2016-12-16

Convivenza - Aforismi, frasi e battute divertenti

Raccolta di aforismi, frasi celebri e battute divertenti sulla convivenza e sui conviventi. La conviuvenza è qui considerata come il vivere insieme, nella stessa abitazione, di una coppia non sposata, che ha comunque una relazione sentimentale. Il termine "convivenza" ha sostituito l'ormai desueto "concubinato", termine con il quale si definiva la condizione di chi (uomo o donna) viveva in stato coniugale con un'altra persona senza essere sposato, cosa che suscitava spesso motivo di scandalo. Oggi, in molti Paesi, compresa l'Italia, la convivenza ha assunto uno status giuridico analogo, per molti aspetti, a quello conferito dal matrimonio, e prende il nome di unione civile.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla coppia, i fidanzati e lo stare insieme.
Nulla separa di più due persone quanto la convivenza.
(Marie von Ebner-Eschenbach)
1. Convivenza
© Aforismario

Maschi e femmine: due sottospecie di Homo intricatus che si sforzano di convivere sotto lo stesso tetto.
Giovanni Abrami, Tanto per dire..., 2010

La cosiddetta convivenza ideale è una menzogna e poiché la cosiddetta convivenza ideale non esiste, nessuno ha il diritto di pretenderla; contrarre un matrimonio, come stringere un'amicizia, vuol dire decidere di sopportare in piena consapevolezza una situazione di doppia disperazione e di doppio esilio, vuol dire passare dall'antinferno della solitudine all'inferno della vita in comune. 
Thomas Bernhard, La fornace, 1970

Quando si convive e si decide di andare a fare questa imperdonabile cazzata, se non si sono imparati subito i fondamentali dell'altra persona, le cose possono solo peggiorare. E non c'è da stupirsi.
Dario Cassini, Tranne mia madre e mia sorella, 2003

Non c'è nulla come la convivenza per confondere reciprocamente le persone.
Ivy Compton-Burnett, Madre e figlio, 1955

Trasloco a parte, la salvezza della convivenza si gioca in un solo ambiente della casa: il bagno. Cercate una casa che ne abbia due, mi raccomando... E ovviamente, lui sbattilo in quello di servizio.
Geppi Cucciari, Meglio un uomo oggi, 2010

Nulla separa di più due persone quanto la convivenza.
Marie von Ebner-Eschenbach, Aforismi, 1880

Convivenza: non basta che a tutt'e due piaccia Mozart; bisogna anche che gli piaccia la cipolla.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Ciò che rende tollerabile la convivenza è il timore di un'altra convivenza.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

La convivenza, che è vicinanza, logora un'unione quanto la lontananza. E in più, la immeschinisce.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

La convivenza rende insopportabili perfino le virtù.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

I mariti tollerano più degli amanti perché le evasioni delle mogli in qualche modo legittimano le loro, rendendo più sopportabile la convivenza.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Ecco il massimo della convivenza: abitazioni separate e visite reciproche.
Oliver Hassencamp (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

[Lei] pensava che il bello della convivenza fosse soprattutto l'opportunità di dividere le fatiche. «Un giorno la spazzatura la porterò sotto io e un giorno lui.» Sì ciao, scendi dal pero. La porterai sempre tu e peserà il doppio.
Luciana Littizzetto, Col cavolo, 2004

Vivi e lascia convivere. 
Marcello Marchesi, Il malloppo, 1971

È un errore ritenere «superato» il matrimonio, sviluppo «sociale» dell'amore tra uomo e donna. La fase naturale è la convivenza, ma l'uomo trae la sua forza, in quanto specie, dai suoi istinti associativi. E il primo modo che l'uomo scoperse per associarsi, poligamo o monogamo che fosse, fu quello di tenersi accanto le sue o la sua donna.
Giulietta Masina, Il diario degli altri, 1975

Per la casa l’aritmetica non vale: si sta meglio con trenta metri quadri da soli, che con sessanta in due.
Gianni Monduzzi, Il manuale della playgirl, 1985

Un fatto certo: anche il solo dormire in due nello stesso letto presenta problemi non indifferenti. C’è chi scalcia e chi si appropria di tutto il lenzuolo: ecco perché si arriva al compromesso dei letti separati. Ma anche così non tutti i problemi sono risolti: c’è chi non s’addormenta se prima non legge e chi non s’addormenta se l’altro legge. Per non parlare delle liti sulla scelta del canale tivù. Si arriva così a un allargamento del compromesso verso le camere separate. Resta comunque il problema del bagno. Solubile con i doppi servizi. Se uno è a dieta e l’altra è anoressica, allora una sola cucina non basta più: le case separate sono la naturale estensione di una convivenza aperta. Tuttavia, anche le case separate sono un palliativo. Il miglior convivente è quello domiciliato in un’altra città
Gianni Monduzzi, Della donna non si butta via niente, 1994

Dormire in camere separate è solo un palliativo: il miglior convivente è quello che dorme in un’altra città.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

La riuscita di una convivenza si riduce essenzialmente a una consonanza di ritmi.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Discutere gli amori, ragionarci su, stabilire se sono buoni amori o meno è uno dei veleni più grandi del nostro tempo. Peggio ancora cercare di cambiarli, di modificarli, di trasformarli in convivenze forzate.
Raffaele Morelli, Il sesso è amore, 2008

La convivenza dei coniugi è il mezzo principale per fare di un buon matrimonio una rarità: perfino le migliori amicizie, infatti, sopportano molto di rado una convivenza.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

La convivenza prima del matrimonio, un tempo socialmente riprovevole, oggi è generalmente considerata una sperimentazione utile e necessaria della reciproca compatibilità.
Robin Norwood, Donne che amano troppo, 1985

Che strano. Molte persone hanno paura di convivere, quando invece quel che è davvero difficile, è saper condividere emozioni e fondersi fin nelle ossa, che si viva insieme, o a chilometri di distanza non importa. È la lontananza del cuore a segnare percorsi.
Selene Pascasi, In attesa di me, 2015

Vigono, nei problemi di convivenza, le stesse leggi che regolano il mercato. Essere tanto indifferenti da sapere contrattare. Sinceri con se stessi, falsi con gli altri.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

Convivere con gli altri è un'arte la cui difficoltà è superata soltanto da quella di convivere con se stessi.
Mario Andrea Rigoni, Variazioni sull'impossibile, 1993

Il viaggio verso la sicurezza è appassionante tanto quanto sarà noioso conviverci una volta che l’avremo raggiunta.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Convivenza. Unione per velocizzare le separazioni.
Guido Rojetti, ibidem

Convivenza e Passione. Il trionfo del sonnifero sull’adrenalina.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Il sesso non ama le lunghe convivenze.
Guido Rojetti, ibidem

Se tu, uomo, proponessi alla donna che ami di non convivere con lei sapendo che ci litigheresti di meno e la ameresti di più, sappi che non hai scampo. Finirai a litigare di più e a farti amare di meno solo per averci pensato.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Dopo tre mesi di convivenza è come se fossi sposato da trent’anni. Mentre fai l’amore tu sopra e lei sotto e ti stai spremendo da mezz’ora come un pazzo, le dici: «Tesoro, che stai pensando?». «Che dobbiamo cambiare ’o lampadario…»
Alessandro Siani, Un napoletano come me, 2009

Nessun paradiso può durare a lungo se vi convivono un uomo e una donna.
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Gli opposti si attraggono, ma i simili convivono.
Anonimo

Convivere con gli altri è un'arte la cui difficoltà è superata soltanto da quella
di convivere con se stessi. (Mario Andrea Rigoni)
2. Concubinato
© Aforismario

Il concubinaggio è un lusso per ricche, professioniste, ereditiere, industrialesse, per signore che sono già provviste di beni propri e che, per questo accettano di ospitare il fanciullone senza neppure cambiare la targhetta sulla porta.
Patrizia Carrano, Baciami stupido, 1985

La concubina si dona, la signorina che si sposa per convenienza si vende. Questa fa un buon affare, l'altra ne fa uno cattivo. La signorina da marito è virtuosa e onorata, l'altra è disprezzata e colpevole.
Alphonse Karr, XIX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Anche il concubinato è stato corrotto − per mezzo del matrimonio.
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

Dio ha inventato il concubinato. Satana il matrimonio.
Francis Picabia, in Letteratura, 1923

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Coppia - Stare insieme - Fidanzamento

Nessun commento: