2016-11-03

Rivalità e Rivali - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sulla rivalità e sui rivali. I primi due paragrafi di questa raccolta fanno riferimento alla rivalità considerata in generale (in campo lavorativo, sportivo, ecc.); il terzo paragrafo, invece, fa riferimento alla rivalità in amore e alla rivalità tra donne e uomini per la conquista di un amante.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sui nemici e sulla gelosia.
Se abbraccio il mio rivale è solo per soffocarlo. (Jean Racine)
Foto: Don Camillo (Fernandel ) e Peppone (Gino Cervi)
1. Rivalità
© Aforismario

Evita di disperdere energie agendo “contro” qualcun altro. Agisci per te.
Diego Agostini, Percorsi positivi, 2000

Ciò che dobbiamo fare è concentrarci sui nostri obiettivi, sulle nostre personali capacità per raggiungerli, sulle nostre prestazioni. Spesso invece la tendenza è quella di “fare la guerra” a qualcuno cercando di ostacolarlo, pensando che se quello perde, noi saremo in modo automatico vincitori. Il rischio in questo caso è che si perda entrambi: lo conosciamo tutti il detto popolare “tra i due litiganti il terzo gode”... Cercando di far perdere l'altro non miglioriamo, perché non produciamo energia positiva, ma negativa.
Diego Agostini, Percorsi positivi, 2000

Bastone. Oggetto adatto ad ammonire il calunniatore benevolo e l'avventato rivale.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Disonorevole. Il comportamento caratteristico e abituale di un rivale.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Le convinzioni e le mete comuni, gli interessi simili produrranno in ogni società dei gruppi che, in un certo senso, agiranno come singole unità. Ci saranno sempre degli attriti tra questi gruppi – lo stesso tipo di antagonismo e di rivalità che esiste fra i singoli individui
Albert Einstein, su Collier's, 1938

Nel sentimento di un accordo, non di una rivalità, consiste la felicità.
André Gide, Diario, 1887-1950

Nei gruppi disturbati da un notevole rumore di fondo emozionale e sociale - indipendentemente dal fatto che ciò derivi dalla paura o dalla collera, dalle rivalità o dal risentimento - gli individui non possono dare il meglio di sé. L'armonia, invece, consente a un gruppo di trarre il massimo vantaggio dalle capacità dei suoi membri più creativi e di talento.
Daniel Goleman, Intelligenza emotiva, 1995

L'esaltazione degli antichi scrittori procede non dalla reverenza per i morti, ma dallo spirito di rivalità e dalla reciproca invidia dei vivi.
Thomas Hobbes, Leviatano, 1651

Escludi da te tutte le forme di distrazione ed elimina tutte le occasioni di rivalità.
Bruce Lee, Pensieri che colpiscono, 2000 (postumo)

Nella repubblica letteraria ec. come presso le donne, e come nelle conversazioni, bisogna innalzarsi sopra il corpo degli altri, bisogna farsi largo, calunniare i rivali, motteggiarli, farsi dintorno una gran piazza vota, cacciandone chi la occupa, cogli artifizi e le malvagità che si esercitano co' rivali in amore.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

L'invidia rivela la mediocrità; i grandi caratteri non conoscono che le rivalità.
Pierre-Marc-Gaston de Lévis, Massime e riflessioni, 1808

Lo spirito di rivalità è un'esca sicura, un richiamo fortissimo per tutti coloro che non sono dotati di particolare sensibilità per i valori della vita comune.
Marshall McLuhan, La sposa meccanica, 1951

Non c’è forse nei rapporti fra gli uomini nulla di più piacevole delle prove che facciamo gli uni contro gli altri, per rivalità di onore e di valore, sia negli esercizi del corpo sia dello spirito.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

Non fate nulla per spirito di rivalità o per vanagloria, ma ciascuno di voi, con tutta umiltà, consideri gli altri superiori a sé stesso, senza cercare il proprio interesse, ma anche quello degli altri.
Paolo di Tarso, Lettera ai Filippesi, ca. 50-60

In un mondo basato sulla rivalità il successo notevole è possibile soltanto a una minoranza.
Bertrand Russell, La conquista della felicità, 1930

La rivalità sparisce all'improvviso, quando vien meno da una delle due parti; per combattere bisogna essere in due a volerlo.
Lucio Anneo Seneca, L'ira, I sec.

È giusto escludere le donne dagli affari pubblici e civili: niente è più contrario alla loro vocazione naturale di tutto ciò che le metterebbe in rivalità con gli uomini.
Madame de Staël, La Germania, 1810 

Non partecipare mai a gare né a contese: rifuggi da ciò che muove lo spirito a sentimenti di rivalità, di contesa, a ciò che suscita rancore. Non guerreggiare mai con altri se non con te stesso, con la parte inferiore ed effimera che deve svanire e lasciare il posto alla parte superiore, che è eterna.
Amadeus Voldben (Amedeo Rotondi), Pensieri per una vita serena, 2008 (postumo)

Ogni paese ha le sue contese.
Proverbio

L'invidia rivela la mediocrità; i grandi caratteri non conoscono che le rivalità.
(Pierre-Marc-Gaston de Lévis)
2. Rivali
© Aforismario

Ci sono delle persone che, dovunque vadano, con chiunque entrino in rapporto, si mettono in posizione antagonista. Vivono ogni relazione come una gara in cui affermare il proprio valore superando qualcun altro. Hanno sempre bisogno di un nemico, di un rivale. Provano soddisfazione e piacere combattendo, vincendo. Esultano quando trionfano sul nemico. Prediligono le manovre, gli scontri, le battaglie, le imboscate. Sono spesso vigilanti e sospettosi, e solo quando hanno piegato l'avversario, sono disposte a porgergli una mano.
Francesco Alberoni, Abbiate coraggio, 1998

Le persone antagoniste intendono il successo come trionfo su qualcuno. Hanno bisogno di un rivale
da sconfiggere e identificano il successo con la capacità di vincere l'avversario, di piegare la sua volontà, cioè di dominarlo. Di conseguenza il loro motto è "molti nemici molto onore".
Francesco Alberoni, Abbiate coraggio, 1998

Talvolta gli uomini pur avendo lottato nel modo migliore si sono visti sconfitti, non dai loro rivali o dalle circostanze, ma dalla mancanza di persistenza che non ha loro permesso di resistere sino a quando un capovolgimento della situazione li avrebbe fatti vittoriosi.
William Walker Atkinson, Psicologia del successo, 1915

Ci capiterà di affrontare rivali in ogni campo nel quale sceglieremo di agire, ma quelli più pericolosi saranno coloro che reputiamo amici.
Paulo Coelho, Il manoscritto ritrovato ad Accra, 2012

La nostra cultura ci insegna che se vogliamo qualcosa dalla vita dobbiamo “aspirare a essere il numero uno”. Ci viene detto: “La vita è un gioco, una corsa, una competizione e ti conviene vincerla”. Compagni di scuola, colleghi e perfino membri della famiglia sono visti come rivali: più vincono, meno resta per noi. Naturalmente cerchiamo di apparire generosi e di gioire dei successi altrui, ma spesso, quando gli altri ottengono qualcosa, ci rode il fegato.
Stephen Covey, Le sette regole per avere successo, 1989

Come colle donne abbattere i rivali, e far solitudine dintorno a sé, così nel mondo è necessario atterrare gli emuli e i compagni, e farsi via su pei loro corpi: e si abbattono questi e i rivali colle stesse armi; delle quali due sono principalissime, la calunnia e il riso.
Giacomo Leopardi, Pensieri, 1845 (postumo)

Se perdi il tuo più grande rivale, perdi anche parte di te stesso.
John McEnroe (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ci viene assai più naturale attribuire il disprezzo di cui siamo oggetto all'iniquità di un rivale piuttosto che ai nostri difetti.
Charles-Louis de Montesquieu, I miei pensieri, 1716/55 (postumo 1899/01)

Gli uomini invidiosi dal fiuto più sottile cercano di non conoscere con maggior precisione il loro rivale per potersi sentire superiori a lui.
Friedrich Nietzsche, Aurora, 1881

Se abbraccio il mio rivale è solo per soffocarlo.
[J'embrasse mon rival, mais c'est pour l'étouffer].
Jean Racine, Britannico, 1669

Le donne considerano tutte le altre donne come loro rivali, mentre di regola gli uomini provano questo sentimento soltanto verso coloro che esercitano la loro stessa professione.
Bertrand Russell, La conquista della felicità, 1930

Come perdente non aveva rivali.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Così come può accadere che un pugile, nel momento in cui si rende conto di non poter competere ad armi pari col proprio avversario, faccia ricorso a qualche colpo basso, allo stesso modo è facile che l’invidioso, nel momento in cui comprende che non potrà mai eguagliare il proprio rivale, ricorra alla calunnia. Ma così facendo, l’uno e l’altro – il pugile scorretto come l’invidioso – vanificano nel modo peggiore l’unica possibilità rimastagli: quella di finire al tappeto con onore.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Quando le differenze tra le persone [...] ai vari livelli della scala gerarchica vengono sottolineate e addirittura esaltate, ciascuno tira fuori il peggio di sé. I caratteri dominanti diventano egoisti, insensibili e arroganti e sottopongono i loro collaboratori a ogni genere di abuso; chi è in fondo alla lista si ritira in sé stesso, soffre di problemi psicologici e rende ben al di sotto delle sue capacità. Molte aziende aggravano questi problemi valutando ripetutamente i dipendenti e facendo continue graduatorie, in un sistema che premia solo poche cosiddette "star" e tratta tutti gli altri come cittadini di seconda o terza classe. Il triste risultato è che quelli che dovrebbero essere amici diventano nemici: si trasformano in bastardi spietati che non guardano in faccia a nessuno pur di salire qualche gradino nella gerarchia e buttare giù un rivale.
Robert Sutton, Il metodo antistronzi, 2007

Il vostro rivale più accanito è la vostra stessa visione del futuro.
Watts Wacker e Tim Taylor (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Una donna è perduta se ha paura della sua rivale. (Madame du Barry)
3. Rivalità in amore
© Aforismario

L'amore, l'interesse, non sono cose che si possono ottenere senza il consenso. Il rivale costituisce una minaccia solo se il nostro amato lo accetta. La minaccia viene sì dall'esterno, ma anche dalla persona amata.
Francesco Alberoni, L'erotismo, 1986

Una donna è perduta se ha paura della sua rivale.
Madame du Barry (Marie-Jeanne Bécu), Sentenze, XVIII sec.

Il mondo [...] è il mio rivale.
Roland Barthes, Frammenti di un discorso amoroso, 1977

Il vestito riesce a diventare di pessimo gusto in un lampo. Basta che l'indossi una rivale.
Dino Basili, I violini di Chagall, 1991

L'ufficio della gelosia è di stimolar nell'amante l'anelito a superarsi per non dar luogo al rivale - vero o presunto che sia.
Ugo Bernasconi, Parole alla buona gente, ca. 1933 (postumo 1987)

Le donne più galanti diventano sinceramente virtuose quando si tratta di condannare le loro rivali.
Paul Bourget, Fisiologia dell'amore moderno, 1891

Un modo sicuro per riaccendere la passione di un innamorato che comincia a dar segni d'indifferenza è la comparsa di un rivale: non è raro che questo venga inventato di sana pianta a tale scopo.
Robert B. Cialdini, Le armi della persuasione, 1984

Il cane più mite assale furibondo il rivale, non solo per strappargli un osso, ma anche se sente che il padrone lo trascura e gli preferisce l'altro.
Helene Deutsch, Psicologia della donna, 1948/54

La maggior parte delle donne, alle gentilezze, ai benefici che loro si fanno non provano gusto e sollievo tanto per l'omaggio e il miglioramento che loro si reca, quanto per l'invidia rabbiosa che possono suscitare nelle loro compagne o rivali.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Di un'altra donna, una donna preferisce esser complice che amica. Ma, soprattutto, rivale.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Che guadagno sarebbe per la vita se ci si rendesse conto prima, se si apprendesse per tempo che con la propria bella le cose non vanno mai così bene come quando si loda il proprio rivale. Allora il cuore le si solleva, sparisce la preoccupazione di ferirvi, la paura di perdervi; ella vi prende a confidente e voi vi persuadete con gioia che siete voi quello a cui appartiene il frutto dell'albero, se avete abbastanza buonumore per lasciare agli altri le foglie che cadono.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

In un triangolo, chi è il traditore, chi il rivale e chi l'amante umiliato? Sé stessi, sé stessi, nessun altro che sé stessi!
Erica Jong, Come salvarsi la vita, 1977

Un marito non ha un solo rivale che non sia opera sua, e come un regalo che in passato ha fatto alla moglie. Lo loda davanti a lei per i bei denti e la bella testa; gradisce le sue premure; riceve le sue visite; e, dopo ciò che gli arriva dal proprio podere, nulla gli pare aver miglior sapore della selvaggina e dei tartufi che questo amico gli invia. Dà una cena e dice ai convitati: «Prego, assaggiate questo; è di Léandre, e non mi costa che un mille grazie».
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

O avete un rivale o non l'avete. Se l'avete dovete cercare il più possibile di piacere per essere preferito a lui, se non l'avete anche in questo caso dovete piacere per evitare di averlo. In tutte e due le situazioni dovete tenere la stessa condotta. 
Pierre-Ambroise-François Choderlos de Laclos, Le relazioni pericolose, 1782

È quasi impossibile un’amicizia durevole tra due che menino parimente vita giovanile; dico quella sorte di vita che si chiama così oggi, cioè dedita principalmente alle donne. Anzi tra questi tali è meno possibile che mai, sì per la veemenza delle passioni, sì per le rivalità in amore e le gelosie che nascono tra essi inevitabilmente, e perché, come è notato da Madama di Staël, gli altrui successi prosperi colle donne sempre fanno dispiacere, anche al maggior amico del fortunato.
Giacomo Leopardi, Pensieri, 1845 (postumo)

Tutte le donne sono ardentissime rivali de' loro amanti.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Chi è innamorato di sé stesso ha almeno il vantaggio di non incontrare molti rivali nel suo amore.
Georg Lichtenberg, Aforismi, 1766/99 (postumo 1902/08)

Non bisogna innamorarsi delle donne belle [...] perché ci si perde sempre: si credono chissà chi, sono concupite dagli amici e finiscono sempre per tradirti. Meglio dedicarsi alle donne brutte perché ti saranno sempre riconoscenti di averle scelte, perché non avrai rivali e perché non rischierai di innamorarti "veramente".
Dacia Maraini, Dolce per sé, 1997

Per il narciso è un rivale chiunque pretende di amarlo più di se stesso.
Kosta Mariano (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Si ripete spesso che la più grande prova d’affetto che una donna possa dare a un uomo è di sacrificargli la propria civetteria, di rinunciare alla moda. Nulla di più falso. Al contrario, la donna che ama si guarda bene dal lasciarsi distanziare da rivali. Segue fedelmente, rigorosamente le mode più di ogni altra cosa. Perché? Perché, innanzitutto, si tratta di rimanere la più bella, la più seducente, e perché, quando ci si trascura, s’invecchia, s’imbruttisce.
Francis de Miomandre, La moda, 1926

Le donne pensano, sinceramente, di vestirsi per noi. O per loro. Ma vero è che si vestono per stupirsi reciprocamente. La suprema gioia procurata da un bel cappotto, uno splendido abito è di annientare una rivale… la quale avrà d'altronde la sua rivincita, la settimana successiva, dovesse fare mille follie per riuscirci.
Francis de Miomandre, La moda, 1926

Il rivale in amore che arrivi a prometterle il matrimonio è un avversario che gioca sporco.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

La gelosia non è altro che una forma di allergia, dove il "polline" è costituito dal rivale in amore.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

Gli animali hanno come noi un criterio di scelta nei loro amori, e fanno una qualche cernita delle loro femmine. Non vanno esenti dalle nostre gelosie e da rivalità estreme e irreconciliabili.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

In un uomo le donne notano facilmente se la sua anima è già occupata; esse vogliono essere amate senza rivali e gli rimproverano gli scopi della sua ambizione, i suoi compiti politici, le sue scienze ed arti, se egli ha una passione per tali cose. A meno che per esse egli non brilli – allora sperano, nel caso di un legame amoroso con lui, di brillare, anche loro, di più; quando le cose stanno così, favoriscono l’amante.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Quando si hanno dei rivali, il segreto per aver la meglio e liberarsene è quello di essere più gentiluomo di loro, più nobile e innamorato; dopodiché, se la dama è ingiusta e sceglie male, la si può sostituire, se si vuole, senza apparire incostante.
Madeleine de Scudéry, Clélie, 1654/61

Quanto alla gelosia, bisogna evitare di provarne troppa e a lungo; è assai meglio infatti detestare la propria amante che perder tempo a detestare inutilmente i propri rivali.
Madeleine de Scudéry, Clélie, 1654/61

Bisogna guardarsi dall'essere sottomessi ai rivali, mentre bisogna, al contrario, agire con tale accortezza che essi si sottomettano a voi.
Madeleine de Scudéry, Clélie, 1654/6

È meno spiacevole vedere la persona che si ama essere posseduta dal marito piuttosto che vederla solamente amata da un rivale.
Madeleine de Scudéry, Sulla gelosia, XVII sec.

Ogni perfezione che voi aggiungete alla corona dell'oggetto che amate, e che forse ne ama un altro, lontano dal procurarvi un godimento celeste, vi rivolge un pugnale nel cuore. Una voce vi grida: Questo piacere così affascinante, è il tuo rivale che ne godrà.
Stendhal, Sull'amore, 1822

Nei riguardi del rivale, non c'è via di mezzo; bisogna o scherzare con lui con l'aria più disinvolta possibile, o fargli paura.
Stendhal, Sull'amore, 1822

La perfetta naturalezza e l'intimità non possono darsi che nell'amore-passione, perché in tutti gli altri tipi d'amore si sente la possibilità di un rivale favorito.
Stendhal, Sull'amore, 1822

Ho visto un uomo scoprire che il suo rivale era amato, e questi non accorgersene a causa della sua passione.
Stendhal, Sull'amore, 1822

L’amore è sempre di natura sessuale, né c’è differenza sostanziale tra lo stambecco in fregola che fa a cornate con il rivale e il poeta che scioglie inni alla sua bella per piegarla ai suoi desideri: tutti e due agiscono sotto la forza della natura che vuole perpetuare la specie.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

Non consigliarti con una donna sulla sua rivale,
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

Quattro occhiate dà una donna nello specchio: la prima è per sé stessa, la seconda è per il marito, la terza è per chi sa lei e l’ultima è per le rivali.
Proverbio

Tre non vivono in pace: due gatti e un topo, due cani e un osso, due donne e un amoroso.
Proverbio

Il pesce preparato dalla moglie di un poligamo è mangiato dalla sua rivale.
Proverbio africano

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Nemici e Inimicizia - Gelosia e Possessività

Nessun commento: