Primavera - Aforismi, frasi e proverbi

Raccolta di aforismi, frasi celebri e proverbi sulla Primavera, stagione dell'anno che comincia all'incirca il 21 Marzo e finisce attorno al 21 Giugno. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sui mesi primaverili, l'alternarsi delle stagioni e i fiori.
Potranno recidere tutti i fiori, ma non potranno fermare la primavera.
(Pablo Neruda)
Primavera
© Aforismario

Prima di primavera c’è dei giorni / che alita già sotto la neve il prato, / che sussurrano i rami disadorni / e c’è un vento tenero ed alato.
Anna Achmatova, Poesie, XX sec.

È primavera: nella serra, in ogni fiore c’è un’orgia. Chi riuscisse a inventare un motel per insetti farebbe i milioni!
Stefano Benni, Terra!, 1988

La primavera è in ritardo. Si pensa che sia rimasta incinta.
Massimo Boldi (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Eppure un guizzo solo di primavera basta a rendere allegra l'anima vedova, a mutare in panni di esaltata Arlecchina queste ostinate gramaglie.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Perdonate chi vi ama. Non sa quel che fa ma subisce la primavera.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Per l’ennesima volta torna la primavera. A lungo andare lo spettacolo stufa.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

È primavera e mi prende un bisogno di leggerezza / e di pesanti passioni e un sentimento indefinibile / al tramonto dalla finestra guardo il mondo / e mi viene voglia di tuffarmi lì dentro / e mi viene voglia di non lasciarlo mai.
Luca Carboni, Primavera, 1989

La primavera non è primavera se non arriva troppo presto.
[Spring never is Spring unless it comes too soon].
Gilbert Keith Chesterton, A Miscellany of men, 1912

C’è nella vita una specie di isterismo di fine primavera.
Emil Cioran, Lacrime e santi, 1937/86

Quando ci sentiamo deboli, tutto ciò che dobbiamo fare è aspettare un po'. La primavera torna, le nevi dell’inverno si sciolgono e le loro acque ci infondono nuova energia.
Paulo Coelho, Aleph, 2011

Oh la primavera! Mi viene voglia di brucare!
Tristan Corbière (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Nel silenzio della notte lo spirito dimentica il corpo minato che lo imprigiona e, consapevole della propria imperitura gioventù, si sente fratello di ogni terrestre primavera.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Primavera non bussa, lei entra sicura, | come il fumo lei penetra in ogni fessura, | ha le labbra di carne, i capelli di grano, | che paura, che voglia che ti prenda per mano. | Che paura, che voglia che ti porti lontano.
Fabrizio De André, Un chimico, 1971

A ogni incontro con la primavera / non so star quieta – sorge il desiderio / antico, un’ansia mista ad un’attesa, / una promessa di bellezza / e una gara di tutto il mio essere / con qualcosa che in essa si nasconde. / Quando la primavera svanisce / v’è il rimorso di non averla guardata abbastanza.
Emily Dickinson, Poesie, 1850/86

In Inghilterra è primavera. L'anno scorso l'ho mancata. Ero in bagno.
Michael Flanders (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

− La primavera è la stagione dell'amore.
− E il resto dell'anno no?
Dick Foran e Mae West, in Mia bella pollastrella, 1940

Come tutto divien bello al sole della gioventù e della primavera.
Giuseppe Garibaldi, Memorie, 1860

I nudi rami degli alberi aspettano la primavera per rifarsi il guardaroba.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Sii come l’ape, e non sprecare i giorni di primavera guardando quel che fa l’aquila.
Kahlil Gibran, Una lacrima e un sorriso, 1914

Venne la primavera e la Natura parlò la lingua dei ruscelli e dei torrenti per allietare il cuore. Sorrise con le labbra dei fiori e rinfrancò lo spirito.
Kahlil Gibran, Una lacrima e un sorriso, 1914

Benché nel vostro inverno voi rinneghiate la vostra primavera, Tuttavia la primavera che riposa in voi sorride nel suo assopimento e non è per nulla offesa.
Kahlil Gibran, Il profeta, 1923

Come i semi che sognano sotto la neve, il vostro cuore sogna della primavera. Fidatevi dei sogni, poiché in essi è nascosta la porta all’eternità.
Kahlil Gibran, Il profeta, 1923

I fiori della primavera sono i sogni dell'inverno raccontati, la mattina, al tavolo degli angeli.
Khalil Gibran, Sabbia e spuma, 1926

O primavera, gioventù dell'anno, | bella madre di fiori, | d'erbe novelle e di novelli amori, | tu torni ben, ma teco | non tornano i sereni | e fortunati dì de le mie gioie; | tu torni ben, tu torni, | ma teco altro non torna | che del perduto mio caro tesoro | la rimembranza misera, e dolente.
Battista Guarini, Il pastor fido, 1590

Chi non aspira alle gioie dell'amore e a grandi cose, quando nell'occhio del cielo e nel seno della terra ritorna la primavera?
Friedrich Hölderlin, Iperione, 1797/99

La primavera della vita e la primavera dell'anno son fatte per essere cullate nel grembo verde della natura.
Jerome K. Jerome, I pensieri oziosi di un ozioso, 1886

Si deve distinguere fra quelli che si tolgono in primavera la giacca invernale e quelli che considerano il fatto di togliersi la giacca invernale come infallibile mezzo per suscitare la primavera. Saranno piuttosto i primi a prendersi il raffreddore.
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Primavera dintorno / brilla nell'aria, e per li campi esulta, / sì ch'a mirarla intenerisce il core.
Giacomo Leopardi, Il passero solitario, ca. 1830

Nella primavera l’uomo suole sentirsi più scontento del suo stato che negli altri tempi.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Se la primavera sopraggiungesse una volta in un secolo invece di una volta l'anno, o esplodesse con il boato di un terremoto, e non in silenzio, con quanta meraviglia gli uomini assisterebbero a una tale miracoloso mutamento! Il silenzioso susseguirsi delle stagioni, invece, fa ormai pensare soltanto a una necessità.
Henry Wadsworth Longfellow, Kavanagh, 1849

Primavera. Quella stagione nella quale tutti corriamo all'aperto per respirare finalmente un po' di fresche esalazioni di benzina.
Carlo Manzoni (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La giovinezza è la primavera dell'anima e può durare tutta la vita.
Mogol, Le ciliegie e le amarene, 2012

Voglio fare con te quello che la primavera fa con i ciliegi.
[Quiero hacer contigo lo que la primavera hace con los cerezos].
Pablo Neruda, Giochi ogni giorno con la luce dell'universo, Venti poesie d'amore e una canzone disperata, 1924
Voglio fare con te quello che la primavera fa con i ciliegi. (Pablo Neruda)
Potranno recidere tutti i fiori, ma non potranno fermare la primavera.
[Podrán cortar todas las flores, pero no podrán detener la primavera].
Pablo Neruda (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

È certo la primavera la stagione più triste dell'anno. Ondeggia, incespicante e trasognata tra la bianca severità dell'inverno e la focosa maestà dell'estate, come una "donzelletta" acerba che non è più vera bambina e non è ancora donna fatta. È ridotta, perciò, alle malfide risorse del doppio gioco. In certi giorni un baccanale di sole indora e accende tutte le cime e tutte le superfici, e un'improvvisa afosità simula ipocritamente la gialla offensiva del giugno. Ma poi, il giorno dopo, sipari di nuvolone seppiacee si calano sugli orizzonti come gramaglie, il vento settentrionale uggiola e morde, i piovaschi impazziscono in furori diluviali, i fiumi aprono brecce nelle ripe, sui monti si ammonta un'altra volta la neve, tardiva ed intempestiva, e le prime erbe dei prati, stupite e strapazzate, vorrebbero rientrare sotto la terra. Passata la furia boreale, tornano le giornate grigie e accidiose, con qualche golfo di azzurro che subito si richiude, le strade fradice e sudice, i muri bollati di gore umide, i fossi colmi d'acqua lotosa. Eppoi, in pochi meriggi, tutto s'asciuga, tutto s'infiamma, tutto arde, tutto si riscalda e ci s'accorge, con mortificante sorpresa, che la primavera è finita, senza aver potuto godere, meno che pochi istanti, le sue incantate e decantate meraviglie.
Giovanni Papini, La spia del mondo, 1955

Non è nei vasti campi o nei grandi giardini che vedo giungere la primavera. È nei rari alberi di una piccola piazza della città. Lì il verde spicca come un dono ed è allegro come una dolce tristezza.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Per quanto ognuno veda l'autunno come una stagione già vissuta, la primavera è sempre, a tutti, una rinascita.
Theodore Francis Powys, Il mietitore di Dodder, 1931

L'uomo è come un albero e in ogni suo inverno levita la primavera che reca nuove foglie e nuovo vigore.
Vasco Pratolini, Cronaca familiare, 1947

Primavera, che vuoi da me? Perché questo sorriso dolce, questi fiori nei capelli, questi boccioli che si aprono?... Primavera, così leggiadra, la tua vista immalinconisce la mia giovinezza...
Charles-Augustin de Sainte-Beuve, Vita, poesia e pensieri di Joseph Delorme, 1829

La forza della primavera non sarebbe niente se non avesse dormito l'inverno.
José Saramago, Il vangelo secondo Gesù Cristo, 1991

Se la prima neve che senti scendere in una notte di novembre è un invito a raccogliersi nei ricordi o nella lettura, la prima pioggia d'aprile che ascolti battere sul tetto ti dà ristoro e distensione, ritrovi un amabile sonno e poi, al mattino, il desiderio di andare, di uscire fuori a camminare in libertà e senza una meta perché la primavera non ha confini.
Mario Rigoni Stern, Stagioni, 2006

Una rondine non fa primavera ma due upupe innamorate, due leprotti in un cespuglio, una cutrettola che corre sulla strada, due scoiattoli che si arrampicano tra i rami di un abete, sí. Se poi avvistiamo un rumoroso calabrone, una farfalla che si chiama Arcia, un lombrico, se sentiamo il canto di un cardellino, è primavera anche se il giorno dopo nevica.
Mario Rigoni Stern, Stagioni, 2006

Amore e fiori non durano che una primavera.
Pierre de Ronsard, Sonetti per Elena, 1578

O, Vento, se l'inverno incombe, può la Primavera essere lontana alle sue spalle?
[O Wind, If Winter comes, can Spring be far behind?].
Percy Bysshe Shelley, Ode al vento dell'Ovest, 1820

La fantasia è una perpetua primavera.
Friedrich Schiller (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Amo te come la primavera che porta la vita / vivo per te come un fiume che scorre al mare.
Fran Tarel (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

In una bella mattina di primavera, tutti i peccati umani sono perdonati. Un tal giorno è tregua per il vizio. Mentre questo sole si offre per cauterizzare le ferite del peccato, il peccatore più vile può ritornare innocente.
Henry David Thoreau, Walden, 1854

Per quanto gli uomini, riuniti a centinaia di migliaia in un piccolo spazio, cercassero di deturpare la terra su cui si accalcavano, per quanto la soffocassero di pietre, perché nulla vi crescesse, per quanto estirpassero qualsiasi filo d'erba che riusciva a spuntare, per quanto esalassero fiumi di carbon fossile e petrolio, per quanto abbattessero gli alberi e scacciassero tutti gli animali e gli uccelli, – la primavera era primavera anche in città. Il sole scaldava, l'erba, riprendendo vita, cresceva e rinverdiva ovunque non fosse strappata, non solo nelle aiuole dei viali, ma anche fra le lastre di pietra, e betulle, pioppi, ciliegi selvatici schiudevano le loro foglie vischiose e profumate, i tigli gonfiavano i germogli fino a farli scoppiare; le cornacchie, i passeri e i colombi con la festosità della primavera già preparavano nidi, e le mosche ronzavano vicino ai muri, scaldate dal sole.
Lev Tolstoj, Resurrezione, 1899

Primavera straordinariamente gradevole. Ogni volta non riesco a credere ai miei occhi. È possibile che tutta quella bellezza nasca dal niente?
Lev Tolstoj (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La gioventù dell’anima è come la primavera: or piovosa, or fredda, ora ardente; non sai quando incominci, nè quando finisca.
Niccolò Tommaseo, Dizionarietto morale, 1867

Ci sono delle piogge primaverili deliziose in cui il cielo sembra piangere di gioia.
Paul-Jean Toulet, I tre impostori, 1922 (postumo)

La primavera è un nuovo prestito che la morte fa alla vita.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

La primavera è una specie di Pasqua di resurrezione della vita, ma senza ascesa al cielo: ognuno resta quaggiù con la sua croce.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

Primavera che sempre ritorni e sempre mi rechi una trinità, | i fiori dei lilla perenni, la stella che cala a ponente, | e il pensiero di colui che amo.
Walt Whitman, Foglie d'erba, 1855/92

C'è qualcosa, nel modo in cui la primavera si manifesta in Inghilterra, che mi ricorda un cucciolo timido che cerca di farsi degli amici. Fa un avventato passo avanti, se la svigna terrorizzato, poi striscia di nuovo in avanti, timoroso, e infine, acquistata fiducia, si avventa con impeto e gioia.
P. G. Wodehouse, La conquista di Londra, 1924

Uno dei deliziosi aspetti della primavera inglese è che ha dei giorni, anzi, è quasi del tutto composta di giorni in cui, al tramonto, la temperatura è tale da rendere gradevole un fuoco, anzi persino necessario.
P. G. Wodehouse, La conquista di Londra, 1924

Proverbi sulla Primavera
  • Chi ha messo Marzo in primavera ha fatto male.
  • Chi non semina a primavera non raccoglie d’estate.
  • Di primavera i fiori a schiera a schiera, d’autunno i frutti a pugno a pugno.
  • Di primavera sempre bel tempo spera.
  • Guardati dalla primavera di Gennaio.
  • I primi fiori non fanno la primavera.
  • Il canto della cinciallegra chiama la primavera.
  • Il freddo di primavera fa tremare l’asino.
  • Il vento di marzo porta la primavera.
  • La bella e buona maniera fa cambiar l'inverno in primavera.
  • La primavera di Gennaio porta guai.
  • La primavera è per l’occhio e l’autunno per la gola.
  • La tarda primavera non inganna.
  • Ogni primavera ha il suo autunno.
  • Pioggia di primavera non è cattivo tempo.
  • Primavera ritardata, campagna fortunata; primavera anticipata, campagna rovinata.
  • Se l’inverno mangia la primavera, l’estate mangia l’autunno.
  • Senza fiore a primavera non c’è frutto d’autunno.
  • Una rondine non fa primavera.
Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni sui mesi primaverili: Marzo-Aprile-Maggio - Stagioni - Estate - Fiori

Nessun commento: