2017-01-09

Confidarsi - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi e frasi divertenti sul confidarsi e sui confidenti. Qui il termine "confidare" è considerato col significato di riferire cose riservate, rivelare un segreto o i propri sentimenti a qualcuno. Per citazioni sul "confidare" inteso secondo altre accezioni, vedi i link riportati in fondo alla pagina.
Come introduzione riportiamo alcuni saggi consigli di François de La Rochefoucauld: "So bene che è arduo porre giusti limiti al modo di ricevere ogni sorta di confidenze dai nostri amici, e renderli partecipi delle nostre. Il più delle volte ci si confida per vanità, per il desiderio di parlare, di accattivarsi la fiducia altrui, e per scambiarsi dei segreti. Ci sono persone che possono aver ragione a fidarsi di noi, ma nei confronti delle quali non abbiamo motivo di adottare la stessa condotta; con loro ci si sdebita conservando i propri segreti, e ripagandoli con piccole confidenze. Ce ne sono altre la cui fedeltà ci è nota, che non ci lesinano nulla, e alle quali ci si può confidare per scelta o per stima. Non bisogna nasconder loro nulla che riguardi solo noi, mostrandoci sempre veri nelle nostre buone qualità e anche nei nostri difetti, senza esagerare le une e senza sminuire gli altri, imporsi di non far loro mai mezze confidenze, che mettono sempre in imbarazzo chi le fa, e non accontentano quasi mai chi le riceve: diamo loro confusi chiarimenti su ciò che vogliamo nascondere, aumentiamo la loro curiosità, diamo loro il diritto di volerne sapere di più e la libertà di disporre di ciò che hanno intuito. È più sicuro e più onesto non dir loro nulla piuttosto che tacere quando si è già cominciato a parlare. [Riflessioni varie, XVII sec.].
A volte è più facile confidarsi con un estraneo. Chissà perché.
Forse perché un estraneo ci vede come siamo realmente,
e non come vogliamo far credere di essere. (Carlos Ruiz Zafón)
1. Confidarsi
© Aforismario

Mai si confiderebbe un segreto ad alcuno, se si avesse abbastanza forza per mantenerlo.
Bonaventure d'Argonne, L'educazione. Massime e riflessioni di Moncade, 1691

Il dialogo è importante solo se ci arricchisce, se chiarisce idee che ci aiutano a percorrere meglio il cammino della nostra esistenza. Penso che si debba star più vicini alle persone che credono in noi perché solo la loro comprensione ci può offrire la possibilità di ritrovarci e di vivere meglio. Spesso ci perdiamo in mille rivoli dimenticandoci di dare peso al fruscio delle piccole cose, ai desideri più repressi e parliamo, parliamo senza ascoltare chi vorrebbe confidarci cose umane, sensate.
Romano Battaglia, Sabbia, 2007

L'intimità fra donne spesso procede a marcia indietro: comincia con le confidenze e finisce con piccole chiacchiere senza che nessuna perda la stima per l'altra.
Elizabeth Bowen, La morte del cuore, 1938

Vi fu un tempo quando, in qualsiasi momento, era possibile rivolgersi a un Dio accogliente, che seppelliva i nostri sospiri nel suo nulla. Sconsolati siamo oggi, per non aver nessuno a cui confidare i nostri tormenti.
Emil Cioran, Lacrime e santi, 1937/86

Vi sono delle confidenze che si possono fare in una conversazione, ma che non possono essere scritte, a meno che non si tratti di un’autobiografia.
Emil Cioran, Un apolide metafisico, 1995

A chi viene a dirvi che qualcuno porta male, confidategli che lo si dice anche di lui. Impallidirà e forse capirà.
Pino Caruso, Ho dei pensieri che non condivido, 2009

I libri andrebbero scritti unicamente per dire cose che non si oserebbe confidare a nessuno.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Quando si è commessa la follia di confidare un segreto a qualcuno, il solo modo di essere sicuri che lo terrà solo per sé è ucciderlo all'istante.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

La prostituzione avrebbe meno successo se gli uomini non avessero bisogno di confidarsi a ogni costo.
Frédéric Dard, Confezione regalo, 1971

Succede ai baci come alle confidenze: uno tira l'altro, e viva via si fanno più vicini e caldi.
Vivant Denon, Point de lendemain, 1777

Fra gli uomini resta sempre una certa pudicizia virile che impedisce confidenze troppo personali sulla propria vita sentimentale e sessuale. Le donne sanno essere molto meno amiche (anzi non lo sono quasi mai, l'amicizia è un fatto maschile, implica una lealtà estranea alla femmina), ma sono capaci di instaurare fra loro una intimità sconvolgente.
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Quando mai una confidenza o una confessione personale fatta a un amico non scaturisce dalla vanità?
Neppure quando si confessano le più gravi debolezze.
Joan Fuster, Giudizi finali, 1960/68

Ci sono cose che preferiamo confidare agli altri che a noi stessi.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Se non volete che riveli un segreto, non confidatemelo.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Non confidate mai i vostri segreti a chi con troppa facilità vi rende partecipe dei propri.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Non confidiamo tutto nemmeno a noi stessi.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Perché a letto ci si confidano tanti segreti? Perché mai, come a letto, ci si sente complici.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Ci sono segreti che si confidano perché vengano taciuti e segreti che si confidano perché vengano divulgati.
Roberto Gervaso, La vita è troppo bella per viverla in due, 2015

Quando confidi la tua pena al tuo vicino gli doni una parte del tuo cuore. Se la sua anima è grande, te n’è grato; se è grama, ti considera un uomo da poco.
Kahlil Gibran, Specchi dell'anima, 1965 (postumo)

Confidarsi è natura. Accogliere la confidenza così come vien fatta, è educazione.
Johann Wolfgang Goethe, Le affinità elettive, 1809 

La passione confessandola s'esalta e s'attenua. In nessun'altra cosa sarebbe forse più da desiderare la via di mezzo, che nel confidarsi e nel tacere con coloro che amiamo.
Johann Wolfgang Goethe, Le affinità elettive, 1809 

L'importanza dei discorsi e degli atti più innocenti cresce con gli anni, e se qualcuno mi sta intorno un po' più a lungo, cerco sempre di renderlo attento a quale differenza passi tra sincerità, confidenza e indiscrezione, anzi al fatto che propriamente non c'è differenza, ma solo una lieve transizione da quanto è più innocuo a quanto è più dannoso, che dev'essere notata o piuttosto sentita. In ciò dobbiamo fare uso del nostro tatto, altrimenti corriamo il pericolo di riperdere senza accorgercene, sulla strada per la quale ce l'eravamo acquistato, il favore della gente. Questa è una cosa che nel corso della vita si capisce bene da sé, ma solo dopo aver pagato l'insegnamento a caro prezzo, che non possiamo, purtroppo, risparmiare a coloro che vengono dopo di noi.
Johann Wolfgang Goethe, Le affinità elettive, 1809

I doveri dell'amicizia ammettono una sola eccezione: quella di. non confidare all'amico i propri difetti, che, se fosse possibile, non dovrebbero esser confidati neppure a sé stessi. Ma in questo caso ci si può avvalere di un'altra regola del ben vivere, che è quella di saper dimenticare.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Ogni rivelazione di un segreto è colpa di chi lo ha confidato.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Ogni confidenza è pericolosa se non è completa: sono poche le contingenze in cui non occorra dire tutto o tutto nascondere. Già troppo è stato detto del proprio segreto a colui al quale si ritiene di dover trafugare un dettaglio.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Colui al quale confidate il vostro segreto, diventa padrone della vostra libertà. 
François de La Rochefoucauld, Massime, 1678

Una delle più gran consolazioni di questa vita è l'amicizia; e una delle consolazioni dell'amicizia è quell'avere a cui confidare un segreto. 
Alessandro Manzoni, I promessi sposi, 1827/42

Ci amiamo l'un l'altro come fossimo incatenati, stretti, le braccia protese, senza riuscire a congiungerci. Siamo travagliati da un tormentoso bisogno di unione, ma tutti i nostri sforzi restano sterili, i nostri abbandoni inutili, le nostre confidenze infruttuose, i nostri amplessi impotenti, le nostre carezze vane. Quando vogliamo unirci, gli slanci dell'uno verso l'altro provocano solo degli urti reciproci. 
Guy de Maupassant, Solitudine, 1884

Selezionate sempre molto bene i vostri interlocutori prima di confidare a loro qualcosa di personale: non tutti hanno le stesse esperienze, la stessa cultura, lo stesso talento, lo stesso quoziente d’intelligenza, gli stessi valori e lo stesso codice di condotta morale.
Massimo Roberto Modenese (Aforismi inediti su Aforismario)

Fidarsi di pochi, confidarsi con nessuno.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

È bello e necessario avere qualcuno cui poter confidare tutto. Ma è essenziale serbarsi uno spazio inviolabile di riservato dominio.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

I sentimenti quando sono manifestati perdono d’intensità. Questa è la ragione per cui il dolente, ml’amante trovan sollievo nella confidenza. Questa è la ragione per cui taluno preferisce tener i propri sentimenti per sé. Non diversamente una quantità data di un liquido, estendendosi sopra uno spazio maggiore, diminuisce di profondità, e un gas perde in pressione ciò che acquista in volume.
Guido Morselli, Diario, 1938/73 (postumo 1988)

Non confidare i tuoi dolori a nessuno. Anche a trovare chi, ascoltandoti, soffra davvero per te, che avrai ottenuto? Di aumentare le tua pena con la sua.
Ugo Ojetti, Sessanta, 1937

Confidarsi con qualcuno, questo sì, è veramente da pazzo! 
Luigi Pirandello, Enrico IV, 1922

Da una confidenza a un'indiscrezione non c'è che la distanza dall'orecchio alla bocca.
Amédée Pichot (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

A costituire la nostra fiducia in altri contribuiscono spesso, per la massima parte, la pigrizia, l'egoismo e la vanità: la pigrizia, se ci fidiamo di qualche altro, per non essere noi stessi a indagare, a vigilare, a fare; l'egoismo, se il bisogno di parlare dei nostri affari ci induce a confidare qualcosa a un altro, e la vanità, se questo qualcosa fa parte di ciò che noi crediamo ridondare a nostro vantaggio.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

La tua vita sia così sincera che tu possa confidare anche al tuo nemico tutto quello che ti passa per la mente.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

C’è chi suole narrare al primo che incontra ciò che si può confidare solo all'amico, e riversa in qualunque orecchio il peso dei suoi affanni. C’è chi, al contrario, ha paura che anche la persona più cara venga a conoscenza dei suoi segreti e li soffoca nel suo intimo, per tenerli nascosti, se fosse possibile, anche a se stesso. Bisogna evitare l’uno e l’altro eccesso: è male sia il fidarsi di tutti, sia di nessuno; ma direi che il primo difetto è più onesto, il secondo più sicuro.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Ognuno ha un amico a cui confidare quanto è stato confidato a lui. Così, anche se egli raffrena la sua loquacità e si contenta di parlare a una sola persona, il segreto, dopo un po’, diventerà di dominio pubblico: sarà sulla bocca di tutti.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Si confida a coloro che si amano ciò che v'è di più delicato nella felicità.
Madame de Staël, XVIII-XIX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Uccidere e sia pure a tradimento, è cosa più virile che danneggiare un amico riferendo una sua confidenza.
Italo Svevo, La coscienza di Zeno, 1923

Rassegnatevi a perdere ben presto il controllo delle vostre confidenze. Non esiste segreto che abbiate deciso di affidare all'amorevole attenzione di un amico che non trovi una via di tuga considerata praticabile da colui o colei con cui avevate deciso di condividere "riservatamente" un vostra cruccio o magari una felicità. Siate saggi e non prendetevela troppo con il traditore. Interrogatevi con sincerità per capire se avreste saputo essere migliori. Oppure, siate saggi: tacete. O ancora, siate saggi, parlatene con il vostro gatto: apprezzerà che abbiate avuto fiducia in lui e vi regalerà uno di quegli sguardi liquidi ed enigmatici che lasciano trasparire altre cose e altri luoghi da esplorare per saperne di più della vita. Entrerete in una dimensione chi vi distrarrà dall'ossessione del vostro segreto. E inoltre, siate certi, "lui" non ne parlerà.
Maria Venturini, Dizionario delle felicità, 1998

A volte è più facile confidarsi con un estraneo. Chissà perché. Forse perché un estraneo ci vede come siamo realmente, e non come vogliamo far credere di essere. 
Carlos Ruiz Zafón, L'ombra del vento, 2001

Il confidente ideale è quello che non ti ascolta. (Alessandro Morandotti)
2. Confidenti
© Aforismario

I poeti sono i confidenti del cuore e quindi i migliori consiglieri.
Henri-Frédéric Amiel, Diario intimo, 1839/81 (postumo, 1976/94)

Mi sarebbe piaciuto fare il confidente della polizia. Ma non è possibile. Appena incontro un poliziotto, lui mi racconta tutto di sé, la sua famiglia, i suoi problemi…
Romano Bertola, Le caramelle del diavolo, 1991

Confidente. Chi viene messo a conoscenza da A dei segreti di B che gli sono stati a sua volta confidati da C.
Ambrose Bierce, Il dizionario del diavolo, 1911

Vita dell'amicizia è la confidenza - la quale dev'esser mutua. Ora, chi non ha un amico va a confidarsi dal prete, il quale è poi il confidente di tutti: precisamente come, chi non ha amante, batte alla porta della meretrice, che a tutti si apre.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870/1907 (postumo 1912/64)

Non spartire mai un segreto con chi è più potente; si crede di spartire pere e si spartiscono pietre. Molti morirono per essere stati confidenti.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Il confidente ideale è quello che non ti ascolta.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: ConfessioneSegreto - Confidare - Confidenza

Nessun commento: