uomini è lo stesso. Esistono i razzisti. Bisogna vincerli con le armi della sapienza. 
Rita Levi-Montalcini, su L’Unità, 2008 

Io razzista? Sarà lei che è negro.
Beppe Viola (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il razzista è un tipo talmente fazioso da essere poco credibile: non ne ho mai visto uno, infatti, che lo fosse anche nei confronti del gruppo di appartenenza.
Aforismario, Taccuino elettronico, 2009/...

Il tuo Cristo è ebreo e la tua democrazia è greca. La tua scrittura è latina e i tuoi numeri sono arabi. La tua auto è giapponese e il tuo caffè è brasiliano. Il tuo orologio è svizzero e il tuo walkman è coreano. La tua pizza è italiana e la tua camicia hawaiana. Le tue vacanze sono turche, tunisine o marocchine. Cittadino del mondo, non rimproverare al tuo vicino di essere straniero.
Anonimo
Gli altri siamo noi. (We are the others)
Slogan contro il razzismo
  • C'è una sola identità: la nostra comune umanità
  • Gli altri siamo noi
  • Il mondo è bello perché vario. Chi non ama la diversità non ama il mondo*
  • Espelli il razzismo
  • Il colore della pelle delle persone ha la stessa importanza del colore dei loro occhi
  • Il razzismo è il luogo comune dove tutti gli stupidi si incontrano
  • Il razzismo è un'onta per l'umanità
  • Il razzismo è una brutta storia
  • Il razzismo uccide
  • Il razzista ha poco cervello in testa
  • L'unica razza che conosco è quella umana
  • La diversità è la bellezza dell'umanità*
  • La diversità è la ricchezza del mondo
  • La pelle ha tanti colori. Il sangue uno solo
  • La pelle ha tanti colori. Il sorriso uno solo
  • La pelle ha tanti colori. Le lacrime uno solo
  • Libertà, fraternità, uguaglianza
  • Miliardi di persone diverse, una sola razza: quella umana*
  • Per un mondo a colori, di' no al razzismo*
  • Persone diverse, stessi diritti
  • Se chiudi col razzismo ti si apre un mondo
  • Siamo tutti diversi*
  • Siamo tutti esseri umani. Dici no al razzismo
  • Stesso sangue, stessi diritti
  • Tu di che razza sei? Umana o disumana?
  • Tutti i colori sono belli
  • Uniamoci contro il razzismo
  • Vogliamo un mondo a colori. No al razzismo*
Note
  1. Tahar Ben Jelloun, Le racisme expliqué à ma fille, 1998 - Il razzismo spiegato a mia figlia © Bompiani, 2005
  2. Gli slogan con asterisco sono coniati da Aforismario
  3. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: RazzaTolleranza e Intolleranza - Immigrati e Stranieri - Uguaglianza e Diversità

Nessun commento: