2016-12-23

Stomaco e Intestino - Aforismi, frasi e proverbi

Raccolta di aforismi, e frasi celebri e proverbi sullo stomaco e sull'intestino. Lo stomaco è un organo fondamentale dell’apparato digerente, la cui principale funzione è la trasformazione degli alimenti in chimo, cioè digerire le molecole proteiche ingerite con l'alimentazione, mediante l'azione dell'acido cloridrico e di alcuni enzimi, al fine di consentirne poi l'assorbimento al livello dell'intestino tenue.
Da notare che alcune citazioni fanno riferimento al ventre, inteso come sinonimo di stomaco. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla pancia, la fame, la digestione e l'indigestione.
Sì, più che la ragione è lo stomaco che ci guida. (Jacques-François Ancelot)
1. Stomaco
© Aforismario

Piccola, "emozione" nella mia vita è una cena senza bruciore di stomaco.
Woody Allen, Scoop, 2006

Sì, più che la ragione è lo stomaco che ci guida.
[Oui; mieux que la raison l'estomac nous dirige].
Jacques-François Ancelot, L'importante, 1827

Lo stomaco è la fonte del piacere e della tristezza, e per la vicinanza del cuore, e per il consenso con l'anima, la sua facoltà imprime all'animo il carattere di alacrità o di abiezione.
Areteo di Cappadocia, Delle cause, dei segni e della cura delle malattie acute e croniche, I sec.

Non vi fate schiavi del vostro stomaco: questo viscere capriccioso, che si sdegna per poco, pare si diletti di tormentare specialmente coloro che mangiano più del bisogno, vizio comune di chi non è costretto dalla necessita al vitto frugale. A dargli retta, ora con le sue nausee ora col rimandarvi alla gola il sapore de' cibi ricevuti ed ora con moleste acidità, vi ridurrebbe al regime de' convalescenti.
Pellegrino Artusi, La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene, 1891

Lo stomaco sano deve poter digerire ogni tipo di cibo, come la macina deve macinare tutto ciò per cui è stata costruita.
Marco Aurelio, Pensieri, ca. 166-179

Addome. È il santuario che racchiude l’oggetto della più sincera devozione dell’uomo, ovvero il tempio del dio Stomaco: al suo culto sono dediti, tributandogli i dovuti omaggi, tutti gli uomini degni di questo nome. Da parte femminile l’antica fede riceve solo un timido assenso. Anche le donne, talvolta, officiano al suo altare, ma con cuore tiepido e con scarsa convinzione, non conoscendo l'attenzione dovuta alla sola divinità che gli uomini realmente amino. Se sul mercato mondiale le donne avessero campo libero, la razza umana diventerebbe erbivora.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

I sentimenti e le emozioni hanno la loro sede nello stomaco e derivano dal cibo per l'azione chimica dei succhi gastrici.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Lo stomaco si espande fino a contenere tutte le vaccate disponibili.
Arthur Bloch, Estensione di Iske alla legge di Parkinson, La legge di Murphy II, 1980

La strada per il cuore di un uomo passa dal suo stomaco.
Arthur Bloch, Legge di Fern, La legge di Murphy sull'Amore, 1993

Per gli stomaci vuoti non esistono né obbedienza né timore.
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

La caratteristica della nouvelle cuisine è quello di svuotare il portafogli senza riempire lo stomaco.
Philippe Bouvard (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Nessun uomo può essere un patriota a stomaco vuoto. 
William Cowper Brann, su Old Glory, 1893

Prima viene lo stomaco, poi viene la morale.
Bertolt Brecht, L'opera da tre soldi, 1928

Il coraggio viene dallo stomaco... tutto il resto è disperazione.
Charles Bukowski, Post Office, 1971

L'anima dell'uomo ha radici nello stomaco. Chiunque scrive molto meglio dopo una bistecca di manzo e una pinta di whisky che non dopo una tavoletta di cioccolata da cinque cents. Il mito dell'artista morto di fame è una balla. 
Charles Bukowski, Factotum, 1975

Lo stomaco è come il buco del culo: rischia di diventare la parte trainante del cervello.
Aldo Busi, Sodomie in corpo 11, 1988

Da quando ho visto uno stomaco umano, nove decimi di uno stomaco umano, tagliato via da meno di due ore, capisco ancor meno perché l’uomo mangi. Era identico ai pezzi di carne che si fanno arrostire in cucina, perfino la grossezza era quella solita di una cotoletta. A che scopo questa trasformazione di una cosa in un’altra identica? A che scopo questo giro vizioso? Perché la carne deve incessantemente passare attraverso i visceri di un’altra carne? Perché proprio questa dev’essere la condizione necessaria della nostra vita?
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

Allo stomaco rovinato corrisponde cervello guasto.
Guido Ceronetti, Aquilegia, 1973

Mangia poco a pranzo e meno ancora a cena, che la salute di tutto il corpo si costruisce nel laboratorio dello stomaco. 
Miguel de Cervantes, Don Chisciotte della Mancia, 1605/15

Nascendo, l'uomo ha ricevuto dal suo stomaco l'ordine di mangiare tre volte al giorno, per recuperare le forze che gli tolgono il lavoro e più spesso ancora la pigrizia.
Alexandre Dumas (padre), Grande dizionario di cucina, 1870 (postumo, 1873)

Per essere certi di venir accolti con favore dagli uomini, è meglio offrire loro cibo per lo stomaco
che per la mente.
Albert Einstein, lettera a un fabbricante di cioccolata, 1954

Uno stomaco vuoto non è un buon consigliere politico.
Albert Einstein (attribuito)

Nessuno può essere saggio a stomaco vuoto.
George Eliot, Adam Bede, 1859

Ciò che è insaziabile non è lo stomaco, come dicono i più, ma l'opinione falsa che lo stomaco richiede sazietà illimitata.
Epicuro, Sentenze, IV-III sec. a.e.c.

Incubo. Proviene dallo stomaco.
Gustave Flaubert, Dizionario dei luoghi comuni, 1850/80 (postumo, 1913)

L’ansia e non semplicemente la contemplazione della salsa bearnese può rendere lo stomaco più acido.
Michael D. Gerhson, Il secondo cervello, 1998

La maggior parte delle persone impara molto rapidamente cosa colpisce il proprio stomaco come una tanica di benzina. Questa particolare curva di apprendimento è molto ripida perché il rischio è alto. L’esempio del peperoncino messicano fa al caso nostro. Una fetta di troppo di pizza è sufficiente per mia moglie. Nessuno di noi ha bisogno di ripetere l’esperimento più volte prima di capire cosa evitare. È dannatamente piacevole deglutire certe cose, ma il dolore esofageo non vale proprio la candela.
Michael D. Gerhson, Il secondo cervello, 1998 [1]

Plenus venter facile disputat de ieiuniis.
[Quando lo stomaco è pieno, è facile parlare di digiuno].
San Girolamo (Sofronio Eusebio Girolamo), Epistole, V sec.

Ciò che è immortale non si può paragonare a ciò che vive come mortale, e nondimeno tutto ciò che vive ha intelligenza. Così lo stomaco sa benissimo quando ha fame e quando ha sete.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

I proverbi sono la maniera di pensare dello stomaco, con i proverbi lo stomaco fabbrica delle briglie per l'anima, per poterla governare più facilmente.
Maksim Gorkij, La madre, 1906

Gli uomini sono, di regola, parecchio schifiltosi per quelle cose che introducono nel proprio stomaco, e pochissimo, punto, per quelle che introducono nel proprio spirito. 
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Noi siamo gl'infelici schiavi del nostro stomaco.
Jerome Klapka Jerome, Tre uomini in barca, 1922

Uno stomaco pieno è un grande aiuto per la poesia, e a dire il vero, nessun sentimento di nessun genere potrebbe reggersi su uno stomaco vuoto.
Jerome Klapka Jerome, I pensieri oziosi di un ozioso, 1886 

Non mangio mai a stomaco vuoto.
William Johnston (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Nella lotta tra il cuore e il cervello alla fine vince lo stomaco.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

Il vostro stomaco, vedete, è stato fatto di una grandezza proporzionata ai vostri bisogni, e quando voi siete già uomo, non si restringe nè si dilata come una boccia di gomma elastica. Eppure. se voi un giorno avete quattro lire di rendita invece di due, volete mangiare due volte più di prima, come se lo stomaco fosse cresciuto insieme ai denari.
Paolo Mantegazza, Il bene e il male, 1861

Meglio essere dispiaciuti a stomaco pieno che a stomaco vuoto.
Maestro Kesuke Miyagi (Pat Morita), in John Avildsen, Karate Kid III - La sfida finale, 1989

Troppo cibo rovina lo stomaco, troppa saggezza l'esistenza. 
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

C'è un'arcana correlazione tra mente e stomaco. Tant'è vero che il dialogo tra chi ha da mangiare e chi no, è impossibile.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Odio quelle che mangiano l'insalata. Quelle che se ne stanno in silenzio, sapete, quel tipo di donna che portate a cena e le dite: "cosa vuoi mangiare, tesoro?" "Solo dell'insalata, grazie". E sentite il suo stomaco che fa "uaggr, oggr, oggr". "Non so perché il mio stomaco fa questo rumore". Perché hai fame, stupida!
Eddie Murphy, Nudo e crudo, 1987

Chi nella vita preferisce il bello all'utile, finisce certo, come il bimbo che preferisce le caramelle al pane, col rovinarsi lo stomaco e col guardare il mondo con molta tetraggine.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

I "pessimisti" sono persone intelligenti con lo stomaco rovinato: col cervello prendono vendetta della
loro cattiva digestione.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

Sappiatelo fratelli, lo spirito è uno stomaco! La vita è una sorgente del piacere: ma per colui dal quale parla uno stomaco guasto, padre della tetraggine, tutte le sorgenti sono avvelenate.
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Il cervello è come lo stomaco: quello che conta non è quanto ci metti dentro, ma quanto riesce a digerire.
Albert Jay Nock, citato su Selezione dal Reader's Digest, 1963

Niente di più comune di un politico grasso. Ma come può, uno che non riesce nemmeno a governare il proprio stomaco, dirigere alcunché?
Marco Oliverio (Aforismi inediti su Aforismario)

Se stai bene di stomaco e di petto, se non sei tormentato dalla gotta, tutte le ricchezze del re non potrebbero aggiungere nulla alla tua felicità.
Quinto Orazio Flacco, Epistole, 20 a.e.c.

La nostra anima è ciò che più importa; eppure, è chiaro, ci si accorge di avere uno stomaco molto prima di sospettare di avere un'anima.
Pierre Reverdy, Il guanto di crine, 1927

Lo stomaco è il suolo da cui germina il pensiero.
Antoine Rivarol, Massime, pensieri e paradossi, 1852 (postumo)

Il ventre non ascolta insegnamenti, chiede e reclama
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Assaggiare qua e là è proprio di uno stomaco viziato e troppi cibi diversi non nutrono, ma rovinano l’organismo.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Quella che chiamiamo eufemisticamente "carne" sono in verità pezzi di cadaveri, di animali morti, morti ammazzati. Perché fare del proprio stomaco un cimitero?
Tiziano Terzani, Un altro giro di giostra, 2004

Non metterti a tavola, se non senti lo stomaco vuoto e libero dal cibo del pasto precedente.
Regole Sanitarie Salernitane, IX-X sec.

I peccati dello stomaco ricadono sul corpo intero.
Anonimo (attribuito a Snoopy, in Charles M. Schulz, Peanuts, 1950/2000)

Prima viene lo stomaco, poi viene la morale.
(Bertolt Brecht - foto: Totò, Miseria e nobiltà, 1954)
2. Intestino
© Aforismario

Diaframma. Membrana divisoria che separa i disordini del petto da quelli dell’intestino.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

I visceri non sono certo il genere di organo che fa battere il cuore. Nessun poeta scriverebbe mai un’ode all’intestino. A esser sinceri, l’opinione generale è che il colon sia una parte ripugnante dell’anatomia. La sua forma è nauseante, il suo contenuto disgustante e ha un cattivo odore. L’intestino è una cosa primitiva, viscida e simile a un serpente. Il suo corpo giace attorcigliato nella pancia e quando si muove striscia. Per farla breve, l’intestino è spregevole e abietto, diversamente dal cervello, dal quale affiorano pensieri saggi. L’intestino è decisamente un organo che soltanto uno scienziato potrebbe amare. E io sono uno di quelli.
Michael D. Gerhson, Il secondo cervello, 1998 [1]

L’intestino contiene neuroni in grado di essere autonomi: essi, cioè, possono far funzionare l’organo senza ricevere istruzioni dal cervello o dal midollo spinale.
Michael D. Gerhson, Il secondo cervello, 1998 [1]

Una volta che il cibo è nello stomaco, comunque, può avvenire il successivo trasporto all'intestino persino nei soggetti in stato di morte cerebrale. Il sistema nervoso centrale è quindi necessario per la deglutizione, ma dal momento in cui il cibo è deglutito, a quello in cui ciò che ne rimane è espulso dall'ano, l’intestino può regolare da solo tutte le fasi.
Michael D. Gerhson, Il secondo cervello, 1998

Lo stomaco non si limita semplicemente a immagazzinare il cibo. Esso ne impasta anche i pezzi grandi riducendoli in minuscole particelle, il solo tipo di materiale che può essere tollerato dal segmento successivo dell’apparato gastrointestinale, l’intestino tenue. Nulla riesce a sottrarsi allo stomaco se non passa un rigoroso test dimensionale.
Michael D. Gerhson, Il secondo cervello, 1998

Proverbi sullo Stomaco
  • A stomaco affamato ogni cibo è grato.
  • Budello sfondato fa onore alla mensa.
  • I poveri cercano il mangiare per lo stomaco; e i ricchi lo stomaco per mangiare.
  • Il ballo non è bello quando è vuoto il budello.
  • Lo specchio dello stomaco è la lingua.
  • Lo stomaco è un orologio che non perde le ore.
  • Lo stomaco pieno raddrizza la testa.
  • Stomaco affamato trova buono il pan muffato.
  • Stomaco digiuno non spregia cibo alcuno.
Proverbi sul Ventre
  • Il ventre insegna tutte le scienze.
  • Il ventre non fa credito.
  • Il ventre non ha orecchie.
  • Il ventre non si sazia di parole.
  • Il ventre pieno fa la testa vuota.
  • Quando il ventre è pieno si predica bene di digiuno.
  • Ventre digiuno non ascolta nessuno.
  • Ventre digiuno non ascolta ragioni.
  • Ventre pieno vuole agio.
Quando la gamba non cammina, lo stomaco non mangia.
Proverbio africano

Plenus venter non studet libenter 
[Il ventre pieno non studia volentieri].
Detto medievale

Note
  1. Michael D. Gerhson, Il secondo cervello, UTET, 2006
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Digestione e Indigestione - Pancia - Fame

Nessun commento: