Lieto fine - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta dei migliori aforismi e delle frasi più significative sul lieto fine (in inglese: Happy Ending), inteso soprattutto come finale consolatorio di fiabe, di film, di romanzi, ecc. in cui le disavventure dei protagonisti si risolvono e "tutto è bene quel che finisce bene". Il lieto fine, tipico delle favole, in cui il principe si sposa con la sua principessa "...e tutti vissero felici e contenti", è un bisogno non soltanto infantile, ma anche della maggior parte degli adulti, come testimoniano i tanti film (specie di stampo hollywoodiano) che si concludono tutti con un lieto fine. I finali tristi o drammatici lasciano infatti nello spettatore una certa amarezza che i produttori cinematografici fanno di tutto per evitare, perché ciò potrebbe andare a scapito del giudizio popolare sul film. Ma come già notava Leopardi, i drammi che finiscono in maniera triste sono più veritieri di quelli a lieto fine, perché più aderenti alla realtà; e questo è uno dei principali motivi per cui alcuni preferiscono i finali tristi invece dei finali lieti.
Come introduzione a questa raccolta, riportiamo un'interpretazione psicologica di Erich Fromm sul lieto fine: "Nei film di Topolino, il tema − pur con molte variazioni − è sempre questo: un piccolo essere viene perseguitato e messo in pericolo da qualcosa di irresistibilmente forte, che minaccia di ucciderlo o di inghiottirlo. Il piccolo scappa e alla fine riesce a fuggire o a danneggiare il nemico. La gente non sarebbe disposta a seguire continuamente le infinite variazioni di questo tema, se esso non toccasse qualcosa di molto importante per la loro vita emotiva. Evidentemente il piccolo essere minacciato da un nemico potente e ostile è lo spettatore stesso; è così che egli si sente, e questa è la situazione con cui può identificarsi. Ma naturalmente non troverebbe un'attrazione continua se mancasse il lieto fine. Invece lo spettatore rivive tutte le sue paure e tutti i suoi sentimenti di piccolezza, e alla fine ha la sensazione confortante che, nonostante tutto, si salverà e persino sconfiggerà il forte. Tuttavia − e questa è la parte significativa e triste del «lieto fine» − la salvezza sta soprattutto nella sua capacità di scappare e nei casi imprevisti che impediscono al mostro di acchiapparlo. [Fuga dalla libertà, 1941].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulle fiabe e sul cinema. Inoltre, nella raccolta di citazioni dedicata alla contentezza puoi trovare un paragrafo di variazioni sul tema "...e vissero felici e contenti".
Il lieto fine è la nostra fede nazionale. (Mary McCarthy)
Foto: Fred Astaire e Rita Hayworth Non sei mai stata così bella, 1942
Lieto fine
© Aforismario

Le favole esistono, è il lieto fine che manca.
Mirko Badiale (Aforismi inediti su Aforismario)

Se il lieto fine non c'è quasi mai ti regalerò sempre nuovi inizi.
Massimo Bisotti, Il quadro mai dipinto, 2014

I bambini e i vecchi nelle «storie» di invenzione esigono il lieto fine. È iI bisogno di protezione che desidera, almeno fuori della realtà, il trionfo del bene.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Non mi irrita più il lieto fine della fiaba: ne ho bisogno.
Elias Canetti, Il cuore segreto dell'orologio, 1987

Il lieto fine esiste in tutte le favole. Fate della vostra vita una favola...
Cinzia Coppola (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Mentre cresciamo, ci insegnano tante cose. "Se un ragazzo ti dà un pugno, gli piaci." "Non tagliarti i capelli da sola." "Un bel giorno incontrerai un uomo meraviglioso e anche per te ci sarà il lieto fine." Ogni film che vediamo, ogni storia che ci viene raccontata, ci scongiura di aspettare questo: la svolta del terzo atto, la dichiarazione di amore inaspettata, l'eccezione che conferma la regola. Ma a volte siamo talmente concentrate sulla ricerca del lieto fine, che non riusciamo a interpretare i segnali, a riconoscere chi ci vuole da chi non ci vuole, chi resterà e chi andrà via. E forse nel lieto fine non è compreso un uomo meraviglioso. Forse sei tu, da sola, a rimettere insieme i pezzi e a ricominciare. Per liberarti, nell'attesa che arrivi qualcosa di meglio in futuro. Forse il lieto fine è solo... andare avanti.
Ginnifer Goodwin, in Ken Kwapis, La verità è che non gli piaci abbastanza, 2009

O forse il lieto fine è questo: sapere che nonostante le telefonate non ricevute e il cuore infranto, nonostante tutte le figuracce e i segnali male interpretati, nonostante i pianti e gli imbarazzi, non hai mai e poi mai perso la speranza.
Ginnifer Goodwin, in Ken Kwapis, La verità è che non gli piaci abbastanza, 2009

La sordida realtà che succede a ogni tristo inizio necessita sempre del sogno malioso di un lieto fine.
Nunzio La Fauci, Questo quasi nulla, 2008

Guardo a tutto come a un'operetta? Perché desidero il lieto fine.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

La naturalezza e la verisimiglianza è maggiore assai nei drammi di tristo che in quelli di lieto fine, perché così va il mondo: il delitto e il vizio trionfa, i buoni sono oppressi, la felicità e l’infelicità sono ambedue di chi non le merita.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Tragedie o drammi di lieto fine. L’effetto loro totale, si è di lasciar gli affetti dell’uditore in pieno equilibrio; cioè di esser nullo.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Il dramma di lieto fine non produce, poeticamente, alcun effetto.
Giacomo Leopardi, ibidem

L’uditore si parte dal dramma di lieto fine non altrimenti che chi abbia ricevuto un’offesa e fattone piena e tranquilla vendetta, o ne sia stato pienamente soddisfatto, il quale torna a casa e si corica colla stessa placidezza e coll’animo così riposato, come se non gli fosse stata fatta alcuna offesa, e di questa non serba pensiero alcuno. Bello effetto di un dramma, di una rappresentazione, di una poesia; lasciare di sé tal vestigio negli animi degli spettatori o uditori o lettori, come s’essi non l’avessero nè veduta né udita né letta. Meglio varrebbe essere stato a uno spettacolo di forze, di giuochi, equestre, e che so io, i quali pur lasciano nell’animo alcuna orma o di maraviglia o di diletto o d’altro.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

In quella parte dell’anima in cui il dramma e la poesia deve agire, quivi il dramma di lieto fine non lascia alcun segno.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)
Certe persone − e io sono fra loro − odiano il lieto fine. Ci sentiamo defraudati.
Il dolore è la norma. (Vladimir Nabokov)
È più forte di me. Devo assolutamente prendere provvedimenti. Non posso andare tutte le volte all'opera e, pur sapendo che finirà in tragedia, aspettare l'happy end. Sarà che ho un innato senso del lieto fine, io che ancora mi dispero rivedendo la scena del cacciatore che spara alla mamma di Bambi.
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

Il lieto fine è la nostra fede nazionale.
[The happy ending is our national belief].
Mary McCarthy, Al contrario, 1961

Nell'arte c'è una finezza che apprezzo: il lieto fine che ci consola dell'esistenza quotidiana. La vita è delusione, tanto spesso ci defrauda dell'atto finale. Ma questa non è forse la stupidità della naturalezza?
Robert Musil, Incontri, 1911

Certe persone − e io sono fra loro − odiano il lieto fine. Ci sentiamo defraudati. Il dolore è la norma.
Vladimir Nabokov, Pnin, 1957

Non esiste l’amore con il lieto fine. O è lieto o ha fine.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

[Le regole per fare un buon film]: Suspence, risate, violenza, speranza, cuore, nudo, sesso, lieto fine. Soprattutto lieto fine.
Tim Robbins, in Robert Altman, I protagonisti, 1992

La tendenza a guardare nel futuro e a pensare che tutto il significato del presente sta in quello che ci recherà, è una tendenza pericolosa. Il tutto non può aver valore se le parti che lo compongono non ne hanno. La vita non deve essere concepita come un melodramma in cui l'eroe e l'eroina sono vittime di incredibili sciagure delle quali vengono poi compensati con un lieto fine. Io vivo ed ho la mia parte, mio figlio vive dopo di me ed ha la sua parte, a sua volta suo figlio vivrà ed avrà la sua parte. Che c'è in tutto questo perché se ne faccia una tragedia? Se io dovessi invece vivere eternamente, le gioie della vita finirebbero inevitabilmente col perdere il loro sapore. Così come sono le cose, rimangono perennemente fresche.
Bertrand Russell, La conquista della felicità, 1930

Nel dramma a lieto fine gli autori svelano per lo più solo i difetti del loro carattere - nel dramma tragico, infallibilmente, quelli della loro intelligenza.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Il lieto fine è roba per le favole e per gli schiocchi. Si vive soffrendo, poi si muore. La vita, per definizione, non è concepita per concludersi felicemente.
Charles Sheffield, Punto di convergenza, 1997

Il «lieto fine» è l’inizio di una «storia» che non avrà mai fine.
Giuseppe Valente, Aforismi senza "ismi", 2011

Se volete un lieto fine, questo dipende, naturalmente, da dove interrompete la vostra storia.
Orson Welles (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'unico lieto fine che conosco è l'orgasmo.
Anonima

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Cinema e Film - Favole e Fiabe - Contentezza

Nessun commento: