2016-11-06

Svago e Intrattenimento - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più belle sullo svago, sulle distrazioni e sull'intrattenimento; dunque, su ciò che consente di svagarsi e distrarsi, cioè di prendere riposo in modo piacevole e temporaneo dalle occupazioni quotidiane. Come recita l'articolo 24 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, promulgata nel 1948: "Ogni individuo ha diritto al riposo e allo svago, comprendendo in ciò una ragionevole limitazione delle ore di lavoro e ferie periodiche retribuite".
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul divertimento, la festa e il tempo libero.
La società di massa non vuole cultura, ma intrattenimento. (Hannah Arendt)
1. Svago
© Aforismario

La vita è breve: bisogna dunque approfittare del presente, ma con assennatezza e nella convinzione che tutto accade secondo giustizia. Sii sobrio, anche quando ti svaghi o ti diverti.
Marco Aurelio, Pensieri, ca. 166-179

Ci sono persone impegnate nel lavoro che non si concedono nessuno svago. Spesso vengono giudicate stakanoviste e avide di denaro. Ma la verità è un’altra: cercano di essere sempre occupate per non pensare ai dolori che si portano dentro.
Romano Battaglia, L’uomo che vendeva il cielo, 2011

Più sguarnito, più diseredato del troglodita, il civilizzato non ha un momento per sé, i suoi svaghi stessi sono febbrili e opprimenti: un forzato in ferie, che soccombe all'uggia dell'inattività e all'incubo delle spiagge.
Emil Cioran, La caduta nel tempo, 1964

Ci sono uomini così oppressi dall'inerzia e dall'indolenza che si sposano soltanto per svagarsi: dapprima li occupa la scelta di una moglie, poi le visite, gli incontri, i banchetti, le cerimonie; ma dopo la cerimonia estrema, li riprende più che mai la noia.
Charles Dufresny, Divertimenti seri e faceti, 1698-1707

È ben vero che il fumare e il bere sono una peste dell'umanità; pure in certi momenti sono uno svago che reca l'oblio del male.
Giovanni Gaggino, Tesoro, 1900/17

Nel silenzio della nostra interiorità, la nostra vita si affaccenda senza più rispettare il settimo giorno, che tutte le religioni precettano perché l'uomo non smarrisca se stesso e la conoscenza di sé. Perché anche nel settimo giorno le azioni apparentemente di svago assumono le sembianze del lavoro che copre l'intero arco della settimana, e più non hanno nel riposo, nell'ozio, nella lettura, nell'ascolto della musica o delle parole di chi ci circonda, nella riflessione, nel contatto con sé, il loro contrappunto e la loro segreta intenzione.
Umberto Galimberti, I miti del nostro tempo, 2009

In un mondo sempre più regolato dalla tecnica che tende al dominio della terra, ogni azione, anche quella apparentemente di svago, assume le sembianze del lavoro che copre l'intero arco delle ventiquattro ore, e non ha più nel riposo e nell'ozio il suo contrario, perché anche lo sport, anche il divertimento, anche il tempo libero, anche il fine settimana sono, come dice Jünger, "un contrappeso dalle tinte giocose all'interno del lavoro, ma in nessun caso il contrario del lavoro".
Umberto Galimberti, I miti del nostro tempo, 2009

L'uomo sano e saggio non si allontana mai dalla ragione e non si concede nessuno svago se non quello del proprio lavoro. 
Henry James, La lezione del maestro, 1888

Per gli altri tutto è a posto. Lavorano al tavolino e si svagano in società. Io mi svago al tavolino e lavoro in società. Perciò evito la società.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Un uomo, dotato solo mediamente d’ingegno, è serio e tutto d’un pezzo: non ride, non scherza mai, non trae profitto alcuno dalle frivolezze; altrettanto incapace di elevarsi alle grandi cose che di accontentarsi, sia pure nello svago, delle più piccole, sa a stento giocare con i figli.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Da giovane, vestivo di saggezza le mie gaie passioni; da vecchio, sciolgo quelle tristi negli svaghi.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/88

Il problema di internet è che sta rimpiazzando la masturbazione come attività di svago.
Patrick Murray (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'uomo è tanto disgraziato che si annoierebbe anche senza nessun motivo di tedio, per la sua stessa conformazione naturale; ed è talmente vano che, pur essendo pieno di mille cause essenziali di noia, la minima cosa, come un biliardo o una palla da spingere, basta a svagarlo.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo) [attribuito erroneamente a Pietro Citati]

Non il lavoro soltanto è avvelenato dalla filosofia della competizione; anche l'ozio che distende i nervi appare noioso. Una continua accelerazione diventa fatale, e la sua conclusione sono le droghe e il collasso. Il rimedio a questo stato di cose sta nell'ammettere una parte di svago sano e tranquillo in un equilibrato ideale di vita.
Bertrand Russell, La conquista della felicità, 1930

I propositi costruttivi non allignano facilmente nella mente di un ragazzo, se conduce una vita di divertimento continuo, poiché in questo caso i suoi pensieri saranno sempre vòlti al prossimo svago, anziché alla lontana conquista.
Bertrand Russell, La conquista della felicità, 1930

Non bisogna tenere la mente uniformemente nella stessa applicazione, ma occorre richiamarla agli svaghi. Socrate non si vergognava di giocare coi fanciulli, Catone rilassava col vino l’animo provato dalle fatiche politiche e Scipione muoveva a tempo di musica quel corpo avvezzo ai trionfi e alle fatiche di guerra.
Lucio Anneo Seneca, La tranquillità dell'animo, I sec.

Quando son festa e giochi tutto l’anno, passare il tempo solo negli svaghi è tanto uggioso quanto lavorare.
William Shakespeare, Enrico IV, 1598

Da giovane, vestivo di saggezza le mie gaie passioni;
da vecchio, sciolgo quelle tristi negli svaghi. (Michel de Montaigne)
2. Distrazioni
© Aforismario

Buona parte della felicità nostra sta nella distrazione da noi medesimi.
Francesco Algarotti, Pensieri diversi, 1765

Dormire è distrarsi dal mondo.
Jorge Luis Borges, Finzioni, 1944

Il lavoro è un'ottima cosa per l'uomo: lo distrae dalla sua vita, gli impedisce di vedere quell'altro essere che è sé stesso e che gli rende spaventosa la solitudine.
Anatole France, L’Anneau d'améthyste, 1899

La differenza tra 1'amante e l'amichetta è che la prima costa, la seconda distrae.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Il lavoro non è più rispettabile dell'alcool, e serve esattamente allo stesso scopo: distrae semplicemente la mente.
Aldous Huxley, Punto contro punto, 1928 

Io sono naturalmente inclinato alla vita solitaria. Contuttociò non posso negare ch’io non desideri una vita distratta vedendo per esperienza che nella solitudine io rodo e divoro me stesso.
Giacomo Leopardi, lettera al padre, 1823

Nulla è cosi insopportabile all'uomo come essere in un pieno riposo, senza passioni, senza affari, senza distrazioni, senza occupazione. Egli sente allora la sua nullità, il suo abbandono, la sua insufficienza, la sua dipendenza, la sua impotenza, il suo vuoto. E subito sorgeranno dal fondo della sua anima il tedio, l'umor nero, la tristezza, il cruccio, il dispetto, la disperazione.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo) [attribuito erroneamente a Pietro Citati]

L'unico bene degli uomini sta nell'essere distolti dal pensare alla loro condizione o da un'occupazione o da qualche passione piacevole e nuova che li assorba, o dal gioco, dalla caccia, da qualche spettacolo attraente: insomma, da quel che si chiama «distrazione».
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

La sola cosa che ci consoli delle nostre miserie è la distrazione; tuttavia, è la più grande di tutte, perché essa soprattutto c'impedisce di pensare a noi stessi e fa che ci perdiamo insensibilmente. Senza di essa, saremmo nella noia; e questa ci spingerebbe a cercare un mezzo più sicuro per uscirne. Mentre la distrazione ci svaga, e ci fa giungere alla morte senza che ce ne avvediamo.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Un re privo di distrazioni è un uomo pieno di miserie. Così si evita con cura un tal caso, ed esso ha sempre intorno a sé un gran numero di persone che badano a far seguire agli affari di Stato gli svaghi e che predispongono piaceri e giuochi per riempire tutto il tempo in cui resterebbe altrimenti in ozio, dimodoché non resti mai un vuoto.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Chi non vede la vanità del mondo è vano a sua volta. Ma poi, chi non la vede, tranne i giovani immersi nel frastuono, nel divertimento e nel pensiero dell'avvenire? Ma togliete loro ciò che li distrae, li vedrete inaridire nella noia. Allora, pur senza conoscerlo, sentono il nulla, ed è davvero una disgrazia essere tristi a tal punto quando si riflette su sé stessi, e non potersi distrarre.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Per quanto un uomo sia colmo di tristezza, se si riesce a distrarlo in qualche modo, eccolo felice in quel lasso di tempo; ma per quanto un uomo sia felice, se non si diverte o non è preso da qualche passione o passatempo che impedisca a la noia di prendere il sopravvento, diventerà in breve triste e infelice.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Senza distrazioni non c'è gioia; con le distrazioni non c'è tristezza; ed è proprio questo che costituisce la felicità delle persone di elevata condizione, avere un gran numero di individui che le distraggono, e poter mantenere questa situazione.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Dalla vuotezza interiore nasce la ricerca di compagnia, distrazioni, piaceri e lussi di ogni genere, cose che conducono molti alla dissipazione e poi alla miseria. Da tale miseria nulla difende tanto sicuramente quanto la ricchezza interiore, cioè la ricchezza dello spirito: essa infatti, quanto più si avvicina all'eccezionalità, tanto meno concede posto alla noia.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Si può essere instancabilmente attivi, zelanti sul lavoro, sempre in cerca di compagnia e distrazioni varie, persino logorroici o grandi divoratori di libri, e tutto pur di non pensare, o, meglio, di non pensarsi.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

La distrazione. La massima invenzione dell'essere umano per continuare a tirare avanti. Per fingere di essere quello che non siamo. Adatti al mondo.
Paolo Sorrentino, Hanno tutti ragione, 2010

3. Intrattenimento
© Aforismario

In città, un funerale è solo un'interruzione del traffico. In un paese è una forma d'intrattenimento.
George Ade, su Cosmopolitan Magazine, 1928

La società di massa non vuole cultura, ma intrattenimento.
[Mass society does not want culture but only entertainment].
Hannah Arendt, La crisi della cultura, 1968

La televisione è un mezzo di intrattenimento che permette a milioni di persone di ascoltare contemporaneamente la stessa barzelletta, e di rimanere ugualmente sole.
Thomas Eliot, in New York Post, 1955

In un trattenimento, chi si vuol divertire, propongasi di passare il tempo. Chi vi cerca e vi aspetta il divertimento, non vi trova che noia, e passa quel tempo assai male.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Il campo dell'intrattenimento, la tv in primis, ci ha abituato alle finzioni. L'importante è narrare, intrattenere il pubblico. In sé non c'è nulla di male nel guardare la tv, purché si sia consapevoli che la fiction è una barriera fra noi e la conoscenza del mondo. 
Giulio Mozzi, su Corriere della Sera, 2002

L'essere umano, come è di regola, non ha altro interesse originario che per la soddisfazione dei propri bisogni e appetiti, e poi per un po' di intrattenimento e di svago.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Per gli hacker un computer significa anche intrattenimento. Non i giochi, non le belle immagini sulla Rete. Il computer in sé è intrattenimento. 
Linus Torvalds, in Pekka Himanen, L'etica hacker e lo spirito dell'età dell'informazione, 2001

Chi non sa intrattenere e divertire se stesso, vuol intrattenere e divertire gli altri.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Hobby e PassatempoDivertimento - Tempo libero

Nessun commento: